Hjulmand e Baschirotto, i due baluardi per la salvezza del Lecce

Buon inizio di campionato per il Lecce, che da neopromossa ha conquistato 15 punti in altrettante gare, sulla stessa linea del Monza (16) e decisamente meglio della Cremonese (7). La compagine salentina occupa il sedicesimo posto, fuori dalla zona retrocessione con otto punti di vantaggio proprio sulla Cremonese terzultima. 

Oltre ai protagonisti da bonus Strefezza, Ceesay e Di Francesco, la cavalcata verso la permanenza in Serie A è guidata anche da due sileziose colonne della difesa di Marco Baroni, sicuramente non top per un fantallenatore ma decisamente indispensabili per lo scacchiere giallorosso. Si tratta di Federico Baschirotto e Morten Hjulmand.

Il primo è balzato in risalto grazie alla rete firmata contro l'Atalanta, che è valsa al Lecce i tre punti fondamentali contro la Dea. Classe 1996, la storia di Baschirotto affonda le radici fino in Serie D, campionato nel quale il difensore centrale giallorosso militava fino al 2019. Poi la chiamata della Viterbese in  C dove si afferma tra i migliori centrali del campionato, guadagnandosi il contratto in serie cadetta con l'Ascoli, 4 gol in 30 presenze. Nel luglio 2021 firma per il Lecce, sempre titolare finora e baluardo del tecnico Baroni.

Non solo Carlos Augusto, i 5 migliori terzini outsider per fanta-media

Il danese invece approda al Lecce nel gennaio 2021 dopo l'unica esperienza in carriera tra i grandi all'Admira Wecker in Austria (si tratta di un classe 1999). Con la conquista della promozione in Serie A, viene promosso capitano dei salentini dopo esserne diventato uno dei giocatori più rappresentativi oltre che il più utilizzato dell'ultimo campionato di Serie B. Centrocampista roccioso, può ricoprire il ruolo di regista o mezzala destra o sinista, utile alla causa del Lecce proprio per la sua duttilità e l'abilità nell'imbastire il gioco dalle retrovie.

La salvezza del Lecce passa dalle mani dell'intera squadra, ma c'è qualcuno che sicuramente influirà più degli altri. E fra di loro, ci sono anche capitan Hjulmand e la roccia Baschirotto.