La nuova scommessa di Tare si chiama Adekanye: il profilo del giovanissimo attaccante ex Liverpool

Igli Tare e la Lazio non si lasciano sfuggire il colpo a parametro zero per la nuova stagione, assicurandosi la firma del giovane Bobby Adekanye. Da tempo la talentuosa ala destra era finita nel taccuino del ds laziale che aveva strappato un pre-accordo con l’ex Liverpool già ad inizio anno, fulminando, difatti, la concorrenza.

Di origini nigeriane, ma naturalizzato olandese, Bobby (classe 99’, 20 anni) ha iniziato la sua avventura calcistica nelle giovanili dell’Ajax, per poi essere strappato a soli 12 anni dal Barça che però ingaggiandolo violò i termini riguardanti il trasferimento dei minorenni, beccandosi il fermo del mercato per ben due anni. Nel 2014 arriva il prestito al PSV e l’anno successivo il trasferimento al Liverpool, dove gioca prima con l’U18 e poi con l’U23.

Nell’ultima stagione in Premier League 2 raccoglie solo 9 presenze con 1 gol e 2 assist, giocando alto a destra ora nel 4-2-3-1 ora nel 4-3-3, moduli ideali per le sue grandi doti di dribbling in velocità. Mancino naturale, ama tagliare in mezzo rientrando sul piede preferito per cercare la giocata decisiva; può anche ricoprire il ruolo di seconda punta o di trequartista e all’occorrenza anche esterno sinistro, insomma un vero e proprio funambolo offensivo.

Si dice che non sia andato in vacanza per lavorare duramente e cercare di stupire mister Inzaghi durante il ritiro, d’altronde il 3-5-2 dei biancocelesti non è sicuramente il modulo ideale per l’olandese che nelle idee del tecnico laziale può fungere da jolly, stile Correa, da utilizzare a partita in corso sfruttandone gli strappi in velocità.

Poco appetibile al fanta, al momento non ci sono le condizioni minime per entrare a far parte delle vostre rose tanto più se come sembra sarà listato attaccante: eccessivo anche il 6° slot.