Verona, è Tudor il dopo Di Francesco: come gioca, il focus per il fantacalcio

Sono passate appena tre giornate dall'inizio del campionato di Serie A, ma iniziano a saltare le prime panchine.
Dopo un inizio disastroso (tre sconfitte in tre partite), il Verona ha deciso di esonerare Eusebio Di Francesco, sostituendolo con Igor Tudor.
Dunque, è ufficiale il cambio in panchina che inevitabilmente porterà a dei cambi anche a livello di schieramento, ma soprattutto potrebbe portare a cambi di gerarchie nei giocatori e tutto ciò interesserà anche i fantallenatori.


A livello difensivo è probabile che venga confermata la difesa a 3, schieramento utilizzato da Di Francesco e che solitamente utilizza anche Tudor.
Ma la rivoluzione più importante si potrà verificare nel reparto offensivo.
Fino ad adesso il Verona, ha giocato con una punta e due trequartisti: nell'ultima giornata di campionato si è visto Simeone titolare ed alle sue spalle Barak e Caprari.
Questo potrebbe cambiare con l'arrivo di Tudor.


Innanzitutto con l'arrivo del tecnico croato, attenzione a Lasagna che fino ad ora ha avuto poco spazio, potrebbe iniziare a scalare le gerarchie: Tudor, lo ha già allenato ad Udine e potrebbe riproporlo tra i titolari.
Inoltre, il modulo in fase offensiva potrebbe variare, inserendo le due punte e lasciando un solo trequartista. In questo caso attenzione anche a Kalinic, che potrebbe giocare un ruolo importante e con Simeone non più sicuro di un posto da titolare.

 

 

Mazzarri ritorna in A, le possibili scelte nel Cagliari, giocatori che potrebbero esplodere

 


Capitolo trequartisti: Tudor potrebbe scegliere di giocare con un solo trequartista ed a quel punto il ballottaggio principale sarebbe Caprari-Barak, ma in passato l'allenatore ha optato per un più lineare 3-5-2, senza trequartista e con un centrocampista in più.
In questo caso Barak potrebbe essere retrocesso sulla linea di centrocampo (si è adattato anche in passato a questo ruolo), discorso più complicato per Caprari che così facendo rischia di trovare meno spazio.
Le fasce potrebbero essere il punto di forza di questo Verona: anche con Tudor è probabile che vedremo esterni a tutta fascia, ruolo perfetto per Faraoni e Lazovic.


A livello di fantacalcio, dunque, si continueranno ad avere delle certezze, ma anche alcuni rilanci in zona offensiva con Lasangna in primis che potrebbe avere occasioni per mettersi in mostra, così come Kalinic.


Cambiare allenatore, con il campionato in corso, non è mai facile.
Servirà tempo per acquisire le nuove metodologie ed i nuovi schemi, ma al Verona serviva una scossa dopo un inizio di campionato pessimo e Tudor è chiamato a scuotere subito un ambiente abbattuto.
Ci riuscirà?