Pianeta SOS Fantacalcio

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2019/2020

SCEGLI squadra
  • VAI nel team  ATALANTA
  • VAI nel team  BOLOGNA
  • VAI nel team  BRESCIA
  • VAI nel team  CAGLIARI
  • VAI nel team  FIORENTINA
  • VAI nel team  GENOA
  • VAI nel team  INTER
  • VAI nel team  JUVENTUS
  • VAI nel team  LAZIO
  • VAI nel team  LECCE
  • VAI nel team  MILAN
  • VAI nel team  NAPOLI
  • VAI nel team  PARMA
  • VAI nel team  ROMA
  • VAI nel team  SAMPDORIA
  • VAI nel team  SASSUOLO
  • VAI nel team  SPAL
  • VAI nel team  TORINO
  • VAI nel team  UDINESE
  • VAI nel team  VERONA
PIANETA SOS : Approfondimento sulle tematiche del fantacalcio
Da Juwara a Papetti, a Haraslin e Raspadori, è un post-covid di esordienti da sogno al fantacalcio

Una pandemia di livello globale ha fermato la Serie A per 3 lunghi mesi; sicuramente il calcio non era una priorità e la decisione in tal senso era inevitabile ma la ripresa giocoforza adesso comporta delle conseguenze: un brusco incremento degli infortuni per i giocatori, che non essendo stati seguiti dai preparatori atletici delle loro rispettive squadre durante il lockdown, hanno riscontrato nel rientro post-covid acciacchi, risentimenti muscolari o problemi che hanno fatto terminare la loro stagione con largo anticipo.

Stessa situazione "drammatica" per i fantallenatori, che dopo 3 mesi di astinenza dal calcio e dalle loro squadre virtuali, si ritrovano con molti assenti in rosa e rischiano di compromettere all'ultimo la loro vittoria o di perdere posizioni in classifica; ovviamente noi siamo qui per evitare che questo avvenga, e nonostante il problema possa sembrare senza soluzione, perché i vostri fidati titolari sono indisponibili, avete una strada secondaria che vi eviterà di provare l'incubo dell' "uomo in meno".

Ovviamente stiamo parlando di quei giocatori giovanissimi e sconosciuti, presenti in quasi ogni fantasquadra, presi a 1 credito/fantamilione o qualcosa del genere, per raggiungere il numero di elementi in quel ruolo e terminare la rosa; questi calciatori riescono a racimolare nei casi migliori una o due presenze nell'arco di tutta la stagione, ma grazie ad un insieme di problematiche che stanno colpendo indistintamente ogni squadra (assenze di giocatori importanti dovute a infortuni, per la ragione spiegata precedentemente, a cui si aggiungono le numerose squalifiche, aumentate con l'arrivo del Var, e la necessità di ruotare i giocatori in campo, considerando che si gioca ogni 3/4 giorni), riescono ad ottenere una titolarità inaspettata.

Oggi andremo a stilare una breve lista di giocatori, giovani e che avete pagato poco e niente, che hanno ottenuto una titolarità, o che almeno riescono ad avere una buona porzione di partita a loro dispozione.

Iniziamo da Juwara, attaccante giovanissimo, proveniente dal Gambia e attualmente in forza al Bologna, é il protagonista indiscusso della partita Inter-Bologna vinta in rimonta dagli emiliani grazie ad un gol (nella sua prima presenza in serie A) proprio del 18enne.

E dopo l'ottima prestazione coronata dalla rete, si gioca un posto tra gli undici iniziali, nella sfida che vede il Bologna impegnato in trasferta a Parma;
difficile che riesca a scalzare uno dei titolari nel reparto offensivo di Mihajlovic, (anche se non sono da escludere sorprese), ma che subentri a partita in corso sembra quasi scontato.

Se lo avete in rosa, e uno dei vostri titolari manca, non indugiate a schierarlo, il buon momento del Bologna, la sua propensione a saltare l'uomo e calciare subito in porta sono degli ottimi motivi per dargli un'opportunità.

 

yes Scopri tutti i voti degli anticipi della 32.a giornata di Serie A

 

Ibanez e Papetti, giovanissimi difensori rispettivamente di Roma e Brescia, hanno ottenuto un posto da titolare nel loro squadre, dimostrando bravura ma ancora poca esperienza per chi è alle prime armi nel massimo campionato italiano. Probabilmente, il rischio malus é maggiore della possibilità di ottenere un bonus, ma in caso di numerose assenze nel reparto difensivo, schieratelo perché un 5,5/6 di base dovrebbero assicurarvelo.

Terminiamo con Carboni, giovanissimo difensore centrale del Cagliari, é in ballottaggio  per un posto da titolare nella sfida del Cagliari contro il Lecce. La possibilità che lo si possa vedere dal primo minuto é molto alta, che giochi questa partita é sicuro. Il Cagliari affronta una squadra, che aveva problemi all'inizio dell'anno, e che in questa situazione particolare é allo stremo delle forze.

Arrivato a gennaio, prima del lockdown aveva giocato 13’, l'attaccante neroverde Haraslin nelle ultime 5 gare ne ha messi insieme 162’, dando sempre l’idea di poter combinare qualcosa. E qualcosa, in effetti, ha combinato: chiedere a Skorupski, anche se non c’era bisogno del gol per convincere il Sassuolo. Che lo slovacco lo ha preso per 1,5 milioni dal Danzica (tanto vale l’obbligo di riscatto) e, a occhio, ha fatto l’ennesimo affare sul mercato estero.

Menzione speciale per Giacomo Raspadori: l’attaccante classe 2002, sempre di casa Sassuolo, ha gonfiato la rete alla prima presenza da titolare all'Olimpico contro la Lazio  e alla sesta complessiva in Serie A, diventando il secondo millennial dopo Hamed Junior Traorè a segnare con la maglia del Sassuolo e il primo giocatore neroverde in assoluto a segnare all’esordio da titolare. Non solo: tra i 22 giocatori titolari, è risultato quello con la miglior percentuale di passaggi riusciti, un 96% incredibile se pensiamo alla quantità e difficoltà dei palloni giocati a ridosso dell’area di rigore biancoceleste.

FANTA NEWS
DA JUWARA A PAPETTI, A HARASLIN E RASPADORI, è UN POST-COVID DI ESORDIENTI DA SOGNO AL FANTACALCIO
TANTE RISORSE IMPENSABILI NELLE VOSTRE FANTAROSE CHE ADESSO PORTANO PRESENZE..E BONUS!
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it
12/07/2020

Voti anticipi fantacalcio Serie A 32.a giornata: Caputo la svolta, sogno Raspadori. Zaniolo rinasce, Zapata e

Dopo le due sconfitte contro Milan e Lecce, la Lazio perde in casa anche controil Sassuolo Una partita dalle tante emozioni in avvio, con un gol annullato e una traversa per gli ospiti. Immobile e Luis Alberto sciupano due occasioni, ma poi è lo stesso Mago spagnolo a sbloccare il risultato con un destro da centro-area dopo un rimpallo con Locatelli. Nella ripresa il Sassuolo pareggia con il baby Raspadori, poi le forze vengono meno da ambo le parti e le conclusioni tardano ad arrivare. Nel finale la beffa per i padroni di casa, con il gol del neo entrato Caputo in pieno recupero, su sponda aerea di Ferrari. Adesso anche il secondo posto è a rischio per la banda Inzaghi.

Bene Lazzari tra i biancocelesti, Bastos sbaglia, sotto tono ancora Immobile e Caicedo, poco brillante pure Acerbi in questa fase. Raspadori sfrutta alla grande l'esordio da titolare in Serie A, Caputo entra e cambia volto al match, buon impatto anche per Muldur, Ferrari e Marlon perfetti in chiusura.

Dopo quella sul Parma, arriva un’altra vittoria per la Roma di Fonseca, stavolta sul Brescia. Al Rigamonti finisce 3-0 grazie alle reti nel secondo tempo di Fazio, Kalinic, ma soprattutto col ritorno al gol (211 giorni dopo quello di Firenze) di Nicolò Zaniolo, che ha giocato l’ultima mezz’ora. Giallorossi quasi sempre in controllo durante l’intero match se si escludono i primi tre minuti di partita in cui Ibanez  per poco non la combina grossa due volte in pochi secondi. Nel finale entra Dzeko che prende due legni. Con questi tre punti la Roma sale a 54 punti in classifica, scacciando la crisi e avvicinando l'obiettivo Europa.
 

enlightenedScopri i voti ufficiosi degli anticipi della 32.a giornata di Serie A


A brillare è la verve di Carles Perez e il solito apporto di corsa e grinta di Veretout. Ancora promosso Bruno Peres mentre dietro con Ibanez si balla non poco, Mirante presente nelle poche occasioni avvesarie, Zaniolo ritrova pian piano forma e sorriso. Nel Brescia Andrenacci non sostituisce degnamente il titolare Joronen tra i pali, male la linea difensiva,  si salva in parte Tonali, nella ripresa nemmeno Donnaruma riesce a incidere.

Primo tempo tutt'altro che esaltante da parte della Juve che pure era partita nei primi minuti di gioco contro la solita Atalanta che pressa a tutto campo. Poi i bergamaschi hanno iniziato a macinare gioco mettendo anche in difficoltà la squadra di Sarri fino al gol del vantaggio di Zapata su assist sublime in area del Papu Gomez. I bianconeri hanno provato a pareggiare i conti ma azioni pericolose, di fatto, non se ne sono viste, a parte qualche spunto pregevole di Dybala.

La Juve a inizio ripresa gioca con più convinzione e al 54' Dybala crossa al centro, la è sfera rimpallata da De Roon con il braccio sinistro largo: rigore trasformato con potenza da Ronaldo.

