Pianeta Market : Scopri I NUOVI ARRIVATI NELLA SERIE A

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2019/2020

PianetaTV
PianetaLeague - Fantacalcio gratis
SCEGLI squadra
PIANETA MARKET : SCOPRI I NUOVI TALENTI DELLA SERIE A
UN TOP TIRA L'ALTRO, ECCO DE LIGT PER UNA DIFESA DA BIG EUROPEA
JUVENTUS DE LIGT M. DIFENSORE SERIE A FANTACALCIO

Chiuso ormai l'affare tra Ajax e Juve, il giovane difensore è in arrivo

Scritto da

Un top tira l'altro, ecco De Ligt per una difesa da big europea

La lunga telenovela tra Ajax e Juventus pare giunta al capolinea, e con un'attesissima fumata bianca: Matthjis De Ligt sarà un giocatore bianconero!

La trattativa si è sbloccata ieri con gli ultimi numeri limati nei minimi dettagli, si parla di un investimento di circa 70-75 milioni di euro bonus compresi e un ingaggio che sfiora i 12 milioni all'anno con bonus, cifra monstre per un ragazzo appena vent'enne. Sbarcherà in serata e domani effettuerà le visite mediche.

Con l'acquisto del giovane centrale dai lancieri, la Juventus ha investito sul futuro della propria difesa, ma anche sul presente. Con Chiellini sulla via del tramonto calcistico, Bonucci non più giovane e non sempre affidabile e Rugani che con Allegri non è riuscito a fare il salto di qualità, l'acquisto di De Ligt ha blindato la difesa della Vecchia Signora nel breve e nel lungo termine. In attesa della maturazione di altri due prospetti interessanti come Demiral e Romero (quest'ultimo rimarrà al Genoa in prestito), la diga bianconera sembra completa.

De Ligt, classe 1999, cresce nelle giovanili dell'Ajax, fino ad esordire nello Jong Ajax (squadra riserve) nel 2016/17 appena diciottenne, per passare poi a metà anno in Eredivise, diventando subito parte integrante dei titolari. Un predestinato, con la leadership dentro, non a caso, in due anni e mezzo raccoglie 117 presenze e 13 reti, diventando capitano non ancora vent'enne nella prestigiosa squadra olandese. Fondamentale il suo apporto nella memorabile cavalcata dell'Ajax in Champions League, conclusasi solo in semifinale, dopo aver battuto due strafavorite come Barcellona e Juventus, con prestazioni monstre fuori casa.

Collocazione tattica: già nel giro da tempo della Nazionale maggiore, De Ligt è un difensore centrale moderno, abile con la palla al piede, divenendo un regista arretrato perfetto per la manovra. Straordinario in anticipo, elevazione mostruosa e chiusure da veterano, unica pecca la velocità. Matthjis nella difesa a quattro di Mister Sarri si troverà sicuramente a suo agio.

Valutazione: siamo davanti sicuramente ad un top player difensivo, uno di quei giocatori che sulla carta può essere un valore aggiunto ad ogni fanta-rosa. Abile anche di testa, oltre a voti da modificatore può raccogliere anche gol di testa da palla inattiva. Uniche incognite l'ambientamento e la folta concorrenza (al momento, visto che il calciomercato è ancora lungo), ma il giocatore dovrebbe in breve tempo diventare indispensabile nelle gerarchie di Sarri e dei fantallenatori.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

A SASSUOLO SI PENSA GIà AL POST LIROLA, ECCO L'AMBIDESTRO TOLJAN
SASSUOLO TOLJAN J. DIFENSORE FANTACALCIO SERIE A

Ex Dortmund e Celtic Glasgow arriva in Emilia con tante ambizioni

Scritto da

A Sassuolo si pensa già al post Lirola, ecco l'ambidestro Toljan

Un nome che ai tanti fantallenatori non dirà nulla, ma Jeremy Toljan è un profilo da non sottovalutare in sede d'asta. Seguito in precedeza anche dal Napoli, ha scelto ufficialmente il Sassuolo di De Zerbi: un giocatore di esperienza internazionale, seppur relativamente giovane essendo nato nel 1994, e soprattutto, con Lirola in partenza, un degno sostituto.

