Esordio top per Gosens, pro e contro di un acquisto in difesa

L'Inter  è  una  delle  candidate  principali,  insieme  all'altra  milanese,  per  la  vittoria  dello  scudetto.  Fino  alla  scorsa  giornata  sembrava  tentennare  ogni  volta  che  poteva  affondare  il  colpo  decisivo,  ma  in  quest'ultima  tornata  di  campionato  ha  fatto  la  voce  grossa  ai  danni  di  una  Salernitana  che  ormai  ha  ben  poche  chance  di  salvezza,  imponendo  un  roboante  5-0  e  ritrovando  tutte  quelle  certezze  che  a  Febbraio,  dopo  il  derby  perso  in  rimonta,  si  erano  improvvisamente  dissolte,  ma  soprattutto  ritrovando  i  gol  degli  attaccanti  che  nelle  ultime  giornate  sembravano  essere  rimasti  in  canna. 

 

Per  la  lotta  alla  vittoria  finale  si  sa  però  che  non  si  può  contare  solo  sul  rendimento  e  sui  bonus  che  portano  gli  uomini  del  reparto  avanzato,  ma  servono  anche  quelli  dei  difensori,  e  il  migliore  in  Serie  A  negli  ultimi  due  anni  in  termini  di  gol  e  assist  l'ha  acquistato  proprio  la  società  nerazzurra  nel  mercato  invernale  di  riparazione:  Robin  Gosens.

 

Il  difensore  nazionale  tedesco  è  arrivato  a  titolo  definitivo  dall'Atalanta  per  una  cifra  attorno  ai  25  milioni  di  euro  più  bonus  al  raggiungimento  di  determinati  obiettivi,  e  sicuramente  molti  erano  scettici  sulle  performance  che  avrebbe  garantito  da  qui  a  fine  stagione  visto  il  grave  infortunio  muscolare  che  lo  ha  tenuto  fuori  dal  campo  da  fine  Settembre.  Appena  esordito  fa  ricredere  tutti  con  una  prestazione  nel  derby  di  Coppa  Italia  più  che  sufficiente,  e  con  tanta  corsa  e  un  assist  messo  a  segno  in  campionato  dopo  pochi  minuti  che  aveva  fatto  il  suo  ingresso  sul  terreno  di  gioco.

 

Stakanovisti Serie A, i migliori per ruolo al fantacalcio

 

Per  il  fantacalcio  aver  ritrovato  il  miglior  Gosens  è  una  manna  dal  cielo.  Fuoriclasse  assoluto  come  interprete  dell'esterno  a  tutta  fascia  nel  3-5-2,  lo  stesso  modulo  di  gioco  utilizzato  da  Simone  Inzaghi;  dinamismo,  tecnica,  inserimento,  tiro  e  gioco  aereo  fanno del  tedesco  molto  più  di  un  difensore,  infatti  dai  gol  messi  a  segno  in  carriera  sembra  un  vero  e  proprio  attaccante.  Se  da  un  lato  è  vero  che  un  giocatore  cosi,  per  lo  schema  adottato  dal  tecnico,  può  essere  l'ingranaggio  perfetto  nei  meccanismi  della  squadra;   dall'altro,  rispetto  a  quando  giocava  a  Bergamo  che  aveva  titolarità  assicurata,  deve  condividere  il  posto  con  Ivan  Perisic,  che  nonostante  la  scadenza  di  contratto  rimane  un  giocatore  imprescindibile  nello  scacchiere  dell'Inter. 

Il  consiglio  è  quello  di  non  farsi  influenzare  dal  minutaggio,  ad  uno  come  Gosens  bastano  5  minuti  per  risolvere  una  partita,  non dimenticando  che  è  listato  difensore,  e  che  appena  ritrova  il  giusto  smalto  ha  il  potenziale  per  trovare  tanti  bonus  che  possono  portare  anche  voi  alla  vittoria  del  fantacalcio