PIANETA NEWS GENERICA | Pianeta Magazine

PIANETA NEWS GENERICA | Pianeta Magazine

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2018/2019

PianetaTV
SCEGLI squadra
PIANETA NEWS GENERICA :scopri le informazioni sui calciatori, recuperi ed indicazioni di formazione ogni giorno!
Saponara e il colpo dello scorpione, il pupillo di Giampaolo è però ancora lontano dai fasti di Emp

Dopo una stagione non proprio esaltante con la maglia della Fiorentina lo scorso anno, Riccardo Saponara è andato in prestito quest’estate alla Sampdoria per cercare riscatto.

 

Dopo quindici giornate questo miglioramento sembrerebbe esserci. Saponara infatti ha segnato due gol (lo scorso anno non andò mai a segno) e realizzato due assist in 8 gare giocate (4 da titolare). Un gol pazzesco messo a segno contro la Lazio e al 99’. Una rete da incorniciare insomma e che ha permesso alla formazione di Giampaolo di portare a casa un punto dalla sfida dell’Olimpico.

 

Proprio il tecnico della Sampdoria, come i fantallenatori del resto, sperano di ritrovare il Saponara di Empoli, quando riusciva a realizzare fior di bonus e ad avere una buona fantamedia. La sua media fantacalcistica attuale è poco più del 6 e si spera migliori.

 

Il giocatore è in cerca di riscatto e la Sampdoria vuole dire la propria anche in questa stagione.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

I tre morsi della pantera Zapata: Gasperini e il fantacalcio ritrovano le certezze smarrite?

Torna al successo l’Atalanta dopo le due sconfitte consecutive con Empoli e Napoli.

 

Vittoria contro l’Udinese in trasferta che porta una sola firma: quella di Zapata. L’ex Sampdoria infatti è stato autore della tripletta che ha steso i bianconeri.

 

Ritorno al successo per Gasperini e quarto gol in due partite per il colombiano, andato a segno anche nella sconfitta contro il Napoli. Una tripletta che fa gioire sia la squadra bergamasca, che torna al successo e si posizione momentaneamente al settimo posto in classifica, che per i fantallenatori che cominciavano ad avere dubbi sul giocatore.

 

Nonostante la tripletta infatti, l’attaccante dell’Atalanta ha segnato finora appena 5 gol in stagione, pochini per un attaccante che lo scorso anno riuscì a realizzarne 11. Considerando che l’Atalanta proverà a mettere il turbo per rimanere nella scia delle posizioni per le coppe europee, Zapata potrebbe essersi sbloccato definitivamente. Chissà che non superi la quota bonus dello scorso anno.

 

Al fantacalcio potrebbe aiutare.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

VOTI FANTACALCIO UFFICIALI CON ASSIST 15 TURNO SERIE A
#VOTI UFFICIALI #SERIE A #FANTACALCIO #ASSIST

Calcola il tuo punteggio di giornata!

Scritto da

Voti Fantacalcio Ufficiali con Assist 15 Turno Serie A

Online voti ufficiali con assist della 15° giornata di campionato.

Nulla cambia in cima alla classifica, la Juventus batte l'Inter e mantiene a distanza il Napoli che, come da pronostico, sconfigge agevolmente il Frosinone. Della sconfitta dei nerazzurri non ne approffita in pieno nessuna delle prime inseguitrici che pareggiano in blocco. Ne approfitta per risalire e mettersi nel gruppone l'Atalanta che grazie alla tripletta di Zapata passa ad Udine. Friulani che così rimangono invischiati nella lotta retrocessione da cui per il momento si è tirata fuori l'Empoli, che ha ottenuto 10 punti nelle ultime 4 partite!

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Voti Serie A 15.a giornata: Simeone riemerge, il Chievo ferma tutti. Caputo da sogno, Zapata ex senza cuore.

Pioli lascia inizialmente in panchina Chiesa e Simeone nella Fiorentina e il Sassuolo sembra in giornata con Babacar e Sensi che chiamano all'intervento Lafont. Un primo tempo che tuttavia resto molto equilibrato, soprattutto nella seconda parte della prima frazione. Più Sassuolo che Fiorentina per le occasioni create.

Nella ripresa Di Francesco manca l'intervento sull'ottimo cross di Lirola, poi Consigli sbaglia l’uscita e favorisce il tiro di Benassi ma Marlon riesce ad intervenire. Entra Simeone per un avulso Vlahovic. Al 63' si sblocca il match: Duncan porta in vantaggio il Sassuolo con un tiro che si infila nell’angolino alto alla sinistra di Lafont! Passano 5' e la banda De Zerbi pare poterla chiudere quando un ispiratissimo Duncan serve un invitante pallone al centro dell’area e Babacar insacca senza problemi.
 

Ma i viola hanno il merito di riaprila immediatamente: il tiro di Fernandes impatta il palo alla destra di Consigli e Simeone deve soltanto appoggiare in rete. Entra Djuricic per Di Francesco, un cambio che, col senno di poi, sarà determinante in negativo per i padroni di casa. All' 80' sembra finita quando Sensi carica un tiro forte e preciso e palla che si infila nell’angolo basso alla destra di Lafont.
 

Quando manca poco al 90' Djuricic si fa espellere per doppio giallo per eccessive proteste, accorcia ancora Benassi da breve distanza e nei 7' di recupero Milenkovic trova il tempo di beccarsi il secondo giallo. All'ultimo respiro Mirallas raccoglie un passaggio in area di German Pezzella che suona la carica e con un diagonale potente segna la rete del 3-3.

Neroverdi che sciupano clamorosamente il doppio vantaggio per due volte e perdono la possibilità di agganciare il treno Champions, Djuricic è una sciagura mentre Babacar e Duncan trovano un bel feeling. Berardi e Benassi sugli scudi, segnali di ripresa per il Cholito Simeone.

Solo un pari per il Parma al Tardini e Chievo che colleziona un altro punto più per il morale che per la classifica.Il primo tempo, sostanzialmente equilibrato, vive di fiammate improvvise. La prima a regalarne una è la formazione ospite, che tra il 12' e il 17', prova a mettere paura a Sepe con una girata di Pellissier prima e con una sassata da fuori di Radovanovic. Ci provano Biabiany, bravo Sorrentino di piede, e Barillà con un tiro al volo che lo stesso portiere smanaccia.

La ripresa vede subito il vantaggio clivense: Stepinski è lesto nel correggere in rete da pochi passi un diagonale sporco di Pellissier. Il Parma non ci sta, e sette minuti più tardi perviene immediatamente al pari grazie ad uno stratosferico calcio di punizione di Bruno Alves.

Si fa espellere Depaoli e il Parma si butta in avanti sfiorando il vantaggio con Rigoni e con il palo a botta sicura dell'ex di turno Inglese. Nel finale Gagliolo in scivolato manda a lato lasciando con il rammarico il pubblico del Tardini. Bene Obi nel Chievo, la difesa sa soffrire nei momenti di pressione grazie a Sorrentino. Biabiany abulico, si è fatta sentire l'assenza di Gervinho.
 

Parte forte l'Atalanta a Udiine: al 4' calcio d'angolo guadagnato da Zapata dopo un'imbucata di Hateboer e gol dello stesso colombiano dopo il cross dalla bandierina. La banda friulana ha una reazione che vale il pari al 13', gran pallone dalle retrovie in profondità per D'Alessandro, che fugge a Masiello, arriva sul fondo e mette un pallone basso e teso in area per Lasagna: il capitano bianconero, in scivolata, pareggia i conti.

yesScopri i voti ufficiosi di tutti i match della domenica qui!

Il tema della partita: possesso palla nerazzurro, bianconeri che attendono e provano subito a ribaltare il fronte d'attacco. Tanti errori in mezzo al campo, non una gara bellissima. Nel secondo tempo Gasperini mette Barrow al fianco di zapata togliendo un deludente Rigoni, la mossa si rivelerà quella vincente. Al 64' infatti, è proprio lui che punta Pezzella, lo salta, entra in area di rigore e calcia: pallone svirgolato e che diventa buono per Zapata, il quale da due passi scarica la sfera in porta con grande potenza. 1-2!

Tarda ad arrivare la reazione friulana che nel frattempo ha messo dentro Pussetto e Vizeu in attacco, Palomino sempre efficace in chiusura e Toloi avanza spesso dalle retrovie. Al 79' lampo improvviso di Fofana che posta il pallone sul destro e calcia a giro verso il secondo palo: legno pieno. Sulla ripartenza due contro due, con Hateboer che porta palla sulla trequarti prima di servire Zapata: il colombiano, tutto solo, batte sul secondo palo Musso per la tripletta personale. 
 

