Il colpo a sorpresa del Parma è Darmian, in arrivo bonus per le fanta-difese?


Con l’acquisto di Matteo Darmian il Parma “allontana” sempre più la zona retrocessione. Il terzino italiano, proveniente dal Manchester United, va ad aggiungere quel tassello che mancava nella difesa emiliana dopo le partenze (per fine prestito) degli interisti Bastoni e Dimarco, oltre all’esperienza maturata in Premier League.

A Manchester Matteo non trovava spazio ormai da tempo e una dozzina di presenze negli ultimi due anni non può bastare ad un classe 89’ che in un campionato come la Serie A ed in una squadra come il Parma può benissimo dire la sua. Trasferimento low cost, 1,5 mln di € ai Red Devils e 3 anni di contratto con i ducali per i quali si candida ad essere una colonna portante.

I migliori anni di Darmian in Italia sono stati quelli di Torino, dove in maglia granata ha raccolto 151 presenze condite da 6 gol e 11 assist che sono valsi la chiamata in Nazionale. Nel 2015 lo sbarco in Premier per 18 mln di €, ma da quel momento in poi la sua carriera ha avuto un lento declino (92 presenze, 1 gol e 4 assist), tanto è vero che ha disputato l’ultima partita con i Diavoli Rossi lo scorso Aprile. È arrivato il momento del rilancio per il polivalente difensore e Parma sembra essere proprio il posto ideale.

COLLOCAZIONE TATTICA E VALUTAZIONE FANTACALCIO
Mattia Darmian (10) entra prepotentemente nei nostri taccuini come potenziale jolly difensivo: sicuramente titolare nel 4-3-3 di D’Aversa, ora come terzino destro ora come terzino sinistro, dove le candidature rispettivamente di Laurini (4) e Pezzella Gi. (5) lasciano il tempo che trovano. Più probabile, comunque, il suo impiego sull’out di destra lasciando Gagliolo sulla sinistra e Iacoponi a far coppia in mezzo con l’esperto Bruno Alves.

Consigliamo l’acquisto di Darmian anche in leghe da 8 partecipanti, mentre in una lega da 10 può benissimo occupare il 5°/6° slot: la titolarità arriverà presto insieme agli assist (marchio di fabbrica), occorre pazientare ancora qualche settimana per raggiungere la giusta brillantezza fisica, condizione necessaria per scendere in campo dal primo minuto.