Toljan, tedesco con genitori di orgini croate e afro-americane, cresce calcisticamente nell'Hoffenheim, squadra con la quale esordisce in squadra riserve, poi in prima squadra. Dal 2013 al 2017 colleziona tante presenze, diventando uno dei terzini più promettenti di fama mondiale. Intanto compie la trafila delle Nazionali tedesche giovanili, vincendo anche la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Rio 2016 e il campionato Europeo Under21 nel 2017.

Poi il passaggio al Borussia Dortmund, e qui i primi problemi, non trovando molto spazio, scendendo in campo solo 16 volte in una stagione. Il prestito nell'ultima annata al Celtic di Glasgow, dove gioca 10 partite anche qui tra alti e bassi, e ora l'occasione del rilancio a Sassuolo, dove troverà un ambiente tranquillo e un calcio spettacolare con De Zerbi.

Collocazione tattica: Jeremy Toljan è ambidestro, una qualità non da poco per un giocatore che staziona in fascia. Può giocare sia come terzino destro che sinistro, e dopo gli ultimi rumours di una quasi certa cessione di Pol Lirola, sembra proprio il sostituto naturale.

Valutazione: come ogni arrivo da campionati diversi dal nostro, bisogna prenderlo con le pinze. Ormai non è più un "baby", quindi dovrebbe essere maturo per reggere la pressione della titolarità. Non possiamo che osservarlo attentamente nel ritiro estivo, probabilmente sarà titolare sulla carta nello scacchiere di De Zerbi, ma l'integrità fisica e l'ambientamento nel campionato italiano ci limitano le "pazze offerte" per questo comunque talentuoso giocatore...

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

IL LECCE PUNTA AL RILANCIO DI DUE GIOCATORI, LAPADULA E ROSSETTINI SARANNO GIALLOROSSI!
LAPADULA G. ROSSETTINI L. FANTACALCIO CALCIOMERCATO

I due hanno la possibilità di rinascere in Salento, per riscattare due stagioni in ombra.

Scritto da

Il Lecce punta al rilancio di due giocatori, Lapadula e Rossettini saranno giallorossi!

Lecce scatenato sul mercato, dopo aver investito su Benzar, Gabriel e Shakhov, i giallorossi sono in dirittura d'arrivo per due colpi d'esperienza. Luca Rossettini e Gianluca Lapadula sono pronti a difendere la maglia del Lecce, portando in dote qualità e carisma. 

Uno degli attaccanti più enigmatici degli ultimi anni è Lapadula, tanto amato dai fantallenatori quanto accantonato dai Mister di serie A. Perchè la sua, fino a qualche anno fa, era una vera e propria favola: dopo aver calcato i campi delle serie minori e segnato valanghe di gol, ha trascinato il Pescara in serie A segnando 30 gol in 44 partite, fino alla chiamata del Milan. Colpi funambolici, grinta, corsa e senso del gol, a Lapadula non si può sicuramente contestare impegno e dedizione quando scende in campo. 

Nel Milan non riesce ad incidere, oscurato (anche ingiustamente) dalla figura di Carlos Bacca e da un ambiente ancora destabilizzatp, e nonostante gli 8 gol in campionato in 27 presenze (molte delle quali da subentrante), non viene confermato l'anno successivo dal "nuovo Milan" di Bonucci & co., quindi approderà al Genoa, dove inizierà il declino: una stagione deludente, con appena 6 gol in 28 partite, tra infortuni e scelte tecniche dei tanti allenatori cambiati durante l'anno. Fino all'ultima stagione, ancora più deludente, scendendo in campo solo 8 volte (1 gol), oscurato da Piatek, Kouamè, Sanabria e l'eterno Pandev. 

Rossettini invece è un totem della serie A, a trentaquattro anni è tutt'altro che finito. Una sicurezza in difesa, diligente, deciso negli interventi, è stato uno dei pochi giocatori a salvarsi dall'annata disastrosa del piccolo quartiere di Verona. Per lui 21 presenze l'anno scorso, praticamente tutto il girone di andata, mentre nel ritorno tra infortuni e dispute contrattuali con la dirigenza non è mai sceso in campo. Dopo aver difeso le maglie di Siena, Cagliari, Torino, Bologna, Genoa e Chievo, nuova avventura per il ragazzo classe 1985.

I due nomi appena descritti rappresentano due certezze a livello di spogliatoio, soprattutto per il carisma e per il bagaglio di esperienza che portano. In particolare Lapadula sarà uno degli attaccanti che verrà conteso all'asta iniziale, ma occorre fare attenzione a più fattori. Il mercato è ancora lungo, quindi mentre ad oggi questi due nomi partono con i galloni di titolari, potrebbero essere scavalcati da un prossimo acquisto. Inoltre entrambi non danno garanzie fisiche sufficienti per puntare su di loro ad occhi chiusi: sempre soggetti a problemi muscolari anche se di piccola entità, non garantiscono l'affidabilità degli stakanovisti.

Se Rossettini, che al momento giocherebbe titolare con Lucioni nella coppia difensiva, si può definire il classico "usato sicuro", che con pochi crediti ti può garantire presenze in emergenza senza pretese di bonus (8 gol in 11 stagioni in serie A), Lapadula rappresenta un'autentica scommessa. Tre anni in cui non ha trovato continuità per vari motivi,  ha l'opportunità giusta per la sua carriera: una neopromossa che ha bisogno dei suoi gol, della sua esperienza, della sua grinta, e se sta bene sarà lui l'ariete della squadra! 

 

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

A UDINE PIACE IL NOME ESOTICO, ECCO IL BRASILIANO BECAO PER BLINDARE LA DIFESA
UDINESE BECAO R. DIFENSORE FANTACALCIO CALCIOMERCATO

Nuovo acquisto proveniente dal CSKA Mosca per la squadra di Tudor.

Scritto da

A Udine piace il nome esotico, ecco il brasiliano Becao per blindare la difesa

Da Udine hanno avuto fortuna tanti giocatori sudamericani, prelevati da talent scout e rivenduti a peso d'oro dopo campionati strepitosi. Tanti giocatori offensivi, mentre questa volta il nome esotico arriva per completare il reparto difensivo: ufficiale l'approdo di Rodrigo Becao in bianconero dal CSKA Mosca, per una cifra vicina ai 7 milioni di euro.

Conosciamo meglio il nuovo acquisto che si metterà da subito al servizio di Mister Tudor. Rodrigo Becao è un classe 1996 che cresce calcisticamente in Brasile, più precisamente nelle giovanili del Bahia, dove esordirà in prima squadra. L'anno scorso vola in prestito al CSKA Mosca, nella fredda Russia, dove giocherà sia in campionato che in Champions League, affrontando tra l'altro la nostra Roma.

Ha raccolto 34 presenze tra tutte le competizioni nell'anno precedente, dove ha acquisito esperienza e trucchi del mestiere, affinando la tattica e la velocità di pensiero. "E' un giocatore di grande temperamento" ha detto di lui il responsabile dell'area tecnica Marino e aggiunge "E' un difensore moderno, abile nella tecnica e nel gioco aereo".

Collocazione tattica: ancora Mister Tudor non ha svelato il modulo con cui affronterà inizialmente la nuova serie A, però ha confidato di voler abbandonare il 3-5-2. Becao comunque è un difensore centrale adattabile sia in una difesa a tre che a quattro, alto 191 cm sarà utilissimo nel gioco aereo in una difesa di una squadra che punta alla salvezza tranquilla.

Valutazione: il nome esotico non è sempre garanzia di talento e crack fantacalcistico, soprattutto per quanto riguarda un difensore. Un solo anno di esperienza europea è troppo poco per poter consigliare vivamete l'acquisto. Sicuramente l'investimento di 7 milioni significa molto sulla fiducia dell'ambiente nel brasiliano. Puntateci per completare il reparto, ma con cautela e pronti a tutti i rischi del caso, in quanto non sarà portatore di bonus visto che non ha mai segnato in carriera.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

SI MUOVE ANCHE IL BRESCIA, ECCO L'INTRIGANTE SCOMMESSA FRANCESE AYè
AYE' F. ATTACCANTE FANTACALCIO BRESCIA

Per pochi crediti potrebbe completare tanti reparti offensivi dei più attenti fantallenatori

Scritto da

Si muove anche il Brescia, ecco l'intrigante scommessa francese Ayè

Finalmente anche il neopromosso Brescia si rinforza: l'arrivo è di quelli che rimangono in ombra, ma non per questo meno degni di attenzione. Ufficiale l'arrivo di Florian Ayè, attaccante classe 1997 dal Clermont Foot, club di seconda divisione francese.

Il giovane ragazzo di ventidue anni è calcisticamente cresciuto nell'Auxerre, squadra famosa in Francia, ma recentemente "decaduta" in Ligue 2. Dopo la trafila giovanile, Florian esordisce nel 2015 appena maggiorenne in prima squadra, dove colleziona 8 presenze e 1 rete. Nelle due stagioni successive, militando sempre nella squadra della Borgogna in cui è cresciuto, non ebbe fortuna realizzativa: infatti, nonostante scenda in campo per 40 volte in due anni, segna solo 2 gol. 

La scorsa stagione il Clermont Foot., squadra che disputa il medesimo campionato, decide di investire sul giocatore nato a Parigi, e qui avviene l'esplosione vera e propria: 38 presenze in campionato e 18 gol, in una squadra che comunque ha concluso il campionato al 10° posto. Con questi numeri, si sono susseguiti rumours e attenzioni dei maggiori campionati europei, fino a che il neopromosso Brescia ha deciso di investire sul talento del giovane Ayè: 2,5 milioni di euro per il prestito con l'obbligo di riscatto e un triennale firmato.

Collocazione tattica: il francesino, che si è distinto anche nelle Nazionali giovanili, culminata con la vittoria dell'Europeo Under 19, è una prima punta mobile, abile negli inserimenti e dotato di una discreta tecnica di base. Molto duttile, può giocare in un attacco a due indifferentemente che da solo.

Valutazione: quando arriva in serie A un attaccante che il precedente anno ha segnato quasi 20 gol, l'occhio dei fanta talent-scout non può che soffermarsi, speranzosi di trovare il nuovo Piatek a pochi crediti. La realtà al momento è che parte dietro a due totem come Donnarumma e Torregrossa, fondamentali per la promozione in serie A. Chissà che alla fine, per pochi crediti, non ci ritroviamo un altro crack, ma al momento andiamoci cauti.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

C'è THEO HERNANDEZ PER GIAMPAOLO, è LA FINE DELL'ERA RODRIGUEZ A SINISTRA?
MILAN HERNANDEZ T. RODRIGUEZ R. DIFENSORE CALCIOMERCATO

Arrivato dal Real Madrid, potrebbe sostituire il titolare ex Wolfsburg

Scritto da

C'è Theo Hernandez per Giampaolo, è la fine dell'era Rodriguez a sinistra?

Il Milan è molto attivo sul mercato, e se fino ad ora non ha annunciato acquisti top almeno sulla carta (solamente due arrivi dal retrocesso Empoli), il nome ufficializzato nel weekend sa di euro-colpo: il giovane francese Theo Hernandez è un nuovo calciatore rossonero.

Quinquennale per il terzino, per un'operazione che si aggira sui 20 milioni di euro, un'investimento importante per il classe 1997, che si è confermato nella Liga come certezza difensiva. Nato a Marsiglia con evidenti origini spagnole, muove i primi passi calcistici nelle giovanili dell'Atletico Madrid fino ad esordire in squadra B. Poi nel 2016 il prestito nel neopromosso Alaves in Liga, e qui si imporrà come piacevole rivelazione: 31 presenze ed un gol in campionato a neanche 20 anni.

Clausola da 30 milioni nel 2017 pagata dal Real Madrid, e Theo si ritrova ad appena ventuno anni a vestire la maglia pesantissima dei blancos: la stagione non è fallimentare, ma il ragazzo trova poco spazio (appena 13 presenze in campionato), ma nel curriculum può inserire una Supercoppa Europea e una Champions League. Il prestito al Real Sociedad lo scorso anno, dove anche qui gioca regolarmente (infortuni e squalifiche permettendo) e si conferma come uno dei giovanissimi più promettenti del panorama calcistico internazionale (24 presenze e 1 gol). Ora la nuova avventura al Milan, ormai chiuso a Madrid da Marcelo e il nuovo acquisto Mendy.

