SCEGLI squadra

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2019/2020

PIANETA FANTA NEWS: scopri le informazioni sui calciatori, recuperi ed indicazioni di formazione ogni giorno!
ATALANTA, BOLOGNA, BRESCIA: CONFERME, SORPRESE, FLOP E CONSIGLI PER IL FINALE DI STAGIONE
ATALANTA BRESCIA CORONAVIRUS BOLOGNA ANALISI FANTACALCIO

In attesa del campionato, facciamo un riepilogo della situazione analizzando i protagonisti

Scritto da

Atalanta, Bologna, Brescia: conferme, sorprese, flop e consigli per il finale di stagione

Stop forzato per la nostra serie A, e ora anche per i principali campionati europei, analizziamo una ad una le nostre squadre, con statistiche e impressioni, che potrebbero aiutarvi per il proseguo del campionato, nella speranza che la situazione migliori il prima possibile per...ricominciare!

ATALANTA

La squadra di Gasp dopo un inizio in sordina, ha ricominciato a macinare bel gioco, gol e punti, fino a tornare saldamente al quarto posto, in barba a tutti coloro che avevano etichettato la Dea come una meteora. Invece la favola Atalanta è diventata una certezza e ha conquistato al suo primo anno in Champions lo storico ingresso ai quarti di finale.

Conferme: con 6 gol e 6 assist, una fantamedia da urlo del 7,84, il capitano Gomez è una certezza per i fantallenatori, così come l'ariete colombiano Zapata, che nonostante un fastidioso infortunio, in 16 presenze ha segnato 11 gol.

Sorprese: sarebbe stata una certezza, ma la stupefacente stagione di Ilicic è quasi incredibile: 15 gol e 4 assist (da aggiungere agli show in Champions...) e una fantamedia dell'8,84, non male per un trequartista avanzato! L'exploit di Gosens non può passare poi inosservato: difensore con il vizio del gol, ben 7 marcature e 5 assist, una manna dal cielo per gli amanti del modificatore. 

Flop: non troviamo un vero e proprio flop nella Dea, solamente un giocatore dal quale ci aspettavamo di più dopo la stagione scorsa. Parliamo di Hateboer, che con 0 gol all'attivo e 3 assist, fantamedia del 6,00, è ben lontano dal giocatore ammirato lo scorso anno, dove fece 5 gol e 5 assist diventando una vera e propria arma letale per i fantallenatori.

Consigli per il finale di stagione: puntiamo sui giocatori dell'Atalanta, ci regaleranno bonus a profusione. Due nomi scommessa? Pasalic, sempre più al centro del progetto nerazzurro, e Muriel, che avrà più opportunità e anche da subentrato regalerà soddisfazioni.

Turbo Gosens fa volare l'Atalanta, ecco il top di ruolo a sorpresa in difesa

BOLOGNA

Stagione particolare quella del Bologna, squadra allenata da Mihajlovic che nonostante i noti problemi di salute annunciati in estate, ha voluto comunque rimanere al timone assistito dal vice Di Leo, per la gioia della società, giocatori e tifosi. Posizione tranquilla in classifica, ambizioni europee però ancora lontane.

Conferme: se si parla di certezze, non può che essere menzionato l'intramontabile Palacio, che con 6 gol, 3 assist e tanti voti più che sufficienti è l'anima dei rossoblu. Il gioiello del Bologna è però l'esterno offensivo Orsolini, che con 7 gol e 4 assist conferma il buon feeling con la porta e i compagni.

Sorprese: il Bologna è fondato su un'egregia solidità difensiva, con Bani che si è riscoperto goleador (4!) dopo aver scippato il posto da titolare al neoacquisto Denswil, buona fantamedia del 6,27. Altra lieta sorpresa il terzino giapponese Tomiyasu (6,12 fantamedia), a cui manca solo il gol per consacrarsi definitivamente.

Flop: anche qui non c'è un vero e proprio flop. Ci saremmo aspettati più minuti e bonus (solo 1 gol) da Skov Olsen, di cui si era parlato molto bene, e qualcosa in più dal neoacquisto Denswil, che ai fantallenatori ha regalato solamente un autogol. Desaparecido Dijks, che dopo il buon finale di stagione scorso è sparito dai radar da mesi per un fastidioso infortunio con tempi di recupero incerti.

Consigli per il finale di stagione: a gennaio è arrivato Barrow, ma dopo l'exploit all'esordio contro la Roma, non ha più lasciato il segno. Puntiamoci, come anche su Schouten, mediano che si è ambientato ottimamente dal girone di ritorno.

Mihajlovic assalta l'Europa con il suo Jack S...Barrow, conviene investire su di lui anche al fantacalcio?

BRESCIA

Il Brescia è ultimo in graduatoria, diversi cambi al timone, una difesa fragile e poca incisività in attacco. Per salvarsi ci vuole ben altro, eppure le potenzialità ci sarebbero.

Conferme: si era parlato un gran bene di Tonali, mediano "erede designato di Pirlo", ma il salto di categoria poteva essere un'incognita. Lui invece ha dimostrato talento e qualità,1 gol e 5 assist per un regista di una neopromossa non sono niente male, condite da una fantamedia del 6,54. 1 solo gol, ma praticamente tutte le presenze (25), fantamedia del 6,02: il capitano del Brescia motorino di centrocampo Bisoli è una buona pedina per completare le vostre fantarose.

Sorprese: buon impatto in serie A per Torregrossa, 13 presenze, 4 gol e un assist, solo la precarietà fisica lo ha fermato. Ottimo anche l'apporto del centralone Chancellor, che nonostante qualche lacuna difensiva, ha sfruttato tre volte la sua stazza per segnare in serie A.

Flop: non possiamo che menzionare gli attaccanti, tra i quali spicca l'acquisto estivo inaspettato di Balotelli. Mario è fermo a quota 5 gol, poco apporto alla squadra e talento mostrato solo a sprazzi: ci si aspettava di più. Donnarumma Al. ha illuso tanti fantallenatori nelle prime quattro partite, per poi sparire completamente nel proseguo del campionato.

Consigli per il finale di stagione: una squadra che pare allo stremo, noi punteremmo sull'acquisto invernale Skrabb come scommessa, e Bjarnason, esperto trequartista che può forse dare una mano in fase offensiva.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

TEMPO DI CORONAVIRUS, TEMPO DI PRUDENZA IN ATTESA DI RIPARTIRE PIù FORTI CHE MAI
CORONAVIRUS STIAMO A CASA FANTACALCIO SERIE A

Il pensiero di PianetaFanta.it che vuole fare il punto sulla situazione drammatica di oggi

Scritto da

Tempo di Coronavirus, tempo di prudenza in attesa di ripartire più forti che mai

Ciò che si pensava non potesse mai arrivare, ciò che sembrava stantio nella lontana ed estranea Cina, ha purtroppo fatto capolino nella nostra amata Italia. E’ partito tutto dalla sconosciuta e piccola Codogno, in provincia di una Lodi che si è ritrovata inaspettatamente al centro del mondo.

Sì, perché oltre al danno (visto che il famoso “paziente zero” europeo, da fonti recenti, sembra essere tedesco), la beffa, siamo da giorni etichettati come appestati e untori, eclatanti lo spot francese e l’immagine di una nota tv statunitense dell’Italia centro del virus , quasi come se in Cina non fosse mai accaduto nulla.

Questo sito è nato per parlare di calcio e fantacalcio, e per quanto sia difficile in questo momento, ci proveremo giorno dopo giorno, anche se in questo momento probabilmente né noi, né i nostri “follower” siamo dell’umore giusto.

Gli ultimi sprazzi di calcio sono stati quasi un’agonia: il preludio con il lunch match tra Parma e Spal all’ora di pranzo domenica dove i giocatori hanno atteso un’ora e un quarto per il fischio di inizio, dopo liti tra Federazioni, Associazione Calciatori e Lega.

Le partite che sembravano amichevoli estive, telecronisti in netta difficoltà, giocatori che faticano ad esultare. Sassuolo-Brescia alla TV col pensiero al discorso serale del Premier Conte e con l’attesa solamente della comunicazione della sospensione a data da destinarsi del campionato. Si può forse esultare veramente per un gol di Boga che ti fa vincere la giornata al fantacalcio? Si può assistere a cuor leggero a partite senza pubblico, motore del calcio?

In Francia ci deridono con la Pizza Coronavirus, e poi si ritrovano in migliaia per il raduno dei Puffi, in Spagna ci scrutano da lontano, come quando si giudica un bambino che ha combinato un guaio inconsciamente, e poi si assembrano attorno al Mestalla a Valencia, così come han fatto i francesi ieri fuori dal Parco dei Principi a Parigi per tifare.

Noi italiani sicuramente abbiamo sbagliato a sottovalutarlo, a reputare che il virus sconosciuto fosse solamente un “raffreddorino”, a pensare “tanto non mi riguarda, è a kilometri di distanza, e poi si ammalano gli anziani, per noi sarà massimo qualche colpo di tosse”. Tutti virologi, tutti esperti, tutti opinionisti: la messa no, la spesa si, il pubblico negli stadi no, la cena a casa di amici si, le palestre no, un caffè al bar però sì.

Ora basta scherzare, Conte ha parlato ancora alla Nazione, quasi tutto chiuso: poche le attività aperte, anche se si potrebbe sollevare polemica anche qui…ma è veramente producente sempre contestare le decisioni? Ora sono stati trovati positivi due protagonisti della Serie A, Rugani e Gabbiadini, ed ecco che anche i  cosiddetti VIP, che parevano immuni al virus, si sono rivelati fragili.

Le conseguenze saranno devastanti, oltre a morti e contagi non dimentichiamoci di ripercussioni economiche, i tanti imprenditori e dipendenti che si sono trovati insieme ad affrontare la precarietà del mondo del lavoro.

E il calcio? Il campionato è sospeso in attesa di stabilizzazioni e miglioramenti, ma ancora in Europa nessun provvedimento o comunque insufficienti, come se il virus fosse una “cosa nostra”. Eppure i casi non si fermano, i numeri crescono, e non solo in Italia, vedi i tre giocatori del Leicester scoperti positivi.

Giocare con la paura non fa bene a nessuno: paura di spostarsi con i mezzi di trasporto, paura dei contatti con gli addetti ai lavori, paura di marcare un avversario, addirittura paura di abbracciare un compagno di squadra.

E’ questo il calcio forse? Quel calcio capace di incollare le persone davanti alla TV, davanti ad una birra in un pub, mentre si mangia ad un ristorante o mangiando i pop corn al bar, capace di unire famiglie, amici, di fare urlare e cantare abbracciati a sconosciuti in uno stadio? Pensateci: pub chiusi, ristoranti e bar chiusi, no ad aggregazioni e quindi a serate sul divano con amici, e soprattutto il luogo più importante, il tempio di noi amanti del pallone, lo stadio chiuso. Avrebbe davvero senso andare avanti in queste condizioni?

Facciamo un appello a noi amanti del fantacalcio, del calcio, dello sport, della vita : mettiamo pausa per un po’. Quando ne usciremo torneremo ad assaporare in un altro modo le piccole cose, ogni gesto, torneremo ad abbracciare le persone a cui siamo legate ancora più forte, ci risolleveremo economicamente perché siamo la Nazione più bella e forte al mondo, sorrideremo e ci ricostruiremo un nuovo futuro, roseo e pieno di progetti, speranze, gioia: per favore, seguiamo i consigli degli addetti ai lavori. Ringraziamo medici, infermieri, farmacisti e anche i cassieri del supermercato. Stiamo a casa. Per noi stessi, per i nostri familiari, per i nostri compaesani. E anche per i francesi, che comunque “ci stanno sulle palle” e ci rimarranno sempre. Stiamo a casa. Grazie.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

ANCHE GABBIADINI POSITIVO AL CORONAVIRUS, ADESSO LA SERIE A DEVE INTERROGARSI SUL FUTURO
SAMPDORIA GABBIADINI M. CORONAVIRUS TEST POSITIVO

Ogni club ad ogni livello adesso dovrà tutelare la salute dei propri tesserati

Scritto da

Anche Gabbiadini positivo al Coronavirus, adesso la Serie A deve interrogarsi sul futuro

L’U.C. Sampdoria informa che il calciatore Manolo Gabbiadini è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19, ha qualche linea di febbre, ma sta bene. La società sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa.

Un altro caso dopo quello di Rugani della Juventus, un escalation che potrebbe crescere in queste ore tra i giocatori di ogni serie professionitica e non, probabilmente la scelta di aver giocato nell'ultimo weekend adesso sarà sempre più criticata

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PRIMO CALCIATORE POSITIVO: LA JUVENTUS COMUNICA CHE DANIELE RUGANI HA IL CORONAVIRUS
JUVENTUS RUGANI D. CORONAVIRUS POSITIVO FANTACALCIO

Notizia che scuote il mondo del calcio, ora tutte le misure preventive compresa la quarantena

Scritto da

Primo calciatore positivo: la Juventus comunica che Daniele Rugani ha il Coronavirus

Purtroppo anche la serie A fa i conti direttamente con il contagio che sta mietendo vittime in tutto il mondo.

La Juventus comunica in una nota ufficiale che Daniele Rugani ha contratto il temutissimo Coronavirus: attualmente sembrerebbe asintomatico, ma ora scatterano tutti i controlli del caso e le dovute precauzioni.

Una notizia shock che scuote il mondo del calcio e mette a nudo la fragilità di ognuno di noi. Rugani, difensore di 25 anni, è il primo calciatore in serie A vittima del COVID-19.

Attendiamo aggiornamenti, ma sicuramente ora rischiano tutte le persone che sono state a contatto con lui, compresi gli altri giocatori della squadra Campione d'Italia.

Si parla di quarantena per Juventus e Inter, dopo la partita di domenica sera allo Stadium.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

CAOS CORONAVIRUS, LA FIGC STUDIA LE SOLUZIONI: QUALI SONO LE PRIME IPOTESI PER CONCLUDERE LA SERIE A?
CORONAVIRUS SERIE A FANTACALCIO SOSPENSIONE

Ieri un primo consiglio straordinario sul da farsi e su come combattere l'emergenza

Scritto da

Caos Coronavirus, la FIGC studia le soluzioni: quali sono le prime ipotesi per concludere la serie A?

Con Sassuolo-Brescia di lunedì nel tardo pomeriggio è calato il sipario momentamente sullo spettacolo della serie A. Per quanto tempo però? Questo è il dubbio che affligge migliaia di appassionati e fantallenatori, in attesa che questa situazione di emergenza in Italia rientri al più presto.

Facciamo però il punto della situazione: la 26esima giornata è stata portata a termine a porte chiuse in due weekend, altre 12 giornate davanti da giocare e 4 partite ancora da recuperare della 25esima, Verona-Cagliari, Atalanta-Sassuolo, Torino-Parma (tutte e tre programmate inizialmente mercoledì 18 marzo) e Inter-Sampdoria, per la quale ancora non c'è una data utile per poterla giocare.

Lunedì sera, proprio dopo la partita di Reggio Emilia, il Premier Conte ha anticipato nel nuovo decreto sull'Italia "arancione", tutti gli eventi e manifestazioni sportive sono sospese fino al 3 aprile a scopo precauzionale. Confermato ieri dalla Lega Calcio e dalla Figc, ora la domanda a cui rispondere è sul futuro del campionato di serie A, chiaramente sperando di risolvere nei tempi previsti l'emergenza sanitaria nazionale.

Le ipotesi messe sul tavolo sono sostanzialmente 4 e, a parte le prima che è prioritaria, tutte sono sullo stesso piano, e noi di PianetaFanta.it ve le riportiamo brevemente:

  • Primo obiettivo è quello di concludere regolarmente il campionato utilizzando le due date utili del 20 maggio e del 31 maggio, quindi lo slittamento della fine del torneo.
  • Non assegnazione del titolo di Campione d'Italia, con compilazione delle liste Uefa in base al posizionamento al momento dell'interruzione.
  • Assegnazione dello Scudetto in base alla classifica congelata all'ultima interruzione.
  • Far disputare solamente playoff e playout per assegnazione di Scudetto e retrocessioni, con modalità da definire.

Dalla seconda alla quarta ipotesi sono ancora tantissimi i dubbi da gestire, legati soprattutto alle liste Uefa, polemiche di assegnazione del titolo e retrocessioni/promozioni dalle categorie minori.

Ancora è tutto in alto mare, si deciderà qualcosa di più definitivo nel prossimo consiglio convocato per lunedì 23 marzo, dove la situazione coronavirus in Italia e in Europa si spera possa essere in remissione. Si attendono anche provvedimenti a livello europeo, in quanto comunque le nostre squadre sono impegnate in Champions ed Europa League, e soprattutto a giugno sono in programma gli Europei di Calcio.

La speranza del consiglio Figc è che vengano slittati anch'essi, così da poter aver più tempo per recuperare le partite di campionato e per i giocatori delle nazionali poter prepararsi al meglio. 

L'augurio più grande è che questa epidemia si fermi innanzitutto, così da poter decidere i migliori provvedimenti possibili.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Voti fantacalcio posticipo Serie A 26.a giornata Sassuolo-Brescia: Caputo gol e messaggio, Chancellor nel pal

Dopo le prime fasi di studio tra Sassuolo e Brescia, la prima occasione da gol al decimo minuto. Djuricic approfitta un'uscita errata della difesa del Brescia ma colpisce debolmente, replica immediata degli ospiti con Bisoli ma Consigli fa buona guardia. De Zerbi deve rinunciare a Berardi per infortunio e i padroni di casa abbassano il baricentro. Il Brescia prova ad approfittarne e tra il 35' e il 40' costruisce tre clamorose occasioni da gol. Consigli è decisivo prima su un destro da fuori area di Balotelli, poi su Zmrhal che da pochi passi di testa trova i riflessi del portiere. Nel momento migliore per il Brescia, arriva il gol del Sassuolo: respinta corta di Chancellor, il nuovo entrato Defrel controlla e serve Caputo che non sbaglia da due passi.

 

yes Scopri i voti ufficiosi del posticipo del lunedì  tra Sassuolo e Brescia !

 

Nella ripresa il Sassuolo vuole chiudere la partita. Al 49' Ferrari colpisce una clamorosa traversa con un colpo di testa in piena area. 61' è ancora Ciccio Caputo a trovare il gol del raddoppio: potente sinistro al volo dell'attaccante e doppietta personale per lui. Boga si libera bene in area con una serie di cambi di direzione e colpisce il palo con una conclusione potente di sinistro. L'esterno offensivo si riscatta al 75' e fissa il risultato sul 3-0 finale con un'azione delle sue: serie di dribbling dalla sinistra, ingresso in area e conclusione di destro sul secondo palo.

Oltre a un immenso Caputo, bene Bourabia in mezzo e Ferrari in difesa, per Boga altra gara da funambolo. Chancellor decisamente il peggiore nel Brescia, anche Dessena va spesso in confusione, si salvano Balotelli e Bisoli, non prevenuto Aye.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PANDEV E CASSATA, DA FLOP AD INSOSTITUIBILI, LA CURA NICOLA HA FUNZIONATO
MILAN NICOLA D. PANDEV G. GENOA CASSATA F. FANTACALCIO

Il Genoa dall'arrivo del nuovo tecnico ha raccolto solo benefici

Scritto da

Pandev e Cassata, da flop ad insostituibili, la cura Nicola ha funzionato

Nella surreale domenica di campionato, giocata (non senza polemiche) a porte chiuse, spicca il colpo esterno del Genoa a San Siro. Nelle ultime 4 partite il Grifone ha raccolto ben 9 punti, soccombendo (di misura) solo contro la Lazio per 2-3.

Buona parte del merito va alla "cura Davide Nicola", successore di Thiago Motta da gennaio in poi. Il mercato di inizio anno ha aiutato a mettere "benzina nella macchina", ma possiamo affermare con sicurezza che c'è stata una scossa nell'ambiente, più che una rivoluzione di giocatori.

I leader dello spogliatoio hanno preso fiducia, i giovani hanno cambiato marcia, l'allenatore ha rinforzato un gruppo fragile e riordinato tatticamente la squadra. L'1-2 di ieri a Milano deve fare riflettere i rossoneri, ma rafforzare anche l'autostima del Genoa. 

"Occhio al ballottaggio" prima parte: le staffette nelle 20 squadre di A da qui alla fine del campionato

Protagonisti induscussi gli autori dei gol, il sempreverde Pandev e il giovane talento di Cassata. Sono due liete sorprese in quanto il primo era destinato a fare da chioccia, vista la folta concorrenza in attacco, il secondo sarebbe stato destinato a far rifiatare i più esperti centrocampisti.

Goran Pandev (listato tra l'altro centrocampista!) è una scommessa già vinta per i fantallenatori: all'alba dei 37 anni nessuno avrebbe mai pronosticato i 7 gol fatti in campionato e soprattutto le 22 presenze in campo (12 da titolare), con una fantamedia stratosferica del 7,38! Piccola curiosità: per il macedone è la fantamedia voto più alta della sua lunghissima carriera in serie A, partita dal 2003/04 dall'Ancona! 

L'importanza di chiamarsi Pandev. Dal triplete al Genoa, il macedone è sempre indispensabile.

Quindici anni più giovane (e con caratteristiche differenti), Francesco Cassata, mediano tutta corsa, "legna" e inserimenti, è la lieta novella di questo 2020. Dopo il gol alla Lazio, trova l'inserimento vincente anche contro il Milan, e questa volta vale tre punti vitali per la classifica genoana.

La sua annata non è iniziata nel migliore dei modi: 6 ammonizioni e 1 espulsione fino alla ventiquattresima, ma proprio da questa giornata qualcosa è scattato nella testa di Francesco. Fantamedia ancora bassina (5,75 escludendo l'ultima prestazione con il Milan), ma sicuramente buone prospettive future, nella filosofia di gioco di Mister Nicola ha le potenzialità per diventare indispensabile.

Disputa del campionato permettendo, ovviamente.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

VOTI FANTACALCIO RECUPERI SERIE A 26.A GIORNATA: PANDEV COME LA FENICE, RIBALTONE QUAGLIARELLA, DYBALA FA IL FENOMENO
JUVENTUS VOTI FANTACALCIO RECUPERI INTER VENTISEIESIMA GIORNATA SERIE A

Per chi non utilizza i 6 politici, ecco i voti regolari alla sezione 'Voti Ufficiali congelati'

Scritto da

Voti fantacalcio recuperi Serie A 26.a giornata: Pandev come la Fenice, ribaltone Quagliarella, Dybala fa il

Incredibile quanto succeso tra Parma e Spal: proprio mentre i giocatori stavano per scendere in campo, l’arbitro ha fermato tutti in attesa della decisione relativa alla possibilità di sospendere definitivamente il campionato.Dopo oltre mezz’ora di attesa, la decisione della Lega è stata di giocare, almeno per oggi, posticipando la decisione definitiva martedì, quando ci sarà il consiglio straordinario federale con i vertici della FIGC per affrontare al meglio l’emergenza legata alla diffusione del contagio del Coronavirus

Tornando al campo, i ritmi del primo tempo sono stati davvero molto bassi, con i padroni di casa a fare maggiormente possesso palla, mentre gli ospiti si difendono con ordine e tentano di ripartire in contropiede. Dopo un diagonale leggermente impreciso di Gagliolo, gli ospiti rispondono con il solito Petagna, mentre nel finale al solito tentativo di Gervinho gli ospiti si rendono pericolosi con Valoti, ma manca sempre la giocata vincente. 

Anche nel secondo tempo i ritmi sono molto bassi, ma almeno le due squadre attaccano maggiormente. Ci prova Kulusevski senza precisione, poi Colombi mette una pezza su Valoti, prima del clamoroso errore sotto porta di Gervinho, che non riesce a sfruttare l’errore della difesa avversaria. 

Al 71′ minuto gli ospiti sbloccano il risultato con Petagna, che trasforma il calcio di rigore fischiato dall’arbitro per fallo di Bruno Alves su Valoti. I padroni di casa reagiscono con rabbia ed orgoglio, prendono in mano il pallino del gioco ed iniziano un vero e proprio assedio alla porta degli ospiti, ma, nonostante le occasioni di Darmian, Kulusevski e Gervinho, non riescono a trovare il pari e la Spal di Gigi Di Biagio festeggia la prima vittoria dal cambio in panchina, mantenendo viva la speranza di rientrare in zona salvezza.

Buova la prova di Gagliolo nel Parma, tra i più positivi, sprecone Gervinho, nella Spal Valoti è in palla,, Murgia gestisce bene, ancora poco brillante Fares che tornava in campo dopo un lungo stop. Petagna dal dischetto non sbaglia e si conferma leader della squadra emiliana.

Tre punti d'oro per il Genoa che torna da San Siro con una vittoria contro il Milan che permette al Grifone di uscire dalla 'zona rossa', quella della classifica e non quella del virus che costringe a giocare in un San Siro a porte vuote.

Il goal del vantaggio genoano nasce infatti da un'azione caparbia di Sanabria che ruba palla a Theo Hernandez e poi serve un facile tap-in a Pandev, con il macedone che deve solo spingere in rete bruciando sul tempo i due centrali rossoneri. Il raddoppio è invece impreziosito dal colpo di tacco di Schone su cross e Biraschi e la scivolata vincente di Cassata. In mezzo, due occasioni lasciate al Milan, una con Ibrahimovic e l'altra con Cahlanoglu, su cui Perin chiude bene.
 

enlightenedScopri i voti dei recuperi della 26.a giornata di Serie A !
 

I voti della partita Sampdoria - Verona

Li troverete nella SEZIONE VOTI UFFICIOSI\UFFICIALI
enlightened  https://www.pianetafanta.it/Voti-Ufficiosi.asp


Nella ripresa, poi, il Genoa inizia difendendosi bene, poi Nicola fa uscire Schone e la luce del gioco rossoblu si spegne. Il goal di Ibrahimovic riesce solo a mettere paura perchè la banda di Nicola sa soffrire e si difende con ordine fino al 95' portandosi a casa un successo di vitale importanza.

Tra i rossoblù un Sanabria davvero rimesso a lucido dalla cura Nicola, un Perin sempre presente quando chiamato in causa e un Pandev capace di vivere una seconda (o terza) giovinezza. Nel Milan Bonaventura scuote la squadra, Ibrahimovic non basta a salvare la giornata, tra i peggiori Theo Hernandez e Conti, stavolta delude pure Rebic.

Nel primo tempo il Verona parte meglio contro la Sampdoria. Le due squadre si studiano e all'11' Zaccagni con un colpo di testa a botta sicura trova la gran parata di Audero. La Samp fatica a costruire occasioni da goal e al 29' è ancora il Verona a sfiorare la rete con un missile dal limite dell'area di Amrabat su cui Audero è straordinario a respingere. Due minuti più tardi, però, Zaccagni sfrutta un'indecisione della retroguardia blucerchiata e del portiere e colpisce a un metro dalla porta, con gli ospiti in vantaggio a fine frazione.

Il secondo tempo si apre con una Sampdoria più convinta e il pareggio è nell'aria ma due miracoli di Silvestri su due colpi di testa dei blucerchiati lo ritardano. Il portiere veroneseal 76', però, non può nulla sul rasoterra di Quagliarella che fulmina il portiere su ottimo servizio di Depaoli. Pochi minuti più tardi Ekdal viene atterrato in area con un colpo al volto. Interviene il VAR che decreta il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Quagliarella che non sbaglia e regala ai suoi ossigeno puro in zona salvezza.

Sugli scudi Quagliarella, Audero e Depaoli, insieme a un ottimo Jankto tra i blucerchiati, in casa Hellas convincono un super Silvestri tra i pali, Lazovic come sempre devastante, Zaccagni sempre pronto a inserirsi in maniera pericolosa.

Alla Dacia Arena tra Udinese e Fiorentina prevale la paura di perdere e la sfida termina senza reti: padroni di casa a un passo dal vantaggio nel primo tempo con Okaka: la sua conclusione di testa sfila di pochissimo sopra la traversa. Fiorentina pericolosa con Milenkovic, che colpisce il palo con un bel sinistro al volo sugli sviluppi di corner. Nel finale, in una ripresa dove dominano gli errori tecnici, Musso dice no a Chiesa.

Nuytinck un muro tra i friulani, Duncan delude da titolare, Castrovilli sempre con personalità, Chiesa si accende solo alla fine, male Nestorovski.

Serata amara per Antonio Conte nel ritorno all'Allianz Stadium alla guida dell'Inter: in una gara senza il pubblico sulle tribune, la Juventus si impone per 2-0 nella gara valida per il recupero della 26esima giornata. Dopo un buon primo tempo interista, la Juve spacca il match col gol di Aaron Ramsey al 55esimo dopo l'ottimo spunto di Matuidi, al quale segue il raddoppio dopo dodici minuti firmato dal neo entrato Paulo Dybala con una splendida azione in cui fa secco Young in area e di esterno infila Handanovic.

Nerazzurri incapaci di incidere nella ripresa, il sussulto dei minuti finali non è sufficiente: la vetta ora dista 9 punti, anche se l'Inter ha una gara ancora da disputare contro la Sampdoria, in attesa di capire cosa ne sarà del campionato dopo il Consiglio federale di martedì.

Nella Juve brilla Bentancur in regia, Ramsey da incursore non tradisce, Ronaldo ci prova in tutti i modi a segnare, Dybala entra col piglio del campionissimo. Nell'Inter si salvano solo Handanovic e Candreva, Young nella ripresa cala, male gli attaccanti e un centrocampo che gioca sotto ritmo, Eriksen non incide quando chiamato in causa,

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PEREIRO E I SUOI FRATELLI: I 5 TALENTI CHE POSSONO ESPLODERE AL FANTACALCIO
ROMA FANTASCOMMESSE TALENTI NAPOLI FANTACALCIO SERIE A

Le nostre scommesse per un finale di stagione da protagonisti!

Scritto da

Pereiro e i suoi fratelli: i 5 talenti che possono esplodere al fantacalcio

 

  • Segnaliamo Gaston Pereiro, mancino di Montevideo! Piede e città che ci ricordano un certo Alvaro Recoba, uruguaiano che negli anni passati ha fatto innamorare la Milano di sponda neroazzurra. I paragoni con El Chino restano ovviamente sono prematuri, ma il classe 95 cagliaritano non scherza e la sua media dopo solo tre partire è già di 7,25! Pronto il ruolo da esterno sx nel 4-3-3 dell’ex uomo ragno Walter Zenga.
     
  • Altro mancino che potrebbe aiutarvi è l’attaccante sampdoriano Manolo Gabbiadini. L’ex Napoli ha già marcato 6 gol e 1 assist e con una media del 6,85 si sta dimostrando un valore aggiunto. Sempre titolare nel 4-4-2 di Ranieri potrebbe regalare belle soddisfazioni nel finale di stagione e la salvezza ai blucerchiati.
     
  • Di mancino in mancino...ecco Carles Perez! L’ex Barcellona in campionato non si è ancora sbloccato (in Europa league un gol in due partite) potrebbe essere veramente la sorpresa del fantacalcio. Talento puro su cui Fonseca punta molto. Ad oggi la sua media è bassa (5,8), ma la sensazione che il classe 98 ha tanto, ma veramente tanto da dare alla causa romanista.
     
  • La scommessa! Si sa la magia e il talento dei sinistri non ha confini. La storia di Simone Edera ricordano quelle che dei più grandi. Il Toro va a pescarlo in oratorio di provincia e dalle giovanili passa in prima squadra. Attenzione al classe 97, dopo il gol al Napoli mister Longo potrebbe dare altre possibilità all’ex under 21 e la sua media fantacalcio del 6,04 potrebbe salire...
     
  • Ripartiamo proprio dal Napoli e da Elfis Elmas, il talento turco che tanto piace a mister Gattuso. Da quando c’è ringhio il 'diamantino' napoletano sta trovando sempre più spazio. La sua forza fisica e la sua duttilità tattica potrebbe portarlo a ribalta in una squadra che si sta ritrovando e che presto tornerà a regalare tanti bonus. La fantamedia attuale (5,92) è ancora sotto traccia, per questo è l’ora giusta per puntarci!
Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

"OCCHIO AL BALLOTTAGGIO" SECONDA PARTE: LE STAFFETTE NELLE 20 SQUADRE DI A DA QUI ALLA FINE DEL CAMPIONATO
BALLOTTAGGIO STAFFETTA TITOLARITA' FANTACALCIO

Scopri i giocatori che si troveranno a lottare per una maglia da titolare

Scritto da

"Occhio al ballottaggio" seconda parte: le staffette nelle 20 squadre di A da qui alla fine del cam

In questo weekend di "pausa forzata", dove si punterà a cercare una continuità almeno nel calcio di serie A recuperando le sei partite rinviate della 26esima, cerchiamo di illuminarvi la via della vittoria al fantacalcio!

Oggi analizzeremo i ballottaggi che di qui alla fine ci faranno arrovellare la testa nella scelta della formazione, e perchè no, dare una sicurezza di titolarità se li possedete entrambi.

MILAN: I rossoneri, nonostante qualche vicissitudine societaria, sembra aver trovato una formula vincente con Pioli. Pochi dubbi nello scacchiere iniziale, giusto in difesa qualche dubbio: sulla fascia il costante ballottaggio Conti-Calabria (55%-45%) e al centro Kjaer-Musacchio (55%-45%), con le percentuali variabili a seconda della prestazioni offerte.

 

NAPOLI: Mister Gattuso sta vivendo un buon momento, gli azzurri sono reduci da risultati positivi, anche se i dubbi di formazioni sono molteplici. Ormai è da considerare ballottaggio quello tra Koulibaly, ancora fermo, e Maksimovic, reduce da prestazioni ottime (55%-45%), non ci stupiremmo se mantenesse il posto, anche se il senegalese mostrerà presto il talento indiscusso. Centrocampo senza punti di riferimento: Demme-Allan (60%-40%), Ruiz-Elmas (60%-40%) e Zielinski-Lobotka (60%-40); davanti Callejon-Politano (55%-45%) e Mertens-Milik (55%-45%). Nessuno è sicuro del posto, la sana concorrenza sta muovendo la macchina di De Laurentis guidata da Gattuso.

 

PARMA: Il team emiliano naviga in acque tranquille, con una formazione solida e giovani interessanti. In condizioni di pieno regime, troveremmo giusto un ballottaggio a centrocampo per il posto al momento occupato (e discretamente) da Brugman, con Hernani e Scozzarella che premono (45%-30%-25%). Spinosa la questione portiere: Colombi in questo momento da terzo portiere si è guadagnato il posto da titolare, Radu che avrebbe dovuto sostituire Sepe infortunato fin'ora ha fatto da spettatore. Chi giocherà quando ci saranno tutti e tre ad aprile? Sepe-Colombi-Radu al momento sono al 40%-35%-25%.

 

ROMA: Altra squadra camaleontica quella di Fonseca, con pochi certi del posto. In difesa le corsie esterne sono un enigma di continuità: sulla destra il rispolverato Bruno Peres è avanti a Spinazzola (55%-45%), che però insidia sulla sinistra anche Kolarov (il serbo comunque avanti 55%-45%). Enigma trequartisti ed esterni: Under-Carles Perez (50%-50%), Kluivert-Perotti (50%-50%) e Mkhitaryan-Pellegrini (50%-50%), con quest'ultimo che però potrebbe essere abbassato in mediana al posto di Cristante. Davanti dopo l'ultima doppietta Kalinic preme, ma Dzeko appare ancora inamovibile.

enlightenedMkhitaryan scaccia gli infortuni e torna uomo-bonus, dargli fiducia fino a maggio?

SAMPDORIA: I genovesi doriani sono molto altalenanti, soprattutto difensivamente. Scommettiamo sull'ambientamento di Yoshida, che potrebbe rubare il posto a Colley da qui alla fine (55%-45%). A centrocampo Bertolacci spesso in ballottaggio con Vieira e Jankto(40%-30%-30%).

 

SASSUOLO: I neroverdi hanno trovato una base solida e un'identità precisa con De Zerbi, pochi dubbi per lui ogni giornata. Principali ballottaggi in mediana tra Obiang e Magnanelli (60%-40%) e per il posto da trequartista, con Djuricic in vantaggio su Traorè e Defrel (50%-30%-20%), con questi ultimi adattabili rispettivamente in mediana e in attacco.

 

SPAL: Drammatica la classifica degli estensi, mai così in difficoltà in serie A, per ora il nuovo Mister Di Biagio ha questi dubbi: Zukanovic-Vicari al centro della difesa (55%-45%), Valdifiori-Murgia (55%-45%) in mediana. Occhio a Fares, ormai pienamente recuperato dal crociato rotto, che entrerà in ballottaggio fisso con Reca sulla fascia (60%-40% in condizioni buone del franco-algerino).

mailSi infiamma il duello Lazzari-Marusic, Inzaghi si gode l'abbondanza a destra

TORINO: Un 2020 partito malissimo, con il cambio in panchina tra Mazzarri e Longo che fin'ora non ha invertito il trend negativo. Un piccolo ballottaggio in mediana con Lukic e Meitè che si giocano il posto (55%-45%), mentre a seconda dello schema tattico scelto può essere scelto Baselli, più difensivo, o Zaza, chiaramente più offensivo. Occhio anche all'incognita Edera, in gol a Napoli. Zaza-Baselli-Edera (40%-35%-25%).

 

UDINESE: Gotti, non senza difficoltà, ha convinto l'ambiente, anche se qualche risultato in più non farebbe male. In difesa Becao soffre il pressing di De Maio (60%-40%), sulla fascia occhia alla "sovrapposizione" dell'olandese ritornato a gennaio Zeegelar su Sema (50%-50%), mentre davanti c'è una gara di astinenza da gol tra Lasagna e Nestorovski (60%-40%), dove il capitano dei friulani ha il dovere di migliorare il suo score per evitare di essere scavalcato dal macedone nelle gerarchie.

 

HELLAS VERONA: La lieta sorpresa del campionato è l'Hellas plasmato da Juric. Pochi dubbi nella formazione tipo, tutti in avanti, dove però non si riescono a fare percentuali: Juric predilige ultimamente il falso nueve, in una sorta di tridente con tre centrocampisti offensivi. Zaccagni, Borini e Verre sono favoriti, soffrono il pressing delle vere punte quali Pazzini, Stepinski, Di Carmine e il rientrante Salcedo, con Eysseric più defilato.

 

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

pianeta news
© 2003 - 2020 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati