Il primo acuto di Dumfries è prestigioso, perchè ora c'è aria di fanta-rinascita

Avevamo ammirato i suoi gol e le sue giocate ad Euro 2020 con la sua Olanda, in questa estate azzurrissima, e l'Inter non se l'era fatto scappare dopo la prematura dipartita di un top player come Achraf Hakimi: fino ad ora però il pendolino di fascia Denzel Dumfries era rimasto nell'anonimato.

Dumfries, 25enne laterale olandese, viene acquistato in agosto dall'Inter per una cifra che si aggira sui 15 milioni di euro, bonus compresi, per cercare di colmare il vuoto lasciato appunto dal nuovo terzino del galattico PSG. 

Tante aspettative che fino a sabato sembravano infrante, in quanto il rendimento di Dumfries era tutto tranne che sufficiente. Due assist solamente a referto, solo 4 partite titolare su 15 e una fantamedia anonima del 6,09. 

Spesso subentrante alla sicurezza Darmian, ha inciso raramente, soffrendo probabilmente l'adattamento veloce al campionato italiano: sabato nell'anticipo contro la Roma, alla seconda partita consecutiva da titolare, complice un affaticamento del terzino italiano, ha segnato il gol del definitivo 0-3 su inserimento, imbeccato pregevolmente da Bastoni.

Forte fisicamente, abilità di corsa, tecnica e piede sempre caldo, ha un potenziale da bonus enorme: sarà la definitiva fanta-rinascita di Denzel? E intanto Inzaghi e i fantallenatori gongolano dopo questa prestazione...