Zalewski e Asllani, quando presenza fa rima con plusvalenza

Il calcio Italiano, da molti anni, fa fatica ad effettuare colpi di mercato importanti, in quanto la forza economica è di gran lunga inferiore rispetto ai club stranieri, pertanto è diventato importante scovare giovani dalle grandi prospettive magari dalle rispettive primavere come è il caso di Asllani e Zalewski.

Il primo milita nell'Empoli ed ha sostituito Ricci, andato al Torino. E' una mezz'ala destra, ma può fare anche il regista in quanto è dotato di un ottimo piede. Con l'Empoli ha trovato continuità e già si parla di lui come un futuro possibile talento. Tanta personalità e qualità. Dalla primavera alla prima squadra non sembra abbia subito il passaggio di categoria ed adesso l'Empoli su di lui può pensare di investire per una possibile rivendita che varrà sicuramente una notevole plusvalenza.

 

 

Focus indisponibili

 

 

Stesso discorso per Zalewski. Dalla primavera alla prima squadra con la Roma. Mourinho ha dimostrato di avere molta fiducia in lui e dil ragazzo sembra stia ripagando. Spinge molto sulla fascia arrivando spesso al cross. Attento in fase difensiva. Sicuramente dovrà migliorare in molte cose, soprattutto muscolarmente, ma ha tutte le carte per diventare una colonna della Roma.

Insomma anche in questo caso la Roma si ritrova con un possibile futuro gioiello che nel caso di vendita futura potrebbe significare una ricca plusvalenza e di questi tempi non è poco.