Titolare o panchina, Dimarco è sempre decisivo per le fanta-difese

Nella stagione molto positiva del Verona di Juric spicca tra gli altri il rendimento di Federico Dimarco, classe 1993 in prestito con diritto di riscatto dall'Inter, che ha già raggiunto quota 4 gol e 4 assist in 24 presenze con la maglia gialloblu, risultando spesso una manna dal cielo per i fantallenatori.

Arrivato al Verona a gennaio 2020 dopo un inizio di stagione all'Inter in cui ha accumulato quasi solamente panchina, Dimarco è rinato alla corte di Juric nonostante la scorsa stagione abbia saltato diverse partite per infortunio mettendo in saccoccia solo 12 presenze senza mai segnare. Quest'anno però la musica è cambiata, pur avendo la concorrenza di due titolarissimi come Lazovic e Faraoni, il giocatore ex Inter ha saputo sfruttare benissimo le occasioni che gli sono state concesse, giocando spesso nei tre centrali della difesa di Juric e raramente da esterno puro, nelle ultime tre giornate è partito dalla panchina giocando degli spezzoni ma il rendimento non è cambiato anzi, proprio all'ultima ha segnato contro il Sassuolo subentrando,

La crisi Spezia investe Bastoni, numeri in calo al fantacalcio

Amante dei gol spettacolari, il suo marchio di fabbrica è il tiro al volo sul palo opposto, soluzione con cui quest'anno ha già fulminato Sirigu per l'1-1 contro il Torino, Consigli per il momentaneo pareggio contro il Sassuolo e Cordaz firmando il vantaggio sul Crotone. Il primo gol in serie A di Dimarco ha proprio questo marchio di fattura e lo segnò proprio alla sua Inter quando giocava nel Parma.

Per i fantallenatori che ci hanno puntato si tratta sicuramente di una bellissima sorpresa, vista la buona stagione del Verona è probabile che Dimarco riesca ad aumentare il suo bottino di bonus facendo gongolare tanti fantallenatori ma non solo.