Voti fantacalcio anticipi 37.a giornata Serie A: Vicario fenomeno, Verde al top, Abraham non si vede

Tantissime emozioni al Castellani. Ottimo inizio della Salernitana, che spinge costantemente e sfiora più volte il vantaggio, ma a sbloccare il risultato al 30' è Cutrone. Nella ripresa fioccano le occasioni: Cutrone colpisce il palo, Bonazzoli entra e trova il pari in rovesciata. Poi Massa assegna un rigore grazie al Var: sul dischetto si presenta Perotti, che però viene ipnotizzato da Vicario: partita super del portiere, che ha parato davvero di tutto.Finisce
1-1,  i campani si giocheranno la salvezza all'ultima giornata.

 

Vittoria dello Spezia (2-3) a Udine che si regala i tre punti e la matematica salvezza. Vantaggio dei padroni di casa con Molina, ma Verde e Gyasi ribaltano il risultato nel primo tempo. In avvio di ripresa chiude i giochi Maggiore. Nel finale prima un rigore sbagliato per gli ospiti da Manaj, poi la rete di Pablo Marì, ma ormai è tardi.

 

enlightened Scopri i voti degli anticipi del sabato della 37.a giornata di Serie A 

 

Un bel gol di Brekalo al 19' decide la partita del Bentegodi tra Verona e Torino (0-1), con i granata dell'ex Juric che si portano a quota 50 punti in classifica, a due distanze dai gialloblù di Tudor. Partita caratterizzata dalle assenze per infortunio di Barak da una parte e Bremer e Singo dall'altra. Primo squillo di Lasagna ma il Toro non perdona: Brekalo entra in area e piazza il pallone a filo della traversa, Montipò non può fare nulla, 1-0 per i granata. Ammonito Gunter poco dopo, salterà la Lazio per squalifica, e nel finale di primo tempo Lazovic ha una bella occasione ma Berishaneutralizza. Fuori Izzo per un problema muscolare, l’unico sussulto di una ripresa non proprio all’arrembaggio da una parte e dall’altra è il palo pieno di Pellegri, che sfiora il raddoppio appena entrato in campo al posto di Belotti. Il capitano è ai saluti, il Toro è già alla ricerca di un nuovo punto di riferimento in attacco.

 

Avvio sprint del Venezia all'Olimpico contro la Roma che trova il vantaggio dopo appena 48 secondi: Aramu inventa per Okereke che di testa supera Rui Patricio. Vacca deve abbandonare il campo per una gomitata non vista dall'arbitro, Kiyine viene espulso tramite VAR per un calcio a palla lontana su Pellegrini. I giallorossi crescono nel possesso, risultando pericolosi su palla inattiva: Pellegrini colpisce una traversa, Maitland-Niles impegna Maenpaa. Nella ripresa monologo dei giallorossi che si fermano però alle traverse (ben 4) e ai miracoli di Maenpaa. Shomurodov risponde a Okereke, Johnsen a tempo scaduto rischia di firmare il colpaccio, gli arancioneroverdi vedono gli episodi girare a favore solo a retrocessione avvenuta.