Fanshop Serie A
Top prodotti
PUBBLICITÀ
SERIE A LIVE 36ª GIORNATA
mar  11  mag  20:45
VAI nel team  NAPOLI NAP 5
VAI nel team  UDINESE UDI 1
mer  12  mag  18:30
VAI nel team  CAGLIARI CAG 0
VAI nel team  FIORENTINA FIO 0
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  ATALANTA ATA 2
VAI nel team  BENEVENTO BEN 0
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  BOLOGNA BOL 0
VAI nel team  GENOA GEN 2
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  SASSUOLO SAS 1
VAI nel team  JUVENTUS JUV 3
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  TORINO TOR 0
VAI nel team  MILAN MIL 7
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  LAZIO LAZ 1
VAI nel team  PARMA PAR 0
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  INTER INT 3
VAI nel team  ROMA ROM 1
mer  12  mag  20:45
VAI nel team  SAMPDORIA SAM 2
VAI nel team  SPEZIA SPE 2
gio  13  mag  20:45
VAI nel team  CROTONE CRO 2
VAI nel team  VERONA VER 1

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2020/2021

PUBBLICITÀ
PIANETA FANTA NEWS: scopri le informazioni sui calciatori, recuperi ed indicazioni di formazione ogni giorno!
Voti anticipi fantacalcio Serie A 33.a giornata: sprinter Zappacosta, Simy record senza gioia, Hernani timbra

ll Genoa batte 2-0 lo Spezia nel derby tra liguri e fa un passo decisivo verso la salvezza. I padroni di casa affondano fin dalle prime battute e Terzi è costretto a stendere Pandev dopo pochi secondi. I rossoblù passano al 28' con Pandev, che riprende una respinta di Provedel su cross di Zappacosta, ma il VAR cancella la rete per un fallo di Destro sul portiere spezzino. Pandev perde la testa e su un'azione successiva sgomita Erlic, guadagnandosi il giallo. Più tardi il cartellino tocca a Nzola. Nella ripresa attorno all'ora di gioco i primi cambi: Scamacca per Pandev, Estevez per Maggiore. E subito Scamacca approfitta di una respinta difettosa di Provedel sul tiro cross di uno scatenato Zappacosta. Il raddoppio arriva all'86' con Shomurodov che sul lancio improvviso di Strootman apre il piattone e chiude i giochi salvando di fatto il Grifone.

 

La partita tra Parma e Crotone si sblocca presto, ed è il colpo di testa di Magallan a indirizzarla con un colpo di testa sugli sviluppi di corner. Prima rete ‘del difensore argentino, che però viene vanificata dal pareggio quasi immediato dei ducali firmato Hernani, bravo a svettare più in alto di Djidji. Tutto da rifare ma Crotone che si riporta avanti con Simy, bravo ad appoggiare in rete un ‘cioccolatino’ servito da Ounas, protagonista di uno strappo prodigioso con assist al bacio per il nigeriano. Lo stesso franco-algerino firma in proprio il tris con una conclusione dalla distanza che manda le squadre negli spogliatoio col doppio vantaggio.

 

yesScopri qui i voti degli anticipi del sabato!

 

Nella ripresa il solito Crotone si addormenta e permette al Parma di rientrare clamorosamente in partita con due reti (Gervinho e Mihaila) nello spazio di cinque minuti. Un colpo che rischia di abbattere l’entusiasmo e la volontà dei rossoblù, però bravi a rialzare la testa e riportarsi avanti grazie allo scatto di Reca che penetra in area e viene steso sulla riga dell’area. Rapuano indica il dischetto e dagli undici metri si presenta il solito infallibile Simy che realizza la sua doppietta e riporta avanti i rossoblù. Il Crotone però stavolta custodisce con attenzione il vantaggio e interrompe l’incredibile serie negativa e vince la sua prima partita esterna del torneo. Domani potrebbe arrivare l’aritmetica retrocessione, ma la vittoria di Parma dimostra che la squadra è con la testa dentro il campionato.

