Dribbling e magie, a Sassuolo è scoppiata la Boga-mania!

Risultato assolutamente inaspettato all'Allianz Stadium di Torino, nel lunch match tra Juventus e Sassuolo. Giornata che appariva assolutamente favorevole per le due fuggitive in vetta alla classifica: la Juventus ospitava il Sassuolo di De Zerbi, e l'Inter di Conte in casa contro la "annaspante" Spal. 

L'Inter non ha tradito le attese, regolando (non senza patemi) la squadra estense per 2-1, mentre la Juve è incappata nel più classico dei passi falsi. Eroe di giornata, oltre al portiere esordiente classe 2001 Turati che ha regalato emozioni a tutti gli appassionati di calcio, è stato il franco-ivoriano Jérémie Boga, attaccante classe 1997 al secondo anno con la maglia neroverde.

Dopo l'iniziale vantaggio di Bonucci, il Sassuolo ha pareggiato pochi minuti dopo con un eurogol del suo gioiellino: scambio al limite dell'area con Ciccio Caputo (marcatore del momentaneo vantaggio successivo) e "cucchiaio" da posizione defilata ad un mostro sacro come Buffon. 

Questo però è stato il coronamento di una prestazione maiuscola, fatta di corsa, dribbling e giocate da campione: senza l'uomo simbolo dei neroverdi Berardi e l'altro attaccante Defrel arruolabili, Boga si è caricato la squadra sulle spalle e nel tandem con Caputo hanno regalato scambi e fraseggi interessanti, coronando al meglio la filosofia di gioco e di attacco di Mister De Zerbi.

La domenica perfetta di Ciccio Caputo, perchè il gioco del Sassuolo adesso vale tanti bonus

Il giocatore, cresciuto nelle giovanili del Chelsea, dopo un continuo girovagare sembra aver trovato la sua dimensione, e anche il Mister conferma che può essere considerato uno dei migliori attaccanti in circolazione nella massima serie italiana. Occhio alla sua stagione, dove ha già collezionato 4 gol (superato già lo score di tre marcature dell'anno precedente) e un assist in 12 partite giocate.

Numeri importanti, benauguranti per il suo futuro calcistico e fantacalcistico...