Fanshop Serie A
Top prodotti
PUBBLICITÀ
SERIE A LIVE 36ª GIORNATA
mar  11  mag  20:45
VAI nel team  NAPOLI NAP 5
VAI nel team  UDINESE UDI 1
mer  12  mag  18:30
VAI nel team  CAGLIARI CAG 0
VAI nel team  FIORENTINA FIO 0
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  ATALANTA ATA 2
VAI nel team  BENEVENTO BEN 0
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  BOLOGNA BOL 0
VAI nel team  GENOA GEN 2
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  SASSUOLO SAS 1
VAI nel team  JUVENTUS JUV 3
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  TORINO TOR 0
VAI nel team  MILAN MIL 7
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  LAZIO LAZ 1
VAI nel team  PARMA PAR 0
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  INTER INT 3
VAI nel team  ROMA ROM 1
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  SAMPDORIA SAM 2
VAI nel team  SPEZIA SPE 2
gio  13  mag  20:45
VAI nel team  CROTONE CRO 2
VAI nel team  VERONA VER 1

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2020/2021

PUBBLICITÀ
PIANETA FANTA NEWS: scopri le informazioni sui calciatori, recuperi ed indicazioni di formazione ogni giorno!
Voti fantacalcio Serie A 34.a giornata: Correa scatenato, Palacio evergreen. Ronaldo ribalta, giornataccia Mu

Lazio arrembante nel primo tempo con Perin straordinario su immobile poi su Lulic, ancora su Milinkovic Savic, in oltre venti minuti è un tiro a segno per l’evidente superiorità tecnica e tattica dei padroni di casa. Il Genoa non tira mai in porta. Il bunker resiste fino al 30’ quando Correa segna l’1-0 con un tiro da centro area su ribattuta fortunoso di Radovanovic. Al 42’ il raddoppio laziale. ancora Radovanovic ingenuo che in area trattiene per un braccio Immobile che cade a terra e Giacomelli concede il rigore che Immobile non sbaglia. Prima di andare al riposo finalmente la squadra di Ballardini va al tiro ma Reina vola a deviare. Si va al riposo così. Nella ripresa dentro Ghiglione con Radovanovic fuori e inserimento di Scamacca e Pjaca per Destro e Zajc. Il 4-3-1-2 dà subito i suoi frutti con Ghiglione che trova velocità entra in arra e cerca di servire Scamacca ma la palla viene deviata da Marusic che si fa autogol. Un minuto e la Lazio torna col doppio vantaggio. È Luis Alberto che batte Perin con un tiro dal limite dell’area.. Genoa ora fa la partita e si sbilancia. Autostrada per la Lazio e Correa segna ancora con Perin che tocca la palla ma non la devia abbastanza e arriva il poker biancoceleste.

La reazione ospite è un tiro fuori di Rovella fuori mentre Correa resta un pericolo. Al 78’ c’è il secondo rigore della stagione per i rossoblù per fallo di Cataldi su Badelj. Scamacca realizza dal dischetto. È 4-2 con settima rete del centravanti. È un minuto dopo match clamorosamente riaperto da Shomurodov che batte Reina sul filtrante di Badelj. Al 90’ Scamacca non riesce a tirare su cross di Ghiglione sul contrasto decisivo di Lazzari. che salva i suoi da una clamorosa rimonta, per i capitolini la corsa Champions rimane apertissima.

 

Partita pazza al Dall’Ara: nel 150° derby dell’Appennino a vincere è lo spettacolo, con Bologna e Fiorentina che pareggiano per 3 a 3 al termine di 90 e più minuti caratterizzati da un’intensità altissima.A decidere, oltre alla rete di Bonaventura e alla doppietta di Vlahovic, la tripletta di Palacio, il giocatore più anziano a segnare tre reti nella stessa partita in Serie A, bravo ad approfittare per tre volte delle magnifiche assistenze di Vignato, che dopo 20’ di ombre è salito alla ribalta concludendo la gara con tre assist all’attivo. La salvezza, per il Bologna, ancora non è matematica, ma nel ventoso pomeriggio del Dall’Ara le questioni di classifica sono passate in secondo piano: un 3 a 3 divertente, caratterizzato da errori e da giocate illuminanti.

