Ranocchia riparte da Monza, fanta-occasione lowcost da bonus?

Manca solo l’ufficialità ma ormai è tutto fatto per l’arrivo ial Monza di Andrea Ranocchia. Il difensore 34enne sbarca in biancorosso a parametro zero, alla scadenza del contratto con l’Inter. Limati nelle scorse ore gli ultimi dettagli dell’accordo, il difensore centrale sosterrà martedì le visite mediche prima di firmare un biennale con i biancorossi.

 

"Speravo di finire in maniera diversa, è stato un grande peccato, ma il calcio è questo, non va sempre come uno vuole". Così Andrea Ranocchia, 34 anni, saluta l'Inter dopo 11 stagioni (226 partite e 14 gol). Il calciatore umbro in nerazzurro ha vinto uno Scudetto, due volte la Coppa Italia e una Supercoppa Italiana.

 

POCHE PRESENZE PER UN UOMO-SPOGLIATOIO

In questi anni è stato un vero simbolo di interismo. In campo e fuori. Una parola buona per tutti, la capacità di essere sempre pronto, tanti momenti indelebili. L’Inter è sempre casa sua, con l’affetto e il rispetto degli interisti. negli annni difficili e burrascosi dove si faceva fatica ad entrare nell'Europa dei grandi, delle contestazioni, del mercato senza nomi di grido, lui è sempre stato a difesa dei colori della Beneamata nonostante l'età presentasse il conto e la carriera prendesse una piega diversa da quella sperata dopo gli esordi di Bari dove sembrava potesse essere il centrale del futuro per la nostra Nazionale.

 

Ranocchia riparte da Monza, fanta-occasione lowcost da bonus?

 

LE PROSPETTIVE PER IL PROSSIMO FANTACALCIO

La notevole altezza gli è spesso risultata utile per imporsi nel gioco aereo, segnando in questa maniera diversi gol di testa sui corner o piazzati in generale: non a caso, in situazioni di emergenza è stato impiegato come centravanti, ruolo peraltro ricoperto durante la sua carriera giovanile. Basti pensare al gol del pari contro l'Empoli in Coppa Italia nel recupero in sforbiciata, l'ultimo in nerazzurro, gol decisivo per la rimonta e il passaggio del turno contro i toscani. Tra l'altro a fine stagione i nerazurri si sono poi imposti in finale contro la Juve e portato a casa il trofeo dopo 11 anni.

 

Previsioni per l'asta, un nome per ruolo che può creare plusvalenza

 

Al Monza dipenderà tanto da che tipo di torneo riusciranno a condurre i brianzoli: se la matricola targata Berlusconi e Galliani sarà un outsider che farà la sua figura tra i grandi allora potrà dare le giuste soddisfazioni come voti e prestazioni nell'insieme di squadra. in caso di stagione più travagliata è chiaro che pure lui può affondare non essendo più reattivo come ai bei tempi, pur avendo sempre un'ottima dote nell'anticipo, in termini di bonus quei 3-4 gol può sempre benissimo spalmarli in una stagione.