Al 77′ Ronaldo aggancia al limite e sinistro, ma Gollini salva i suoi. Al minuto 80 arriva il nuovo vantaggio bergamasco: palla a sinistra per Muriel che la passa a destra dove la raccoglie Malinovskyi che con un gran destro insacca. L’ucraino è scatenato e 5′ dopo va vicino alla doppietta ma il suo sinistro termina sul fondo di un soffio. All’89’ Muriel tocca con il braccio nella sua area commettendo un'ingenuità colossale. Sul dischetto si ripresenta Ronaldo che non sbaglia e firma il 2-2 finale.

FANTA NEWS
VOTI ANTICIPI FANTACALCIO SERIE A 32.A GIORNATA: CAPUTO LA SVOLTA, SOGNO RASPADORI. ZANIOLO RINASCE, ZAPATA E RONALDO BOTTA E RISPOSTA
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

Giudice Sportivo - Controllo ammonizioni 31.a giornata

A seguito di verifica delle sanzioni indicate nei comunicati del Giudice Sportivo, nella 31° giornata di campionato non ci sono variazioni rispetto alle ammonizioni dei giocatori indicate nei voti ufficiali.


Qui il riepilogo di giornata.

FANTA NEWS
GIUDICE SPORTIVO - CONTROLLO AMMONIZIONI 31.A GIORNATA

Verifica sanzioni col comunicato del Giudice Sportivo

Scritto da
FANTACALCIO SERIE A GIUDICE SPORTIVO AMMONIZIONI

Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

PROBABILI FORMAZIONI LIVE: Lukaku acciaccato, Criscito al rientro. Dybala con CR7, scalpita Quagliarella, dub

Da monitorare nella Lazio Luiz Felipe che ieri non si è allenato, stesso discorso per Milinkovic ma sulla mezzala serba ci sono speranze. C’è, poi, chi potrebbe debuttare dal primo minuto dopo più di un anno dall’ultima volta. Si tratta di Jordan Lukaku che dalla ripresa del campionato è sempre entrato nelle cinque partite fin qui disputate dalla Lazio. In mezzo al campo Leiva favorito su Cataldi, Bastos rileva lo squalificato Patric (4 turni per il morso a Donati. Davanti De Zerbi dovrebbe puntare ancora su Caputo centravanti, sostenuto alle spalle da Berardi, Djuricic, al rientro dopo la squalifica, e Boga. Verso la panchina Defrel, Traoré e Haraslin. 

La Roma non potrà contare su Cristante e Mkhitaryan, entrambi squalificati. Fonseca sembra orientato ancora a confermare il 3-4-2-1 visto nelle ultime uscite. In porta va sempre Pau Lopez, mentre i tre centrali questa volta dovrebbero essere Ibanez, Fazio e Mancini. Avvicendamento a destra con Zappacosta in vantaggio su Bruno Peres, mentre a sinistra potrebbe tornare Kolarov. Al centro della mediana spazio ancora a Veretout e Diawara, mentre dietro a Dzeko potrebbero partire Pellegrini e Carles Perez. Saranno ancora assenti  per infortunio Smalling e Santon.  Nel Brescia  il tandem composto da Torregrossa e Donnarumma. Alle loro spalle potrebbe rivedersi Zmrhal, che farebbe scivolare in panchina Spalek.  Al centro il rientrante Chancellor potrebbe far coppia con Mateju, in panchina il giovane Papetti
 

La Juventus  senza i lungodegenti Demiral, De Sciglio e Khedira, ma ritrova de Ligt e Dybala, che hanno saltato per squalifica la trasferta del Meazza. , Sarri schiererà appunto de Ligt nuovamente di fianco a Bonucci e Dybala in attacco con Ronaldo e Bernardeschi. A centrocampo nessun dubbio: confermato il trio composto da Pjanic, Bentancur e Rabiot. L’unico dubbio è sulla corsia sinistra: alcune indiscrezioni danno il rientro dal primo minuto di Alex Sandro

L’Atalanta di Gasperini arriva all’Allianz Stadium con tutta la rosa a disposizione. Il tecnico della Dea avrà dunque l’imbarazzo della scelta e schiererà la migliore formazione possibile. In avanti giocherà dunque Zapata,  con Ilicic e Gomez a supporto. Sulla corsia sinistra titolare Gosens, a destra Hateboer.

Nel centrocampo del Genoa dovrebbe essere confermato Schone. Sulle fasce Biraschi e Barreca, anche se Nicola potrebbe giocarsi la carta Criscito: il capitano non è sceso in campo contro gli azzurri e potrebbe tornare contro i ferraresi. In difesa è ancora dubbio il rientro di Romero: Zapata è pronto a partire dall’inizio. In attacco si rinnovano i duelli Falque-Pandev e Pinamonti-SanabriaDi Biagio potrebbe virare verso un 4-4-2 per la sua Spal con Castro in panchina, Cerri dovrebbe affiancare Petagna. In difesa sempre aperto il ballottaggio tra Reca e Sala, a centrocampo tra Dabo e Missiroli.

