Facebook

Pianeta Strategy: STRATEGIE VINCENTI FANTACALCIO

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2018/2019

PianetaTV
SCEGLI squadra
PIANETA STRATEGY : STRATEGIE PER VINCERE LA TUA LEGA PRIVATA
RUBRICA PIANETA STRATEGY
PIANETA STRATEGY
#PRESENZE #FANTACALCIO #TITOLARI #STAKANOVISTI

Scopriamo tramite le statistiche i più presenti in campo nel girone d'andata.

Scritto da

Mercato di riparazione Fantacalcio 18/19: gli stakanovisti, coloro che non ti lasceranno mai in inferiorit

Siamo a metà gennaio, ancora mancano due settimane di calciomercato e potrebbero arrivare ancora nuovi acquisti, che difficilmente cambieranno radicalmente le squadre. Anche se tutti noi un po' aspettiamo il "botto invernale", un nome capace di fare sognare tifoserie e fantallenatori, probabilmente non ci saranno grossi stravolgimenti e innesti con top player europei. Sostanzialmente, sia nelle aste tra amici che nel fantacalcio a listone, la possibilità che dà il mercato è quella di sostituire in questo ordine giocatori migrati all'estero o in serie minori, giocatori infortunati gravemente, panchinari e flop. In questo Strategy, aiutati dalle nostre statistiche sempre aggiornate e precise, vi aiutiamo a trovare i gregari, quei giocatori fondamentali per l'organizzazione di squadra, coloro che sono insostituibili dai rispettivi Mister. Per il nostro fantacalcio, soprattutto quelli ad 8 o più partecipanti e a listone, sono importantissimi.

In difesa sono ben 11 i giocatori che hanno giocato tutte e diciannove le partite. E' dal 2016 al Sassuolo che Acerbi non salta una partita, e anche il cambio di casacca diventata biancoceleste non ha cambiato la tradizione: il trentenne Francesco non ha alcuna voglia di riposare. Bellissima storia la sua, dopo aver sconfitto la malattia è sembrato rinato, e anche in zona bonus è diventato incisivo: ad oggi 3 gol per lui, e siamo solo a metà campionato! Continuando con gli uomini d'esperienza notiamo Silvestre, difensore centrale girovago che difende i colori empolesi, addirittura a 2 gol stagionali, una sicurezza per molti da prendere ogni anno nella propria fantarosa. Terzino nel giro della Nazionale invece è Biraghi, che nello scacchiere di Pioli è insostituibile, e con una fantamedia voto del 6,16 è molto appetibile.

Piacevole scoperta in ambito titolarità è Biraschi, arrivato in sordina al Genoa dalla serie B due anni fa e diventato leader della retroguardia rossoblu. Troost-Ekong e Stryger Larsen, due certezze della retroguardia bianconera dell'Udinese, che ha "ballato" un po' troppo ma ora sembra abbia preso le misure e amalgamato tutti i nuovi innesti. Due acquisti low cost sono Gagliolo e Iacoponi, difensori del Parma neopromosso che si stanno destreggiando dignitosamente in serie A, molto cinico davanti e solido dietro. Un'altra accoppiata di stakanovisti sono N'KoulouIzzo (che dovrebbe saltare la prossima per somma di ammonizioni), due sicurezze e talvolta portatori di bonus su inserimento da calci piazzati. Concludiamo il reparto difensivo con una bella rivelazione, dopo anni di anonimato, panchina e delusioni: ecco il terzino Murru, punto fermo della retroguardia di Giampaolo, che ha già sfornato 3 assist e le sue prestazioni stanno crescendo a vista d'occhio!

I centrocampisti insostituibili sono 7 invece, andiamo a scoprirli. I giocatori che le hanno giocate tutte e diciannove da titolari sono due insospettabili: parliamo di Chibsah del Frosinone e Fofana dell'Udinese, che fantacalcisticamente non sono molto appetibili (6,08 e 5,95 le loro fantamedie, un gol ciascuno realizzato), ma se volete due giocatori che portano a casa il voto ogni domenica avete trovato i mediani giusti. Il figlio d'arte Chiesa è un punto fermo della Fiorentina, qualsiasi modulo Pioli adotti, qualsiasi acquisto la dirigenza metta a segno, lui giocherà, la sua duttilità, la sua tecnica e il suo dinamismo sono indispensabili per i Viola. Piccola pecca: i bonus, solo 3 gol e 2 assist, che per un esterno d'attacco listato centrocampista e avere un costo non indifferente per le tasche dei fantallenatori non sono molti.

[IMMAGINE]

Sempre presente il fido Parolo, che dopo aver stregato due anni fa i fantallenatori con il suo poker al Pescara, continua ad essere uno dei più appetibili nelle aste iniziali, e le sue presenze unite ai buoni voti (fantamedia del 6,63 e 3 gol fatti) fanno di lui un top di reparto. Tre giocatori che hanno sempre timbrato il cartellino sono anche Lazovic del Genoa, consigliato da noi ad inizio anno nonostante partisse da fuori rosa con Ballardini, Ionita del Cagliari, piacevole sorpresa in quanto il moldavo non disdegna il bonus,e Zielinski,  nonostante Ancellotti attui sempre un folto turnover, le prestazioni di quest'ultimo però sono un po' sottotono dopo un'exploit iniziale.

Vediamo che tra gli attaccanti i punti fermi sono ben 9, e il nome di Ronaldo fa in un certo senso scalpore: ad inizio anno il dubbio legato al turnover pre-Champions è stato subito spazzato via a suon di gol e minuti, e anche nell'unica partita in cui è partito dalla panchina ha siglato un gol. Con lui come non citare il vice-capocannoniere rivelazione Piatek del Genoa, che ora è in balia del mercato, vedremo come si evolverà la situazione, intanto però dovrà scontare la squalifica per somma di gialli la prossima giornata. I veri stakanovisti però sono il duo italiano Belotti-Caputo, 19 su 19 da titolari! Il primo è capitano e trascinatore del Torino di Mazzarri, fulcro del gioco, tornato ai suoi livelli, fino ad ora autore di 7 gol, il secondo è la rivelazione tra le punte del campionato dopo Piatek, l'Empoli passa dai suoi gol e ha colpito pure contro le big come Juve, Milan e Napoli, realizzando un totale di 9 gol! Il bomber laziale Immobile è anche lui in testa a questa speciale classifica, accompagnato dall'altra punta centrale Simeone, il cui posto è ad oggi minato dall'arrivo del colombiano Muriel, attenzione, sarà convivenza o ballottaggio?

Politano, anche da subentrante, le ha giocate tutte, anche se quest'annata possiamo definirla sotto i suoi standard con solo due gol, mentre annata fino ad ora da incorniciare per il bomber dell'Atalanta Zapata, che ha iniziato malissimo come tutti gli orobici, per poi riprendersi come un diesel segnando un gol dietro l'altro e ora non si vuole più fermare. Concludiamo questo elenco con una rivelazione, il giovane Kouamè del Genoa, che giornata dopo giornata ha rubato il posto a Pandev e Favilli, affiancando il bomber polacco: il lavoro dell'ivoriano è messo in secondo piano dal cinismo di Piatek, ma vi assicuriamo che Kouamè è fondamentale per i meccanismi del Genoa, e il Napoli se n'è accorto e lo sta opzionando per l'anno prossimo.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
15/01/2019

#CALCIOMERCATO #TAGLI #FLOP #FANTACALCIO

Analizziamo i tagli fantacalcistici (inaspettati e non) da fare al più presto...

