Facebook

Pianeta Strategy: STRATEGIE VINCENTI FANTACALCIO

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2018/2019

PianetaTV
SCEGLI squadra
PIANETA STRATEGY : STRATEGIE PER VINCERE LA TUA LEGA PRIVATA
RUBRICA PIANETA STRATEGY
PIANETA STRATEGY
#RIGORISTI #SERIE A #FANTACALCIO #GERARCHIE

Antenucci, Quagliarella e Immobile certezze, Dybala e Birsa arretrano!

Scritto da

Occhio al dischetto: chi perde punti e chi avanza nelle gerarchie dopo 3 giornate?

Oggi analizziamo un ruolo fondamentale al fantacalcio, quello di rigorista designato di ogni squadra di Serie A, in base ai rientri in rosa e alle dichiarazioni recenti dei mister in merito all’argomento.

Partiamo dall’Atalanta e dal Papu Gomez che ha fallito il penalty decisivo contro il Copenaghen condannando di fatto i suoi alla mancata qualificazione in Europa League. Gasperini prima del Cagliari aveva dichiarato: “Gomez sta bene, ma sbaglia i rigori: ha fatto una gara che ha dimostrato un attaccamento fantastico, grande sacrificio, ma purtroppo ha quel problema dal dischetto”. Tradotto, finchè non torna Ilicic (tra 2 settimane circa), sarà ancora lui il principale tiratore, poi spazio allo sloveno che lo scorso hanno ha fatto 2/2 dagli undici metri.

Blerim Dzemaili nuovo capitano e rigorista del Bologna? Questo ha detto la gara di Coppa Italia vinta dei felsinei contro il Padova. Lo svizzero ha indossato la fascia ereditata da Mirante, passato alla Roma, e si è incaricato di realizzare il tiro dagli 11 metri che ha sbloccato il match. "Li possono tirare Dzemaili, Palacio e Falcinelli", ha aggiunto Inzaghi ma la sensazione che lo svizzero adesso parta davanti a tutti.

Nel Cagliari domenica rientra Joao Pedro che potrebbe togliere lo scettro a Barella come rigorista (scorsa stagione 2/2 realizzati), una previsione possibile ma non certa almeno dalle prime battute che potrebbero vedere un alternanza iniziale, con Pavoletti sullo sfondo.

Un altro rientro in questo senso è quello del viola Veretout (1 sbagliato, 1 segnato nella passata stagione) che si prenderà i galloni di rigorista di Pioli che, in sua assenza, sarebbero stati con tutta probabilità del Cholito Simeone. Attenzione pure a Eyesseric che resta una della primissime opzioni.

Nel Frosinone sta per rientrare Dionisi da un lungo stop, è pronto a riprendersi il dischetto a scapito di Ciano. Ballardini nel suo Genoa ha fiducia in Romulo ma sarà dura convincere il bomber Piatek a non calciarli in stagione.

Nel Milan, il Pipita Higuain ha scalzato con prepotenza Kessie, almeno sulla carta, aggiungiamo noi che l’argentino dal dischetto già ai tempi del Napoli, non era una certezza assoluta, dunque occhio ai cambi di rotta di Gattuso durante la stagione.

yesSCOPRI TUTTI GLI SPECIALISTI SUI PIAZZATI DELLA SERIE A!

Mertens al momento parte dietro come titolarità a Milik, ovviamente con il belga in campo sarebbe lui il designato principale. Da non dimenticare nemmeno Lorenzo Insigne, spesso alternato a lui nella passata stagione.

Per i giallorossi di mister Di Francesco, la sosta vedrà il rientro in gruppo di Perotti: senza dubbio il rigorista principale sarà lui, l’alternanza degli esterni però ci fa dire che non sempre sarà in campo in occasione di una massima punizione, Dunque speranze vive per De Rossi, Dzeko e Pastore.

De Zerbi ha lasciato uno spiraglio tra Boateng e Berardi come interprete principale: la sensazione che varrà la regola del ‘ chi se la sente’ con il secondo leggermente davanti nel ballottaggio dagli undici metri.

Belotti ha voglia di riprendersi il tempo perduto in infermeria e punta a essere rigorista. Due rigori sbagliati in altrettanti tiri lo scorso anno non fanno dormire sonni tranquilli a Mazzarri e l’ombra di Iago Falque, incombe costante sui possessori del Gallo.

La partenza lanciata in campionato di De Paul non lascia dubbi, sarà lui l’indiziato numero uno per i +3 dal dischetto, Lasagna dovrà accontentarsi di tirarli in sua assenza.

Inglese è la new entry del Parma, Icardi resta leader indiscusso dell'Inter di Spalletti dopo il penalty trasformato con freddezza all'Olimpico nella spareggio Champions contro la Lazio.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
12/09/2018

#FANTACALCIO #GESTIONE #GIOCATORI #PANCHINARI

Inizio complicato per chi ha puntato in rosa su certi giocatori

Scritto da

Da Dybala a Schick, da Babacar a Mertens: come gestire le situazioni più complicate al fantacalcio.

Appena tre giornate di campionato, ora è tempo di pausa nazionali e dei primi bilanci. Sono numerose le note liete di questa serie A, su tutte l’inaspettata propensione al gol del centrocampista della Fiorentina Marco Benassi e l’esplosione di una delle nostre scommesse, la punta polacca del Genoa Piatek.

Occorre però analizzare alcuni casi spinosi che possono aiutare i fantallenatori che devono fare ancora l’asta iniziale e far riflettere i dententori dei giocatori che andremo ad elencare.

Situazione più eclatante in casa Juve, dopo l’imprevista sterilità del marziano Ronaldo C. che attende ancora la prima esultanza in maglia bianconera, è il “caso Dybala”. L’attaccante argentino, dopo la prima da titolare contro il Chievo Verona dove ha sfoderato una prestazione incolore, è stato relegato in panchina per le successive partite contro Lazio e Parma, e solo in quest’ultima è sceso in campo senza prendere addirittura voto. Mandzukic e Bernardeschi in formissima, Ronaldo inamovibile, gerarchie già stabilite?

Niente affatto, conosciamo Allegri, sappiamo che la Juve giocherà su tre fronti, lo spazio ci sarà per tutti dopo la sosta. La Joya, che ancora non ha trovato una posizione ottimale ben definita nello scacchiere juventino, non sarà una punta inamovibile, non giocherà tutte le partite, come il resto della Juve per altro, ma dovrà dimostrare di valere le aspettative, i tifosi, la società e i fantallenatori ripongono la massima fiducia. Diamogli tempo almeno fino a gennaio, poi decideremo!

Caso analogo, ma oggetto di timore da parte dei fantallenatori che hanno investito ingenti somme su di lui, è quello di Dries Mertens, che secondo il BIORITMO di settembre dovrebbe regalarci bonus, ma al momento è sempre partito dalla panchina. Il neoallenatore Ancellotti, complice l’assenza nel precampionato del belga causa prolungamento Mondiale, ha potuto godere della crescita di Milik, sfortunato ariete polacco, e gli ha conferito le chiavi dell’attacco partenopeo in queste prime tre giornate. Contro il Milan ha segnato un gol da subentrato regalando i tre punti, dopo la crisi d’identità post sconfitta contro la Sampdoria, siamo certi che il folletto belga si riprenderà il posto in attacco, anche magari da esterno, posizione con la quale si è presentato a Napoli.

Schick, ne abbiamo parlato più volte negli articoli precedenti, è partito a mille nella preparazione e nei match precampionato, deliziandoci con gol e accelerazioni che avevamo assaggiato nell’annata d’oro sampdoriana. Ancora non ha trovato la via del gol, ma sta acquisendo man mano la fiducia di Di Francesco, e contro il Milan ha giocato addirittura in coppia con Dzeko (difficile da scalzare, rappresenta una delle poche certezze della nuova rosa romanista). La soluzione perfetta sarebbe avere sia Schick che Dzeko, in quanto tra poco inizieranno gli impegni ravvicinati e potrebbero benissimo alternarsi e Schick avere più spazio in campionato; non disdegniamo neanche di averlo da solo in rosa, senza il bosniaco, a pochi crediti può essere una buona scommessa: ora però Schick devi dimostrarcelo con i gol!

Ultimo caso quello di Babacar: il centravanti che per anni ha militato per la squadra della Fiorentina, ha cambiato aria lo scorso gennaio, in uno scambio con Falcinelli, con una prospettiva di rilancio fallita nel breve periodo. El Khouma però quest’anno, nonostante sia partito nelle gerarchie di inizio campionato in panchina, ha dalla sua un fattore importante che si chiama Roberto De Zerbi.

Come si evince dall’ultima giornata di campionato, la rocambolesca vittoria per 5-3 contro il Genoa, ha mostrato come l’allenatore ex Benevento ami il calcio offensivo a discapito di una fase difensiva accorta, insistendo sul creare gioco in mezzo al campo per poi esaltare gli attaccanti. Schierato nei titolari ha sfoderato una prestazione da attaccante top, un gol e un assist conditi da efficaci movimenti per smarcare i compagni di squadra. Siamo sicuri che la banda di De Zerbi ci farà divertire quest’anno, e che Babacar possa anche provare ad arrivare in doppia cifra.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
05/09/2018

#STRATEGIE #FANTACALCIO #DIFENSORI #COMBINAZIONI

Scopriamo tutte le combinazioni utili a comporre un reparto di quantità e qualità

Scritto da

Parola alla difesa: le migliori strategie per alternare centrali e terzini in rosa per tutta la stagione

Due giornate di campionato e la serie A ha già mostrato che i “nostri” difensori sanno segnare. Calabria, Milenkovic, Castagne, Manolas, De Vrij, Florenzi, Hateboer, Tomovic… ed è solo l’inizio! Oltre ai gol, i difensori nel nostro fantacalcio sono anche fonte di +1, ovvero assist per i giocatori offensivi, che possono spostare gli equilibri delle nostre sfide fantacalcistiche!

I difensori si possono distinguere sostanzialmente in due tipologie: i difensori centrali e i terzini.

I primi sono portatori spesso di ottimi voti, con bonus meno frequenti, ma pesanti: probabilmente sarà rarissimo vedere De Vrij (top di reparto) sciabolare assist a profusione, ma i suoi inserimenti su calcio piazzato, proprio come contro il Torino, possono generare graditissimi +3. D’altro canto i centrali difensivi sono più soggetti a malus, con cartellini spesi per fermare i bomber che si trovano di fronte, pericolo -0,5 e -1 incombenti.

Discorso inverso per i terzini, che giocano molto più lontani dalla porta, non andando a saltare su corner o punizioni laterali (che probabilmente potrebbero battere), ma con  le loro fughe sulla fascia e con i loro cross possono regalare +1 ogni giornata. Mentre i centrali difensivi rischiano cartellini, i terzini sono meno propensi al malus, ma il loro voto in genere, se non sono in giornata, può calare più vistosamente, in quanto solitamente da un terzino ci si aspetta sia la fase difensiva che quella offensiva.

Analizziamo la composizione di un reparto difensivo tipo, uno schema da seguire in relazione alla strategia scelta, facendovi degli esempi di 8 giocatori da comprare:

  • Puntare sulla solidità dei centrali, anche in ottica modificatore : 3 TOP CENTRALI (ad esempio KOULIBALY, SKRINIAR, BONUCCI) per i quali spenderemo abbastanza, 1 TERZINO FORTE (ad esempio DE SILVESTRI del Torino ), 2 TERZINI MEDI ( ad esempio BIRAGHI della Fiorentina e S. LARSEN dell’Udinese) per alternare a seconda delle avversarie, 2 SCOMMESSE (ad esempio ROGERIO terzino del Sassuolo e RASMUSSEN giovane centrale dell’Empoli, impiegato anche in mediana)
     
  • Puntare sull’estro e gli assist dei terzini di spinta: 3 TOP TERZINI ( ad esempio KOLAROV, CANCELO, MARUSIC) per garantirsi almeno un +1 a partita, 1 CENTRALE FORTE (ad esempio N’KOULOU del Torino) da schierare nelle partite facili in casa o con squadre di bassa classifica, 3 DIFENSORI MEDI indistintamente terzini o centrali ( ad esempio VITOR HUGO della Fiorentina, HYSAJ del Napoli, MATTIELLO del Bologna) e 1 TERZINO SCOMMESSA ( ad esempio DI LORENZO dell’Empoli)
     
  • Attuare il gioco delle coppie”, puntando su poca diversificazione di squadre, coprendosi con i panchinari: 2 TOP CENTRALI E 1 RISERVA (ad esempio MANOLAS, DE VRIJ e la sua riserva MIRANDA, che talvolta può addirittura giocare insieme nella difesa a 3 o al posto di Skriniar), 2 TOP TERZINI E 1 RISERVA (ad esempio ALEX SANDRO, FLORENZI e la sua riserva KARSDORP), 1 DIFENSORE MEDIO-BASSO ( ad esempio l’ottimo CIONEK della Spal) e 1 SCOMMESSA ( ad esempio BASTONI del Parma, arrivato dall’Inter sul gong di mercato e al momento non titolare)
     
  • Cercare di fare una difesa equilibrata, dove garantiamo titolarità a discapito di qualche bonus (almeno sulla carta): 2 TOP CENTRALI ( ad esempio CALDARA e CHIELLINI, che andranno via a meno di DeVrij, Koulibaly ecc) 2 TERZINI FORTI  (ad esempio CRISCITO del Genoa e VRSALJKO dell’Inter) e 4 TITOLARI, di cui 2 TERZINI e 2 CENTRALI ( ad esempio come terzini SRNA del Cagliari e DIJKS del Bologna, mentre come centrali VICARI della Spal e GAGLIOLO del Parma).
Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
29/08/2018

pianeta news
21/09/18 ore: 20.30 SASSUOLO EMPOLI -
22/09/18 ore: 15.00 PARMA CAGLIARI -
22/09/18 ore: 18.00 FIORENTINA SPAL -
22/09/18 ore: 20.30 SAMPDORIA INTER -
23/09/18 ore: 12.30 TORINO NAPOLI -
23/09/18 ore: 15.00 BOLOGNA ROMA -
23/09/18 ore: 15.00 CHIEVO UDINESE -
23/09/18 ore: 15.00 LAZIO GENOA -
23/09/18 ore: 18.00 MILAN ATALANTA -
23/09/18 ore: 20.30 FROSINONE JUVENTUS -
25/09/18 ore: 21.00 INTER FIORENTINA -
26/09/18 ore: 19.00 UDINESE LAZIO -
26/09/18 ore: 21.00 ATALANTA TORINO -
26/09/18 ore: 21.00 CAGLIARI SAMPDORIA -
26/09/18 ore: 21.00 GENOA CHIEVO -
26/09/18 ore: 21.00 JUVENTUS BOLOGNA -
26/09/18 ore: 21.00 NAPOLI PARMA -
26/09/18 ore: 21.00 ROMA FROSINONE -
27/09/18 ore: 19.00 SPAL SASSUOLO -
27/09/18 ore: 21.00 EMPOLI MILAN -

© 2003 - 2018 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati - Fantacalcio è un marchio registrato da Quadronica s.r.l