Pianeta Strategy: STRATEGIE VINCENTI FANTACALCIO

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2019/2020

SCEGLI squadra
PIANETA STRATEGY : STRATEGIE PER VINCERE LA TUA LEGA PRIVATA
RUBRICA PIANETA STRATEGY
PIANETA STRATEGY
BOLOGNA TOP 5 MALUS LECCE ATTACCANTI FLOP

Analisi del reparto offensivo tra i profili fin qui meno consigliabili

Scritto da

Attaccanti flop, chi ha portato più malus in stagione? Ecco la Top 5!

Eccoci giunti all’ultimo appuntamento dedicato ai giocatori che hanno ottenuto più punti di malus durante l’arco delle 26 giornate di Serie A finora disputate. I protagonisti di oggi sono gli attaccanti, calciatori principi dei bonus solitamente; oggi, invece, scopriremo i peggiori fino a questo momento. C’è da dire che, rispetto agli altri reparti, qui troveremo fanta medie quasi sempre sopra la sufficienza.


QUINTO POSTO – EDERA (Torino) Sicuramente un’attaccante di seconda fascia che non meriterebbe di stare in questa particolare classifica. Tuttavia il giovane attaccante del Torino, anche a causa del proprio anonimato, si aggiudica il quinto posto. Per il granata si registrano un’ammonizione e un’espulsione, abbastanza grave se pensiamo all’impiego ridotto del giocatore a disposizione di mister Longo.


QUARTO POSTO – LAPADULA (Lecce) L’attaccante della squadra di Liverani non può di certo essere considerato un flop, tuttavia è riuscito ad entrare in questa griglia. L’ex Milan e Genoa è l’attaccante più sanzionato dell’intera Serie A, con sette cartellini gialli e un rosso all’attivo. I sette gol messi a segno finora compensano lo score negativo.


TERZO POSTO – INGLESE (Parma) Uno dei più grandi flop della stagione è senza ombra di dubbio l’attaccante del Parma Roberto Inglese. L’ex centravanti del Carpi, complici anche diversi infortuni, non sta di certo disputando la sua stagione migliore. Nelle fila dei malus Inglese ha raccolto una sola ammonizione ma anche un penalty sbagliato.


SECONDO POSTO – DI CARMINE (Hellas Verona) Dopo ben 26 giornate di campionato non è ancora chiaro chi sia il centravanti titolare dell’Hellas Verona. In questo ruolo si sono alternativi diversi giocatori, partendo da Pazzini, passando per Stepinski e Salcedo, arrivando addirittura a Borini. Tuttavia c’è un attaccante che si è distinto per i malus accumulati; stiamo parlando di Di Carmine, il quale ha accumulato ben due ammonizioni e un rigore fallito.


PRIMO POSTO – SANSONE (Bologna) Ed eccoci arrivati all’ultimo uomo facente parte di questa serie di articoli. Parliamo di Nicola Sansone, attaccante del Bologna che non sta soddisfacendo le attese dei propri fantallenatori. L’ex Parma e Villarreal ha collezionato ben cinque ammonizioni e ha anche fallito un tiro dal dischetto; uno score decisamente magro se pensiamo al fatto che una delle poche qualità del prodotto del vivaio del Bayern Monaco è proprio la trasformazione dagli undici metri.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
30/03/2020

CAGLIARI TOP 5 MALUS MILAN CENTROCAMPISTI FANTACALCIO

Analisi del reparto mediano tra i profili fin qui meno consigliabili

Scritto da

Centrocampisti flop, chi ha portato più malus in stagione? Ecco la Top 5!

Siamo già arrivati all’analisi dedicata ai centrocampisti che hanno rimediato più malus in questa prima fase della stagione. Nessun nome illustre in questa speciale classifica, senza ombra di dubbio cinque nomi più che pronosticabili.


QUINTO POSTO – CASSATA (Genoa) Si parte con il giovane centrocampista uscito dal vivaio della Juventus. Francesco Cassata, infatti, apre le danze con ben sette ammonizioni rimediate e un’espulsione. Uno score davvero indecoroso, se non fosse che il giocatore di proprietà del Sassuolo ha messo a segno anche due reti, entrambe nelle ultime due partite. Salvato in extremis.


QUARTO POSTO –VIEIRA (Sampdoria) Il centrocampista blucerchiato non ha mai fatto impazzire in ambito fantacalcistico, né per i suoi bonus (pochissimi), né per la sua titolarità. Oltre questi fattori più che pesanti, aggiungiamo anche otto ammonizioni e un’espulsione, che fanno del giocatore naturalizzato inglese uno dei più martoriati di queste 26 giornate di campionato.