Scritto da

Mercato di riparazione Fantacalcio 18/19: fidarsi è bene, non fidarsi è meglio!

Tempo di bilanci e considerazioni, la prima metà di stagione è passata, rimangono ancora però tanti punti in palio, tutto ancora è in discussione! Si parla spesso della effettiva validità dei nuovi acquisti di gennaio e si va in cerca della nuova rivelazione (Zaniolo docet), ma oggi invece analizzeremo invece coloro che potremmo sacrificare in scambi e tagliare per recuperare crediti. L'acquisto di nuovi giocatori nelle aste tra amici non dipende da noi, ma la scelta dei sacrificati nella nostra rosa quello sì. Escludendo i giocatori che giocoforza dovremo sostituire causa infortuni lunghi (vedi i vari Grassi, Castro, Caldara,ecc..), analizziamo gli scarti da fare a gennaio!

Iniziamo dai portieri, dove la prima "porta girevole" è capitata a Gomis, che dopo aver battuto il dualismo con Milinkovic-Savic ad inizio anno, si è visto arrivare davanti l'esperto Viviano, che non è assolutamente intenzionato a fare da vice al collega senegalese. In molte fantarose poi un acquisto gettonato è stato quello di Ospina, portiere del Napoli che ha difeso i pali partenopei per i primi mesi, alternandosi nel turnover ancellottiano tra l'altro con Karnezis. Da dicembre è tornato Meret, portiere designato titolare a luglio fermato da un grave infortunio alla spalla, e non sembra intenzionato a lasciare i pali domenicali. A meno che non abbiate comprato il pacchetto dei tre napoletani, il consiglio è di tagliarlo, oppure al massimo, formare il pacchetto intero con gli altri due, sicuramente almeno Meret.

Capitolo difensori. Le presenze per Molinaro sono state 8, tutte nelle prime 9 giornate, con una fantamedia insufficiente del 5,56. Il Frosinone sembra abbia trovato con Beghetto, Zampano e Ghiglione un parco esterni rodato nel 3-5-2, l'esperto difensore ex Juventus e Torino non troverà più spazio, non dimenticandoci che la società ciociara potrebbe intervenire sul mercato. I fantallenatori che hanno sperato di trovare ad inizio anno in Spolli e Peluso dei titolari sicuri puntando sulla loro esperienza, consapeveli che i voti sarebbero comunque stati bassi, hanno fallito anche in quello: la gioventù che avanza, Romero tra i rossoblu e i vari difensori neroverdi, stanno trovando continuità, virate altrove se cercate dei tappabuchi e tagliate i due giocatori, non facendovi ingannare dalle trattative che li vedono coinvolti nel calciomercato di gennaio!

Avete acquistato l'estone Klavan del Cagliari basandovi sul curriculum del giocatore? L'ex Liverpool è da tagliare assolutamente, oltre ai brutti voti raccolti (fantamedia 5,85), anche la titolarità verrà messa in discussione. Altro consiglio spassionato? Mario Rui probabilmente sta soffrendo il turnover di Mister Ancellotti, le sue presenze (solo 10 da titolare) sono state macchiate da 3 ammonizioni e 1 espulsione all'Allianz Stadium, sintomo che gli manca la fiducia data dalla continuità: a quel prezzo si trovano tanti difensori titolari e da bonus, sacrificatelo senza problemi!

Reparto molto interessante è il centrocampo, dove troviamo diversi giocatori che hanno perso appeal fantacalcistico. Neanche a dirvelo, Halilovic non avrà mai più chances da parte di Gattuso, tagliatelo finchè potete. Il trequartista serbo Djuricic, nonostante De Zerbi lo abbia voluto caldamente dopo l'esperienza al Benevento insieme, non sembra avere convinto, molte insufficienze e una difficile collocazione tattica, meglio toglierlo dalle fantarose, sarebbe praticamente inutile possederlo, solo 6 presenze da titolare ad oggi. Il Parma siamo sicuri opererà sul mercato, la piazza è appetibile, quindi per completare l'attacco che vede inamovibili Gervinho e Inglese, arriverà un esterno/attaccante di livello: lo spazio per Biabiany si restringerà, se ci avete scommesso ora potete svincolarlo.

[IMMAGINE]

Nel Torino di Mazzarri sembra non esserci spazio per il jolly Berenguer, per lui dalla dodicesima giornata solo panchina; il tecnico predilige sulle fasce esterni difensivi, e con l'exploit di Aina e il ritorno di Ansaldi dall'infortunio oltre alla certezza De Silvestri, le turnazioni sono complete. Considerando poi in attacco che Zaza scalpita e se non gioca da subito, entra a partita in corso praticamente sempre, il folletto Berenguer, nonostante i suoi ottimi colpi, vedrà molto meno il campo.

A malincuore saremo costretti a tagliare il campione del Mondo 2006 De Rossi: i vari problemi fisici che lo attanagliano non danno sicurezze, meglio puntare fantacalcisticamente ad altri obbiettivi, non ce ne voglia il nostro Daniele, ma il fantacalcio va oltre il cuore! Vera delusione in mediana è stato Pasalic: il centrocampista orobico dopo essere partito forte con un gol e un assist nelle prime due giornate, non ha più inciso e ha trovato sempre meno spazio, e nelle gerarchie è dietro sia alla cerniera mediana De Roon-Freuler che ai trequartisti Gomez e Ilicic. A quel prezzo troviamo giocatori molto più titolari ed efficaci in campo di bonus. Discorso simile per Stulac, rivelazione dello scorso anno in cadetteria, ancora a 0 bonus fino ad ora e titolarità persa in luogo di Scozzarella. Ultimi due nomi altisonanti: Barak, vera rivelazione degli anni precedenti con sole 5 presenze quest'anno, e Hamsik, arretrato notevolmente in campo e poco incisivo fantacalcisticamente: tagliamoli entrambi e recupereremo molti crediti, non si vince con i ricordi felici il fantacalcio!

Passiamo all'ultimo reparto, quello degli attaccanti, in cui sono molti meno i dubbi. Iniziamo da Favilli, golden boy juventino che fece tanto bene nella tourneè americana estiva, ma chiuso dal talento di Kouamè e dal letale Piatek, oltre che dall'esperienza di Pandev. Per lui 4 volte a voto e un assist, peccato, ma non vediamo prospettive rosee in serie A per questa stagione almeno. Chi ha puntato ad inizio anno su Perica, indicato sicuro titolare nel neopromosso Frosinone, non vedrà l'ora di tagliarlo: insufficienze su insufficienze, fino a perdere il posto e rimanere fisso in panchina. L'acquisto di Djordjevic è stato quasi sicuramente legato a quello di Stepinski, in ballottaggio ad inizio anno: la tenuta fisica precaria, la ruggine per essere stato fermo mesi e mesi, unite al ritorno in auge del sommo Pellissier e alla riproposizione di Meggiorini, fanno sì che tenere in rosa il serbo è pressochè inutile.

