PROBABILI FORMAZIONI LIVE: stop Muriel | Osinhen recupera | conferma Cutrone | Vlahovic in panchina?

TORINO-ROMA:

Basterà una vittoria alla banda Mourinho per arrivare a Tirana con l’Europa League già in tasca. La situazione infermeria non è però delle più semplici, Mou l’ha descritta nella conferenza del Media Day. Out Mkhitaryan e Karsdorp, così come Smalling e, probabilmente, Zaniolo. Potrebbe riposare anche Abraham, anche se visti gli infortuni, resta difficile.

Nel Torino non ci saranno gli infortunati Singo e Bremer, spazio a Buongiorno al centro del terzetto di difesa mentre sulla fascia destra potrebbe essere confermato Aina con dal lato opposto schierato Vojvoda. In mediana Mandragora in pole per affiancare Lukic. Avanti Belotti sostenuto da Praet e Brekalo, pronti a dar manforte Pobega e Pjaca. Tra i pali ancora Berisha. 

 

GENOA-BOLOGNA:

Blessin conferma gran parte della squadra vista a Napoli, con la differenza Destro in avanti. Per il resto Sirigu in porta, Hefti, Bani, Ostigard e Criscito in difesa. A centrocampo spazio a Frendrup assieme a Badelj che non è al meglio. In attacco Amiri, Ekuban e Destro.

Il Bologna non dovrebbe stravolgere più di tanto il proprio assetto. Skorupski tra i pali, Soumaoro, Medel, Theate e De Silvestri in difesa. Quintetto formato da De Silvestri, Dominguez, Schouten, Soriano e Hickey. In avanti Barrow e Arnautovic.

 

ATALANTA-EMPOLI:

Gli uomini di Gasperini scenderanno in campo con il 3-4-1-2. Musso in porta; Scalvini, Demiral, Djimsiti a comporre la difesa orobica, il duo De Roon-Freuler a dare una mano in mediana, fasce a Hateboer e Zappacosta. Chiavi dell’attacco a Pasalic, Zapata e Koopmeiners. 4-3-1-2 per gli ospiti con Bajrami, Verre e Pinamonti in attacco; a centrocampo Zurkowski, Asllani e Bandinelli. Chiavi della difesa a Stojanovic, Romagnoli, Luperto e Parisi.

 

FIORENTINA-JUVENTUS:

La Fiorentina sceglie un 4-3-3. Terracciano tra i pali e la difesa a quattro con Milenkovic ed Igor ad agire da centrali e Venuti e Biraghi sulle fasce. Per il centrocampo dei toscani, dovrebbero partire dal primo minuto Duncan con Amrabat e Bonaventura. In attacco, Italiano punta su Ikoné al fianco di Cabral e Gonzalez.

4-4-2 per la Juventus. Davanti a Perin, la difesa con De Sciglio, De Ligt, Rugani Alex Sandro. Nella mediana, Allegri punta anche su qualche giovane come Miretti al fianco di Rabiot come centrali mentre sulle corsie laterali Cuadrado con Bernardeschi. In attacco l’ultima partita di Dybala in bianconero che affiancherà Vlahovic.

 

LAZIO-VERONA:

Immobile cercherà di esserci per l’ultima di campionato: in caso forfait pronto Cabral, in un tridente con Felipe Anderson e Zaccagni. In mediana, oltre all’immancabile Milinkovic-Savic, Cataldi e Basic dovrebbero giocare al posto di Leiva e Luis Alberto. Davanti a Reina, in vantaggio su Strakosha, linea difensiva a quattro con Marusic, Luiz Felipe, Acerbi e Radu.

Il Verona risponde con il classico 3-4-2-1, in cui Tameze dovrebbe essere arretrato nel trio difensivo posto davanti a Montipò e completato da Ceccherini e Casale. Il centrocampo dovrebbe prevedere Faraoni e Lazovic come esterni, mentre Ilic e Veloso come centrali. Sulla trequarti Lasagna sostituirà Barak come partner di Caprari, alle spalle di Simeone.