TERZO POSTO – NANDEZ (Cagliari) In molti, già a inizio stagione, pensavano che il faraonico acquisto del Cagliari Nandez avrebbe dominato la classifica di ammonizioni della Serie A… e invece no. Il centrocampista rossoblù ha rimediato “appena” dieci ammonizioni, poca roba in confronto di un suo collega di reparto militante in una compagine meneghina.


SECONDO POSTO –OBIANG (Sassuolo) Secondo gradino del podio per Pedro Obiang. Il centrocampista del Sassuolo non sta brillando in quest’ultima fase della stagione, infatti la sua titolarità sembra vacillare in favore dello storico capitano Magnanelli. Lo score di malus di Obiang recita nove ammonizioni condite da un superbo autogol. Non la stagione ideale per puntarci su!


PRIMO POSTO – BENNACER (Milan) Dulcis in fundo, ecco il centrocampista con più malus di questa Serie A! Stiamo parlando di Ismael Bennacer, centrocampista del Milan e della Nazionale algerina. L’ex giocatore di Arsenal ed Empoli ha rimediato ben dodici ammonizioni su appena venti gare disputate. Uno score che ha dell’incredibile!

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
24/03/2020

BOLOGNA DIFENSORI TOP ROMA MALUS FANTACALCIO

Scopriamo chi ha fatto peggio nel reparto arretrato in Serie A

Scritto da

Difensori Serie A, i top 5 per malus al fantacalcio

Procediamo con la nostra analisi relativa agli uomini che hanno portato in assoluto più punti malus reparto per reparto. Oggi è il turno dei difensori, giocatori sicuramente abbastanza propensi a rimediare questo tipo di “penalità”.
 

QUINTO POSTO – MATEJU (Brescia) Partiamo da un nome di sicuro affine alle caratteristiche di questa classifica; stiamo parlando del ceco Mateju. Il difensore del Brescia non ha mai maturato voti base apprezabili, se a questo aggiungiamo cinque ammonizioni e un’espulsione rimediata finora in Serie A non possiamo far altro che giudicare negativo l’andamento del giocatore a disposizione di Diego Lòpez.
 

QUARTO POSTO – IZZO (Torino) Da adesso in poi ci saranno solamente (o quasi) presenze di giocatori eccellenti, a cominciare da Armando Izzo. Il giocatore campano sta sicuramente pagando la pessima stagione granata, lo testimoniano le quattro ammonizioni e le due espulsioni finora conseguite. Anche i voti base raccontano una seria difficoltà dell’ex Genoa! Da lui ci si aspettava il salto di qualità, non di certo una caduta così repentina.
 

TERZO POSTO – KOULIBALY (Napoli) Siamo giunti al podio, e qui troviamo il senegalese Kalidou Koulibaly, giocatore che sta disputando la peggior stagione italiana della sua carriera. C’è da dire che gli infortuni non l’hanno agevolato, ma sicuramente il difensore azzurro c’ha messo del suo. Tre ammonizioni, un’espulsione e un pesantissimo autogol all’Allianz Stadium rifilati in appena quindici partite!
 

SECONDO POSTO – DENSWIL (Bologna) Decisamente più propenso a figurare in questa classifica, il felsineo Denswil vanta, si fa per dire, lo score di quattro ammonizioni, un’espulsione e un’autorete. Decisamente deludente se pensiamo che a inizio stagione in molti lo davano come outsider da acquistare a basso costo.
 

PRIMO POSTO – MANCINI (Roma) Stagione in chiaroscuro quella disputata finora dall’ex Atalanta Mancini. Il difensore giallorosso si è dimostrato fin troppo esuberante in fase difensiva, lo testimoniano le ben DIECI ammonizioni rimediate in queste 26 giornate, il tutto condito da un’espulsione, per la serie “non facciamoci mancare niente”. Un primo posto più che meritato!

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
18/03/2020

TORINO PORTIERI SERIE A LECCE TOP 5 MALUS

Spesso azzeccare il portiere 'giusto' all'asta è la prima cosa utile per vincere al fantacalcio

Scritto da

Portieri Serie A, i top 5 per malus in questa stagione

Il calcio mondiale si è fermato! Il Covid-19 sta cambiando radicalmente le nostre abitudini; in queste giornate terribilmente strane proviamo a fare il punto della situazione sull’ormai congedata Serie A. Oggi analizzeremo gli estremi difensori che hanno subito più malus durante l’arco di questa stagione tramite una specialissima Top 5.


QUINTO POSTO –JORONEN (Brescia) In quinta posizione, abbastanza a sorpresa direi, troviamo l’estremo difensore del Brescia Joronen. Il finlandese paga l’inesperienza e la poca qualità della sua difesa, sono 43, infatti, le reti subite dallo stesso portiere delle “Rondinelle”. Passivo che poteva peggiorare ulteriormente nel caso in cui avesse disputato tutte le 26 partite finora disputate dal Brescia. Per Joronen ci sono da segnalare anche un rigore parato e un’ammonizione subita, per un totale di 40,5 punti malus totali.


QUARTO POSTO –SIRIGU (Torino) Dato l’andazzo della squadra di Moreno Longo non c’è da stupirsi se troviamo anche l’estremo difensore ex PSG e Siviglia. Sirigu ha subito complessivamente 44 punti malus, frutto di 45 reti subite, quattro cartellini gialli rimediati e un penalty neutralizzato, decisamente deludente, finora, l’annata del portiere granata.


TERZO POSTO – AUDERO (Sampdoria) Sorprendente (fino a un certo punto) anche la presenza del portiere della Samp Audero. L’ex Juventus sta pagando una stagione a dir poco storta dei blucechiati, ben 44 le reti incassate dall’estremo difensore di origini indonesiane! Ovviamente il conto totale dei punti malus ammonta a 44.


SECONDO POSTO – BERISHA(SPAL) Decisamente più quotate le prime due posizioni di questa particolare classifica. Al secondo posto troviamo Etrit Berisha, portiere che senza ombra di dubbio non merita di star qui viste le sue meravigliose prestazioni. Purtroppo per lui la SPAL non è una squadra di vertice, tutt’altro. Grazie, o meglio a causa, di 44 reti subite e un cartellino giallo sventolatogli dall’arbitro, ha ottenuto ben 44,5 punti malus.


PRIMO POSTO –GABRIEL (Lecce) Il portiere che ha subito più malus in assoluto non poteva che essere Gabriel, il quale, pur non avendo disputato tutte le gare del suo Lecce, è in cima a questa classifica avendo subito 47 reti e subito due ammonizioni. L’unico rigore parato in campionato rende il passivo meno amaro. 45 punti di malus totali per lui.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
16/03/2020

CAGLIARI ESONERO MARAN ZENGA FANTACALCIO

Scopri cosa può cambiare in ottica fantacalcio, chi sale e chi scende

Scritto da

Zenga sbarca in Sardegna, quale Cagliari nel dopo Maran?

Walter Zenga è carico e pronto a tornare in sella dopo l’ultima esperienza consumata a Venezia, in Serie B. L’ex allenatore tra le altre di Catania e Sampdoria è voglioso di ripartire dal suo marchio di fabbrica: il 4-3-3.

E AL FANTACALCIO COSA CAMBIA?

In difesa e a centrocampo cambierà poco o nulla rispetto ai dettami tattici imposti dal predecessore di Zenga, Rolando Maran. In attacco, invece, probabile un impiego del tridente Pereiro, Simeone, Joao Pedro. Così facendo, il ninja Nainggolan potrebbe tornare a fare la mezz’ala.

La difesa resterà la stessa, con magari Walukiewicz che potrebbe essere lanciato al posto di Klavan, visto l'interesse di Zenga per i giovani. Il centrocampo non dovrebbe perdere i suoi migliori interpreti, quindi Nandez-Cigarini-Rog, mentre potrebbe esserci una rivoluzione in attacco.

Simeone di sicuro farà la boa al centro, di sicuro il modulo che prevede tre attaccanti davanti gioverà a Gaston Pereiro, che al PSV faceva l'ala destra, così da potersi accentrare sul piede forte, il sinistro, e seminare il panico.

Tuttuva, almeno inizialemente, l'Uomo Ragno potrebbe decidere di lasciare tutto com'era all'inizio, magari cambiando dopo qualche partita, per vedere se la squadra risponde ai suoi accorgimenti tattici. Potrebbe rivelarsi una scelta saggia, anche perché il problema di questo Cagliari non è mai stato il modulo, casomai il gioco, che si spera possa tornare quello di ottobre-novembre quando i sardi sognavano posizioni europee d'alta quota.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
04/03/2020

LAZIO LAZZARI M. MARUSIC A. FANTACALCIO SERIE A

La concorrenza dei due come deve essere gestita dai fantallenatori?

Scritto da

Si infiamma il duello Lazzari-Marusic, Inzaghi si gode l'abbondanza a destra

Sembrava aver conquistato una maglia da titolare sulla fascia destra, nelle ultime settimane invece Manuel Lazzari è scivolato in panchina a favore di Adam Marušic, vecchio pallino dei fantallenatori due stagioni fa: l'esterno serbo ha riconquistato la fiducia di Simone Inzaghi che, vuoi per turnover, vuoi per aumentare i giri del motore di tutti i giocatori, lo ha lanciato dal primo minuto e non ne ha più fatto a meno.

 

Complice anche il gol siglato l'ultima partita contro il Genoa, appare impossibile ad oggi privarsi del difensore che, ricordiamo, al fantacalcio è listato difensore e ciò lo rende più appetibile rispetto al collega, che invece - vista la recente esperienza alla Spal -, è stato inserito nella categoria dei centrocampisti.

 

Non è da escludere però una seconda opzione, ovvero Marušic e Lazzari insieme, e a pagarne le conseguenze a quel punto sarebbe il brasiliano Jony. In più riprese il serbo ha ribadito la volontà di voler giocare, mettendosi a disposizione del mister anche per quanto riguarda la fascia sinistra, con l'inserimento dunque di Lazzari sulla corsia di destra, un opzione dunque da tenere in considerazione.

 

Al fantacalcio il consiglio ad oggi è quello di continuare a schierare entrambi i giocatori, coprendosi con un giocatore titolare in panchina.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
25/02/2020

LAZIO RIGORISTI SERIE A ROMA FANTACALCIO CLASSIFICA

Facciamo il punto su assegnazioni, bonus e malus raccolti in questa stagione al fantacalcio

Scritto da

Rigori sbagliati Serie A: ma poi davvero conviene avere tanti rigoristi in rosa?

Ma Nino non aver paura di sbagliare un calcio di rigore…” cantava Francesco De Gregori nel suo brano “La Leva Calcistica della Classe ‘68”. “Il Principe” romano (principe prima ancora del principe Giannini) pubblica la sua canzone nel 1982, poco prima del per noi magico Mundial spagnolo. Ironia della sorte, nella finalissima contro la Germania Ovest Antonio Cabrini calcia a lato un rigore nel primo tempo col punteggio ancora inchiodato sullo 0-0. Errore ininfluente ai fini del risultato finale, visto che gli Azzurri di Bearzot vinceranno comunque 3-1 mandando in visibilio un paese intero. Errore ininfluente anche per eventuali fantacalcisti del futuro, visto che nel 1982 il nostro gioco non esisteva ancora.

PRECEDENTI STORICI

E allora nello stesso anno, ed esattamente il 15 settembre, in occasione del primo turno della fu Coppa delle Coppe, nella sfida tra l’Inter e lo Slovan Bratislava, il talentuoso, geniale numero 10 nerazzurro Evaristo Beccalossi pensa bene di sbagliarne 2 nel giro di pochi minuti, ispirando anche un pezzo teatrale di grande successo del tifosissimo interista Paolo Rossi (l’attore ovviamente), e cioè “Lode a Evaristo Beccalossi”. L’Inter vinse comunque 2-0. Errore ininfluente anche per eventuali fantacalcisti di cui sopra.

Poi, il 4 Luglio 1999, durante un Colombia-Argentina finito 3-0 per i colombiani e giocato in Paraguay per la Coppa America, due uomini decidono di entrare nella storia. Uno è l’arbitro Aquino, che fischia ben 5 penalty in una sola gara, 2 alla Colombia e ben 3 all’Argentina. Realizzati uno, dal colombiano Cordoba. Gli altri 4 falliti, anche questo è record. L’altro è Martin Palermo, da quella sera detto “El Loco”. Che si presenta sul dischetto una prima volta, ma il tiro scheggia la traversa e si perde fuori dallo specchio della porta. E che si ripresenta una seconda volta, per rifarsi: aggiusta la mira e calcia direttamente alto. E che si presenta per una terza volta, perché stavolta deve farcela. E stavolta prende la porta. Ed anche il portiere. In pieno. Sarebbe stato un -9 al fantacalcio, non sappiamo quanti stessero facendo all’epoca un Fanta Coppa America, ma intuiamo che più di qualcuno sarebbe volato in Paraguay con intenzioni poco bonarie…
 

COME STA ANDANDO DAL DISCHETTO?

Dopo aver narrato queste tre storie, a molti sarà certamente venuta una voglia matta di fare a meno dei rigoristi al fantacalcio, considerando anche la sottile linea che divide un +3 da batticuore da un -3 da imprecazione. Perché il rigore al fantacalcio è così: o vivi o soccombi, o è bonus o è malus, di certo cambia sempre e comunque la giornata e apre infinite slidingdoors al pensiero di “se segnavo questo rigore”.

Ma noi abbiamo narrato queste tre storie proprio per le loro originalità, e proprio perché queste storie non si narrano tutti i giorni rispondiamo al quesito che comunque sì, conviene avere tanti rigoristi in rosa, che sì che il gioco vale la candela. A parte che, tanti o pochi che siano, non potremmo comunque sapere chi sbaglierà e chi no, ha sbagliato Criscito dopo ben 12 rigori realizzati su 12, ha sbagliato il pressoché infallibile Baggio nella finale del Mondiale del 1994 contro il Brasile. Insomma, chi si presenta al tiro dagli 11 metri è pur sempre un essere umano che si prende una grossa responsabilità, e deve lottare contro mille stati d’animo, il portiere avversario ed in certi casi anche contro scherzi della sorte (vedi ad esempio Immobile che scivola al momento della battuta in Coppa Italia contro il Napoli, eppure il bomber biancoceleste ne ha realizzati ben 9 fin qui).
 

enlightenedGuida rigoristi&piazzati Serie A

E allora, sapendo che spesso e volentieri siamo anche in balia della sorte, ci facciamo aiutare dalle statistiche, e notiamo come al momento, dopo ben 23 giornate, sono stati realizzati ben 84 rigori su 105 assegnati, ovvero l’80%. Che non è poco, anzi. Merito certamente di quei tanti specialisti che il nostro campionato annovera e forse anche delle nuove regole che obbligano il portiere ad avere entrambi i piedi sulla linea di porta al momento della battuta.

Considerando anche che, in epoca di VAR, vengono assegnati più rigori, il nostro consiglio è quello di puntare sempre e comunque sui rigoristi, magari provando ad acquistare quelli di squadre che grazie ad un gioco propositivo si ritrovano spesso nell’area di rigore avversaria (vedi la Lazio che ne ha avuti 13 in 21 partite), piuttosto che quelli di squadre che giocano in maniera più accorta (ad esempio, l’Udinese non ne ha ancora battuti, con buona pace di De Paul, Lasagna e compagni). Su 21 errori dagli 11 metri, la classifica degli “sciagurati” in questione vede in vetta il leccese Babacar (suoi gli unici sbagli dal dischetto della compagine salentina), il romanista Kolarov e lo spallino Petagna con 2 rigori falliti. Di seguito, nel dettaglio, il numero di rigori assegnati per squadra e, tra parentesi, quelli trasformati.

CLASSIFICA RIGORI SERIE A:

Lazio 13 (10)

Roma 9 (7)

Juventus 8 (8)

Atalanta 8 (6)

Lecce 8 (6)

Inter 7 (7)

Sampdoria 7 (6)

Genoa 7 (5)

Torino 5 (5)

Bologna 5 (4)

Verona 5 (4)

Spal 5 (3)

Milan 4 (4)

Cagliari 4 (3)

Fiorentina 3 (2)

Brescia 2 (2)

Sassuolo 2 (1)

Parma 2 (0)

Napoli 1 (1)

Udinese 0

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
12/02/2020

NAPOLI CENTROCAMPISTI FLOP JUVENTUS SERIE A FANTACALCIO

Scopriamo chi può riemergere in zona bonus e chi va tagliato senza esitazioni

Scritto da

Centrocampisti flop, aria di rilancio o biglietto di sola 'andata'?

Qualcosa in più ci si attende dal bresciano Dimitri Bisoli (media voto 5,92), mezzala abile negli inserimenti che però non ha ancora trovato la via della rete in questa stagione. Magari la seconda parte del torneo potrebbe essere più propizia per lui.

Vero è proprio simbolo di “cavallo di ritorno” della scorsa stagione fu un altro giocatore al momento in grave difficoltà, ovvero quel Pulgar che lo scorso anno nel finale trascinò il Bologna a suon di prestazioni e di reti dal dischetto. Il cileno sembrava aver ripreso il discorso da dove lo aveva finito, con 3 reti subito nelle prime giornate, poi però le reti sono rimaste 3 e nel grigiore generale pure la sua media voto è precipitata verso un orrido 5,66.

Il caso più eclatante di fanta-delusione in mediana è senza dubbio quello di Lasse Schone, conclamato campione danese prelevato dall’Ajax e colpo a sensazione della campagna acquisti estiva. L’esperto centrocampista 33enne doveva portare classe, esperienza e un buon numero di bonus in ottica fantacalcio, ma al momento invece appare un corpo estraneo. Solo 1 gol in 16 partite (peraltro nella stessa sera in cui andò a segno, contro il Milan, sbagliò un rigore allo scadere vanificando tutto) e una media voto del 5,77 che non può soddisfare nessuno.

C’è qualche spina nella rosa bianconera di mister Sarri. Rifiorirà ad esempio Federico Bernardeschi? L’ex talento viola è fin qui imprigionato in un dilemma amletico tattico che lo vede ora trequartista ora mezzala, oltre che in uno score personale di 0 reti in 14 partite con una media voto scarsissima (5,47). Il suo riscatto purtroppo non dipenderà solo da lui in una rosa ampia come quella della Juventus. Atteso a pronto riscatto anche Douglas Costa, la cui colpa maggiore fin qui è stata quella della fragilità fisica, con i troppi infortuni che lo hanno frenato. Nulla da dire sulla media voto, molto alta fra l’altro (6,53), e sulla capacità di spaccare le partite, ma le 9 presenze (molte dalla panchina) racimolate sono fin qui veramente poche.

Difficile dunque trovare chi ha fatto male in questa Lazio, forse è il caso di dire chi ha fatto meno bene, perlomeno di identificare chi al momento ha reso al di sotto delle aspettative, e allora ci salta agli occhi quell’inesauribile motorino che risponde al nome di Manuel Lazzari, al momento fermo al solo assist a Ciro Immobile in quel di San Siro. Poi ancora anonimato in zona bonus, anche se l’ex spallino non è tipo che appare ma che dà sostanza. La media voto al momento è di 6,11, per noi è destinata a salire ma non fatevi ingolosire da eventuali suoi gol, perché tutto ciò che gli riesce e gli è riuscito in carriera ha avuto poco a che fare con il +3.

[IMMAGINE]

Chiesa non segna più, i numeri della stagione horror dell'esterno viola

José Maria Callejon era partito benissimo col 4-2-3-1 iniziale di Ancelotti per poi impantanarsi sulla fascia di centrocampo col 4-4-2, fermandosi così ad 1 rete e 4 assist in 16 presenze (media voto 5,90). Nessuno mette in dubbio le sue qualità e la propensione al sacrificio, ma pensiamo che da esterno d’attacco nel 4-3-3 di Gattuso potrebbe regalare qualche gioia in più.

Possiamo aspettarci ancora qualcosina in più da Gaston Ramirez, al momento 3 reti ed 1 assist in 10 presenze, con una media voto del 6,04, ma ben consapevoli sia delle sue qualità offensive che della discontinuità che lo ha spesso contraddistinto

Tra coloro i quali, per caratteristiche tecniche e tattiche, potrebbero dare quel qualcosa in più, indichiamo Jasmin Kurtic, centrocampista con attitudini maggiormente offensive e dotato di tiro secco e preciso e di buona propensione al gioco aereo. Per lui al momento 17 presenze, 2 reti e una media voto del 6,07 Può fare di più, adesso che gioca nel Parma dove raggiungere la salvezza non sarà più un'impresa rispetto alla Spal.

Sicuramente deludente pure il girone d'andata del turco Cengiz Under, al momento forse l’unico trequartista in vera difficoltà con appena 9 presenze, 1 sola rete alla prima giornata contro il Genoa e una media voto del 5,86 che non può soddisfare nessuno. Fino ad ora.

Tra le spese all'asta da far rientrare c'è quella per il tanto reclamizzato Simone Verdi, al momento solo croce più che delizia degli innumerevoli fantallenatori che ci hanno puntato, con un tabellino personale che recita 17 presenze, nessuna rete, 3 assist (tutti in trasferta, altro dato particolare) ed una media voto ampiamente insufficiente del 5,71.

Innanzitutto la fiducia che ripone sempre in lui il tecnico Mazzarri, poi ovviamente il fatto che sia un centrocampista offensivo, le innegabili doti tecniche che lo portano ad usare indistintamente entrambi i piedi ed infine la consapevolezza ci fanno dire che quello visto finora non può essere il vero Verdi e pertanto può solo fare meglio di quanto fatto finora.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
15/01/2020

JUVENTUS DIFENSORI FANTACALCIO NAPOLI FLOP RITORNO

Le fanta-delusioni tra i difensori al netto di un investimento importante in fase d'asta

Scritto da

"Cavalli di ritorno", i difensori che cercano il rilancio nel 2020

Sembra incredibile trovare un giocatore in ombra nella sfavillante Atalanta di Gasperini, eppure è lecito aspettarsi di più da Hans Hateboer, esterno destro di spinta che lo scorso anno realizzò ben 5 reti e che quest’anno è ancora a secco di bonus pesanti (solo 3 assist per lui e media voto del 6,04). Nelle ultime giornate relegato in panchina dalle buone prestazioni di Castagne, ma è probabile che trovi spazio grazie al turnover che spesso attua il mister degli orobici, complice anche lo storico passaggio del turno in Champions League. L’esterno olandese dovrà farsi trovare pronto, anche se il nostro consiglio è quello di averlo in rosa sempre in coppia col suo alter-ego Castagne se possibile.

Un altro elemento chiamato a cambiare marcia è secondo noi il reclamizzato Luca Pellegrini, già acquistato dalla Juventus in estate e lasciato in terra sarda per avere maggior spazio e crescere ancora. Al momento però 12 presenze, 0 reti, 3 assist ma media voto del 5,79 che evidenzia qualche insufficienza di troppo ricevuta durante il cammino. Nelle ultime gare il suo posto è stato preso dal greco Lykogiannis, per cui ci si attende una reazione da 20enne che in teoria dovrebbe spaccare il mondo.

Un altro elemento che finora non ha reso secondo le 80 milioni di aspettative fin qui riposte è al momento il 20enne difensore olandese Matthijs de Ligt, e il solo gol peraltro decisivo nel sentito derby col Torino non può bastare al popolo bianconero e ai suoi fantallenatori. La media voto di 5,75, le ultime panchine in favore di Demiral e l’ironia del web sui suoi frequenti falli di mano testimoniano una certa difficoltà. Noi pensiamo comunque che possa solo migliorare col tempo, per cui l’aspettativa è quella del riscatto nel girone di ritorno. Poco sotto la media di de Ligt troviamo un po’ a sorpresa Alex Sandro. L’esterno sinistro di difesa infatti ha totalizzato finora una media voto del 5,73, appena 2 assist nel contesto di una gara macchiata peraltro dall’errore in disimpegno che è costato il gol di Caprari, e 2 infortuni muscolari. Non certo una prima fase di stagione al top.
 

no Conte esclude ancora Godin, c'è già aria di fanta-flop?

In casa partenopea una prima parte di stagione talmente negativa da essere persino quasi impossibile da essere pronosticata, l’avvento di Gattuso ed il ritorno al 4-3-3 può restituire ad antico splendore elementi simbolo della squadra? Noi crediamo innanzitutto che ci siano comunque nella rosa azzurra giocatori che davvero possono e devono fare meglio di così. Kalidou Koulibaly per esempio: il colosso di difesa del Napoli ha finora subìto disavventure degne del primo tragico Fantozzi tra espulsioni, autogol ed errori grossolani (l’ultimo su Kulusevski contro il Parma ne è l’emblema, col senegalese che sbaglia, inciampa, cade, si fa male e spiana la strada verso il gol all’avversario). Per lui fin qui 14 presenze, nessuna rete, 1 autogol e 1 espulsione già menzionate ed una media voto bassissima del 5,54

Nonostante la posizione di classifica non propriamente tranquilla del Sassuolo, guardando le statistiche e le valutazioni dei giocatori neroverdi non scorgiamo elementi dallo score totalmente negativo che potrebbero far pensare ad una seconda parte di stagione volta al riscatto. Questo però per ciò che concerne i giocatori con caratteristiche prettamente offensive. Perché al contrario quasi la totalità dei difensori di mister De Zerbi, evidentemente proprio per il gioco sbarazzino della compagine emiliana che porta a tanti gol fatti ed a tanti gol subìti, denota un rendimento molto al di sotto della sufficienza. Né tantomeno ci sentiamo di indicarne qualcuno che possa divenire un appetibile “cavallo di ritorno” in termini di bonus tra i vari Marlon (5,71), Romagna (5,60), Peluso (5,54), Chiriches (5,40), Ferrari (5,50) o il rientrante Rogerio (5,50).

Se proprio dovessimo indicare un difensore che male non sta facendo al momento, e che qualche bonus a sorpresa potrebbe portarlo, puntiamo sul terzino sinistro greco Kyriakopoulos, diventato improvvisamente titolare pressoché fisso dopo il suo esordio a Lecce. Per lui al momento 8 presenze, 1 assist ed una media voto del 6,06 (l’unico sufficiente insieme a Muldur che però non è titolare al momento), ma soprattutto un sinistro che a lungo termine potrebbe donare qualche soddisfazione

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
29/12/2019

PRESENZE TITOLARI FANTACALCIO STATISTICHE

Analizziamo i giocatori che "bene o male", non ci abbandonano mai!

Scritto da

"Quelli dal voto sicuro", ecco i più presenti dopo 17 giornate

Come al solito, tempo di festività di fine anno uguale tempo di bilanci! Tra le statistiche che i fantallenatori cercano di più nei propri pupilli all'asta iniziale o di riparazione c'è la titolarità: importantissimo avere giocatori che vadano sempre a voto e non ti lascino mai soli, evitando spiacevoli s.v. che possono ledere al risultato di giornata.

Scopri la nostra completissima sezione delle Statistiche!

PORTIERI

Sono ben dodici i portieri che hanno giocato tutte e 17 le partite, Radu, Dragowski, Handanovic, Strakosha, Gabriel, Skorupski, Sepe, Berisha, Sirigu, Musso, Silvestri, Audero. menzione particolare per il dualismo Szczesny-Buffon (10-7) e Meret-Ospina (12-5).

DIFENSORI

Sono ben undici i soldatini del reparto arretrato: i baluardi difensivi Bonucci, Romagnoli, Acerbi, Skriniar, Kolarov, che garantiscono solidità, buoni voti e talvolta qualche bonus. La coppia veronese Rrahmani-Faraoni, acquisti che presi per completare il reparto hanno fatto sicuramente felici i fantallenatori, così come Sabelli, pendolino di fascia del neopromosso Brescia. Il deludente Izzo, che nonostante abbia giocato tutte e diciassette le partite, è fermo ad un solo bonus e sta raccogliendo molte insufficienze. Il fido Milenkovic, in crescita ma ultimamente in affanno viste le difficoltà difensive della Viola. Per concludere i "tappabuchi" Murru e Iacoponi, quest'ultimo anche una volta in gol per la gioia dei fantallenatori.

CENTROCAMPISTI

Sono sette i fedelissimi del reparto mediano e qui non mancano le sorprese. Chi si aspettava un exploit così travolgente del giovane svedese Dejan Kulusevski: non solo è diventato inamovibile nello scacchiere di D'Aversa, ma segna, fa segnare e incanta. Tutti lo vogliono, ma probabilmente rimarrà a Parma a gennaio: giocherà ancora tanto, raccoglierà ancora tanti bonus. Fedelissimo di Juric, Darko Lazovic che ha giocato tutte e 17 le partite, trascinando con le sue giocate il Verona in acque tranquille. 17 presenze anche per la coppia di mezz'ali laziale Luis Alberto e Milinkovic-Savic: Mister Inzaghi fa della continuità il suo diktat, sono loro i titolarissimi, i risultati sono ottimi, sia per la Lazio che per i fantallenatori. Anche se fantacalcisticamente sono meno appetibili, capitan Bisoli e il giovane Tonali hanno giocato tutte le partite fin qui a disposizione, senza infamia e senza lode. Per ultimo, completa la schiera dei giocatori sempre a voto Piotr Zielinski, jolly del Napoli che quest'anno fatica ad imporre il suo talento, forse condizionato dalla pesante situazione in casa partenopea.

ATTACCANTI

I giocatori offensivi sempre a voto sono ben 9. Il solo giocatore che le ha giocate tutte da titolare è la rivelazione dell'anno Joao Pedro, che è arrivato a 11 gol segnati, già record stagionale. Il capocannoniere del campionato Ciro Immobile è un punto fermo di Inzaghi, così come Correa, entrambi sempre a voto. Dzeko sempre a voto, anche "mascherato": per Fonseca e per la Roma è un giocatore imprescindibile, in qualsiasi condizione fisica. L'ariete della Spal Petagna le ha poi giocate tutte, anche se quest'anno con meno incisività sotto-porta. Altro bomber imprescindibile per il proprio allenatore è Romelu Lukaku, attaccante esordiente in serie A che ha avuto subito un impatto devastante. Il Bologna invece affida la sua manovra offensiva a due giocatori importantissimi, Orsolini e Sansone, che cercano maggiormente l'assistenza ai compagni che la gioia personale del gol. Concludiamo con un giocatore che ha giocato tutte le 17 partite, ma partito titolare solo in 13: stiamo parlando del "pistolero" Piatek, che aimè, dopo il flop di questa prima parte di stagione, deve guardarsi bene le spalle dall'arrivo di Ibra...

Fumata bianca, Ibrahimovic ha detto sì al ritorno al Milan!

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
27/12/2019

pianeta news
3  Giugno 2020
1  Giugno 2020
6  Maggio 2020
27  Aprile 2020
20  Aprile 2020
19  Aprile 2020
10  Aprile 2020
6  Aprile 2020
© 2003 - 2020 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati