Voti fantacalcio Serie A 13 giornata: rinasce Orsolini, furia Kostic, sciagure Ibanez e Barella

Dopo essere andato sotto nel primo tempo, il Bologna ribalta il match nella ripresa e porta a casa i tre punti. Partono meglio i padroni di casa, che al 1' vanno vicini al gol con Arnautovic, la cui conclusione da sottomisura viene respinta da Milinkovic-Savic. Al 26', però, è il Torino a passare in vantaggio con il calcio di rigore guadagnato da Miranchuk per fallo di Lucumì e realizzato da Lukic. Nel secondo tempo Thiago Motta cambia la partita con le sostituzioni e al 64' raccoglie i frutti: Vignato crossa sul secondo palo per l'inserimento di Orsolini, che batte Milnkovic-Savic con una conclusione al volo da due passi. Nove minuti più tardi altri due subentrati confezionano la rete del sorpasso di Posch: Lykogiannis crossa sul primo palo, Soriano allunga la traiettoria con la testa e sul secondo palo arriva il centrale austriaco rossoblù che spinge in rete il pallone del definitivo 2-1.

 

Torna al successo il Monza dopo tre sconfitte consecutive contro il Verona. Scaligeri in 10 prima della mezz'ora per l'espulsione di Magnani dopo un fallo da ultimo uomo su Dany Mota. Le reti brianzole portano la firma di Carlos Augusto, che ha raccolto un bel cross dalla destra di Ciurria. Il raddoppio nel finale con Colpani che riceve un ottimo assist del subentrato Petagna, Nel primo tempo fuori per infortunio Faraoni nel Verona. Nel finale esce invece in lacrime Stefano Sensi, portato fuori in barella.

 

yesScopri i voti del turno domenicale della 13 giornata di Serie A 

 

Seconda sconfitta consecutiva per la Sampdoria che adesso si trova a pari punti con la Cremonese. Bonaventura apre subito le marcature: Dodò mette in mezzo per il centrocampista che mette dentro alle spalle di Audero. Poi Kouame potrebbe segnare il gol del raddoppio, ma è bravo Ferrari a bloccare la conclusione in scivolata. Colley potrebbe pareggiarla solo che su calcio d'angolo colpisce male con la nuca e la palla finisce sopra la traversa. Secondo tempo che vede la viola fare la partita e segnare con Milenkovic il gol del definitivo 0-2 finale 

 

Terza sconfitta casalinga per la Roma di Josè Mourinho. I giallorossi perdono il derby (0-1) contro la Lazio di Maurizio Sarri grazie al gol di Felipe Anderson nel primo tempo che decide la sfida. Errore clamoroso di Roger Ibanez che ha permesso ai biancocelesti di guadagnarsi i tre punti. Traversa di Zaniolo nel primo tempo. Ci provano i giallorossi nella ripresa ma non sono mai realmente pericolosi davanti a Provedel. Da valutare anche le condizioni di Lorenzo Pellegrini uscito dal campo per un problema al flessore.

 

Parte bene l'Inter allo Stadium che però si dimostra imprecisa sotto rete con Lautaro, Dzeko e Dumfries e non riescono a trovare la via del gol. La Juventus gioca un primo tempo prudente che limita i danni, grazie anche ai demeriti dei ragazzi di Inzaghi che si dimostrano troppo imprecisi sotto rete. Nella ripresa i bianconeri crescono sotto il profilo dell'intensità e trovano grazie a una giocata di Kostic il vantaggio con Rabiot. Preme forte la Juventus ma l'Inter è li, continua a costruire e continua a sbagliare sotto rete. Prima Lautaro divora il pareggio poi è Bremer ad interrompere una potenziale azione da rete e far ripartire i bianconeri che ancora con Kostic trovano la giocata vincente per Fagioli che, grazie alla deviazione di Gosens, supera Onana per il 2-0 finale.