Voti fantacalcio Serie A 16.a giornata: Nico Gonzalez trottola, Raspadori elettrico, Simeone e Immobile che bomber! Cuadrado alla Calha

La Fiorentina passa 3-2 sul campo del Bologna e ottiene la seconda vittoria consecutiva: sblocca il risultato Maleh, pareggio di Barrow. Nella ripresa Biraghi con un gran gol su calcio di punizione porta avanti i viola, tris di Vlahovic dal dischetto, Hickey accorcia. Un match vibrante quello del derby dell'Appennino, viola che sorpassano la Roma al quinto post e che adesso sentono un'inebriante profumo d'Europa.

 

Gara spettacolare al Picco tra Spezia e Sassuolo (2-2). il risultato finale non accontenta nessuno fino in fondo. Lo Spezia è stato in grado di tenere botta al possesso palla del Sassuolo fino all'entrata in campo di un super Raspadori. Il talento classe 2000 ha tagliato le gambe ai difensori spezzini, dando una sterzata alla gara in direzione Sassuolo con accelerazioni e dribbling condite dalla doppietta che ha pareggiato i conti dopo i gol di Manaj e Gyasi. Altri protagonisti dei neroverdi sono stati Berardi, Scamacca e Lopez.  Lo Spezia è calato moltissimo nella seconda frazione e i vari Manaj, Reca e Maggiore non sono stati incisivi come nel primo tempo, complice la stanchezza fisica. Bravo Nzola invece a creare qualche problema a Consigli, che ha respinto egregiamente.

 

Scopri i voti del turno domenicale della 16.a giornata di Serie A 

 

Frazione dominata dai padroni di casa, aggressivi dal primo minuto e capaci di realizzare tre gol nella prima mezz'ora di gioco con un Henry sugli scudi: il francese fornisce l'assist per il vantaggio di Ceccaroni sugli sviluppi del primo corner della gara e firma il 3-0 sfruttando un'ingenuità di Montipò. Il 2-0 sull'asse Johnsen (entrato per l'infortunato Okereke) - Crnigoj. Incredibile reazione dei gialloblu che ribaltano il 3-0 del primo tempo aggiudicandosi il derby per 3-4 e la prima vittoria esterna del campionato; harakiri totale degli arancioneroverdi che spengono la luce e si fanno gol da soli: autorete di Henry, una parata di Ceccaroni costa il rosso e il rigore realizzato da Caprari e due scivolate di Svoboda permettono a Simeone di firmare la doppietta decisiva.

 

Torna alla vittoria la Lazio per 1-3 dopo un ottimo primo tempo dove sono andati a segno prima Milinkovic Savic e dopo per due volte Immobile. Nella ripresa viene espulso il serbo e la Sampdoria inizia a creare diverse occasioni da rete, andando però in rete solo nel finale con Gabbiadini.

 

Era praticamente impossibile poter pensare che il Genoa potesse uscire incolume dallo Stadium di Torino, tra infortuni, generale difficoltà a creare gioco e morale sotto le scarpe. Finisce 2 a 0 in favore dei bianconeri in controllo della partita per tutti i 90 minuti, una squadra che ha giocato al tiro al bersaglio contro il Grifone il quale a sua volta non è riuscito a tirare nemmeno in porta, neanche una volta. Zero conclusioni, zero tiri e conseguentemente zero punti per Shevchenko. Decidono il gol direttamente da corner di Cuadrado e il guizzo nei minuti finali di Dybala, su servizio di Bernardeschi.