Un sacrificio utile quanto doloroso è quello di Callejon, 4 assist e 0 gol per lui quest'anno, vera e propria freccia devastante con Sarri (e titolare inamovibile), esterno di centrocampo normalissimo con Ancellotti: può essere utilissimo tagliarlo per recuperare tanti crediti e può essere inserito in vantaggiosi scambi. Amate il rischio? Defrel non sarà più fantacalcisticamente appetibile: la concorrenza di un Caprari in formissima, e l'arrivo probabile di un altro attaccante di spessore (dopo la cessione di Kownacki, si parla del ritorno vicino di Gabbiadini e di un fantasioso accostamento a Balotelli) renderà il ventisettenne molto meno utile nelle nostre fantarose. 

 

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
08/01/2019

#ZANIOLO N. #GHIGLIONE P. #RADU I. #PERIN M.

Analizziamo i giocatori che dai margini della rosa sono diventati ottime opportunità...

Scritto da

Da Ghiglione a Zaniolo, non chiamateli riempilista!

Nel fantacalcio a listone, dove devi comporre una rosa di 25 giocatori a tua scelta con un budget limitato, occorre direzionare mirare due tipi di uomini: coloro che ci aiuteranno a raggiungere la vittoria finale e coloro che invece compreremo solamente perchè hanno quotazione bassa e non calcoleremo mai nel momento in cui decideremo gli undici della domenica.

La strategia di base infatti è avere già in mente una formazione tipo, ossia avere un tot di giocatori che garantiscono sia titolarità che potenziali bonus, mentre utilizzeremo altri giocatori solamente per riempire i buchi in lista. Questi calciatori sono nella maggior parte dei casi aggregati dalla primavera, che devono mostrare il loro valore allenamento dopo allenamento, sperando di entrare nelle grazie dell'allenatore. Vediamo coloro che "ce l'hanno fatta", ossia sono partiti da quotazioni minime e hanno stupito tutti, meritando la considerazione di Mister e fantallenatori!

Partiamo dai portieri una scelta abbastanza prevedibile, e che sicuramente anche nelle aste tra amici avete fatto, è quella di prendere Perin, "secondo sulla carta" portiere della Juventus. L'arrivo del giovane italiano aveva sollevato qualche dubbio, avendo in porta un altro portiere già affermato e che l'anno precedente ha vissuto sotto l'ombra di Buffon per raccogliere l'eredità quest'anno. Il prezzo iniziale di soli 2 crediti ha stuzzicato l'idea di molti, in quanto si prevedeva avrebbe comunque giocato qualche partita, considerato il valore assoluto dell'estremo difensore ex Pescara e Genoa.  Fino ad ora 4 presenze e solo 1 gol subito, non male come scelta, sapendo poi che Allegri spesso annuncia la sua titolarità prima della gara. Balzo importante poi anche per Radu del Genoa (quotazione iniziale 1), che ha approfittato della poca sicurezza dell'ex Lazio Marchetti per spodestarlo e difendere costantemente i pali rossoblu. Anche Gomis della Spal (quotazione iniziale 2) ha conquistato il posto da titolare, ma ora le voci di un ritorno in Italia di Viviano rischiano di farlo scivolare nelle gerarchie biancoazzurre.

[IMMAGINE]

In difesa l'exploit di Gianluca Mancini è sotto gli occhi di tutti: preso da molti come riserva di uno dei centrali bergamaschi, è passato grazie ai suoi 4 gol e 1 assist ad essere un punto fermo della difesa del Gasp (quotazione schizzata da 5 a 17!). Non dimentichiamoci del giovane Romero, quotato 2 crediti inizialmente, ha tolto il posto ad un attempato Spolli e comanda la difesa del Genoa, rischiando qualche intervento "al limite", ma dando ordine e impostando l'azione con una sicurezza da veterano. Per lui 11 presenze da titolare e anche un gol. Altro caso simile è quello di Giangiacomo Magnani del Sassuolo, che acquistato ad agosto sempre a 2 crediti avrebbe già garantito 12 presenze e un assist. Altri due outsider sono Bastoni (q.i 2) e Calabresi (q.i. 3) rispettivamente difensori centrali di Parma e Bologna, che stanno dimostrando il proprio valore nonostante la giovane età, panchinando giocatori più esperti e navigati. Attenzione a Ghiglione, difensore esterno del Frosinone, che nelle ultime due partite ha scalzato Zampano e ha ben figurato, quotazione iniziale a 1, ora a 2 vera e propria occasione low cost per completare il reparto.

In mediana troviamo diverse rivelazioni, che se acquistate a tempo debito potranno rivelarsi molto utili. Il caso più eclatante è quello di Zaniolo, che abbiamo iniziato a conoscere al momento della convocazione inaspettata in Nazionale maggiore di Mancini. Fino a quel momento, non aveva ancora difeso la maglia della prima squadra giallorossa, e a tutti alla lettura dei convocati azzurri ci è scappato un sorriso. Niente pazzie, Di Francesco avrebbe dato lui fiducia poco più avanti da titolare al Bernabeu in Champions, e complici gli infortuni di Pastore e Pellegrini, anche in campionato, dove ora sembra inamovibile sulla trequarti, grazie alle sue magistrali prestazioni. Il prezzo è ancora in saldo (6) ma chi lo ha acquistato a 1 ora esulta! Bene anche Traorè dell'Empoli, migliore in campo proprio l'ultima contro l'Inter, che con i suoi 4 crediti iniziali avremmo investito su un giocatore che sicuramente si imporrà nel nostro campionato: per lui già 16 presenze, 11 da titolare!

In attacco, l'acquisto più prolifico tra i low cost iniziali, è quello dell'ex Inter Pinamonti, in forza ora al Frosinone, che alla ricerca della salvezza, spera nei gol del fresco attaccante che anche subentrando dalla panchina può essere decisivo, vedere gol alla Spal. Quotato inizialmente 3, ha scalato le gerarchie ed ora è una prima scelta, già 2 gol e 11 presenze totali. Altro giocatore "riempilista" che è stato già sfruttato molto è Leris , franco-algerino del Chievo, jolly per Mister Di Carlo che lo ha impiegato spesso esterno, quotato inizialmente 2 ha già trovato 9 presenze, di cui 5 da titolare, ottimo per chi cerca un low cost che possa andare a voto, e chissà, magari trovare anche qualche bonus.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
03/01/2019

#MIRALLAS K. #LA GUMINA A. #PELLISSIER S. #CAPRARI G.

I 4 (ex) panchinari di lusso che rivedono il campo dopo tante panchine

Scritto da

Da Mirallas a Pellissier, da La Gumina a Caprari: riecco la luce al fantacalcio!

Nel calcio, come nella vita, a volte basta aspettare il proprio momento e sfruttarlo, e tutto può cambiare. Nel fantacalcio il discorso è lo stesso, e passare da riserva a titolare fisso è un attimo. Di certo sono stati ricompensati i fantallenatori che hanno puntato su Antonino La Gumina, giovane attaccante ventiduenne proveniente dal Palermo, autore di un esaltante finale di stagione con la maglia rosanero. I sogni dei siciliani si sono infranti contro gli sconcertanti avvenimenti dello Stirpe, che hanno sancito la vittoria dei playoff di serie B da parte del Frosinone; i sogni di massima serie di Antonino La Gumina sono divenuti comunque realtà. L'Empoli, anch'esso neopromosso, cede bomber Donnarumma, devastante in cadetteria, e investe sul talento del giovane La Gumina, tra gli scetticismi dell'ambiente. Con una spalla esperta come Caputo, ci si aspettava subito un ottimo impatto, ma Andreazzoli, dopo avergli concesso qualche chance da titolare, ha iniziato a panchinarlo, preferendo giocare con un trequartista in più, che rispondeva al nome di Zajc. Con l'arrivo di Iachini, la situazione si è ribaltata, e La Gumina, da arma in corso d'opera, è tornato a guidare l'attacco empolese, e con Caputo hanno raggiunto un'intesa perfetta, e il malcapitato Zajc, che non aveva nemmeno fatto così male, ha preso il suo posto come prima scelta dalla panchina. Due gol, due assist in 15 presenze (9 da titolare), e il bottino sembra destinato ad aumentare.

Rivelazione delle ultime due settimane è il belga Kevin Mirallas: il trentunenne ex Everton e Olympiakos è arrivato alla Fiorentina in estate sotto traccia, venendo subito etichettato come " buon rincalzo", visto la gioventù incalzante dei vari Chiesa, Simeone, Pjaca e Gerson. Dopo due presenze da titolare nelle prime tre giornate, senza incidere, ha perso subito il posto, diventando come La Gumina una carta da schierare nella ripresa con le squadre lunghe. Prestazioni altalenanti, senza bonus, fino alla rimonta della settimana scorsa contro il Sassuolo, siglando il 3-3 al 96esimo. Altra opportunità nei primi undici anche nel derby contro l'Empoli: fiducia ripagata, altro gol e prestazione convincente. Il titolare ora sembra lui: Pjaca e Gerson in rotta con la società, la sua presenza negli undici sembra certa, per la gioia dei fantallenatori che hanno creduto in lui.

[IMMAGINE]

Importante scalata anche per Gianluca Caprari, attaccante della Sampdoria, rimasto in estate, anche dopo l'arrivo di Defrel, Saponara e la consacrazione del giovane Kownacki. Stagione precedente non troppo esaltante, con soli 4 gol in 32 presenze, le premesse fantacalcistiche non erano le migliori. Solo 6 presenze da titolare, ma sapute sfruttare con abilità, 2 gol e 2 assist, e proprio ultima prestazione importante contro il Parma in casa. Sicuramente il ballottaggio con gli altri attaccanti rimane vivo, ma nelle gerarchie di Giampaolo e di tutti i fantallenatori sta risalendo prepotentemente.

Concludiamo la nostra analisi delle riserve di lusso con un giovanotto, l'ancora di speranza per la salvezza clivense: Sergio Pellissier. La sterilità offensiva della squadra veneta, unita al momento difficile a livello di risultati, hanno portato mister Di Carlo a rispolverare il bomber esperto che alla soglia dei 40 anni ha ancora un ottimo fiuto del gol, testimone i gol a Milan e Lazio. Ultime tre partite da titolare, sembra che Sergio voglia dimostrare ancora al calcio italiano che può dire ancora la sua. L'impresa salvezza del Chievo Verona può passare dai suoi piedi, e a noi fantallenatori piace sognare con lui!

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
17/12/2018

#AMMONIZIONI #ESPULSIONI #CARTELLINI #DIFENSORI

Scopriamo i 5 giocatori di difesa dal giallo facile in questa stagione

Scritto da

I ' furbetti ' del cartellino: i 5 difensori da evitare di prendere al fantacalcio

La linea sottile tra un pareggio, vittoria o sconfitta al fantacalcio è spesso condizionata dai più piccoli malus esistenti: i cartellini. I giocatori più inclini sicuramente alla sanzione dell'arbitro sono i difensori, ossia coloro che devono difendere con accortezza e tenacia la porta della propria squadra, con ogni mezzo, talvolta con le maniere forti. Tackle duri, falli tattici, perdite di tempo, e da poco anche l'introduzione del VAR: al direttore di gara ora non sfugge niente, e le sanzioni sempre più severe. Tramite le nostre accuratissime statistiche analizziamo i cinque "bad boys" delle difese italiane, che al fantacalcio partono già con il mezzo voto in meno!

Il "furbetto" del cartellino al comando della nostra speciale classifica è Felipe, uno dei tre arcigni difensori della Spal di Mister Semplici. In 14 presenze è stato ammonito ben 8 volte, e ha già saltato una partita per squalifica! L'esperto difensore che calca i nostri campi della penisola dal lontano 2002/2003, con l'avanzare dell'età ha aumentato anche la propensione al cartellino: nel 2015/2016 record personale con 11 gialli e 1 rosso in 25 presenze, record che quest'anno continuando con questo ritmo, potrebbe infrangere facilmente. Nonostante ciò è un perno della difesa spallina, titolare inamovibile fino ad ora, unico problema la fantamedia voto del 5,46, ed è restio a bonus. Unico +1 proprio la scorsa giornata, ossia la spizzata per Petagna contro il Genoa, ma probabilmente sarà una goccia nell'oceano.

Al secondo posto troviamo invece un difensore fantacalcisticamente valido, anzi solitamente consigliato, ossia Domenico Criscito, capitano del Genoa e titolare sicuramente in molte fantasquadre. Quest'anno ha regalato anche tre assist, ma ciò quando giocava esterno: ora per esigenza tattica e mancanza di alternativa gioca nel terzetto difensivo, e la sua fantamedia e propensione al bonus ne risentono. Per lui 6 ammonizioni e 1 espulsione (un po' troppo generosa a 10 minuti dal fischio d'inizio) proprio nell'ultima gara contro la Spal. Sicuramente in questa speciale classifica, è quello più inaspettato, la sua fantamedia voto del 5,93 ne è testimone.

[IMMAGINE]

Sul gradino più basso del podio c'è un trio di difensori centrali. Un altro difensore con una buona fantamedia (5,90): stiamo parlando del giovane Calabresi, che si è guadagnato il posto da titolare nel frastornato Bologna e si è imposto come piacevole sorpresa di serie A. Il problema del ragazzo è la facilità con cui viene redarguito dall'arbitro: in 10 presenze, 5 ammonizioni, e un gol contro il Torino con una bellissima azione personale. Negli ultimi match ha avuto un calo preoccupante, deve migliore la pulizia degli interventi in gara, siamo sicuri che il ragazzo abbia la stoffa giusta per diventare un ottimo difensore.

Sempre con 5 ammonizioni, ma in 14 partite, troviamo Vitor Hugo della Fiorentina: il difensore brasiliano, che ha preso nella squadra viola fisicamente in campo il posto dello sfortunato Astori, è un giocatore difensivamente valido, ma con il vizio del cartellino. Per lui una fantamedia voto del 5,75, complice anche qualche sbandata della squadra toscana negli ultimi due mesi. 

Citazione ultima, stesse partite e stesse ammonizioni di Vitor Hugo, per Luca Rossettini, giocatore che guida la retroguardia del "malconcio" Chievo Verona. L'esperto difensore che ha girovagato tra le medio-piccole squadre di serie A, è un baluardo della retroguardia, l'ultimo che alza bandiera bianca, ma uno dei più ammoniti in serie A. Nel 2014/2015 ha raggiunto ben 12 ammonizioni con il Cagliari! Sicuramente un difensore che in ottica fantacalcio risulta poco utile, la sua fantamedia voto del 5,39 è drammatica, ci auguriamo per lui e per il Chievo un veloce cambio di rotta. 

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
11/12/2018

#SCOMMESSE #FLOP #QUOTAZIONI #STRATEGIA

Guida ai flop che potrebbero riprendersi dopo un autunno sottotono.

Scritto da

Saldi anticipati e affari a bassa quota, scommettiamo che...?

Conclusi ormai i primi turni di coppe europee e scelte ormai le formazioni tipo delle venti squadre di serie A, possiamo fare già qualche bilancio e utilizzando le quotazioni aggiornate analizziamo le mosse da compiere nel breve periodo per sorprendere gli avversari. Esaminiamo in particolare i "crolli" peggiori delle quotazioni iniziali, l'andamento di quei giocatori dai quali ci si aspettava titolarità e bonus, ma che hanno regalato solamente malus e presenze esigue, rovinando i piani iniziali accuratamente studiati da noi fantallenatori.

Iniziamo dai portieri, dove ci sono poche sorprese sostanzialmente: comanda questa particolare classifica Alex Meret, portiere del Napoli ex Udinese e Spal, promessa del calcio italiano. Sfortunato è dir poco: Ancelotti e tutta la città partenopea puntava sull'exploit del giovane numero 1, ma un brutto infortunio al braccio in estate ha scombinato i piani. La chioccia Karnezis e l'acquisto dell'ultimo minuto Ospina hanno tamponato la situazione, e Alex Meret, inizialmente quotato 13 e ora valutato 8, ora è guarito e vuole riprendersi ciò che a luglio era suo privilegio: difendere i pali del Napoli e dare sicurezza ad una retroguardia spesso bucata. Menzione particolare anche per Provedel, che dopo un iniziale quotazione di 8, ha perso il posto da titolare in luogo di Terracciano, autore di ottime prestazioni come quella con il Milan. Valutato ora 6, da altrettante partite è stato ripescato prima da Andreazzoli e poi da Iachini: ora l'Empoli ha ingranato, e Provedel vuole esserne il protagonista, ottimo portiere in ottica modificatore.

In difesa svalutazione importante per Ghoulam, forte terzino del Napoli in ripresa dai terribili infortuni al ginocchio, prima il crociato e poi la rotula, che lo tengono fermo da circa un anno. La sua valutazione è passata da un eccessivo 14 a un invitante 9: la società campana non vuole rischiare nulla visti i precedenti sfortunati, l'inserimento del calciatore dovrà essere graduale. Faouzi Ghoulam potrebbe essere l'arma in più del 2019, e conoscendo il suo potenziale e con il prezzo più accessibile, puntare sul terzino franco-algerino è più che una semplice scommessa.

Caso analogo è quello di Andrea Conti, terzino del Milan tanto atteso da oltre un anno dopo la rottura del crociato e la sua ricaduta, è secondo in questa speciale classifica: prezzo di acquisto da 14 a 10, e la piena emergenza infortuni in tutti i reparti del Milan, lo vedono favorito per inserirsi il prima possibile. Tra i non lungodegenti troviamo un calo non indifferente di Andrea Masiello, che complice l'età e la poca costanza dell'Atalanta di questa annata, non sta rendendo come l'anno precedente. Contro l'Empoli addirittura un autogol, prezzo calato da 16 a 13 da inizio anno, ora risulta più accessibile: il forte difensore centrale siamo sicuri si riprenderà. Ultimo nome consigliato è l'interista Vrsaljko, anche lui tempestato di infortuni di piccola entità, non ha ancora trovato continuità: da 13 a 11, per un terzino portatore di bonus che gioca in una big, è un prezzo onesto e intrigante.

[IMMAGINE]

Passiamo al centrocampo, vero e proprio enigma fantacalcistico dell'anno: probabilmente non c'è un vero e proprio top player di reparto, tra cambi ruolo e performance al di sotto delle aspettative, le scelte low cost la fanno da padrona. Ecco perchè è il momento di puntare al sergente Milinkovic-Savic. Il top player di inizio anno, pur giocando tutte le partite, ha visto la propria quotazione precipitare da 29 a 21: la Lazio non può permettersi di svalutarlo o panchinarlo, quindi il serbo, fresco di rinnovo, vuole e deve tornare a stupire tutti. Il prezzo è più consono, tentar non nuoce!

Altra fantadelusione è Hakan Calhanoglu, il cui prezzo di acquisto è calato da 23 a 18: il Milan ha faticato a trovare una quadra, e gli infortuni hanno falcidiato la rosa di Gattuso. Il turco, con il suo piede educato, può trovare bonus da un momento all'altro, confidiamo in una rinascita del fantasista che staziona al momento in fascia, lontano dalla porta, ma più propenso agli assist. Altro nome da tenere d'occhio è quello di Douglas Costa: il fulmine brasiliano è l'arma in più di Allegri, ha pagato la lunga squalifica per il vergognoso sputo a Di Francesco. L'allenatore della Juventus, lo ha spesso utilizzato a gara in corso per spaccare le partite, la sua velocità è devastante. Sicuramente nella seconda parte di stagione avrà maggiore spazio tra turnover e defezioni. Si è già riposato abbastanza per le 5 gare di squalifica, il suo prezzo è in saldo (da 27 a 22): approfittatene!

Il reparto offensivo vede i soliti bomber dominare la scena, più alcune liete sorprese come Piatek che sono gettonatissime. Tra i giocatori in stock non possiamo che notare Edin Dzeko, che possiamo soprannominare "bello di notte": in Champions ha siglato con una regolarità disarmante, mentre in campionato sta arrancando ed è fermo a 2 gol, la sua quotazione da 34 è passata a 26! In più un infortunio tormenta l'attaccante bosniaco: entro Natale dovrebbe però essere in campo: approfittatene ora, Dzeko tornerà a segnare regolarmente da gennaio in poi.

Un altro top player deprezzato è la Joya Paulo Dybala: da 37 a 32, poco più dei meno prolifici Suso e Belotti, vedrete che il talento numero 10 della Juve incanterà e segnerà trascinato dall'entusiasmo bianconero. Se Simeone sta diventando un caso sconcertante (da 26 è passato a 19!), abbiamo fiducia in un altro attaccante svalutato: stiamo parlando del neoazzurro Kevin Lasagna, che da 23 è arrivato a 20, causa infortuni e sterilità offensiva dell'Udinese. Il nuovo allenatore Nicola ha subito chiarito di voler puntare sull'attaccante ex Carpi e attuale capitano bianconero, giocando poi a due punte trarrà molto vantaggio. Concludiamo con una scommessa: Luis Alberto. Il prezzo non è dei più allettanti, ma 23 crediti contro i 29 iniziali sono una cifra onesta per puntare su un giocatore che, se dovesse tornare ai livelli dell'anno precedente, farebbe le nostre fortune al girone di ritorno al fantacalcio.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
04/12/2018

#DZEKO E. #SIMEONE G. #ZAPATA D. #STATISTICHE

Studiamo i numeri della stagione dei tre centravanti che fanno penare i fantallenatori

Scritto da

Li chiamavano bomber: Dzeko, Simeone e Zapata, chi uscirà per primo dalla crisi?

