Un gol per rinascere, Pellegri vuole un finale da protagonista

Torino con pochi obiettivi quando ormai mancano cinque gare al termine della Serie A. I granata hanno virtualmente mancato l'accesso all'Europa con Ivan Juric, per diversi problemi legati a tutti i reparti. Anche a livello fantacalcistico, l'unico calciatore del Torino che è riuscito ad emergere e lasciare il segno, è stato Gleison Bremer.

Nella gara di sabato però è andato a segno, per la prima volta con la maglia granata, l'ex meteora del Genoa Pietro Pellegri. Classe 2001 e cresciuto proprio nelle giovanili del Grifone, Pellegri si mise in mostra al calcio internazionale segnando 3 reti in 9 gare a soli 16 anni, detenendo anche il record di giovane età all'esordio in A.

Dal trionfo europeo agli infortuni, che stagione è stata per Bonucci

La grande stagione attira l'interesse di diverse squadre internazionali, il genoano sceglie però il Monaco. L'esperienza in Ligue 1 si rivela fallimentare: solo 22 presenze in due stagioni con la prima squadra, 2 gol all'attivo. Nell'ultimo mercato decide quindi di ritornare in Italia scegliendo il Milan in rampa di lancio.  Anche nel capoluogo lombardo però la situazione non è delle migliori, gli infortuni condizionano Pellegri che riesce a mettere insieme solo sei presenze e ovviamente nessun gol. Nel gennaio scorso vira quindi verso Torino, nella speranza di trovare continuità e gol. Dieci apparizioni in maglia granata e domenica il primo sigillo in campionato poco dopo l'ingresso in campo, rete decisiva anche ai fini del risultato per il Toro.

Per il fantacalcio potrebbe essere una delle sorprese del prossimo anno, occhio durante la prossima asta e all'evoluzione del mercato estivo, sempre ricco di colpi di scena. Qui le statistiche di Pietro Pellegri relative alla stagione in corso: Statistiche - Pietro Pellegri - Torino 2021/2022