Da scommessa estiva a certezza, è nata la stella di Kulusevski al fantacalcio!

Tanti nomi caldi alzati a dismisura nelle aste estive nel reparto centrocampisti del listone, dove si diceva che quest'anno la qualità fosse cresciuta. Invece mentre i vari Suso, Bernardeschi, Paquetà e via dicendo stanno deludendo, una fanta-scommessa sta letteralmente trascinando il fantacalcio di tanti giocatori virtuali. 

Parliamo della stellina del Parma Dejan Kulusevski, svedese con chiare origini macedoni proveniente dal settore giovanile dell'Atalanta, arrivato ai gialloblu emiliani tra scetticismo e curiosità. Tre presenze lo scorso anno negli orobici, e nonostante la giovane età, si intravedevano già le ottime qualità del giocatore.

Il classe 2000, appena arrivato in estate, si diceva dovesse partire dietro nelle gerarchie a Karamoh, altro acquisto estivo, e come alternativa duttile nel reparto mediano. Un po' per la discontinuità del francese, un po' per l'impegno costante e la dedizione al lavoro, Kulusevski si è imposto e si è conquistato il posto in campo a suon di ottime prestazioni.

Kulusevski, buona la seconda. Show a Udine e messaggio a Karamoh...

Tredici presenze su tredici, 3 gol e 6 assist, fantamedia del 7,54 e una stagione da incorniciare ad oggi: accelerazioni improvvise, raccordo tra i reparti, tecnica invidiabile, ottimo tiro e assist smarcanti, un'arma in più al fantacalcio, in quanto essendo listato centrocampista gioca praticamente nel tridente offensivo.

Ieri in un derby emiliano sentitissimo contro il Bologna, in un Parma in emergenza totale davanti con le assenze contemporanee di Cornelius, Inglese, Karamoh e Gervinho, ha preso per mano la squadra, realizzando un gol di pregevole fattura dal limite dell'area e nel secondo tempo ha avviato il contropiede per il gol di Iacoponi per il provvisorio 1-2. Ormai Kulusevski non è più una sorpresa, è diventato un punto cardine dei fantallenatori, che hanno visto la sua quotazione nel listone schizzare da 1 a 14: occhio ora alle sirene di mercato di gennaio, siamo comunque sicuri che è ormai nata una stella che non si pone più limiti!