Collocazione tattica: Hernandez è un difensore completo, ottimo in copertura quanto in spinta offensiva, dotato di una potenza fisica non indifferente. Mancino naturale, chiaramente preferisce la corsia sinistra nello scacchiere tattico di Giampaolo. Perfetto per la difesa a 4 del tecnico, la sua tecnica unita alla velocità lo rende uno dei giovani terzini più interessanti del panorama mondiale.

Valutazione: importante investimento della dirigenza rossonera, sicuramente non dovrà essere necessaria pazienza per questo giocatore, abituato a giocare con regolarità in uno dei campionati più importanti al mondo. Trova la concorrenza di Rodriguez, terzino svizzero che da due anni difende senza pressione alcuna la corsia mancina. Arrivato con la fama di assistman, rigorista e tiratore di punizioni, ha pienamente deluso l'investimento dei fantallenatori (fantamedia del 5,76 e 5,90 nei due anni precedenti): la sensazione è che Theo Hernandez sarà il nuovo titolare nella difesa a 4 di Giampaolo, e siamo anche sicuri possa essere un acquisto sottovalutato in molte leghe.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Lazio, ufficiale Vavro: tutto quello che c'è da sapere sul difensore goleador slovacco

Prima volta nella storia del club laziale per un calciatore slovacco, Denis Vavro è il nuovo colpo di Tare per la società capitolina. Il “gemello” di Milan Skriniar, insieme formano il muro difensivo della Nazionale, sbarca in Serie A a titolo definitivo per la cifra di 10,5 mln di € più eventuali bonus che vanno dritti dritti nelle casse del FC Copenhagen.

Il possente difensore centrale (193 cm), classe 96’ (23 anni), è cresciuto calcisticamente nel MSK Zilina (club slovacco) per poi sbarcare nel campionato danese con il Copenaghen che nell’agosto del 2017 lo pagò appena 1,4 mln.

Caratteristiche tecniche. Complessivamente nelle 196 presenze ottenute tra campionato slovacco e danese ha realizzato ben 16 gol anche se nella stagione appena conclusa è rimasto a secco. Vavro rientra nella categoria “DC con il vizio del gol”; la sua importante stazza gli permette di svettare ad alta quota, sovrastando letteralmente gli avversari sia in marcatura che in fase offensiva, dove può essere un’arma da corner.

Non è finita qui, Denis possiede anche un gran bel tiro dalla distanza e non si fa certo supplicare, quando ne ha l’occasione scarica il suo terrificante destro. La personalità non manca di certo a questo giocatore che più di una volta si è presentato dal dischetto: il quinto rigore, quello decisivo, della sfida tra i danesi e l’Atalanta per l’accesso alla scorsa EL è stato realizzato proprio dallo slovacco. Il fatto di essere un rigorista può essere cruciale durante la stagione anche se nella Lazio ci sono già delle gerarchie (Immobile, Luis Alberto…).

Inquadramento tattico. Premesso che Vavro ha sempre giocato in una difesa a quattro come centrale destro, nel 3-5-2 di Simone Inzaghi lo slovacco potrebbe agire da centrale o come terzo di destra (intoccabile Acerbi, presumibilmente a sinistra vista l’imminente partenza di Radu), dipenderà molto anche dal rendimento del brasiliano Luiz Felipe che di fatto occupa le stesse posizioni in campo; Denis non dovrebbe avere problemi a superare la concorrenza di Wallace e Bastos, centrali dal rendimento troppo incostante.

Al fanta Vavro è più di una scommessa, sarà titolare o comunque giocherà un numero considerevole di partite. L’idea è quello di acquistarlo senza spendere troppo, qualche golletto lo farà di sicuro per cui lo possiamo benissimo inserire in rosa dietro ai nostri titolari (6° slot in una lega da 10) o in coppia con Acerbi.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

CORSA ED ESPERIENZA IN FASCIA PER LIVERANI, SCOPRIAMO LA FRECCIA RUMENA BENZAR
BENZAR R. DIFENSORE LECCE FANTACALCIO

Due stagioni alla Steaua Bucarest, sbarca in serie A portando esperienza europea

Scritto da

Corsa ed esperienza in fascia per Liverani, scopriamo la freccia rumena Benzar

Il Lecce, reduce da un doppio balzo dalla serie C alla serie A, non si vuole fare trovare impreparato al primo appuntamento stagionale. La squadra di Liverani, dopo l'acquisto del giovane colombiano Bryan Vera, puntella la difesa con un acquisto di spessore, un giocatore che darà esperienza ad una retroguardia in via di definizione: ecco Romario Benzar, nuovo terzino rumeno proveniente dalla Steaua Bucarest.

Benzar nasce nel 1992 in Romania, dove cresce calcisticamente; la sua prima squadra professionistica è il Viitorul Costanza, che nel 2010 militava in serie B rumena. Al secondo anno la squadra centra una storica promozione in serie A, e Benzar ne diventa un leader e perno fondamentale, nonostante la giovane età. In 7 stagioni 211 presenze e 10 gol, fino alla incredibile vittoria del campionato, per poi passare nel 2017 ai più conosciuti "nemici" della Steaua Bucarest, squadra che da anni si qualifica per competizioni europee.

Qui dopo una prima stagione di assestamento, si conferma ad alti livelli e si divide tra club e Nazionale, dove ormai è nel giro dal 2016 ed ha raccolto 15 presenze. Alla Steaua Bucarest, tra campionato ed Europa League, raccoglie 60 presenze e 1 gol, attirando le attenzioni anche oltre i confini nazionali. Ne ha approfittato il neopromosso Lecce, che ha chiuso l'affare per circa un milione e mezzo di euro

Collocazione tattica: Romario Benzar è un laterale di difesa che si sposa bene con il concetto tattico di Mister Liverani, posizione preferita terzino destro, discreta duttilità anche ad accentrarsi. La sua arma migliore è sicuramente la corsa, notevole anche l'abilità nel servire i palloni invitanti in area ai compagni, sintomo di propensione a ruoli anche più offensivi. Attenzione anche ai calci piazzati sempre insidiosi.

Valutazione: il difensore rumeno vanta già un discreto curriculum, l'esperienza anche internazionale non manca. Il campionato italiano però è diverso da altri europei, la tattica la fa da padrone, e Benzar dovrà subito allinearsi e lavorare duramente in ritiro per assimilare i concetti del Mister. Potrebbe essere uno di quegli acquisti di cui vantarti per anni con gli amici, ma anche uno dei flop più clamorosi: al momento l'unica certezza è che dovrebbe avere una maglia da titolare, più verosimilmente nelle nostre fanta-rose possiamo classificarlo come "tappabuchi".

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Il Bologna pesca nel Sol Levante, l'identikit del centrale difensivo Tomiyasu

 

Sabatini ed il Bologna pescano in Juliper Pro League (massimo campionato belga) il giovane difensore nipponico Takehiro Tomiyasu, classe 1998 (20 anni) e già punto fermo del VV Sint-Truiden e della Nazionale con la quale ha ben figurato in Coppa America. Il talentino giapponese arriva in Emilia a titolo definitivo: ci son voluti circa 7 mln di € per convincere la società belga a lasciarlo partire.

Tomiyasu è principalmente un difensore centrale, ma gioca molto bene anche a centrocampo con compiti difensivi come spesso accedeva nella squadra della sua città, l’Avispa Fukuoka. In Belgio ha giocato come centrale sia nella difesa a tre che nella difesa a quattro con eccellenti risultati: nell’ultima stagione ha raccolto 40 presenze e segnato pure 1 gol.

Caratteristiche tecniche. Tomiyasu è abbastanza rapido, caratteristica non facile da trovare in un difensore centrale e anche motivo per il quale può essere impiegato come mediano. L’intercetto è il suo pezzo forte oltre ad essere un osso duro nell’uno contro uno in pieno asian style (non si ferma mai!); i piedi buoni fanno sì che da lui parta spesso l’azione offensiva.

Poco solido fisicamente nonostante un’altezza di 1,88 cm, neo questo che in Serie A potrebbe pagare caro; Mihajlovic lavorerà molto su questo aspetto e di certo non avrà paura a buttarlo nella mischia (Donnarumma docet). Certamente ci sarà un periodo di adattamento più o meno lungo per il nipponico, ma le qualità e la personalità sembrano esserci tutte: si giocherà il posto lasciato vuoto dal brasiliano Lyanco con l’altro nuovo acquisto in difesa, l’olandese Stefano Denswill.

Al fanta non ci possiamo aspettare granché dato che rimane pur sempre un classe 98’ alle prese con un campionato che ti può bruciare da un momento all’altro come la Serie A, per cui il suo acquisto è da prendere con le pinze: in una lega da 10, per gli amanti delle scommesse, si può accomodare nell’ultimo slot.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

RABIOT ALLE FIRME CON LA JUVE: SARà STAFFETTA COSTANTE CON RAMSEY NEL 4-3-3 DI SARRI?
JUVENTUS RABIOT A. CENTROCAMPISTA FANTACALCIO CALCIOMERCATO

L'ex PSG è pronto per una nuova sfida, ma al fantacalcio saprà imporsi?

Scritto da

Rabiot alle firme con la Juve: sarà staffetta costante con Ramsey nel 4-3-3 di Sarri?

Ormai manca solo la formalità del passaggio di Adrien Rabiot alla Juventus: il francese infatti sta sostenendo le ultime visite mediche e la società sta preparando le ultime "carte" per affinare l'aspetto burocratico. Il passaggio a parametro zero è praticamente cosa fatta.

Storia difficile quella del ragazzo classe 1995, un ragazzo dal cuore d'oro, ma sensibile alle ingiustizie della vita. La sua storia personale sicuramente lo ha formato e ha condizionato la sua crescita. Il padre gravemente malato con cui aveva un legame speciale, la madre tanto e a volte troppo presente nella vita del ragazzo (funge anche da procuratrice), e la sua forte personalità e autostima che spesso lo hanno portato a scontrarsi per nodi contrattuali e scelte tecniche.

Dopo 6 mesi di Accademia Manchester City, torna in Francia a Pau, dove lo nota il PSG, praticamente l'unica squadra della sua carriera da professionista. Dal 2012 al 2019 infatti (escludendo una parentesi a Tolosa dove raccolse 13 presenze e un gol) milita per la squadra della Capitale francese, raccogliendo in totale 227 presenze e 24 gol, conquistandosi il posto e lottando tra campioni già affermati e nostre conoscenze come Thiago Motta e Verratti. 6 presenze anche in Nazionale, pre-convocato come riserva ai Mondiali vincenti del 2018, rifiutò la chiamata di Deschamps indispettito.

La madre Veronique, che gestisce gli affari del figlio, dopo settimane di trattative, ha trovato l'accordo con la dirigenza bianconera, portando il figlio oltre i confini nazionali. Il padre purtroppo è recentemente venuto a mancare, e probabilmente anche il legame con il proprio paese d'origine è iniziato a "creparsi", e ora, dopo essere stato vicino in passato a Roma e Milan, sbarca a Torino con tanta voglia di mettersi in mostra, dopo un'ultima stagione da separato in casa causa problemi con il rinnovo contrattuale (e già nel passato ce n'erano stati, con conseguente status di fuori rosa temporaneo).

Collocazione tattica: giocatore a tutto campo, veloce, tecnicamente valido, dribbling seccotenacia e abilità nel difendere, è un petalo di spessore nella rosa bianconera. Ha spesso giocato in un centrocampo a 2, adattabile a mezz'ala in una mediana a 3. Tanti margini di miglioramento vista la giovane età, e la scuola di Mister Sarri potrebbe solamente che giovargli.

Valutazione: ecco qui il vero dilemma. Il valore del giocatore non si discute assolutamente, ma sicuramente arriva in una mediana stracolma di campioni. Nel 4-3-3 sarriano dovrà giocarsi il posto: escludendo Pjanic, che al momento sembra padrone della cabina di regia, troviamo Bentancur, sempre più protagonista, anche con la maglia della Nazionale, il neoarrivato Ramsey, Emre Can, Matuidi e Khedira. Questi ultimi due sono sulla lista dei partenti, però la concorrenza resta folta, e Sarri dall'esperienza di Napoli, sappiamo stabilisca gerarchie ben definite. Consigliamo di osservare il ritiro pre-campionato, ma stravolgimenti permettendo, sembra possa ritornare una situazione Hamsik-Zielinski, con il ballottaggio sempre aperto e un'alternanza scontata, con il francese che parte un gradino sotto.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

pianeta news
© 2003 - 2019 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati