La nuova scelta di Gotti, a Udine si adesso si punta forte su Beto in attacco

L'Udinese di Mister Luca Gotti come i precedenti anni veleggia a metà classifica, giocando un calcio propositivo con un modulo consolidati e movimenti ben preparati durante la settimana.

Se nella seconda parte di stagione scorsa e nelle prime partite di quest'anno Mister Gotti ha privilegiato l'attacco mobile, scegliendo giocatori come Pussetto, Deulofeu e Forestieri, affiancati da trequartisti tecnici come De Paul lo scorso anno e Pereyra, nelle ultime due partite la scelta è ricaduta sul nuovo acquisto misterioso Beto.

Arrivato dalla Portimonense (Serie A portoghese) in prestito, Norberto Bercique Gomes Betuncal, detto Beto, si è subito integrato nei meccanismi della squadra friulana. 194 cm per 88kg, fisico importante per il nuovo ariete di Gotti, autore di 11 gol in 30 partite lo scorso campionato, si candida ad essere una piacevole rivelazione.

yesB come Bonus, l'importanza di Barak e Bajrami al fantacalcio

Dopo 3 apparizioni da subentrato, alla seconda da titolare (dopo la prestazione flop contro la Fiorentina che gli è valso un 5 in pagella) ha trovato la via del gol nel pirotecnico 3-3 di Marassi. 

Con il suo fisico e le sue caratteristiche da "boa" ha tutte le carte in regola per aiutare la squadra in fase offensiva e trovare facilmente sponde per i compagni. Saprà avere continuità oppure sarà discontinuo come i vari Okaka, Llorente e Nestorovski passati?

A differenza dei tre citati, Beto ha dalla sua l'età, il classe 1998 è in crescita e, secondo interviste e opinioni degli estimatori, può diventare ancora più incisivo. Non ci resta che scommettere sul suo crack, anche se attenzione ad investirci troppi crediti...