Zenga ritrova Carboni dopo il turno di squalifica: il giovane difensore è in ballottaggio con Klavan per completare la linea a tre con Walukiewicz e Pisacane. Lykogiannis, visto il probabile nuovo forfait per problemi fisici di Luca Pellegrini, dovrebbe agire nel ruolo di esterno sinistro. Liverani potrebbe puntare sull'ex Farias nel ruolo di centravanti: è ballottaggio con Babacar. Alle sue spalle potrebbero agire Saponara e Falco. In cabina di regia Petriccione è favorito su Tachtsidis,, In difesa az, viste le assenze di Rossettini e Meccariello, dovrebbe affiancare al centro capitan Lucioni
 

cool AGGIORNATI IN TEMPO REALE CON LE NOSTRE PROBABILI FORMAZIONI!


Assenza a centrocampo per  la Fiorentina di Iachini, che dovranno rinunciare allo squalificato Duncan. Al suo posto potrebbe tornare dal 1' Castrovilli, con Pulgar al suo fianco. Sulle due fasce a destra Lirola è in vantaggio su Venuti, mentre a sinistra agirà Dalbert. Davanti si va verso la riproposizione del tridente con Chiesa, Vlahovic e Ribery. Juric potrebbe rilanciare Di Carmine dal 1' al posto del polacco Stepinski nel ruolo di prima punta. A suo sostegno sulla trequarti ci saranno Pessina e Verre, quest'ultimo è favorito su Dimarco.

Attacco consueto per il Parma nel derby emiliano col Bologna con Cornelius prima punta, Gervinho e Kulusevski ai lati. A centrocampo ancora Hernani a dettare i tempi, affiancato da Kucka e Kurtic. Ballottaggi Darmian-Laurini e Pezzella-Gagliolo per le maglie di terzini. Possibile turnover per Palacio: dentro Sansone sulla trequarti al fianco di Orsolini e Svanberg, con Barrow avanzato al centro dell'attacco. 

Nell' Udinese Stryger Larsen presidierà la fascia destra e a sinistra dovrebbe rientrare Sema dopo il turno di squalifica. In attacco Okaka parte favorito su Nestorovski e Teodorczyk per far coppia con Lasagna.  Ranieri recupera Quagliarella in attacco: il bomber campano, smaltiti i problemi fisici, riprenderà il suo posto, supportato da Ramirez. Balottaggio in difesa per il ruolo di terzino sinistro, con un testa a testa per la maglia da titolare fra Augello e Murru, mentre Colley e Yoshida saranno i due centrali, 

Il Napoli potrebbe rivedere in porta Ospina che sembra essersi rimesso dalla botta presa nel match contro l’Atalanta. In difesa torna a destra Di Lorenzo e Koulibaly centrale con uno tra Manolas e Maksimovic che dovrà accomodarsi in panchina. A centrocampo titolare Demme che ritorna dal turno di stop, con al suo fianco Ruiz Zielinski. L’unico certo del posto in attacco è Insigne con Lozano che insidia Politano sulla destra e Milik che potrebbe tornare titolare a discapito di Mertens.  Pioli, invece riavrà completamente a disposizione Calhanoglu mentre Castillejo è ancora infortunato. La difesa dovrebbe essere confermata in blocco con Donnarumma in porta, Conti Hernandez sulle fasce e Kjaer Romagnoli al centro. Anche Kessie Bennacer hanno la certezza di partire titolari mentre RebicPaquetà Bonaventura si giocano un posto alle spalle Ibrahimovic.

Conte riavrà a disposizione Bastoni D’Ambrosio in difesa dopo la squalifica. Il primo dovrebbe essere schierato dal 1′ sul centrosinistra, con De Vrij in mezzo e Skriniar sul centrodestra. Il centrocampo, visti anche gli infortuni di Barella Sensi, dovrebbe restare invariato rispetto a quello visto contro il VeronaBrozovic Gagliardini al centro, Young a sinistra e Candreva a destra, con Moses pronto a insidiare l’esterno italiano. Eriksen potrebbe riprendere il suo posto sulla trequarti, così come Lautaro Martinez dovrebbe tornare in attacco. Questa volta il ballottaggio sarà tra Lukaku Sanchez, con il belga uscito acciaccato per un problema al flessore dal Bentegodi. Il Torino dovrà a fare a meno di  Zaza, che dovrà scontare un turno di squalifica. In attacco, quindi, Longo potrebbe riproporre il tridente composto da Verdi Berenguer ai lati di Belotti. Difesa intoccabile con Izzo, N’Koulou Bremer.

FANTA NEWS
PROBABILI FORMAZIONI LIVE: LUKAKU ACCIACCATO, CRISCITO AL RIENTRO. DYBALA CON CR7, SCALPITA QUAGLIARELLA, DUBBIO MILINKOVIC
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

Godin e Eriksen, il blasone non basta per imporsi in questa inter

Due ruoli diversi, provenienti da due campionati diversi, ma con una grande caratteristica in comune: due grandi campioni di livello internazionale. Parliamo ovviamente dell' uruguaiano Godin, ex Atletico Madrid e autore del gol in Champions contro la Juventus, arrivato nell'estate del 2019 e del danese Eriksen, ex Tottenham, sbarcato all'Inter durante la finestra invernale del calciomercato e dal valore che si aggira attorno alla notevole cifra di 100 milioni.

Entrambi alla corte di Antonio Conte, non hanno impressionato il ct: le loro prestazioni sono state troppo opache e altalenanti. Ma ora andiamo ad analizzare attentamente e dal punto di vista fantacalcistico entrambi i giocatori, uno per volta.


Un modulo indigesto e l'ascesa del baby Bastoni

Partiamo da Godin, valore al fantacalcio che si aggira attorno ai 15 fantamilioni o crediti, ha collezionato 17 presenze di cui 15 da titolare e 2 da subentrato, per cui come primo consiglio se non lo vedete tra gli undici iniziali dell'Inter, non schieratelo perché difficilmente subentrerá a partita in corso. Partecipa poco alla manovra offensiva della squadra, non regalando bonus; infatti in questa stagione non ha mai segnato e ha fatto un solo assist, di ció ne risente la sua fantamedia, inferiore alla sufficienza. La sua condotta consta di 4 cartellini gialli, per cui il rischio malus é quasi inesistente; ma il problema maggiore é la sua mancata titolarità, dovuta agli infortuni (ricordiamo che é un classe 86, per cui ha 34 anni) e alla stella nascente che risponde al nome di Alessandro Bastoni, che ha collezionato ben 2 gol con la maglia dell'Inter in questa stagione, e che di conseguenza, specialmente dopo la ripresa del campionato post - covid sembrerebbe aver scalzato l'uruguaiano.

Il nostro consiglio é di puntare, a parità di quotazione ecc.. su altri difensori, controllando la fantamedia e la confidenza con la porta avversaria 

[IMMAGINE]

 

Dalla finale di Champions alla nuova sfida accettata

É arrivato il turno del 28enne vice campione d'Europa Eriksen, che in questa Inter a causa di una mancata sintonia con il modulo adottato da Conte e alla pandemia che ha interrotto il campionato, non ha dimostrato la sua qualitá e ha deluso le aspettative, basta confrontare la quotazione appena arrivato tra i nerazzurri a gennaio (34 fantamilioni/crediti circa ) e quella di adesso (29 fantamilioni/crediti).

Nonostante ciò mantiene una fantamedia pari a 6,30, grazie ai numerosi tiri nello specchio e una percentuale di passaggi riusciti molto positiva. Ha collezionato 2 assist ed 1 gol, e dopo il ritorno in campo sta mostrando segnali di crescita evidenti; ovviamente delle buone prestazioni implicano una titolarità (che sta avendo) o almeno un' importante porzione di partita a sua disposizione. Il consiglio che ci sentiamo di darvi è il seguente: se avete il giocatore in rosa, é quello di puntare forte su di lui in quest'ultima frazione di campionato, perché può garantirvi parecchi bonus. Inoltre ha una disciplina  integerrima(nessun cartellino collezionato finora).

Altro punto a favore é dato dal desiderio di rivalsa dell'Inter che vede l'Atalanta alle calcagna e che vuole continuare a inseguire il sogno scudetto, per cui punterà molto sul suo attacco e cercherá di accaparrarsi una vittoria dopo l'altra. Nonostante i numeri che possono risultare deludenti ad un occhio meno attento, il giocatore sembra aver superato il periodo iniziale di adattamento, considerando che é arrivato a metà stagione da un campionato completamente diverso, ed essersi preso il suo spazio nell'Inter dove da giugno é uno dei protagonisti.

Insomma entrambi non hanno impressionato fino ad ora, ma i tifosi e la società ripongono in loro fiducia e attenti alle sorprese che questi due campioni possono riservarvi alla fine di una campionato che non ha reso loro giustizia.

FANTA NEWS
GODIN E ERIKSEN, IL BLASONE NON BASTA PER IMPORSI IN QUESTA INTER

Due investimenti di natura differente ma con un rendimento ad oggi deludente

Scritto da
INTER GODIN D. ERIKSEN C. STATISTICHE FANTACALCIO

Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

Voti fantacalcio posticipi Serie A 31.a giornata: De Paul incandescente, Candreva ribalta, Lazovic spadronegg


L' Udinese centra di fatto la salvezza espugnando il "Paolo Mazza" di Ferrara. La partita si mette subito in discesa per i bianconeri, che passano grazie alla rete di De Paul, abile a sfruttare un pasticcio della difesa spallina. Il raddoppio arriva poco dopo la mezz'ora. La partita prosegue in scioltezza per la formazione di Gotti, che gestisce il risultato senza patemi, complice una Spal senza idee, e arrotonda all'81' con il nono centro in campionato di Kevin Lasagna, quinto gol in quattro partite. Bene De Paul che illumina la scena, Fofana e Lasagna si dimostrano in ottima condizione, sotto tono Petagna e Castro, non convince Bonifazi in difesa, finalmente Okaka torna a ruggire sotto rete.
 

enlightenedScopri i voti ufficiosi dei posticipi della 31.a giornata di Serie A


Hellas avanti 1-0 sull'Inter nel primo tempo, grazie al gol immediato di Lazovic. Ottima prima frazione della squadra di Juric, che va subito in vantaggio e poi lo legittima con le grandi occasioni capitate a Veloso (palo) e Dimarco (conclusione al volo fuori di poco)). Inter lenta, prevedibile e quasi mai pericolosa, con Lukaku che fa spesso sponda col fisico per liberare i compagni al tiro.

Nella ripresa, dopo un brivido iniziale, ci pensa Candreva a rimettere in piedi i nerazzurri, prima trovando il pareggio e poi il gol del vantaggio grazie alla deviazione provvideziale di Dimarco. L’Inter prova a chiudere la gara ma non riesce ad incidere, allora ci pensa Veloso che fresco di rinnovo di contratto, festeggia al minuto 85 trovando il gol del pari con una conclusione potente dal limite.

Nell'Inter Sanchez e Candreva i migliori, il solito inesauribili Amrabat, Lazovic e Veloso per gli scaligeri. Skriniar irriconoscibile, Lukaku mette sempre il fisico, Lautaro entra bene e sfiora il gol, Eriksen entra troppo tardi per poter incidere.

FANTA NEWS
VOTI FANTACALCIO POSTICIPI SERIE A 31.A GIORNATA: DE PAUL INCANDESCENTE, CANDREVA RIBALTA, LAZOVIC SPADRONEGGIA, MAL DI TESTA SKRINIAR
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

Voti fantacalcio Serie A 31.a giornata: Muriel panchinaro d'oro, Barrow c'è sempre. Belotti scuote il To

Parte bene il Napoli al Marassi contro il Genoa e passa in vantaggio con un gol di Elmas al termine di una insistita azione offensiva. Ma dopo il consulto al Var l'arbitro Mariani annulla la rete partenopea per un tocco di mano di Manolas. Poco dopo è ancora Perin a essere chiamato a un super intervento sulla pregevole rovesciata di Elmas. Ci prova anche Mertens ma Perin risponde ancora una volta presente. Il dominio azzurro del primo tempo trova concretezza al primo minuto di recupero. Mertens riceve palla, si porta la palla sul destro e la piazza bassa sul secondo palo, Perin si tuffa ma non ci arriva per evitare lo 0-1.  Al 49' il Genoa pareggia. calcio d'angolo di Schone, svetta Goldaniga che schiaccia sul secondo palo si infila in rete. Girandola di cambi con gli ingressi di Lozano e Milik per il Napoli.

Ed è proprio Lozano a fare la differenza: lancio lungo verticale di Fabian Ruiz, difesa rossoblù addormentata, ne approffitta Lozano che controlla e a tu per tu con Perin lo batte.Il Napoli si difende e va in difficoltà sotto la pressione rossoblù. Ma Pandev e gli altri non sono mai particolarmente pericolosi dalle parti di Meret. Gattuso vince ancora e adesso l'Europa è più vicina. Funziona l'asse Insigne-Mertens, Fabian Ruiz è preciso, Elmas piace, Lozano non perdona. Nel Genoa molte le insufficienze, si salvano Perin e Goldaniga tra tutti.

La Fiorentina non riesce a dare continuità al successo di Parma e pareggia a reti bianche contro il Cagliari.  I padroni di casa hanno più occasioni dei sardi, un po' di sfortuna (palo interno di Duncan), ma anche una cronica difficoltà ad andare in gol. Nonostante gli acciacchi e il turbamento per il furto subito in casa, il migliore dei viola è sempre Ribéry che con i suoi guizzi accende la sfida.  Bene Duncan a centrocampo, bravo Dragowski a salvare il risultato, incoraggiante esordio di Kouame che sfiora il gol. Tra le noti negative Chiesa che non incide e non salta mai l'uomo e Vlahovic, troppo statico. Protagonisti del secondo tempo sono i due estremi difensoriDragowski, nel giro di due minuti (55’ e 56’) è due volte miracoloso su Nandez: Al 78’, poi, entra in gioco Cragno, che, con un volo plastico, s’immola sul preciso colpo di testa di Kouame, stavolta Simeone non trova lo spunto giusto, Klavan con l'esterienza domina spesso i contrasti aerei.
 

Nel secondo tempo l'Atalanta trova la forza di vincere ancora contro una Samp coriacea e già al 6’ Gasperini decide di cambiare perché vuole vincere. Esce Djimsiti e entra de Roon e poi fuori Pasalic e Ilicic per Muriel e Malinovskyi. I cambi sortiscono subito l’effetto sperato e su calcio d’angolo proprio di Malinovskyi, Toloi arriva dalle retrovie e infila alle spalle di Audero al minuto 30. E’ un’Atalanta a trazione anteriore e si vede Muriel è particolarmente ispirato e al primo tiro fa centro, come spesso gli capita in questa stagione perfetta e al 40’ chiude la partita con una delle sue perle dalla distanza.
 

enlightenedScopri i voti ufficiosi del mercoledì della 31.a giornata di Serie A


Sono tre punti davvero pesantissimi quelli che il Torino conquista, in rimonta, all’Olimpico Grande Torino contro il Brescia. Per i ragazzi di Moreno Longo una vittoria sudata ma meritata, conquistata tutta nella ripresa, dopo un primo tempo chiuso in svantaggio anche a causa di una sfortunata deviazione che ha favorito Torregrossa. Nella seconda metà di gara, però, Verdi (con la complicità di una deviazione di Mateju), Belotti e Zaza riescono a ribaltare tutto, fissando il risultato sul definitivo 3-1, che porta i granata a quota 34, a +7 sulla terzultima in classifica.

La Roma torna a sorridere in campionato e lo fa con una vittoria in rimonta in casa contro il Parma. Dopo circa 10 minuti Cristante stende Cornelius in area di rigore e regala il penalty agli uomini di D’Aversa che viene poi trasformato da Kucka. La Roma però non si abbatte e continua ad attaccare sfruttando bene le corsie laterali. Pellegrini colpisce la traversa con un bel tiro da fuori area e a al 40’ ci pensa ancora Mkhitaryan a rimettere ogni cosa a posto. L’armeno riceve un bel pallone da Bruno Peres e realizza l’1-1. La squadra di Fonseca rientra in campo nel secondo tempo con la stessa voglia di trovare il gol con cui l’aveva lasciato dopo i primi 45′. Passano 16 minuti e ci riesce con Veretout che con un tiro potente da fuori area batte Sepe. Nel finale i giallorossi si lasciano un po’ andare e subiscono la fase offensiva del Parma, ma ad andare nuovamente vicina al gol è sempre la RomaGonzalo Villar spreca due ottime occasioni, sbagliando entrambe le volte a pochi centimetri dal portiere. Per sua fortuna non saranno errori decisivi, i giallorossi tornano a vincere respingendo le avanzate di Napoli e MIlan in zona Europa.

Lo scontro diretto per le ultime residue speranze di Europa League lo vince il Sassuolo. La squadra di De Zerbi è apparsa decisamente più in forma e convincente di un Bologna spento e macchinoso. Gli ospiti passano al Dall’Ara con un gol per tempo (Berardi e il classe '96 Haraslin) e scavalcano in classifica proprio i rossoblù che rimangono a digiuno in casa da febbraio. Inutile il gol finale di Musa Barrow. Bene Palacio che nel primo tempo prende una traversa, Muldur e Caputo spesso protagonisti.

FANTA NEWS
VOTI FANTACALCIO SERIE A 31.A GIORNATA: MURIEL PANCHINARO D'ORO, BARROW C'è SEMPRE. BELOTTI SCUOTE IL TORO, RIECCO MERTENS
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

Saelemaekers, un altro motorino sulla fascia per il Milan di Pioli

Uno dei migliori acquisti proveniente dal mercato di gennaio rossonero è stato, dopo Ibrahimovic ovviamente, il belga Alexis Saelemaekers. Il centrocampista proveniente dall’Anderlecht è sbarcato sul suolo nostrano con un certo scetticismo, tuttavia sta pian piano smentendo chi ha dubitato delle sue qualità.

Il ventunenne sta prendendo sempre più spazio nel centrocampo del Milan, difficilmente in questo momento se ne priverebbe il tecnico dei meneghini Stefano Pioli. La sua duttilità farebbe comodo a qualsiasi tecnico di Serie A; Saelemaekers, infatti, è capace di giocare in tutto l’out di destra nonostante nasca come mezzala. Ricoprire il ruolo di terzino e di ala non è un problema per lui.

L’ex Anderlecht non ha ancora trovato la via del gol in questa Serie A, nonostante ciò la sua fantamedia è di 6,40 con sole 7 presenze all’attivo. L’ottimo momento del Milan passa anche dai suoi piedi.

FANTA NEWS
SAELEMAEKERS, UN ALTRO MOTORINO SULLA FASCIA PER IL MILAN DI PIOLI

UNO DEGLI UOMINI CHIAVE DELL'OTTIMO MOMENTO DEI ROSSONERI

Scritto da
MILAN SAELEMAEKERS FANTACALCIO STATISTICHE CENTROCAMPISTA

Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

Voti anticipi fantacalcio Serie A 31.a giornata: Immobile scompare, Gabriel superbo, Patric il cannibale. Bon

La Lazio trova abbastanza presto il gol con Caicedo a Lecce: il centravanti ecuadoriano segna, facilmente a porta vuota, dopo una conclusione di Parolo non bloccata da Gabriel. Match che si mette subito in discesa, ma che mostra ancora una volta i problemi della squadra di Inzaghi ovvero un gioco poco fluido e una fragilità difensiva persistente. Sul finale di tempo arrriva il pareggio del Lecce che porta la firma di Babacar il quale batte Strakosha, di testa, in piena area di rigore, tutto solo sfruttando al meglio un cross di Falco. Nel finale di tempo Mancosu sbaglia un calcio di rigore conquistato da Calderoni, calciando alto sopra la traversa. 

Il secondo tempo si mette peggio per la squadra di Inzaghi ed il Lecce ne approfitta per portarsi avanti: ci pensa capitan Lucioni a portare il risultato sul 2-1. Ancora una volta di testa, dagli sviluppi di un corner stavolta, eludendo la marcatura di un irriconoscibile Acerbi.  Ci prova  Luiz Felipe che di testa quasi porta al pareggio, Petriccione salva con un miracolo sulla linea. Ci prova anche Luis Alberto, ma da lontano non centra la porta. Il penultimo sussulto è di Adekanye all’86’, l’ultimo è di Milinkovic al 99′, sui due colpi di testo è sempre attento l'ottimo Gabriel di stasera.  Nel finale Patric morde Donati e viene espulso grazie all’intervento del Var. Dopo un recupero infinito il direttore di gara sentenzia la fine del match, il Lecce vince e si tira per il momento fuori dalla zona retrocessione.

Immobile è un fantasma. Luis Alberto va a tratti. Male Acerbi, Patric da censura, Lazzari è il più vivo dei suoi. Oltre a un superbo Gabriel, va registrata la prova di spessore per Petriccione e Lucioni, Falco e Saponara regalano due assist perfetti, Mancosu rischia di rovinare una serata da ricordare per il Lecce.

 

enlightenedScopri i voti ufficiosi degli anticipi della 31.a giornata di Serie A

 

Match che inizia in modo equilibrato tra Milan e Juventus con Bonucci che non arriva di poco su corner. Poco dopo Cristiano Ronaldo vicinissimo al gol con pallone deviato. Il Milan reagisce con Ibrahimovic su un errore di Pjanic e poco dopo lo stesso Ibra con un nuovo tiro centrale. Molto bene Bentancur che costringe Paquetá al giallo e poco dopo anche Bennacer. Gioca bene la Juve, palla buona per Danilo con palla sparata su Kjaer. Una Juve che manovra bene e con un paio di triangoli mette Higuain in possibilità di sparo, pallone parato da Donnarumma. Primo tempo sul pareggio, buone trame bianconere ma poche emozioni.

Nella ripresa la Juve passa con un gol incredibile di Rabiot, salta Conti, si accentra e supera Donnarumma con un super goal. La Juve raddoppia poco dopo: malissimo Kjaer e Romagnoli che si scontrano, pallone per Ronaldo che fulmina il portiere del Milan, in pochi minuti la Juve fa il vuoto. 

Serve un episodio al Diavolo per riaprila: Il Var interviene per segnalare un colpo di petto di Rebic e la deviazione di Bonucci. Rigore che Ibrahimovic realizza. Rossoneri che tornano in partita. La Juventus si addormenta e prende prima il gol di Kessié e poco dopo anche il gol dei Leao, bianconeri letteralmente addormentati, con Bomucci in serata no. Sarri cambia e toglie Rabiot, Pjanic ed Higuain e mette Douglas Costa, Ramsey e Matuidi. La Juventus ci prova di testa con Rugani e Donnarumma compie il miracolo. Alex Sandro nel finale si addormenta e serve Bonaventura con un lancio sballato che manda in gol Rebic. Partita in ghiaccio e discorso scudetto che poteva essere chiuso definitivamente dalla Juve ma Sarri ha dovuto fare i conti con un Milan in grande condizione.

Nel Milan Rebic e Ibra segnano ne momenti chiave, in difesa un super Donnarumma, Kessie trova spazi impensabili. Bonaventura e Leao nella ripresa dominano in area. Nella Juve Ronaldo è il solito bomber tuttofare, Rabiot alla migliore prestazione da bianconero, Pjanic non dirige, Bonucci e Alex Sandro sul banco dei colpevoli, Douglas Costa ci prova con numeri di alta scuola, Higuain esce stizzito dopo una prestazione incolore.

FANTA NEWS
VOTI ANTICIPI FANTACALCIO SERIE A 31.A GIORNATA: IMMOBILE SCOMPARE, GABRIEL SUPERBO, PATRIC IL CANNIBALE. BONUCCI CONFUSO, IBRA SFIDA CR7!
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

Giudice Sportivo - Controllo ammonizioni 30.a giornata

A seguito di verifica delle sanzioni indicate nei comunicati del Giudice Sportivo, nella 30° giornata di campionato non ci sono variazioni rispetto alle ammonizioni dei giocatori indicate nei voti ufficiali.


Qui il riepilogo di giornata.

FANTA NEWS
GIUDICE SPORTIVO - CONTROLLO AMMONIZIONI 30.A GIORNATA

Verifica sanzioni col comunicato del Giudice Sportivo

Scritto da
FANTACALCIO SERIE A GIUDICE SPORTIVO AMMONIZIONI

Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFanta.it

pianeta news
© 2003 - 2020 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati