Braaf e Zeefuik, i due acquisti Hellas per la rincorsa salvezza

La situazione Hellas non è certamente la più rosea del nostro campionato: dopo che lo scorso campionato aveva letteralmente sorpreso tutti in termini di bonus, ma soprattutto di gioco espresso, pensiamo ad esempio che con Igor Tudor sulla panchina giallo-blu la media punti era pari a quella delle squadre di vertice, tradotto che se ci fosse stato l'allenatore croato anche all'inizio della stagione al posto di Di Francesco che nella sua breve esperienza a Verona non ha ottenuto nemmeno una vittoria, la squadra poteva tranquillamente essere in lotta per un piazzamento europeo, ma la musica quest'anno è tragicamente cambiata. È stata un'estate di svendita totale, tutti i migliori giocatori sono stati venduti, l'allenatore Tudor, corteggiato da squadre di importanza medio-grande è andato via e la squadra è versata nel caos più totale con un'instabilità sia societaria sia a livello di gruppo e gli scarsi risultati purtroppo si sono palesati in maniera evidente: penultima forza del campionato con 9 punti in piena zona retrocessione. Per la rincorsa salvezza la società è corsa subito sul mercato con un doppio acquisto: parliamo di Jayden Braaf e Deyovaisio Zeefuik.

Entrambi i giocatori sono olandesi e arrivano all'Hellas dalla Germania, il primo arriva in prestito con diritto di riscatto fissato a 1,5 milioni dal Borussia Dortmund che diventa obbligo al raggiungimento della salvezza. Il secondo arriva in prestito con una opzione per un possibile acquisto futuro a 800 mila euro dall'Hertha Berlino. Braaf attaccante di professione che conosce già la Serie A visto il suo passato nel 2021 con la maglia dell'Udinese dove ha collezionato 4 presenze e 1 gol, dotato di grande velocità e rapidità che può dare alternative al gioco offensivo del Verona. Zeefuik terzino classe 98 scuola Ajax arriva per dare un'alternativa sulla fascia e una freschezza offensiva data la sua grande propensione ad occupare l'area avversaria. 

Dalla gavetta alle critiche, Dimarco e Tonali ora punti fermi di Inter e Milan

Per il fantacalcio non sono nomi da prima fascia, considerando anche la poca attitudine al bonus che ha l'Hellas quest'anno. Possono essere considerati dei nomi low cost per leghe numerose, ma non fate grosse spese di crediti in casa Verona, meglio guardare altrove, troverete certamente nomi più solidi per rinforzare la vostra rosa.