Gli strappi decisivi di Calabria, quanto sono lontani i fischi di San Siro

Tra i punti fermi della rosa di Stefano Pioli c'è sicuramente Davide Calabria. Il terzino rossonero, costante negli schemi rossoneri e ora anche vicecapitano, non si è affermato solo come un terzino affidabile e di qualità ma anche come un giocatore dalla forte personalità e dal grande senso di appartenenza. Il classe 1996 forse più di tutti, è  il volto del combattivo spirito rossonero intravisto in tutta la stagione 2020-21 e ripetuto in questo avvio di stagione in cui ha meritatamente conquistato la nazionale. Il numero 2 rossonero, infatti, non è solo un calciatore forte ma anche un uomo cresciuto e un leader che ha dimostrato di essere uno dei terzini più forti di Europa.

 

Dopo l’addio di Donnarumma, Calabria è diventato  il principale rappresentante del settore giovanile rossonero all’interno della prima squadra e in questo senso ha avuto e ha il compito trasmettere il dna Milan ai compagni e ai nuovi arrivati
 

Gli strappi decisivi di Calabria, quanto sono lontani i fischi di San Siro

SFOGLIA LE STATISTICHE COMPLETE DI DAVIDE CALABRIA


Al fantacalcio- Nelle prestazioni offerte, non solo ha mostrato grande affidabilità ma soprattutto ha dimostrato un carattere da vero combattente. Le sue cavalcate, i suoi assist e la sua grande attenzione difensiva sono il frutto di qualità tecniche cresciute in maniera evidente.  Con queste premesse, quindi, Calabria si candida ad un’altra stagione ad alti livelli. Il gol all’Atalanta e l’assist servito a Brahim Diaz, infatti, rappresentano un rientro in campo dopo l'infortunio con grande costanza nei voti in pagella soprattutto per chi lo utilizza nel modificatore di difesa.