 

ll Sassuolo ferma  l'Atalanta sull1-1 e l'Inter è campione d'Italia 2020/2021. Grazie a questo risultato la squadra nerazzurra conquista il 19° scudetto della sua storia con 4 giornate d'anticipo. La certezza matematica del trionfo arriva proprio grazie alla frenata della Dea, unica quadra che poteva ancora raggiungere la squadra di Antonio Conte. Al Mapei, per i bergamaschi è una giornata all'insegna delle delusioni: finisce in dieci contro dieci e dopo un rigore fallito da Muriel: al gol di Gosens risponde Berardi. La squadra di Gasperini viene anche agguantata dal Milan al secondo posto a quota 69 punti. L'avvio di gara è quasi tutto a favore della Dea che prova subito ad alzare la pressione nella metà campo avversaria, ma al 25' i bergamaschi restano in inferiorità numerica per l'espulsione di Gollini. l match rischia di cambiare volto, pero' la squadra di Gasperini non risente dell'episodio e al 33' passa con il solito Gosens, che s'inserisce sul tocco di Malinovskiy e fa 1-0. Ad inizio ripresa arriva il pareggio del Sassuolo grazie ad un altro episodio di giornata: Toloi stende Traore in area, Pairetto assegna il rigore e Berardi fa 1-1. Poco più tardi i neroverdi troverebbero anche il raddoppio, ma un fuorigioco di partenza di Raspadori vanifica la rete di Locatelli. Ad un quarto d'ora dalla fine ennesimo episodio della sfida, con Muriel che viene atterrato in area da Marlon causando il rigore per i bergamaschi e l'espulsione che ristabilisce la parità numerica. Lo stesso Muriel va dal dischetto ma tira centrale e male e Consigli respinge.

 

yes Scopri i voti del turno domenicale della 34.a giornata di A 

 

Grande Cagliari a Napoli. Con il cuore, la grinta e il coraggio strappa un punto d’oro sul campo di una delle squadre più in forma e stacca, grazie all'1-1 al Diego Armando Maradona, di una lunghezza il Benevento terz’ultimo con cui domenica prossima ha un appuntamento decisivo nella lotta per la salvezza. Squadra un po’ timida nel primo tempo e Napoli che passa subito avanti con Osimhen su lancio di Insigne, sardi con il 3-5-1-1 scelto da Semplici, che ha risparmiato Joao Pedro in diffida, ma che poi è cresciuta tantissimo dal punto di vista fisico e grazie ai cambi coraggiosi del tecnico che ha buttato dentro al fianco di Pavoletti prima Simeone e poi Cerri mentre il Napoli iniziava a boccheggiare ha trovato il pari e il quarto risultato utile consecutivo con un gran gol di Nandez a due minuti dalla fine.

 

Vittoria in rimonta per la Juventus, che batte 2-1 l’Udinese alla Dacia Arena e che piazza un allungo forse decisivo verso la Champions League. Al 10′ arriva il vantaggio dell’Udinese: fallo di McKennie su Rodrigo De Paul. L’argentino serve Molina che si incunea in area di rigore e calcia in diagonale con il destro non lasciando scampo a Szczesny. Al 28′ la prima grande occasione per la Juventus: angolo di Cuadrado, McKennie si getta nello spazio e colpisce di testa e manda di un soffio a lato del palo. Dopo una chance per Dybala, al 37′ De Ligt prova a rimettere in mezzo per Ronaldo che anticipa di testa Scuffet ma manda di poco alto sopra al traversa. Al 7′ della ripresa Arslan va vicino al raddoppio con il tiro di poco a lato. Al 22′ Stryger Larsen sbaglia di poco il 2-0, poi al 37′ arriva il pari della Juventus. Punizione di Ronaldo e grossa ingenuità di De Paul che allarga il braccio. Rigore netto, che Ronaldo trasforma tornando al gol dopo un digiuno che cominciava a pesare. E al 90′ ecco il colpo di testa di Ronaldo che regala una vittoria importantissima a Pirlo in chiave Champions League.

