Voti fantacalcio Serie A  19.a giornata Serie A: Acerbi si ripete, Orsolini al top, Theo e Dumfries dominano, Simeone flop, super Bajrami

Due "regali natalizi" di Romero (reti di Pedro e Acerbi) e un gol a tempo scaduto di Luis Alberto permettono alla Lazio di Sarri di espugnare il Penzo di Venezia. Inutile il primo gol in A di Forte, gli arancioneroverdi nonostante una buona prestazione chiudono la gara in 10 per un rosso diretto a Tessmann e in generale un mese di dicembre senza vittorie.Finisce 3-1, la Lazio si rilancia dopo un periodo di appannamento.

 

Dopo tre sconfitte consecutive il Bologna rialza la testa e lo fa vincendo nell’ultima giornata del girone di andata, quella che chiude l’anno solare: a Reggio Emilia, in casa del Sassuolo, i rossoblù vincono 3 a 0 grazie alle reti di Orsolini, Hickey e Santander, tornando a una vittoria che mancava da diverse giornate. I giocatori di Mihajlovic, con questa vittoria, chiudono l’anno a quota 27 punti, che permette ad Arnautovic e compagni di scavalcare nuovamente proprio il Sassuolo.

 

Roma e Sampdoria si dividono la posta in palio: dopo un primo tempo abbastanza povero di occasioni, seconda frazione che ha visto prima il palo di Candreva, poi il gol di Shomurodov su mischia in area. La Sampdoria trova il pareggio su calcio d'angolo: Quagliarella sul secondo palo rimette al centro per Colley che colpisce un altro palo, sul tap in Gabbidini firma il 1-1.

 

Scopri i voti del turno domenicale della 19.a giornata di Serie A 

 

ll Milan chiude il girone d’andata ritrovando la vittoria (1-4) sull’ostico campo di Empoli; determinante Kessie, schierato trequartista ed autore di una doppietta ma ritrova anche la via della rete Theo Hernandez e Florenzi firma la sua prima rete in rossonero. Rossoneri però tutt’altro che guariti’ con l’Empoli che può recriminare per la clamorosa traversa di Bajrami ad inizio ripresa sul risultato ancora di 1-2. 

 

Con molta sofferenza, specie nel secondo tempo dove il Torino di Ivan Juric imbriglia alla perfezione i nerazzurri, l'Inter riesce a prendersi una sudata vittoria e a chiudere in maniera dolce questo 2021. Un successo sudato, come detto, frutto della stoccata vincente di Denzel Dumfries che al 30esmo minuto trova lo spiraglio giusto per battere Vanja Milinkovic-Savic e regalare la vittoria alla sua squadra. Secondo tempo di dura lotta, col Toro che ha in mano il pallino del gioco, ma l'Inter stringe i denti e può festeggiare il Natale facendo saltare il pubblico di San Siro.

 

ll Verona inizia molto meglio della Fiorentina ed in generale interpreta meglio la prima frazione, come il punteggio testimonia. La prima chance dei gialloblu coincide con il gol del vantaggio, ennesimo pallone recuperato contro un avversario disattento ed il tocco di Caprari lancia Lasagna che in area colpisce sul primo palo e punisce Terracciano. La reazione degli ospiti è poi buona, ma non eccezionale. Vlahovic davanti è isolato nella morsa di Tameze e Casale; Bonaventura ha una chance limpida ma viene rimontato all'ultimo da Sutalo. Un minuto dopo fa ancora peggio Simeone che calcia alto a porta vuota e l'1-1 permane fino alle fine.

 

Per la seconda volta nella sua storia lo Spezia gioca una partita di Serie A allo Stadio Diego Armando Maradona di Napoli e per la seconda volta ottiene i 3 punti. Lo scorso 6 gennaio, la prima gara del 2021 era stata decisa da Maggiore e Nzola. Oggi, nell’ultima gara dello stesso anno, ci pensa un autogol di Juan Jesus a regalare la vittoria ai liguri, relegando adesso gli azzurri a -7 dall'Inter capolista.