E' l'estate dei difensori centrali, riecco Murillo che firma per la Samp!

Tanti i colpi di scena in questa prima parte di calciomercato, tanti nuovi allenatori e quindi nuove richieste specifiche. Joachim Andersen, talento giovanissimo classe 1996, dopo due anni da protagonista nella Sampdoria, anche un po' inaspettatamente, è volato a Lione in Francia, e subito la dirigenza doriana si è mossa per sostituirlo dignitosamente.

Mister Di Francesco ha preteso certezze in quel ruolo, quindi ecco il profilo giusto: Jeison Murillo, centrale colombiano classe 1992, torna in serie A, dopo l'esperienza con l'Inter dal 2015 al 2017. Prestito con obbligo di riscatto a 14 milioni di euro totali per il giocatore proveniente da un'annata travagliata in Spagna.

Murillo venne portato in Europa dalla famiglia Pozzo, e dopo una lunga trafila nelle serie inferiori spagnole si mette in mostra a Granada, prima del passaggio all'Inter. Nei nerazzurri colleziona 69 presenze tra tutte le competizioni, diventando pilastro difensivo della squadra, ed entrando stabilmente nella rosa della Nazionale colombiana. Il passaggio poi al Valencia (20 presenze in un anno e mezzo), fino al prestito semestrale al Barcellona di inizio 2019, dove raccoglie solo 2 presenze. Nostalgia dell'Italia, nostalgia di un ruolo importante nel nostro campionato, dove ha giocato le due migliori stagioni della sua carriera.

Collocazione tattica: colpaccio della Samp, che blinda centralmente la difesa a quattro di Mister Di Francesco. Formerà probabilmente con Colley la coppia di centrali, sfruttando le sue abilità aeree e di marcatura, sulla carta potrebbero essere una delle migliori coppie difensive del nostro campionato.

Valutazione: sicuramente all'asta di agosto sarà uno dei nomi più gettonati nella compravendita dei difensori. Murillo in ottica modificatore può garantire buoni voti, anche se i bonus latitano. Puntateci e vi assicurerete un titolare difensivo, ma non fatevi trasportare da aste spasmodiche e investimenti folli, resta comunque un difensore di seconda fascia e soprattutto viene da due stagioni non esaltanti e discontinue.