Fantasia al potere. Diaz sempre più leader di questo Milan

La maglia numero 10 di Brahim Diaz ha già cominciato a brillare e a trascinare il suo Milan nelle zone altissime della classifica, lasciandosi alle spalle chi ne era stato suo predecessore, ovvero Hakan Calhaloglu passata sull'altro sponda del Naviglio.


Per il nuovo 10 rossonero possono considerarsi certamente superate  pieni voti  le prime prove da trequartista centrale della stagione. Lo spagnolo, infatti, ha dimostrato nelle gare fin qui giocate di saper fare più o meno tutto: rapidità e imprevedibilità, goal e assist. Sono ben 4 le reti in 7 presenze per Brahim, tutte decisive: il goal contro la Sampdoria (0-1 a Marassi) e a La Spezia (1-2 al "Picco"), la rete del vantaggio a Liverpool (3-2 finale per i Reds) e col Venezia (2-0 a San Siro). Ed è, forse, proprio questo tipo di calciatore che serviva al Milan per fare il salto di qualità in zona offensiva:, infatti, rispetto a Calhanoglu, non ama cercare il pallone in zone neutre del campo, ma si sposta dalla trequarti in su per favorire i movimenti offensivi coordinati della squadra e cercando il pallone tra le linee, dove può essere più pericoloso sia al tiro che negli scambi veloci. 

 

Un Destro micidiale, una rinascita da terzo slot e oltre al fantacalcio

 

Numeri niente male in questo inizio al fantacalcio dunque per il folletto di Malaga che è sempre più centrale nel gioco rossonero: la responsabilità di una maglia così pesante non lo spaventa ma lo motiva ancora di più. Diaz è il perno offensivo della squadra, tocca tanti palloni, dialoga con i compagni, non ha paura di tentare la giocata, dribbla, si inserisce e dice la sua anche in fase di ripiegamento. Molti pensano che possa essere un fuoco di paglia, noi pensiamo che lo spagnolo possa rappresentare un profilo da bonus notevole, sia per la posizione avanzata che per la sua capacità di creare spazi e apre le difese avversarie. La doppia cifra realizzativa è tutt'altro che una chimera
 

AGGIORNAMENTI INFORTUNIO CHAMPIONS: 

Nel secondo tempo contro l'Atletico Madrid Diaz è stato costretto ad abbandonare il campo e lasciare spazio a Ballo Tourè perchè dolorante al ginocchio. Un infortunio, quello dello spagnolo, che preoccupa tanto, soprattutto in vista del prossimo impegno di campionato contro l’Atalanta. Le novità sulle condizioni del trequartista ci arrivano direttamente da Stefano Pioli che ne ha parlato in conferenza stampa.

Le parole del tecnico rossonero su Brahim Diaz:

Soffre di una tendinite al ginocchio, ci sta lavorando, spero di averlo domenica sera. Poi avremo la sosta per recuperare energie e giocatori. Oggi è la dimostrazione che servono tanti calciatori”.