Il campionato di serie A, come previsto ad inizio stagione, sembra a senso unico: le aspettative di una supremazia indiscussa della corazzata Juventus sono state confermate, e il distacco con le inseguitrici aumenta di giornata in giornata. Ronaldo C. è vicecapocannoniere del campionato per la gioia dei fantallenatori che hanno investito tanto su di lui, scavalcato solamente da un Piatek in stato di grazia, mentre i vari Icardi, Immobile, Higuain e Insigne, chi più e chi meno sono prossimi alla doppia cifra. Al contrario, tre bomber che ad inizio stagione sono stati pagati profumatamente nelle fanta-rose italiane, stanno deludendo le attese, creando malumori e disperazione a coloro che hanno puntato su di loro.

Caso eclatante è quello di Edin Dzeko, punta di diamante della Roma di Di Francesco: l'ariete bosniaco è fermo a 2 gol in campionato su 12 presenze, e la sua fantamedia del 6,00 (sì, tenendo conto dei bonus!) è allarmante. Dopo aver siglato all'esordio contro il Torino, il bosniaco ha collezionato insufficienze sino al gol nella poco convincente vittoria contro l'Empoli, per poi continuare il digiuno in serie A fino a domenica scorsa. La Roma in Champions League invece sta seguendo un cammino molto positivo, con Dzeko che in 4 partite ha siglato ben 5 gol! Come spiegare questa situazione da Dr. Jeckyll e Mr. Hyde? Come abbiamo visto l'anno scorso, dove i giallorossi arrivarono in semifinale di Champions, la Roma in Europa trova maggiori stimoli, mentre in campionato, tra turnover obbligati e qualche disattenzione di troppo, si sono persi troppi punti per strada.

Inoltre Schick reclama spazio: uno dei più grandi investimenti giallorossi non può rimanere in panchina tutte le partite, sia per non sfiduciarlo, sia per non svalutare il prezzo del talentino ceco. Siamo convinti che Dzeko si rifarà anche in campionato, arrivando agevolmente alla doppia cifra, ma molto dipenderà anche da Di Francesco e dalla sua gestione del gruppo. Aspettiamo Edin con ansia.

[IMMAGINE]

Altro giocatore decisamente sottotono è Giovanni Simeone, figlio d'arte sul quale la Fiorentina ha scommesso già dall'anno precedente per guidare l'attacco della squadra toscana. Il "Cholito" è fermo ad un solo gol all'attivo, nella seconda giornata di campionato nella goleada contro il Chievo Verona. Escludendo altre due sufficienze risicate contro Sampdoria e Spal, l'attaccante argentino ha deluso in ogni partita, collezionando 5 con una regolarità disarmante: 13 presenze per lui, un solo gol e un assist, e una fantamedia horror del 5,81.

Le alternative come punta centrale per Pioli mancano purtroppo, e probabilmente un po' di sana concorrenza gioverebbe al giovane attaccante, "panchinato" un'unica volta solamente da un abulico Mirallas adattato centralmente. Prima di Natale, la Fiorentina troverà di fronte Juventus e Milan, non certo occasioni ghiotte per sbloccarsi: il mercato invernale si avvicina, e la Fiorentina vorrà sicuramente curare la sterilità offensiva, attenzione alla svalutazione importante.

Un'ultima citazione per Duvan Zapata, attaccante colombiano neoacquisto dell'Atalanta, che ha tardato ad ingranare, un po' come tutta la squadra bergamasca. La punta nerazzurra ha giocato solamente 8 partite da titolare e 5 da subentrato, alternandosi a partita in corso con il gambiano Musa Barrow, rivelazione del finale di campionato 2017-18. Per il primo ed unico gol fino ad ora abbiamo dovuto attendere la giornata numero 11 contro il Bologna, e con l'ultimo assist nella sconfitta di domenica contro l'Empoli, sono 3 i passaggi finali decisivi per i compagni. La fantamedia non è da buttare, un 6,69 dignitoso, complice una "garra" e un'accelerazione in campo che ha pochi eguali. Però, da che mondo e mondo, l'attaccante deve segnare: 1 unico gol è un magro bottino per una punta acquistata per fare il salto di qualità. Fiducia in Gasperini, nella sua Atalanta piena di giovani, e soprattutto in Zapata, potrà arrivare agevolmente in doppia cifra. 

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
27/11/2018

#BOMBER #PANCHINA #FANTASCOMMESSE #FANTACALCIO

Bomber di scorta ancora inespressi ma con potenziale in crescita

Scritto da

Quando il gol non va in panchina: i 5 subentranti outsider da poterci scommettere in lega!

È ormai assodato che per essere competitiva su ogni fronte una squadra non può contare solamente sugli undici che scendono in campo dal primo minuto, anche chi entra dalla panchina ricopre, nel calcio moderno, un ruolo cruciale. Spesso sono una vera e propria arma per gli allenatori che, a partita in corso, ne sfruttano la freschezza e soprattutto la capacità di essere incisivi nei minuti finali dei match.

Il caso più eclatante che si è presentato quest’anno nella nostra Serie A è, senza ombra di dubbio, quello di Riccardo Orsolini (fanta media 6,89), con solo 2 presenze da titolare e ben 9 subentri a partita in corso; fin ad ora ha collezionato 2 gol e e 1 assist (ancora pochini), ma la sensazione è che, ad ogni suo ingresso in campo, qualcosa di meraviglioso può sempre partire dal suo mancino educatissimo...Pippo Inzaghi lo sa bene! Orsolini è un’ottima opzione per completare il vostro parco attaccanti, 5°/6° slot di una lega a 10 partecipanti, praticamente sempre a voto.

Altre caratteristiche, invece, per Alberto Paloschi (fanta media 6,75) che quest’anno a Ferrara sta cercando di ritagliarsi il suo spazio, ma non è facile quando davanti hai capitan Antenucci e un Petagna in ottima forma. Nonostante le difficoltà iniziali, Paloschi si è sempre fatto trovare pronto da Semplici quando è stato chiamato in causa; subentrato 5 volte su 8 presenze complessive, ha raggiunto fino ad ora quota 2 gol, considerando che la Spal non segna tantissimo è già un bel risultato. Proprio per quest’ultimo motivo l’attaccante di scuola Milan forse non fa propriamente al caso nostro, possiamo concedergli il 6° slot attaccanti in una lega a 10 partecipanti.

[IMMAGINE]

In rampa di lancio il classe ‘99 Andrea Pinamonti (fanta media 8,33), nelle ultime partite (5 presenze, 4 da subentrato, 2 gol) ha dato una grossa mano ai ciociari, andando in gol addirittura al primo pallone toccato dal suo ingresso in campo. L’ultima perla proprio nell’ultima di campionato prima della pausa Nazionali ha regalato un punto prezioso per la salvezza del Frosinone. Il bomber di scuola Inter ha davanti un simbolo del Frosinone come Daniel Ciofani, difficilmente lo vedremo in campo dal 1’, per questo rappresenta una scommessa troppo azzardata per i fantallenatori, anche per la fragilità della squadra ciociara.

L’inizio di stagione sottotono del fantasista laziale Luis Alberto, ha regalato un importante minutaggio all’ecuadoregno Caicedo (fanta media 6,9), che da semplice alternativa di coppa pian piano sta diventando la spalla di Ciro Immobile. Solo 7 presenze, un assist e un gol al momento, colpa anche dell’infortunio muscolare che lo sta limitando. In prospettiva potrebbe essere l’arma in più per i suoi possessori al fanta, Mister Simone Inzaghi si fida di lui e la stagione opaca del suo centrocampo (vedi Milinkovic-Savic e del già citato Luis Alberto) potrebbe portarlo ad usare con più frequenza il 3-5-2, certamente più offensivo, che vedrebbe l’attaccante dell’Equador addirittura titolare. Crediamo che il 5° slot attaccanti in una lega a 10 partecipanti sia la giusta collocazione per Caicedo.

Acquistato nelle ultime ore di mercato dal Torino, Simone Zaza (media fanta 6,19) lasciava pensare ad un trio di qualità dalla cintola in sù per il Toro, con Iago Falque a giostrare dietro Zaza e il Gallo Belotti, ma le idee di Mazzarri sono state ben diverse… Costantemente in panchina, Zaza ha dimostrato grinta e voglia di fare quando è entrato a gara iniziata; un solo gol fatto, ma pensatissimo, contro il Chievo all’88esimo, così come pesante è stato il suo unico assist nella vittoria casalinga contro il Frosinone. L’elevata quota di base lo rende di certo meno appetibile rispetto ad altri, il consiglio è questo: tenetelo in rosa fino a Gennaio...in caso di cambio allenatore, oggi ipotesi improbabile, può dire la sua.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
21/11/2018

#SCAMBI #FANTAMERCATO #ANALISI #ASTA

Rispondiamo ad alcune domande dei nostri utenti in queste ore di scambi frenetici

Scritto da

Scambi (im) possibili: Piatek-Caputo, Mancini-Bonucci e Chiesa-Ilicic. Quali accettare e perchè?

Arrivati a questo punto del campionato ci si chiede se sia già il caso di cambiare qualcosa nella propria rosa, giusto degli scambi per rinvigorire la propria rosa. Dopo la dodicesima di campionato sono già saltate alcune panchine ed il cambio allenatore ha in un modo o nell’altro influenzato il rendimento di alcuni giocatori.

Esempio eclatante di quanto appena detto è il polacco Krzysztof Piatek, giunto in poco più di due mesi a 13 gol stagionali (compreso il poker del primo turno di Coppa Italia), dopo il buio totale con l’arrivo di Juric sulla panchina del Grifone, addirittura partenza dalla panchina in Inter Genoa (media fanta 8,71). L’attaccante polacco non è neanche il rigorista della squadra, cosa che lo avrebbe potuto aiutare soprattutto in questo periodo grigio. Ecco dunque che, dopo la carrellata di bonus delle prime giornate, con la conseguente crescita della quotazione iniziale, potrebbe essere il momento giusto per cederlo.

Il sostituto perfetto potrebbe essere proprio il bomber dell’Empoli Ciccio Caputo, il trentunenne pugliese non ha risentito dell’esonero di Andreazzoli e ha continuato la sua mancia verso il +3 anche con Iachini. Alla sesta realizzazione in campionato e sempre presente nella formazione titolare dei toscani, Caputo può occupare benissimo il secondo slot attaccanti della vostra fantasquadra (media fanta 7,5). L’appoggio di trequartisti di qualità come Zajc e Krunic gli garantisce molte occasioni da rete. L’attaccante empolese, inoltre, ha dimostrato di non avere pietà contro le grandi (gol alla Juve, Napoli e Milan), da schierare sempre dunque, anche di fronte a sfide difficili e poi è pur sempre il rigorista della squadra.

 

Il reparto difensivo è sempre molto delicato, fantacalcisticamente parlando, a maggior ragione se si fa uso del modificatore difesa. Sicuramente uno dei difensori più in forma dell’ultimo mese di serie A è il giovane classe ‘96 Gianluca Mancini, complice l’assenza per infortunio di uno dei leader del team bergamasco come Masiello, Gasperini non ha avuto alcun timore a lanciare il giovane gigante (190cm) al centro della difesa e in alcune occasioni anche terzo nei tre dietro.

Al terzo gol consecutivo in campionato ha dato veramente molte soddisfazioni ai fantallenatori che lo hanno schierato (media fanta 8,06). Come detto prima Mancini è il primo sostituto dei tre dietro (Masiello, Palomino, Toloi) anche se al Gasp piace farli girare di tanto in tanto. In questo momento di forma del vostro centrale potrebbero arrivare delle offerte allettanti con nomi altisonanti coinvolti che magari non stanno rendendo al massimo, tipo Leonardo Bonucci. Il centrale della Juve ha dimostrato di aver un buon piede nella fase di impostazione di gioco come play difensivo e anche una buona presenza in area di rigore avversaria in occasione dei corner, tuttavia come marcatore lascia un po' a desiderare e spesso in assenza di bonus il suo voto base arriva appena alla sufficienza (media fanta 6,55).

[IMMAGINE]
 

Per lui la titolarità è certa, Allegri punta su di lui e piuttosto preferisce far riposare il più esperto Chiellini. Tirando le somme il consiglio potrebbe essere questo: se si utilizza spesso una difesa con almeno quattro uomini, con l’uso del modificatore e con già in rosa dei titolari importanti tenete assolutamente il difensore atalantino, se poi avete pure un altro difensore bergamasco non valutate nemmeno lo scambio, tenetevelo stretto; se siete corti in difesa e non utilizzate il bonus difesa e magari avete bisogno di un titolare comunque di spessore, allora il 19 bianconero fa al caso vostro, anche perché con il trio difensivo bergamasco in forma, Mancini tornerà in panchina.

Nell’Atalanta dei sogni uno dei protagonisti assoluti è sicuramente lo sloveno Josip Ilicic, dopo il lungo infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo ha ripreso il suo posto alle spalle della prima punta, posizione ideale per il suo mancino letale. Solo quattro presenze per lui da titolare, ma crediamo che da ora in poi questo dato sarà destinato a crescere, infatti, pur giocando poco, ha già realizzato tre gol e fornito altrettanti assist (media fanta 7,62). Lo sloveno è pure il rigorista designato della Dea. Attualmente la sua titolarità non è in discussione, anche per le insufficienti prestazioni del croato Pasalic che lo aveva sostituito quando era indisponibile. Ilicic può essere l’arma in più, è sempre un diesel, ci mette un po' a carburare ma poi non si ferma più!

Un altro top del ruolo è senza dubbio il figlio d’arte Federico Chiesa, il classe ‘97 appare il più in forma della compagine viola ed è l’unico a tirare il carro li davanti, dove fa ancora molta fatica il Cholito Simeone e i vari Pjaca, Mirallas, Eysseric non convincono per niente. La giovane ala, sempre titolare, ha realizzato due gol e due assist, il suo score (bassino rispetto alle presenze) è influenzato probabilmente dalla sua tanta corsa in mezzo al campo, si ritrova spesso in mediana a lottare per recuperare palla, perdendo un po' di lucidità sottoporta.

È un centrocampista di alto livello, il cui voto base è sempre ampiamente sopra la sufficienza, ma di certo non un grandissimo realizzatore (media fanta 7,33). Siamo convinti che Chiesa continuerà il suo campionato così come l’ha cominciato, con costanza, buoni voti e qualche bonus, ma a livello realizzativo appare distante da Ilicic, sicuramente più punta e con una squadra attorno che va a mille. Il consiglio è quello di tenere/prendere il trequartista dell’Atalanta, in prospettiva più decisivo.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
14/11/2018

Joao Mario, Veloso, Maksimovic, Cataldi, Montolivo: welcome back! Chi scegliere tra i 'ripescati' della Serie

Due mesi e mezzo di campionato hanno portato i primi infortuni, più o meno lunghi, e la conseguenza naturale è l'impiego di giocatori finiti nel "dimenticatoio". Quest'anno Novembre ha fatto "risorgere" calciatori spariti dai nostri radar, regalando un nuovo appeal fantacalcistico, oltre alla rinnovata fiducia da parte dei loro allenatori: vediamo quali sono i casi più eclatanti.

Non è passata inosservata la prestazione di sabato pomeriggio del portoghese dell'Inter Joao Mario, fantasista acquistato dai neroazzurri nel 2016 per una cifra monstre di 40 milioni di euro più bonus, fortemente deludente nelle due passate stagioni. Nel suo primo anno 27 presenze e 3 gol, con una fantamedia anonima per un trequartista del 6,39. Imbarazzante il suo secondo anno all'Inter con 12 presenze e fantamedia del 5,75 e nessun gol all'attivo. A causa dell'alto ingaggio percepito, e volendo evitare la svalutazione, il trequartista rimane, nonostante le voci che lo vedevano nel campionato turco, e a fine ottobre arrivano le occasioni: Nainggolan acciaccato, Borja Valero stanco dopo la partita al Camp Nou contro il Barcellona e Martinez L. che tra acciacchi e ambientamento ancora non ha convinto appieno: Spalletti sceglie Joao Mario contro la Lazio, e lui ripaga con una buona prestazione premiata con un 6,5 di voto. Secondo il Mister si merita la conferma, e la partita successiva viene riproposto titolare: Genoa annientato con un sonoro 5-0, e il portoghese incanta, inventa assist e segna, voto finale al fantacalcio un incredibile 13! Sicuramente quando Nainggolan rientrerà a pieno regine, lui sarà la prima scelta, ma mai dire mai, e soprattutto, con gli impegni ravvicinati andando avanti nelle Coppe, siamo sicuri che troverà parecchio spazio, e speriamo tanti bonus per chi ci scommetterà.

Sempre in quest'ultima partita, il Genoa ferito ha ritrovato un fedelissimo del presidente (ndr ha sposato anche la figlia di Preziosi) e una sicurezza in mezzo al campo con esperienza in campo internazionale, riaggregato da poco al gruppo, e protagonista di un buono spezzone di partita sabato: stiamo parlando di Miguel Veloso, mediano rossoblu. Prestazione sufficiente sabato macchiata da un cartellino giallo, si è notato subito che le sue geometrie in mezzo al campo sono fondamentali per la squadra di Juric. In quattro annate al Genoa ha raccolto solamente 3 gol e dato più preoccupante ben 16 ammonizioni e 1 espulsione, sintomo che il suo lavoro di costruzione e rottura per il nostro fantacalcio non è utile. Diventa utile però a prezzo ragionevole lo prendiamo nella nostra fanta-rosa, potrebbe iniziare presto a giocare e a salvarci dalle inferiorità numeriche figlie di turnover e infortuni.

[IMMAGINE]

Altro giocatore che presto potremmo vedere scendere in campo e non è proprio utilissimo in termini di bonus è Riccardo Montolivo, riaggregato domenica sera tra i convocati dopo gli infortuni che hanno falcidiato il centrocampo rossonero. Biglia out fino a gennaio, Bonaventura con il ginocchio infiammato, Kessiè sempre spremuto, con i soli Bertolacci e Mauri a dare ricambio, l'esperto Montolivo può dire ancora la sua. Capitano fino a poco tempo fa, nonostante le critiche per i movimenti felpati e un passo diverso dai muscolari centrocampisti del Milan odierno, reclama posto, Gattuso sembra disposto nel breve futuro a dargli una chance, gliela daremo noi invece? Consiglio di non avventurarsi in questa scommessa, almeno fantacalcisticamente parlando, meglio giocatori più inclini al bonus e sicuri del posto.

Piacevole sorpresa di giornata è il redivivo Danilo Cataldi, duttile centrocampista che non è ancora riuscito ad affermarsi nella Lazio, sempre chiuso da nomi più importanti con esperienza e giovani stranieri con clausole milionarie. Il povero Danilo, dopo due anni di Lazio dove veniva utilizzato spesso come arma in corso d'opera, ha provato l'esperienza al Genoa infruttuosa, per poi tornare ai biancocelesti. Niente da fare, la dirigenza non convinta, lo spedisce a farsi le ossa a Benevento. Nonostante la retrocessione, gioca, fa esperienza, e proprio contro la Lazio segna su punizione il più classico gol dell'ex. Rientro alla Lazio e questa estate, un po' per la mancanza di offerte convincenti, un po' per la voglia di giocarsi il posto nella squadra che ama, rimane, e domenica arriva l'occasione giusta: prima presenza da titolare a sostituire Leiva e Badelj entrambi infortunati, 4-1 per la Lazio e la sua firma con un gol magistrale. Ci scommettiamo, troverà sempre più spazio e anche qualche bonus, ormai è maturo.

Il turnover di Ancelotti non ha penalizzato tutti, anzi, giocatori come Nikola Maksimovic sono stati ripescati e hanno dimostrato il loro valore. Dopo tre discrete stagioni al Torino, il difensore serbo si trasferì al Napoli di Sarri proprio l'ultimo giorno di mercato nell'agosto 2016. In due anni ha totalizzato appena 9 presenze in campionato (e 1 gol per la cronaca), chiuso da Albiol e Koulibaly, due perni fondamentali della difesa sarriana. Quest'anno Ancelotti al contrario di Sarri, ha voluto attuare un turnover massiccio, dove ognuno in rosa deve sentirsi importante tanto quanto gli altri. 4 presenze di cui 3 da titolare, fantamedia perfetta del 6. Comprare Maksimovic non è un azzardo assolutamente, vuol dire garantirsi circa il 50% delle presenze in campionato, e coprirsi avendo uno tra Albiol e Koulibaly è la mossa perfetta per assicurare solidità alla propria fanta-difesa.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA STRATEGY : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos
05/11/2018

pianeta news
© 2003 - 2019 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati