Perin e l'errore di Genoa: per Allegri una gerarchia tra i pali che è sempre stata chiara

Per fortuna arriva la pausa Nazionale per il “portero” juventino Mattia Perin, sarà utile a dimenticare il brutto ritorno da ex nella sua Genoa, dove il suo errore sul tiro non irresistibile di Sturaro (altro ex) ha di fatto indirizzato i liguri verso la vittoria finale. In altre occasioni Mattia non aveva risentito della ruggine dovuta alle tante panchine alle spalle di Szczesny, infatti nelle precedenti 7 partite disputate prima di domenica, per ben 5 volte aveva manteno imbattuta la sua porta, anche sei i 3 gol subiti allo Stadium contro il Parma avevano già messo in evidenza un leggero calo di forma.

Perin e l

D’altronde per Allegri il portiere azzurro è sempre stato una seconda scelta, come dimostrano le poche presenze in campionato nonostante la Juventus sia stata impegnata fino a qualche settimana fa in tutte le competizioni, addirittura nessuna presenza in Champions League ed in Coppa Italia. Evidentemente manca ancora la piena fiducia del tecnico che vede nel portiere polacco una sicurezza assoluta da far riposare solo nei “match di scarico” o nelle partite meno impegnative.

Arriveranno tempi migliori per il classe 92’ di Latina, per i fantallenatori resta comunque nel complesso un portiere affidabile in caso di assenza di Szczesny, magari nelle ultime di campionato troverà ancora più spazio: quando si accavalleranno gli impegni europei dei bianconeri ci sarà bisogno lui!