 

La Sampdoria si arrende al Sassuolo: Finisce 1-0 con gol del solito Berardi, sempre implacabile col Doria. D'altra parte i blucerchiati, raggiunta in larghissimo anticipo la salvezza, non hanno più nulla da chiedere al campionato. Resta il rimpianto per un palo colpito da Jankto nei primi minuti e un sospetto fallo di mano in area di Ferrari nel finale. I blucerchiati hanno giocato una buona partita, ma i neroverdi di De Zerbi hanno avuto più occasioni, a partire da un tiro di Berardi in apertura neutralizzato da Audero. Traoré segna ma in fuorigioco, si va al riposo sul pari. A spezzare l'equilibrio al 65' è Berardi, con una rovesciata da distanza ravvicinatissima, sfruttando una carambola del pallone. Sul finale però la Sampdoria reclama un rigore: assist di Keita per La Gumina che calcia di prima con il destro, respinge Ferrari che secondo l'attaccante doriano ha usato il braccio. Le proteste dell'attaccante non servono a nulla. Finisce così.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PROBABILI FORMAZIONI LIVE: IBRA E THEO, RECUPERO IMPROBABILE. SENSI IN POLE, RIECCO PESSINA E DE PAUL. QUAGLIARELLA K.O, IMMOBILE CE LA FA?

Tutto quello che c'è da sapere in vista della consegna formazione!

Scritto da

PROBABILI FORMAZIONI LIVE: Ibra e Theo, recupero improbabile. Sensi in pole, riecco Pessina e De Paul. Quagli

Giornata ricca di turnover la 33.a di Serie A: nell'Inter scalpita Sensi a centrocampo, Ibra e Theo restano due grosse incognite per Pioli verso la strada per Roma, nell'Atalanta riecco Pessina e la difesa a 4. Mihajlovic perde Dominguez e Dijks, ci sarà spazio stavolta per Lykogiannis nel Cagliari? Nella Fiorentina rischia di star fuori Martinez Quarta dal 1',  torna Scamacca nel derby ligure contro lo Spezia. Chi gioca al fianco di Ronaldo? Occhio a Dybala che vuole chiudere bene la stagione, de Ligt verso un turno di riposo.

 

enlightenedAGGIORNATI IN TEMPO REALE CON LE NOSTRE PROBABILI FORMAZIONI

 

Nella Lazio Immobile e Luis Alberto chiamati a stringere i denti, stavolta può toccare a Lozano nel Napoli. Conti recupera e si candida a una maglia a destra nel Parma, Fonseca opera un turnover massiccio con la tesa rivolta all'Ajax. Quagliarella resta a casa, Ekdal al rientro nella Sampdoria. Caputo rassicura i fantallenatori: il rientro è vicino! Ma intanto si ferma il baby prodigio Raspadori... Ricci e Marchizza non al top tra le fila dello Spezia, nel Toro Lyanco insidia Nkoulu, De Paul torna dalla squalifica, Nestorovski ha chiuso la stagione dopo l'infortunio. Nell'Hellas pochi cambi: Zaccagni rileva Bessa sulla trequarti, Lovato e Ceccherini verso il forfait.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PORTE GIREVOLI, I 3 PORTIERI IN CRISI DA SVINCOLARE

Per chi ha ancora cambi ecco chi è meglio sostituire tra i pali per il rush finale

Scritto da

Porte girevoli, i 3 portieri in crisi da svincolare

In un'intera stagione si sa, i portieri vivono spesso e volentieri momenti altalenanti, dal sembrare imbattibili all'essere facilmente penetrabili oppure autori di clamorosi svarioni. E' successo a molti in questa stagione, ed arrivati quasi alla fine del campionato vediamo quali sono attualmente gli estremi difensori che stanno vivendo un periodo d'appannamento, vuoi per il loro scarso momento di forma, vuoi per una difea un pò ballerina.

 

Il primo che va a finire sotto la lente d'ingrandimento è Pepe Reina che tra Napoli e Benevento ha subito la bellezza di otto gol. Il suo stato di forma non è dei migliori e spesso è incappato in disattenzioni non da portiere esperto qual'è; da dire comunque che la difesa della Lazio non è più quella fortezza che si è potuta apprezzare l'anno scorso, un pò per gli infortuni, un pò per scarsa attenzione, si è dovuti assistere all'adattamento di calciatori in quel ruolo, che non hanno aiutato nè la squadra, nè il portiere spagnolo. Se su mercato c'è di meglio, inteso ovviamente come portiere più affidabile anche se milita in una squadra meno blasonata come la Lazio, vi consigliamo di sostiuire l'ex numero 1 del Napoli.
 