 

enlightenedTUTTE LE PROBABILI FORMAZIONI AGGIORNATE IN TEMPO REALE!

 

SPEZIA-NAPOLI:

4-2-3-1 per lo Spezia. Con Provedel a porta, la difesa dovrebbe prevedere Amian ed Erlic al fianco di Nikolaou e Ferrer. Per la mediana spezzina Maggiore con Kiwior. Sulla trequarti, Thiago Motta si affida a Verde, Kovalenko e Agudelo dietro l’unica punta Manaj. Squalificato Gyasi.

Il Napoli risponde con un 4-2-3-1. Davanti ad Ospina, la difesa a quattro con i due centrali Rrahmani e Koulibaly mentre sulle fasce Di Lorenzo con Mario Rui. Per il centrocampo Anguissa vicino a Fabian Ruiz. In attacco Lozano, Mertens ed Insigne alle spalle di Osimhen.

 

INTER-SAMPDORIA:

Simone Inzaghi valuta la formazione migliore per vincere il match, ma due giocatori sono in dubbio: a destra deve scegliere tra Dufmries Darmian, in attacco tra Correa e Dzeko. Il resto della formazione titolare è la seguente: Skriniar tra i pali, de Vrij e Bastoni in difesa, Perisic schierato a sinistra. A centrocampo troviamo Barella-Brozovic-Calhanoglu, mentre in attacco ci si affida ai soliti Lautaro Martinez e Dzeko.

La Sampdoria, già salva, giocherà con un 4-5-1 con Audero in porta, Bereszynski Augello come terzini, mentre Ferrari Magnani saranno i difensori centrali. Candreva giocherà, come al solito, sugli esterni con RinconVieira e Thorsby a centrocampo e Quagliarella titolare con Sabiri a sostegno.

 

SASSUOLO-MILAN:

In difesa, pochi dubbi per Pioli: Kalulu Tomori formeranno la coppa centrale, mentre Calabria Theo Hernandez agiranno sugli esterni. In mezzo al campo, Bennacer dovrebbe tornare dal primo minuto (ma il ballottaggio con Krunic resta apertissimo) e farà coppia con TonaliKessie, all’ultima in rossonero, giocherà nel terzetto di trequartisti assieme a Messias (in ballottaggio con Saelemaekers) e Leao. Davanti, il terminale offensivo sarà Giroud.

Dionisi potrebbe riproporre la coppa AyhanChiriches, ma anche Ferrari è in lizza per una maglia da titolare. Sugli esterni, le scelte sono già state fatte: a destra ci sarà Muldur, mentre a sinistra tornerà Kyriakopoulos. In mezzo al campo, spazio ancora alla coppia formata da Frattesi Maxime Lopez. Davanti giocheranno i Fab Four: BerardiRaspadori e Traorè agiranno alle spalle di Scamacca.

 

SALERNITANA-UDINESE

Tornano Bohinen e Ribery dalla squalifica tra i campani. Bonazzoli e Djuric pronti in attacco. Mazzocchi e Ruggeri favoriti sulle due corsie laterali. Verdi verso la panchina.  Nelle fila friulane Deulofeu e Pussetto dal 1′. Makengo, Walace e Pereyra a centrocampo. Nuytinck, Marì e Perez in difesa.
Da valutare il rientro di Beto reduce da lungo stop.

 

VENEZIA-CAGLIARI:

Tra i veneti fuori Kiyine, Vacca e Okereke per squalifica. Spazio ad Henry con Aramu. Caldara e Ceccaroni confermati nei tre di difesa Soncini dovrebbe scegliere ancora Pavoletti e Joao Pedro in attacco. Bellanova sulle fasce, mentre Dalbert contende la maglia a Lykogiannis.

.