Malinovskyi e Bajrami, addio posto fisso: come gestirli in rosa?

L'avventura dimister Zanetti a Empoli ha avuto inizio con la conferma del modulo che tante soddisfazioni ha dato negli anni precedenti, ovvero il 4-3-1-2 che prevede la figura del trequartista dietro alle due punte. E proprio in questa posizione quest’anno c’è molta abbondanza. Si può tranquillamente parlare di lotta a tre per un posto. Si tratta di Nedim Bajrami, Marko Pjaca e Tommaso Baldanzi.

 

Come più volte ribadito dal tecnico toscano, nei piani centrali  c’è ancora la figura di Bajrami che dovrà essere “recuperato” dopo i mesi travagliati passati in estate a causa delle frequenti voci di mercato che ne hanno condizionato il rendimento in campo. Domenica scorsa, nella trasferta di Bologna, il giocatore è partito titolare ma la sua prestazione è stata ancora deludente.

 

In questo ruolo l’Empoli ha molta scelta e qualità senza dimenticare anche che in determinate occasioni potrebbero giocare due trequartisti insieme dietro a una punta. Al fantacalcio dunque è meglio aspettare prina di cederlo, senza dimenticare che su punizione e nei rigori rappresenta uno specialista del ruolo.

Malinovskyi e Bajrami, addio posto fisso: come gestirli in rosa?

 

enlightenedTop assistman, la classifica generale al fantacalcio

 

I TREQUARTISTI DELL'ATALANTA AL FANTACALCIO

Gasperini dice che Malinovskyi è stato in questi anni in mezzo a un equivoco sul suo ruolo: «era arrivato come regista adattandosi a punta alla Ilicic». L’Atalanta quindi lo aveva preso per fare il centrocampista, ma nel tempo le esigenze della squadra lo hanno costretto ad adattarsi a un ruolo che non gli appartiene.

 

L'ucraino, rimasto a Bergamo nonostante un'estate travagliata di voci di mercato e di cessione imminente, rappresenta un giocatore con una mentalità offensiva che forse lo limita da centrocampista. Il meglio di Malinovskyi non è quando tocca il pallone ma quando lo calcia, sia nei passaggi che nelle conclusioni. Per questo quando arriva fuori area spesso le difesa lo raddoppiano avendo paura del suo mancino micidiale

 

In questo reparto le gerarchie sono molto meno chiare rispetto agli altri reparti della squadra di Gasperini. Partono tutti più meno alla pari e potrebbe dipendere più che altro dall’avversario che dovrà affrontare l’Atalanta, anche se le scelte recenti vadano princiipalmente su Lookman ed Ederson (che all’occorrenza può anche giocare più arretrato), con Malinovskyi e Pasalic a inseguire. Possibile, però, che la situazione cambi visto che Malinovskyi è senza dubbio l’uomo con maggior qualità sulla trequarti atalantina.