[IMMAGINE]

 

Il secondo portiere che è sottoposto ad analisi è il numero 1 del Verona Marco Silvestri. Inaspettato, ma nell'ultimo periodo è troppo soggetto ad alti e bassi, alterna prestazioni da urlo a prestazioni fatti di scivoloni non degni di un buon portiere come lui, che nell'arco della stagione ha fatto vedere cose egregie. L'ultima "sbandata" è molto recente. Contro la Sampdoria, dopo un gran intervento, si è reso protagonista di un'uscita a vuoto che ha favorito il terzo gol dei blucerchiati, che ha di fatto chiuso la partita. In questo finale di stagione, tenendo conto dei nuli obiettivi dei gialloblù consigliamo di svincolarlo, a vantaggio di uno che garantisce più continuità di buone prestazioni.

 

L'ultimo portiere preso in considerazione è il numero "1e12" del Napoli Alex Meret. Il ragazzo ex Udinese troppo spesso soggetto a turnover, protagonista di alti e bassi continui, non dà sicurezza al reparto e talune volte sembra sempre troppo acerbo in situazioni di tranquillità. Di certo l'alternanza non aiuta nessun portiere, figurarsi uno giovane come lui, dipinto sempre con un gran futuro e un posto fisso in Nazionale. Se non avete acquistato anche Ospina, meglio svincolarlo.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

GIUDICE SPORTIVO - CONTROLLO AMMONIZIONI 32.A GIORNATA

Verifica sanzioni col comunicato del Giudice Sportivo

Scritto da

Giudice Sportivo - Controllo ammonizioni 32.a giornata

A seguito di verifica delle sanzioni indicate nei comunicati del Giudice Sportivo, nella 32° giornata di campionato di Serie A non ci sono variazioni rispetto alle ammonizioni dei giocatori indicate nei voti ufficiali.


Qui il riepilogo di giornata.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Voti fantacalcio posticipi Serie A 32.a giornata: Insigne celestiale, Muriel sciupone, Reina in bambola, boli

Atalanta bella e sprecona, con la Roma un pari (1-1) che lascia tanto amaro in bocca La rete di Malinovskyi, arrivata al 26′, sembrava dovesse essere il classico episodio che spianava la strada all’Atalanta padrona assoluta del campo davanti a una Roma schiacciata per larga parte della prima frazione nella sua area di rigore, incapace anche solo di ripartire verso la porta di Gollini. Nella ripresa stesso copione: giallorossi a difendersi e nerazzurri a fare la partita. Poi, al 69′, l’episodio che ha cambiato faccia alla gara: Gosens, ammonito un quarto d’ora prima, si becca il secondo giallo (segnalato dal Var a Calvarese) e finisce anzitempo sotto la doccia. Da lì in avanti in campo c’è stata un’altra Roma che ha messo sotto assedio l’Atalanta: al 75′ il pareggio di Cristante, con una sassata dai 30 metri che ha fulminato Gollini. Il finale di gara è stato tutto di marca giallorossa, con Gollini autore di due parate decisive su Dzeko (80′) e Perez (92′).

 

enlightenedScopri i voti dei due posticipi del giovedì della 32.a giornata

 

Bastano 4 minuti al Napoli per incanalare il match su binari sfavorevoli contro la Lazio: Hysaj stende Lazzari in area, l'ex Spal era involato verso la porta. L'arbitro va al Var ma non per questo contatto, il contropiede della Lazio era viziato da una gamba tesa di Milinkovic nell'area di Reina. Di Bello dopo la review dice che è calcio di rigore, rimangono dubbi. Insigne spiazza Reina. I biancocelesti, tramortiti, prendono subito il secondo gol di Politano: bravo a beffare Reina con un tiro sul primo palo. Il 2-0 è un colpo mortale che anestetizza la Lazio: un po' di palleggio a parte, la squadra di Farris non trova mai la via della porta, se non per un palo di Correa. on è proprio serata. La Lazio crea una bella occasione ad inizio ripresa: Radu serve Milinkovic che prova a calciare di prima trovando la parata di Meret. Sull'azione ribaltata del Napoli, arriva il 3-0 che è un gioiello di Lorenzo Insigne: tiro a giro da fuori area. Leiva un po' morbido sulla pressione. Non c'è tempo di respirare e ogni occasione è buona per prendere gol. Ed ecco il 4-0, un altro gol da cineteca, emblema di una serata storta: Mertens colpisce col piatto, di prima, dal limite dell'area. Ne viene fuori una parabola imprendibile. Bellissimi anche i gol con cui la Lazio accorcia le distanze: Immobile innescato in profondità dal neo entrato Pereira e Milinkovic da calcio di punizione. Anche perché Osimhen rimette a tre lo scarto con il gol del 5-2 all'80' che chiude definitivamente il match.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

E' UN MILAN IN RISERVA MA PIOLI RITROVA LO SPACCA-PARTITE REBIC

L'attaccante croato ha ritrovato la via dei bonus recentemente

Scritto da

E' un Milan in riserva ma Pioli ritrova lo spacca-partite Rebic

Il Milan, in corsa per la qualificazione alla prossima Champions League e matematicamente anche per lo Scudetto, nelle ultime prestazioni è apparso "in riserva" di energie.

Ibrahimovic sempre più spesso vittima di affaticamenti, capitan Romagnoli ai box, Mandzukic a lungo fuori, il Diavolo per strappare i punti la domenica si è dovuto affidare a giocate individuali come quelle di Ante Rebic.

Il ventisettenne esterno offensivo duttile alla corte di Mister Stefano Pioli, con le sue giocate e i suoi bonus ha trascinato il Milan in questo girone di ritorno. Sono 7 i gol siglati da Rebic in questa stagione, ben 6 dalla 20esima giornata ad oggi, e 2 nelle ultime due partite sofferte ma vincenti contro Parma e Genoa.

coolMezz'ala o trequartista, la metamorfosi tattica di Simone Verdi

Due gol, due giocate di classe, unendo forza e tecnica nel colpire il pallone a rete. Per l'economia di gioco di Pioli, Rebic risulta fondamentale, in quanto la sua caparbietà, tecnica e stazza fisica aiutano spesso il Milan nel possesso palla e nei ripiegamenti offensivi.

Anche 3 assist in questa stagione: siamo sicuri che da qui alla fine Ante Rebic possa aiutare il Milan e i tanti fantallenatori che hanno scommesso su di lui a portare a casa i 3 punti del weekend!

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Voti fantacalcio Serie A 32.a giornata: Lukaku, Handanovic e CR7, che stecche! Eterno Pandev, Alex Sandro top

Il Milan, contro il Sassuolo al San Siro, deve rinunciare nuovamente a Ibrahimovic, oltre che agli acciaccati Bennacer e Theo Hernandez ma recupera Calabria e Calhanoglu. E' proprio quest'ultimo ripaga la fiducia segnando il gol che decide il primo tempo: il turco servito dentro l'area di sinistra,da Saelemaekers. si accentra e fa partire un destro millimetrico a giro che si infila tra Consigli e il secondo palo. Nella ripresa De Zerbi decide al 66' di cambiare tutto: fuori Djuricic, Muldur e Defrel, dentro Traore', Toljan e Raspadori. Proprio il nuovo entrato diventa il protagonista della serata e il killer del Diavolo: al 77' l'attaccante azzurro passa in area sulla destra a Toljan che calcia trovando la deviazione di Dalot. Sul pallone vagante al limite dell'area piccola Raspadori e' il piu' lesto e infila Donnarumma per l'1-1. Passano meno di 10 minuto e all'84' ancora il 21enne emiliano servito da Berardi agli 11 metri fa fuori Tomori e con un tiro in diagonale di destro prende il palo interno ed entra in rete. E' il gol che decide il match e mette nei guai i rossoneri in zona Champions.

 

L'Inter di Antonio Conte non va oltre l'1-1 in casa di un coraggioso Spezia, in una partita iniziata male per i nerazzurri andati sotto per via del gol di Farias che castiga un errore di Handanovic. Gara dove poi i nerazzurri riprendono le redini, trovando il pareggio grazie a Perisic e creando le occasioni più importanti della ripresa, dove però c'è stato un po' di carenza di lucidità nei momenti clou (Lukaku sbaglia clamorosamte a tu per tu con Provedel che salva alla grande) e nelle due circostanze in cui si è trovata la rete, la bandierina dell'assistente ha vanificato tutto segnalando fuorigioco. Finisce così: punto importantissimo per la squadra di Vincenzo Italiano, mentre l'Inter si porta a + 10 sul Milan blindando ulteriormente la prima posizione.

 

A Torino il Parma gioca un buonissimo primo tempo: la squadra di D'Aversa si muove con autorità, trova Il meritato vantaggio con una punizione straordinaria di Brugman, ma sul finale della frazione la Juve trova il pareggio con una grande conclusione di Alex Sandro. Nella ripresa, come tante altre volte, il Parma cala di intensità mentre la squadra di Pirlo rientra in campo con rabbia: subito in gol di nuovo Alex Sandro, poi è De Ligt a fissare il 3-1. La partita ha poco da dire a questo punto, D'Aversa prova con tutti i cambi a disposizione ma il risultato non cambia. E per il Parma la serie B è sempre più vicina

 

ll Genoa non sa più vincere. Col Benevento finisce 2-2Pandev con una doppietta ha reso la serata meno tragica per il Grifone visto che per due volte il Benevento era passato in vantaggio in un primo tempo in cui si sono concentrate tutte le emozioni, con i gol di Viola e Lapadula. Ripresa del Genoa balbettante e così visto anche il risultato del Cagliari che ha vinto a Udine pare un punto che serve a poco per togliersi dai guai.

 

yes Scopri i voti del turno infrasettimanale della 32.a giornata di A 

 

Non arriva la tanto agognata quota 40 per il Bologna, ma un pareggio che dà continuità alla vittoria contro lo Spezia: al Dall’Ara, contro il Torino, finisce 1 a 1 il match dei rossoblù, che dopo aver trovato il vantaggio con Barrow, subiscono nella ripresa il pareggio di Mandragora, che fissa il risultato con un bellissimo destro da fuori. Un punto che allontana sempre più il Bologna dalla zona che scotta: domenica, per il Toro ci sarà ancora da soffrire per mantenere la categoria.

 

Ancora tre punti per il Cagliari. Contro l’Udinese alla Dacia Arena arriva una vittoria pesantissima per 1-0. Un successo che consente ai sardi di continuare a sperare ancora nella salvezza. I pareggi in trasferta di Torino e Benevento consentono ai rossoblù di rosicchiare solo due punti in classifica. La partita è stata decisa al 10’ della ripresa da Joao Pedro su calcio di rigore. Nella ripresa Nestorovski ha una palla clamorosa a due passi da Vicario, dopo un errore di Asamoah, ma manda la palla a lato. Al 32’ doppio cambio di Semplici per cercare di far risalire la squadra con gli ingressi di Simeone e Duncan per Joao Pedro e Deiola.Al 36’ ancora Vicario in evidenza con una parata su conclusione di Braaf. Poi l'assalto finale dei friulani con il Cagliari che però si difende con ordine e mantiene il prezioso vantaggio fino alla fine.

 

Anche contro la Sampdoria il Crotone incassa l’ennesimo ko di un campionato diventato ormai un calvario senza fine. Spento, svuotato e con le motivazioni al lumicino, la squadra di Cosmi si è arresa alla Samp dopo averlo fatto quattro giorni prima contro l’Udinese, sempre allo Scida. Il primo tempo scorre via senza sussulti, così come anche la ripresa, però spezzata dal pasticcio di Luperto che in fase di controllo cincischia e si lascia superare da Gabbiadini, bravo a pescare in area Quagliarellla che da zero metri insacca a porta spalancata.. Cosmi inserisce Di Carmine e nel finale anche Riviere, ma i rossoblù non sembrano avere le forze fisiche e mentali per impensierire una Samp che senza affannars gestisce il match, salvo quando Simy ha sui piedi la palla del pareggio ma a due metri da Audero viene stoppato in angolo.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Voti fantacalcio anticipo 32.a giornata Verona-Fiorentina: Vlahovic indica la via, Barak confuso, Faraoni pre

Senza più stimoli e obiettivi, il Verona cede al Bentegodi alla Fiorentina, che passa 2-1 e fa un balzo importante in zona salvezza. Il vantaggio viola arriva nel finale di primo tempo: velo di Ribery per Bonaventura che viene steso in area di rigore da Barak. Sul dischetto Vlahovic, che batte Silvestri. Al 10′ della ripresa da pochi passi Barak fallisce incredibilmente il raddoppio. Al 21′ la Fiorentina raddoppia: calcio di punizione di Pulgar, sul pallone piomba Caceres che con il destro fulmina Silvestri. Al 28′ l’Hellas riapre la contesa: apertura di Zaccagni per la corsa in area di rigore di Faraoni che colpisce di testa per Salcedo che non sbaglia a porta vuota. Girandola di cambi nel finale, con l’ingresso di Kalinic che torna contro la sua ex squadra. Al 43′ Pulgar, con una gran conclusione dalla distanza, spedisce di poco a lato, poi l’Hellas va vicina al pareggio ancora con Salcedo.

 

Scopri qui i voti dell'anticipo del martedì tra Verona e Fiorentina

 

Vlahovic trascina i compagni, Amrabat e Caceres ci mettono la lotta, nel Verona male Barak e un Ilic troppo timido, Lasagna non ci prova mai, Zaccagni entra bene ma trova pochi varchi.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

DA BASTONI A LYKOGIANNIS, A ROMAGNOLI E ZEEGELAAR, I TITOLARI CHE DIVENTANO PRECARI

Posto non più assicurato per loro...

Scritto da

Da Bastoni a Lykogiannis, a Romagnoli e Zeegelaar, i titolari che diventano precari

E' un finale di campionato con alcune soprese in merito ad alcuni giocatori che finora sono stati, chi più, chi meno, dei titolari inamovibili delle loro rispettive squadre, ma adesso hanno pian piano inziato a dare segnali che il posto non è più certo in vista delle ultime giornate di Serie A; analizziamoli uno per uno:

S. Bastoni: il talentino dello Spezia che ha fatto tanto parlare di se da gennaio in poi sembra essere stato scavalcato nelle gerarchie da Riccardo Marchizza: numeri alla mano, Bastoni ha saltato due delle ultime 5 partite e in una di queste è subentrato all'intervallo. C'è però da dire che il rendimento non è cambiato, sono infatti 2 gli assist nelle ultime 5, non male comunque, per questo rimane un giocatore che nelle partite alla sua portata va schierato coprendosi per evitare rimpianti.

Lykogiannis: il greco terzino sinistro del Cagliari ha svolto un campionato da protagonista con due splendidi gol su punizione, due giornate fa però la panchina inaspettata nel ballottaggio con Zappa e soli 30 minuti giocati alla scorsa, che sia un campanello d'allarme o una semplice gestione visti gli impegni ravvicinati?

 

Salvezza raggiunta e calendario, sarà un finale targato De Paul?

 

Romagnoli: discorso diverso merita il capitano del Milan, infortunatosi nella settimana della partita con il Napoli e rimasto ai box per le ultime quattro partite fino a domenica, al suo posto ha giocato il nuovo acquisto Tomori e il rendimento di quest'ultimo è stato abbastanza alto per cui il giovane difensore della nazionale potrebbe anche aver perso, suo malgrado, il posto da titolare; solo le prossime partite ci diranno la verità.

Zeegelar: l'esterno bianconero è uno di quelli che probabilemente ha già perso il posto da titolare in vista delle ultime partite, soffermandoci sulle ultime 10 partite, l'olandese ha accumulato ben 5 panchine e una partita saltata per squalifica, mentre nelle restati 4 non ha mai fatto tutti e 90 minuti; il suo posto sulla corsia sinistra è ormai occupato da Molina che nelle ultime partite ha fatto abbastanza bene.

 

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PUBBLICITÀ
GIUDICE SPORTIVO - CONTROLLO AMMONIZIONI 31.A GIORNATA

Verifica sanzioni col comunicato del Giudice Sportivo

Scritto da

Giudice Sportivo - Controllo ammonizioni 31.a giornata

A seguito di verifica delle sanzioni indicate nel comunicato del Giudice Sportivo, nella 31° giornata di campionato di Serie A non ci sono variazioni rispetto alle ammonizioni dei giocatori indicate nei voti ufficiali.


Qui il riepilogo di giornata.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

pianeta news
PUBBLICITÁ
ROMELU MENAMA LUKAKU BOLINGOLI
Romelu Menama Lukaku Bolingoli chievo A
Nato il: 13/05/1993 (28)
Nato a: Antwerpen Belgio
Cittadinanza: Belgio / Belgio
MEDIE FANTACALCIO
PUBBLICITÁ
diario match
SERIE A POSTMATCH - 35^ GIORNATA
SERIE A PREMATCH - 36^ GIORNATA

Analizza il Bioritmo dei Giocatori
PUBBLICITÁ