Voti fantacalcio posticipi 33.a giornata: Zielinski non gira, Elsha ci crede, Ilic a tutto campo

Pari (1-1) e polemiche tra Napoli e Roma. Apre Insigne su rigore, inizialmente non dato da Di Bello, che dopo un on-field review decide di cambiare idea. La Roma cresce, crea, reagisce con la personalità che ormai la contraddistingue.E poi arriva un altro episodio chiave, Meret esce sullo stesso numero 22, proteste giallorosse vivaci, ma Di Bello non interviene e neppure il Var. Si agita la panchina capitolina, e Fuzato viene anche espulso. C’è apprensione però per il classe ’99, che ha chiesto il cambio per infortunio, ma è uscito camminando sulle sue gambe. Non avrebbe comunque giocato contro l’Inter, perché, diffidato, E ancora la panchina gioca un ruolo fondamentale, El Shaarawy entra, porta freschezza, e dopo una bella azione pareggia negli ultimi minuti con un bel destro. Non servono 8' di recupero, il Napoli si ferma ancora in casa nella corsa scudetto.

 

Scopri i voti dei due posticipi del lunedì della 33.a giornata di Serie A !

 

Continua il momento negativo e di confusione per l'Atalanta, sorpresa tra le mura amiche dall'organizzatissimo Verona guidato da Tudor. L'Atalanta rallenta ulteriormente la propria corsa verso l'Europa e per la prima volta da quando siede in panchina Gian Piero Gasperini perde tre gare di fila in campionato. Il Verona, reduce dalla sconfitta contro l'Inter, risale subito la china sfoggiando un'ottima prestazione. Decidono  i gol di Ceccherini, l'autorete di Koopmeiners e il gol di Scalvini che sembrava rimettere in gioco i padroni di casa. Tre legni per l'Hellas.