Voti fantacalcio Serie A 36.a giornata: Theo e Rebic mattatori, Zappacosta cecchino, inossidabile Buffon, Lukaku e Immobile finale dolce

Termina con uno scialbo pareggio a reti bianche, ma che probabilmente accontenta tutti, il match tra Cagliari e Fiorentina. Incontro che lascia veramente pochi spunti, ma che avvicina a piccoli passi le due compagini verso la salvezza. Al 34' chance per Joao Pedro, su un gran recupero di Lykogiannis: palla in mezzo per il brasiliano che sciupa tutto. . Non accade praticamente nulla nemmeno nella ripresa. Il Cagliari prova ad attaccare e Joao Pedro ha una buona opportunità per passare avanti ma il tiro del brasiliano è bloccato da Milenkovic in scivolata al 69', è l'unico sussulto del match.

 

Vittoria bella anche se con un po' di sofferenza per l'Inter, che si porta in vantaggio per 2-0 grazie ai gol di Brozovic e Vecino, poi subiscono la rete giallorossa di  Mkhitaryan e nella ripresa lasciano forse un po' troppo campo alle iniziative degli avversari. Salvo poi uscire nel quarto d'ora finale, grazie soprattutto all'inserimento di  Hakimi che spariglia le carte e proprio allo scoccare del novantesimo si lancia in un coast-to-coast culminato con il passaggio comodo per Romelu Lukaku che chiude il match.

 

Clamoroso all’Olimpico: il Milan distrugge 7-0 il Torino. Una partita senza storia, dal primo all’ultimo minuto. Theo Hernandez sblocca il match al 19esimo, poi Kessie segna il raddoppio (su rigore) che chiude il primo tempo. Ma nella ripresa il fiume rossonero si abbatte sul Toro: gli ospiti segnano altre cinque reti: tre le fa Rebic, una Diaz, Theo si regala la doppietta personale. Insomma, un Milan splendido, concentrato in avvio, spietato lungo il match.

 

enlightened Scopri i voti del 36° turno infrasettimanale di Serie A

 

Prova d'orgoglio per la Juventus che vince in casa del Sassuolo e rimane in lotta per la qualificazione Champions. Buffon para un rigore a Berardi, poi le reti di Rabiot e Ronaldo (gol numero 100 in bianconero) lanciano la squadra di Pirlo. Raspadori la riapre nella ripresa, ma ci pensa Dybala  a siglare l'1-3 finale su assist di Kulusevki.

 

L'Atalanta non si lascia sfuggire l'occasione della gara casalinga contro il Benevento e batte 2-0 i sanniti di Pippo Inzaghi sempre più a rischio retrocessione. Una rete di Muriel lancia gli orobici, che raddoppiano con il neo entrato Pasalic e si mantengono in seconda posizione con il Milan.

 

All'Olimpico, la Lazio riesce in extremis a piegare il Parma grazie ad una rete di Ciro Immobile in pieno recupero. Lo Spezia fa 2-2 nel derby in casa della Sampdoria,  e compie un piccolo passo avanti in chiave salvezza. Protagonista assoluto Pobega autore di una doppietta, con Verre e Keita autori delle reti del pareggio blucerchiato. Il Genoa vince in casa del Bologna e in virtù degli altri risultati può festeggiare la matematica salvezza. Reti di Zappacosta, altro gran gol  dalla distanza dopo quello col Sassuolo, nel primo tempo e Scamacca su rigore nella ripresa.