 

La Sampdoria regola con un netto 2-0 una Roma ancora scossa dall'imbarcata rimeduata giovedì a Manchester nella semifinale di andata di Europa League. Un inizio difficile per i ragazi di Ranieri che hanno subito la pressione degli ospiti, poi la squadra è venuta fuori. La prima marcature coincide anche con il primo gol in serie A di Adrien Silva che sfrutta un errore della difesa giallorossa e non perdona Fuzato, il gol arriva alla fine del primo tempo. Nella ripresa la Samp cerca di gestire gli sforzi romanisti di pervenire al pareggio e al momento giusto colpisce. E' il 66' quando Jankto lanciato da Verre fulmina il portiere ospite. Anche Audero reclama la sua parte e pochi minuti dopo ipnotizza Dzeko dal dischetto. Per la Roma non è proprio gionata. 

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Voti fantacalcio anticipi 34.a giornata Serie A: Nzola non segna più, Hakimi in solitaria, Ibra poco pre

Pari al Bentegodi fra Verona e Spezia.I padroni di casa passano subito in vantaggio con Lasagna, ma il gol viene annullato per l’intervento del Var e strozza in gola l’urlo gialloblù. Nell’occasione fuorigioco di Dawidowicz, che aveva servito l’assist decisivo. Al 12′ gol annullato a N’Zola che segna di mano e viene ammonito, poi Verde al 17′ con un tiro a giro sfiora l’incrocio dei pali. Al 26′ Salcedo sfiora il vantaggio su bel cross di Lazovic e ottima respinta di Provedel. Nel finale di tempo altro gol annullato a Lasagna per fuorigioco. In pieno recupero, poi, palo clamoroso di Salcedo. Funziona magnificamente la catena di sinistra a inizio ripresa: Lazovic crossa in mezzo per Salcedo, bravo ad anticipare Marchizza e insaccare da pochi passi. Hellas avanti, poi lo Spezia fallisce incredibilmente il pareggio con Verde, che poi ha un’altra chance al 14′ per colpire. Al 21′ Dawidowicz  salva un gol fatto su N’Zola, ma nel finale Saponara, appena entrato, riesce a segnare l'1-1 sfruttando l'uscita tardiva di Ilic in copertura. Gol importantissimo per lo Spezia, che in caso di sconfitta sarebbe scivolato molto in basso in classifica.

 

yesScopri qui i voti degli anticipi del sabato!

 

Nel primo tempo di Crotone l'Inter è stata fermata due volte dai legni, nella ripresa la formazione di Antonio Conte regola la questione superando il Crotone allo Scida con un 2-0 senza troppi affanni. Mai come questa volta,a fare la differenza sono stati i cambi: Conte chiede la scossa definitiva alla squadra che domina ma non trova varchi inserendo tre giocatori tutti insieme, tra i quali Christian Eriksen che dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo trova la zampata del vantaggio con un destro da fuori area sporcato da Magallan che impedisce a Cordaz di intervenire. L'Inter non si accontenta e a parte qualche piccolo brivido tiene sempre le proprie linee alte, trova il gol del 2-0 con Lukaku vanificato però dal fuorigioco di  Perisic ma poi lo sigilla con Hakimi che capitalizza al 93' un perfetto contropiede di Barella trafiggendo Cordaz in un uno-contro-uno sotto le gambe. Lo Scudetto è lì a un passo, adesso manca solo l'aritmetica per i nerazzurri.

 

Vince come da pronostico il Milan contro un Benevento che cade al San Siro nonostante l'ottimo atteggiamento mostrato per tutto l'arco della gara. La sfida è partita subito in salita per gli ospiti, considerato che dopo sei minuti di gioco i padroni di casa sono passati in vantaggio con Calhanoglu. La marcatura del turco non ha tagliato le gambe ai giallorossi che hanno cercato sin da subito di mettere in difficoltà la compagine rossonera. La truppa di Inzaghi ha giocato senza timori, con un baricentro alto che ha permesso al Milan di godere di diverse ripartenze. Ottima  la prestazione di Montipò che si è opposto più volte contro gli innumerevoli attacchi degli avversari, ma nulla ha potuto al 15' della ripresa sul raddoppio realizzato da Theo Hernandez. Il match non ha visto ulteriori sussulti, tre punti fondamentale in ottica Champions per il Diavolo, i sanniti restano al terz'ultimo posto in classifica.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PROBABILI FORMAZIONI LIVE: CONTE CAMBIA POCO, MURIEL ANCORA DALL'INIZIO, IBRA IS BACK,  CHIESA CI PROVA, GRANA ATTACCO PER GOTTI

Tutto quelo che c'è da sapere in vista della consegna formazione!

Scritto da

PROBABILI FORMAZIONI LIVE: Conte cambia poco, Muriel ancora dall'inizio, Ibra is back, Chiesa ci prova, gran

Conte si presenta all'appuntamento-scudetto di Crotone con il suo undici base: Eriksen ancora verso una maglia da titolare. Nella Juve Chiesa è pronto e Pirlo pensa di schierarlo nonostante una forma non ottimale, Ibra si riprende l'attacco di Pioli, nella Lazio Hoedt pronto a rimpiazzare lo stakanovista Acerbi. Gasp punta ancora sul gioiello Malinkovskyi, rientra Tomyasu nel Bologna? Tra i viola Pulgar e Amrabat in ballottaggio, Pandev salta la sfida da ex, è pronto Shomurodov

enlightenedAGGIORNATI IN TEMPO REALE CON LE NOSTRE PROBABILI FORMAZIONI
 

Osimhen mantiene il suo posto davanti, Fabian Ruiz battaglia con l'ottimo Bakayoko, quante assenze nell'attacco del Parma: fuori Man e Karamoh in settimana ma torna in gruppo Kucka! La Roma non se la passa meglio dopo la batosta di Manchester: si attendono gli esami dopo gli infortuni di Pau Lopez, Veretout e Spinazzola. Riecco Quagliarella,  Caputo rimanda l'agognato rientro in campo, due cambi nella mediana granata, attacco friulano ridotto ai minimi termini cotro la Juventus, chance per Kalinic nell'Hellas?

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

GIUDICE SPORTIVO - CONTROLLO AMMONIZIONI 33.A GIORNATA

Verifica sanzioni col comunicato del Giudice Sportivo

Scritto da

Giudice Sportivo - Controllo ammonizioni 33.a giornata

A seguito di verifica delle sanzioni indicate nel comunicato del Giudice Sportivo, nella 33° giornata di campionato di Serie A non ci sono variazioni rispetto alle ammonizioni dei giocatori indicate nei voti ufficiali.


Qui il riepilogo di giornata.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

SEPE DIVENTA UN CASO: I POSSIBILI MOTIVI DELLE RECENTI ESCLUSIONI

Il tecnico del Parma ha stravolto le gerarchie per la difesa dei pali

Scritto da

Sepe diventa un caso: i possibili motivi delle recenti esclusioni

Il finale di stagione è arrivato e nonostante ciò le sorprese al fantacalcio e in campionato non mancano.
Infortuni, squalifiche ma anche esclusioni “eccellenti” che stravolgono le carte al fantacalcio.

 

È il caso di Luigi Sepe, il portiere del Parma che nelle ultime due partite ha dovuto lasciare spazio a Colombi. Scelta tecnica secondo quanto dichiarato da Roberto D’Aversa prima della pesante sconfitta contro il Crotone in campionato.

 

Luigi Sepe, certamente tra i portieri di seconda fascia più richiesti al fantacalcio, è il terzo peggior portiere, per gol subiti, in questa stagione di Serie A. Con i 63 gol subiti in 31 partite, l’estremo difensore si piazza dietro Cordaz (83 gol subiti) e Montipo (66). Alla luce dei numerosi gol subiti quest’anno, e data la salvezza da giocarsi e ormai sempre più difficile da conquistare, D’Aversa ha voluto provare Colombi per provare a risalire la classifica.

 

Un esperimento che tuttavia è tutto fuorché riuscito, con Colombi che ha subìto tra la gara contro la Juventus e quella contro il Crotone ben sette gol.

 

Alla luce di ciò e visto il match delicato contro il Torino di lunedì, D’Aversa potrebbe affidarsi nuovamente a Sepe, ma per provare a raggiungere la salvezza bisogna che tutta la squadra giochi con intensità e voglia di fare risultato.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Voti fantacalcio posticipi 33.a giornata Serie A: Osimhen fortunoso, Sirigu limita i danni, Correa atomico, T

Partita che parte su ritmi alti tra NapoliTorino si rendono particolarmente pericolosi in avvio. Uno-due micidiale del Napoli. Al 10’ si sblocca la partita con una perla di Bakayoko che insacca un destro preciso all’angolino da fuori area. Poi Al 13’ è Osimhen in contropiede siglare il 2-0 grazie al rimpallo fortunato con Bremer. Al 23’ altro squillo degli azzurri con Zielinski che però spara alto da buona posizione. Al 28’ sfiora ancora il tris la squadra di Gattuso con Osimhen che viene chiuso a due passi dalla porta di Sirigu. Al 31’ ancora show del Napoli con un’azione clamorosa di Politano il cui tiro sfiora il palo dopo una deviazione. Al 35’ prima azione pericolosa del Torino con Di Lorenzo che rischia l’autogol su calcio d’angolo, ma Osimhen salva sulla linea. Al 39’ é palo di Zielinski, sfortunato il polacco che con il bellissimo tiro da fuori avrebbe meritato il gol. Nel seocndo tempo parte meglio il Torino che al 49’ sfiora il gol con Ansaldi, ma Meret fa un gran parata e salva il risultato. Sul ribaltamento di fronte è Politano ad avere un’occasione ma il suo tiro deviato finisce alto sulla traversa. Al 52’ riprende il gioco in mano il Napoli con che Osimhen sfiora il gol, ma Sirigu è attento e respinge. Al 55’ ancora Osimhen in percussione, e ancora una volta Sirigu gli dice no. Al 59’ ancora un palo del Napoli con Insigne che dopo una grande azione viene fermato solo dal legno . Al 79’ Osimhen sfiora ancora il 3-0, ma Sirigu é insuperabile e tiene in vita il Torino. All’82’ è ancora il portiere granata a negare la gioia del gol al Napoli murando Lozano. All’87’ finisce la partita di Mandragora che si becca il doppio giallo e lascia i suoi in 10.

 

enlightenedScopri i voti dei due posticipi del lunedì della 33.a giornata

 

La Lazio, nella prima frazione di gioco è rapidissima a sbloccare la gara con Correa poi prova a gestire il risultato e contiene le iniziative offensive del Milan. Proprio da un’azione fulminea nel finale del primo tempo, la squadra di Inzaghi riesce a trovare il gol del raddoppio con Lazzari, ma Orsato, Dopo aver convalidato la rete, la annulla grazie all’ausilio del VAR. Nella ripresa la Lazio trova il raddoppio sempre con l’argentino e sigilla la vittoria nel finale di gara con il diciottesimo gol di Immobile. Termina 3-0, biancocelesti che volano a 61 punti in classifica, Milan che non reagisce praticamente mai e crolla dopo il raddoppio capitolino (viziato da un fallo di Leiva su Calhanoglu in partenza).

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

REGIA E FUCILATE, SEMPLICI SI GODE UN MARIN IN GRAN SPOLVERO

La salvezza dei sardi passa anche tra i piedi del rumeno

Scritto da

Regia e fucilate, Semplici si gode un Marin in gran spolvero

Una decina di giorni fa il Cagliari era sull’orlo della retrocessione, dopo questo breve lasso di tempo le cose si sono completamente ribaltate e i sardi corrono a vele spiegate verso la permanenza in Serie A. Negli ultimi tre turni la squadra di Leonardo Semplici ha avuto la meglio su Parma, Udinese e Roma, vincendo sempre di misura; in queste sfide Razvan Marin ha saputo tirare fuori tutta la propria qualità per poter contribuire alla causa.

Durante tutto l’arco della stagione Marin, come tutto il Cagliari del resto, non ha mai brillato e ha trovato la marcatura in una sola occasione. Negli ultimi 3 match, invece, il centrocampista di proprietà dell’Ajax ha trovato la via del gol in ben 2 occasioni siglando anche un assist.

enlightenedFocus indisponibili: Ibra, Chiesa e Cragno al rientro, altri due infortuni nel Parma, Braaf va k.o, le ultime su Caputo!

Marin non è più giovanissimo ma provenendo dall’Ajax disporrà di una tasso tecnico di altissimo livello, il quale potrebbe essere tirato fuori per questo intensissimo finale di stagione. La sua fantamedia al momento è pari a 6,41 ma siamo certi che è destinata ad aumentare.

E al fantacalcio? Se vi è ancora possibile e se vi avanza uno slot a centrocampo, Razvan Marin è il profilo che fa per voi, siamo certi che il Cagliari ha tutta l’inerzia del mondo adesso per portare a casa la salvezza, Marin sarà un sicuro protagonista.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

INFORTUNI IBRA, QUAGLIARELLA E CAPUTO: CHI CE LA FA PER LA PROSSIMA?

Le ultime sui tre giocatori infortunati

Scritto da

Infortuni Ibra, Quagliarella e Caputo: chi ce la fa per la prossima?

La 33a giornata di Serie A volge al termine, ma si può già pensare in vista del prossimo turno.

Le ultime novità dalle infermerie dei club:

IBRAHIMOVIC: Niente Lazio per lo svedese fresco di contratto con il Milan. Il giocatore, come detto dallo stesso Stefano Pioli, tornerà a disposizione dei rossoneri e dei fantallenatori dalla prossima gara contro il Benevento.

QUAGLIARELLA: Non convocato per il match, poi perso, contro il Sassuolo, il capitano blucerchiato sta lavorando per tornare a disposizione dei suoi fantallenatori al più presto. Le sue condizioni saranno valutate costantemente per stabilire se potrà tornare contro la Roma.

CAPUTO: Continua il periodo lontano dai campi da gioco per Ciccio Caputo che si è da poco sottoposto a visita medica ad Amburgo e punta a tornare in campo il prima possibile. Lo stesso Caputo, attraverso il suo profilo instagram, ha così commentato le sue condizioni: «Ho effettuato nei giorni scorsi una visita di controllo ad Amburgo. La situazione è nettamente migliorata,a breve sarò pronto a tornare in campo! Vi ringrazio per i tantissimi messaggi di sostegno ricevuti...per questo motivo ho deciso di far partire alcuni contest nei prossimi giorni dedicati a voi ...restate aggiornati».

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

ZAPPACOSTA ANCORA TRAVOLGENTE, UNA MEDIA VOTO DA LEADER DI FASCIA

Grande protagonista del Genoa

Scritto da

Zappacosta ancora travolgente, una media voto da leader di fascia

Genoa di Ballardini che ha battuto 2-0 lo Spezia in casa e si portata a +5 sul Cagliari terzultimo, facendo un passo importante per la lotta salvezza. Protagonista della partita è stato Davide Zappacosta, incontenibile sulla fascia destra: assist per il gol annullato a Pandev e gol del vantaggio propiziato da un suo tiro non trattenuto da Provedel, senza contare le innumerevoli volte in cui ha messo in difficoltà la difesa spezzina creando spazi per gli inserimenti dei compagni, Strootman su tutti.

Sono 20 le presenze totali del terzino ex Chelsea, segnate da 2 gol e 2 assist di cui l'ultimo risalente alla 28esima giornata nella vittoria preziosa contro il Parma, per una fantamedia totale che nel girone di ritorno soprattutto è schizzata alle stelle arrrivando a superare il 6,5 senza bonus.

Porte girevoli, i 3 portieri in crisi da svincolare

Dopo un inizio di campionato in cui ha segnato subito nella prima giornata contro il Crotone, si è dovuto fermare per diversi mesi a causa dei continui infortuni, tornando stabilmente titolare solo alla 15esima giornata contro la Lazio, tornando a portare bonus alla 20esima giornata nuovamente contro il Crotone, mettendo l'assist per il gol dell'altro esterno Czyborra, mentre il secondo gol della sua stagione l'ha siglato nel derby contro la Samp.

Abile a conquistarsi il posto a suon di prestazioni e vista l'abbondanza di esterni nel Grifone, non molti hanno puntato subito su Zappacosta ma la sua stagione è andata sempre più in crescendo facendo le fortune di chi ha creduto in lui, in questo finale di campionato, si spera, tranquillo, per gli uomini di Ballardini, il terzino tornerà a fine stagione al Chelsea ma siamo sicuri che la dirigenza ligure farà di tutto per ottenere un nuovo prestito o acquistarlo a titolo definitivo.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PUBBLICITÀ
Voti fantacalcio Serie A 33.a giornata: fenomeno De Paul, Darmian uomo-scudetto, Vlahovic irridente, Joao mer

Una partita divertente e tante fasi: l’Udinese espugna il Vigorito per 4-2 e ipoteca la salvezza. Per il Benevento di Pippo Inzaghi adesso è incubo retrocessione. Vantaggio bianconero al 4′: magia di De Paul, inserimento al bacio di Molina e rete del vantaggio ospite. Al 16′ Musso salva sulla girata di Glik da pochi passi, poi arriva il raddoppio al 32′. Azione strepitosa di De Paul e Pereyra, il missile di Arslan non lascia scampo a Montipò. Passa appena un minuto e lo stesso Arslan commette un errore clamoroso. Palla a Lapadula, steso da Musso. E’ rigore: dal dischetto va Viola, che non sbaglia. In apertura di ripresa ecco Stryger Larsen, innescato ancora una volta da un fenomenale De Paul. C’è pure il 4-1 al 27′ del neo entrato Braaf che chiude il conto.  Ma non è finita. Al 39′ arriva il 4-2 definitivo: bella azione di Iago Falque e servizio per Lapadula, che batte Musso anche grazie a una leggera deviazione. 

 

L'Inter  di Conte deve sudare non poco contro un Verona che non molla un centimetro e anzi crea anche qualche apprensione alla difesa nerazzurra. E come contro il Cagliari, la decidei Matteo Darmian, che al minuto 76 trova la conclusione vincente su lancio di HakimiSembrava non venirne a capo, la squadra di Antonio Conte, che aveva le sue occasioni (palo clamoroso di Hakimi su punizione) ma al tempo stesso soffriva l'inziativa gialloblu. E anche dopo il gol del vantaggio, la squadra di Juric non intende arrendersi, con tanto di episodio dubbio tra  Faraoni e Handanovic, con l'ex interista che segna probabilmente ostacolando il portiere nerazzurro, con Abisso che annulla. Finisce con un successo pesantissimo per l'Inter che avvicina sempre di più l'obiettivo scudetto

 

Termina 1-1 la partita del "Franchi" tra Fiorentina e Juventus. La squadra di Iachini esce a testa alta, congli ospiti costretti a rimontare l'iniziale vantaggio viola con Vlahovic. Freddo e sempre più leader tecnico della squadra, con un pregevole cucchiaio ad irridere Szcsesny sul calcio di rigore concesso dal Var per mani di Rabiot.. Il pari bianconero arriva ad inizio ripresa con il neo entrato Morata, che elude il fuorigioco della retroguardia viola e batte Dragowski, sorpreso dalla parabola mancina dello spagnolo. Ancora una volta opaca la prova di Ronaldo, Cuadrado tra i migliori, per i viola anche un legno colpito da Pulgar.

 

yes Scopri i voti del turno domenicale della 33.a giornata di A 

 

La Roma incassa 3 gol e la decima sconfitta stagionale contro il Cagliari. I giallorossi scivolano al settimo posto in classfica con il Sassuolo che ha ridotto il distacco a soli tre punti. Fonseca sceglie un ampio turnover: Passano solo quattro minuti e i padroni di casa trovano subito il gol del vantaggio: proprio Nandez sulla destra riesce a liberarsi molto facilmente di Diawara, il suo rasoterra viene prolungato con un colpo di tacco da Joao Pedro, la giocata del brasiliano consente a Lykogiannis di concludere a porta vuota.  La Roma sembra e incapace di creare pericoli seri alla porta di Vicario, l'unico squillo arriva da Carles Perez che con un'iniziativa personale sfiora il pareggio calciando a lato. Sarà lo stesso Perez, il migliore dell'undici di Fonseca, a trovare il gol dell'1-1 al 25': Pellegrini è bravo a servirlo in profondità, lo spagnolo centra il palo ma è lesto a raccogliere la ribattuta, arrivando all'appuntamento con il pallone prima di tutti.Poco dopo i giallorossi che sfiorano il vantaggio con Fazio bravo a colpire di testa su un assist di Pellegrini da calcio piazzato: Vicario risponde alla grande deviando sopra la traversa. Nella ripresa Spinazzola prende subito il posto di Bruno Peres ma al 57' un tiro da fuori di Marin porta nuovamente in vantaggio la squadra di Semplici. Passano sette minuti e Joao Pedro porta il risultato sul 3-1: da calcio d'angolo il brasiliano stacca indisturbato di testa e riesce a metterla sul primo palo dove Pau Lopez è in ritardo. Al 68' ancora un colpo di testa, stavolta di Fazio, tiene aperta la gara. In venti minuti più quatto di recupero la Roma non riesce però a creare pericoli e a recuperare il risultato.

 

Dopo l’amarissimo pari di Roma, l'Atalanta di Gasperini conquista tre punti molto pesanti contro un Bologna che ha ancora ben poco da chiedere a questo campionato ma che parte col piglio giusto. È servito un grande Gollini, infatti, per dire ‘no’ due volte a Skov Olsen nel primo quarto d’ora di gara. Poi l’Atalanta ha iniziato a carburare, e da lì in avanti non ce n’è più stato per nessuno: prima due occasioni per Maehle e Zapata, poi Malinovskyi al 22′ ha trovato la rete del vantaggio sfruttando a dovere un assist di tacco fantastico di Muriel. Il raddoppio al 43′, agli sgoccioli del primo tempo: corner di Muriel e fallo (netto) di Danilo su Romero. Dal dischetto il numero 9 non ha sbagliato. La ripresa s’è aperta col rosso sventolato dal direttore di gara a Schouten per un fallaccio su Romero. Un’espulsione che, di fatto, ha messo i titoli di coda a un match che era già decisamente indirizzato verso i colori nerazzurri. Al 57′ e al 59′ i due gol, di Freuler e di Zapata, che hanno messo il risultato in cassaforte per l’Atalanta. Lo svizzero ha trovato la via della rete dopo aver recuperato palla al limite dell’area di rigore avversaria; il centravanti colombiano ha invece sfondato la porta su invito di Malinovskyi. Nel finale c’è stato spazio anche per il gol  di Miranchuk, un sinistro precisissimo che ha freddato Skorupski per il 5-0 finale.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

pianeta news
PUBBLICITÁ
ROMELU MENAMA LUKAKU BOLINGOLI
Romelu Menama Lukaku Bolingoli chievo A
Nato il: 13/05/1993 (28)
Nato a: Antwerpen Belgio
Cittadinanza: Belgio / Belgio
MEDIE FANTACALCIO
PUBBLICITÁ
diario match
SERIE A POSTMATCH - 35^ GIORNATA
SERIE A PREMATCH - 36^ GIORNATA

Analizza il Bioritmo dei Giocatori
PUBBLICITÁ