Si chiude con un''uscita a vuoto di Berisha non sfruttata da Vizeu e una chance ghiotta per il 4-1 per Barrow. Masiello va spesso in affanno, Gomez troppo lontano dalla porta. Bene il solito moto perpetuo Hateboer, buona prova di D'Alessandro, De Paul gioca fuori posizione e si vede.

Vittoria importante per l'Empoli che porta a casa lo scontro diretto con Bologna che allungando a +5 dalla terzultima. Partita vivace e divertente al Castellani: i rossoblù partono meglio, ma a portarsi in vantaggio sono i padroni di casa. Al 10’ uno-due rapidissimo tra Caputo e La Gumina, il bomber azzurro arriva a tu per tu con Skorupski e insacca il pallone sotto la traversa. Palacio sfiora il pari di testa e la 41' proprio il Trenza in percussione salta tre avversari, palla dentro per Poli che di piatto infila.

Nlla ripresa Veseli manda sull'esterno della rete dopo un'uscita a farfalle di Skorupki, tanti cambi ma il gioco ristagna e il Bologna quando può riparte. Al minuto 80 la palla arriva sul dischetto del rigore a Zajc che calcia male ma La Gumina è un falco a intercettare e segnare il 2-1. Svamberg ha la palla del pari ma di testa manda fuori, poi Danilo si immola per evitare il terzo gol. Iachini non ne perde una, La Gumina rigenerato al fianco della certezza Ciccio Caputo. Traorè meno brillante del solito, Mattiello costringe Di Lorenzo a una gara difensiva. Silvestre male in impostazione e Santander non è al meglio finendo per ritagliarsi pochissime occasioni.

ll Genoa resiste oltre ottanta minuti con l’uomo in meno. Petagna apre le marcature, Piatek fa 1-1 su calcio di rigore. Frazione di gioco ricca di colpi di scena. Inizia Pasqua, all’11’, con l’espuslione molto severa a Criscito: il capitano del Genoa interviene in maniera scomposta, ma non cattiva, su Lazzari. La Spal passa in vantaggio con la testata di Petagna, su spizzata di Felipe, non seguito da Kouamé: male i rossoblù su palla inattiva. Prandelli non procede a sostituzioni come accaduto domenica quando è uscito Piatek. Il Genoa si ricompatta e al 38′ pareggia dal dischetto con Piatek: Pasqua, chiamato al Var, concede il rigore dopo aver visto per oltre due minuti il contatto Fares-Romero. Finale tutto emiliano con i due legni colpiti da Antenucci e Petagna.
 

Grifone che soffre gran parte della ripresa ma ha l'occasione del vantaggio con Piatek, su lancio di Radu e copertura mancata di Bonifazi. Kouamè in contropiede potrebbe far esplodere il Ferraris ma ci mette poca cattiveria e Gomis para in due tempi. Proteste per il mancato secondo giallo a Bonifazi, in pieno recupero Floccari tutto solo di testa angola male e grazia il Genoa. Biraschi si prende la fascia con l'uscita di Criscito e gioca da vero gladiatore della difesa, positivo Lazovic e anche Romero gioca con personalità, Radu fa i miracoli e Fares in difesa è un'autentica frana, Lazzari meno esplosivo nel secondo tempo.

Milan stoppato dal Toro (0-0) e avvicinamento all'Inter fallito al terzo posto, attacco flop e un super Gigio Donnarumma nella serata di San Siro. Al 5' Iago Falque impegna il portiere rossonero a in intervento notevole, molto mobile a sinistra Suso ma Izzo e Nkoulu lo limitano bene. Nella ripresa ritmi lenti e Toro che prova ad affacciarsi di tanto in tanto nell'area del Diavolo, entra Zaza per aumentare il peso e Castillejo nel Milan è subito autore di giocate individuali da applausi. Negli ultimi 15 minuti MIlan in pressing e Toro spento, Cutrone ciabatta a un passo dal gol l'occasione migliore del match. Poi al 93', dopo l'espulsione di Mazzarri, occasione per Higuain, ma Djidji salva sulla linea. Non succede più nulla, da segnalare le ottime prestazioni di Zapata e quella generosa di Bakayoko in casa Milan. Male Ansaldi nel Toro, spicca invece Ola Aina nei contrasti, serata difficile per il Gallo Belotti.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Voti anticipi 15.a giornata Serie A: Ghoulam è tornato, Milik e Ounas implacabili. Sau è glaciale,

Napoli in vantaggio dopo appena 7' e pratica Frosinone in discesa: rete nata dagli sviluppi di un calcio d’angolo propiziato sull’asse Zielinski-Milik, rimpalli in serie nell’area ciociara, alla fine il poloacco prende la palla e centra l’angolo più lontano con un preciso rasoterra mancino nella parte sinistra dell’area di rigore.

Ghoulam ritrova il campo dopo lungo stop e si muove bene con cross e spunti in velocità, sfiorando il gol diettamente da calcio d'angolo. Maiello prova a sorprende Meret dai 30 metri ma il portiere azzurro si fa trovare pronto. Poi arriva il raddoppio bellissimo di Ounas, schierato al posto di Callejon: scatto, dribbling ai danni di un avversario e bomba
centrale da fuori leggermente sporcata dalla schiena di Capuano. Potrebbe arrivare subito il tris ma Milik viene fermato sul più bello.
 

Nella ripresa Sportiello salva su Milik, poi gran inserimento di Ghoulam che perà spara troppo alto. Ounas gioca sempre tra le linee e con un tiro velenosissimo sfiora la doppietta.
Al 68' arriva il 3-0: angolo di Ghoulam ed incornata di Milik! Sesto gol in campionato per il centravanti polacco. Esce un applauditissimo Ounas e debutta Younes.
 

Meret e Luperto sfiorano la frittata ma si salvano, poi Ghoulam corona con un altro assist la sua superba prestazione: Milik apre il piattone sul filo del fuorigico e fa doppietta. Sempre il polacco va vicino al 5-0 ma il tiro è alle stelle, chance per Ariaudo poco prima che sul corner non riesce a impattare al meglio. Non c'è storia in un match in cui il divario tecnico è stato evidente, male Pinamonti e Campbell che non riescono a impiensiere mai Koulibaly e soci. La difesa dei canarini si trova a fronteggiare la burrasca e naufraga ben presto contro l'attacco azzurro.

A Cagliari grande partenza della Roma, che passa avanti già al 14′. Il vantaggio è firmato Cristante che calcia di sinistro dal limite sorprendendo Cragno. I giallorossi poi sfiorano più volte il gol con Zaniolo e Under. Il Cagliari reagisce, ma nel momento migliore dei rossoblù arriva il raddoppio di Kolarov. Al 41' il serbo inventa una punizione magistrale che Cerri devia non lasciando scampo al suo portiere. Sempre Zaniolo tra i più attivi e serve un super Cragno a evitare il tracollo.

Al 69' controllo Var per mano di Kolarov. Mazzoleni decide di non assegnare il penalty. Cerri sbaglia non riuscendo a concludere su assist di Joao Pedro. Al minuto 84' arriva il gol che dà speranze, Joao Pedro spizza il corner e Ionita insacca. Si gioca in un'autentica bolgia, nel recupero Faragò entra in scivolata ma colpisce Olsen: proteste veementi di Srna e Ceppitelli, doppio rosso che si somma alla cacciata precedente di Maran.

enlightenedScopri i voti ufficiosi degli anticipi del sabato cliccando qui!

Nell'ultima azione Ionita lancia alla disperata pescando Sau dietro la linea della difesa giallorossa, controllo e diagonale che valgono un 2-2 pieno di rabbia e passione. Finisce con Florenzi in lacrime e con la Roma che spreca l'ennesima chance di accorciare in zona Champions, in una stagione che sta assumendo contorni sempre più tragicomici. Male Schick e Under tra i giallorossi in attacco, Fazio si perde e Nzonzi è sempre impreciso.

Pari show tra Lazio e Sampdoria: le due squadre iniziano la gara in maniera aggressiva. Le difese sono alte e si pressa in tutte le zone del campo. E proprio su una situazione di pressing offensivo Immobile segna su papera di Audero, ma la rete viene annullata per fuorigioco millimetrico. La Lazio preme, ma la Sampdoria passa in vantaggio grazie a Quagliarella che, tenuto in gioco da Wallace, insacca da vero rapace: 0-1 al 21esimo. I padroni di casa costruiscono poi varie occasioni, ma l’imprecisione di Caicedo e Immobile (che colpisce anche un palo su rimpallo) non consentono ai capitolini di raggiungere il pareggio. Primo tempo in cui i doriano tengono botta e mantengono il vantaggio.

Lazio che colleziona occasioni nella ripresa: Patric ne ha addirittura due, ma una volta il tiro è debole, l’altra viene ribattuto dalla difesa blucerchiata. Lulic a sinistra spinge costantemente, tenendo in apprensione la retroguardia genovese. Al 70′ contropiede pazzesco orchestrato da Immobile e Correa, ma Audero salva tutto sul sinistro del Tucu. La porta doriana sembra veramente stregata, almeno fino al 79′, quando Acerbi insacca pareggiando i conti su sviluppi di corner, su assist di tacco di Parolo.

Il forcing della Lazio continua fino al termine della partita con Audero (quasi papera su tiro di Immobile dal limite) che gioca spesso da libero aggiunto e porta al clamoroso calcio di rigore allo scadere, che Immobile trasforma facendo esplodere lo stadio Olimpico.

Si gioca ancora e al 98' la dormita della difesa capitolina porta al tiro Saponara che con una girata volante strepitosa sorprende Strakosha e gela l'Olimpico che pregustava tre punti d'oro in ottica Champions League.

Colley ancora troppo incerto, anche Andersen va spesso in sofferenza.
Espulso Bereszynski nel finale per un fallo che ferma Correa lanciato a rete. Milinkovic Savic non pervenuto, Luis Alberto non svolta. Quagliarella resta il solito leader tecnico, Caprari meno brillante di sette giorni fa.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Voti posticipo Juventus-Inter: Cancelo padrone della fascia, buio Perisic. Politano esce tra i dubbi, Dybala

La Juventus si impone col minimo scarto sui nerazzurri nell'anticipo della 15esima giornata di campionato, al termine di una gara comunque combattuta, con gli uomini di Luciano Spalletti che soprattutto nel primo tempo riescono a fornire buone risposte e anzi hanno la palla più ghiotta per passare in vantaggio con Roberto Gagliardini che stampa la sfera sul legno, e riesce nel complesso a contenere bene le iniziative bianconere fino a quando Joao Cancelo riesce a imbeccare Mandzukic, Asamoah non lo tiene e il croato di testa rompe l'equilibrio. Icardi e Perisic si scontrano nel primo tempo in area sprecando una occasione chiara, poi non riusciranno mai a trovarsi negli spazi.

yesScopri i voti ufficiosi dell'anticipo del venerdì tra Juventus e Inter!

Chiellini gioca la solita gara monumentale in difesa, Skriniar contiene bene CR7 che si limita a qualche accelerazione, Politano sostutuito al 57', dopo aver sprecato una palla d'oro in avvio di ripresa, pur giocando bene a lunghi tratti mettendo in difficoltà Cancelo. Borja Valero orchesta ma perde troppi palloni, Brozovic invece recupera tante situazioni e si erge a leader del reparto. Matuidi gioca d'esperienza e di fisico. Quando entra Costa l'Inter pare spaccata in due (Keita e Martinez in una sorta di 4-2-4), Dybala nota stonata con pochi lampi e una sostituzione mal digerita con la squadra alla quale non ha ancora segnato.

Cancelo è la spina nel fianco, grande rimpianto in casa Inter, Vrsaljko non sfigura ma sul gol fa un errore grossolano non chiudendo. Miranda positivo, nel finale nota lieta il rientro di Emre Can da un lungo stop. La Juve ha un giocatore come Mandzukic che azzanna nei momenti chiave, la banda Spalletti crea ma non concretizza occasioni nitide. Il +14 non si vede poi così tanto a livello di prestazione ma la Serie A pare ormai un discorso dal secondo posto in giù.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Zajc e Perisic preoccupano i fantamister tra panchina e scarsa resa, come gestirli al fantacalcio?

Se durante l'asta di fantacalcio gran parte dei fantallenatori credevano di aver piazzato un ottimo colpo prendendo Zajc e Perisic, si sono dovuti ricredere dopo 14 giornate.

 

Pochi bonus e prestazioni che certamente non entusiasmano. Appena 2 gol e 1 assist per il giocatore dell'Empoli che lo scorso anno è stato tra i protagonisti della cavalcata promozione della squadra allenata da Andreazzoli. Proprio l’essersi messo in mostra lo scorso anno in B aveva fatto in modo che i fantallenatori puntassero su lui. Ma oggi, vuoi per il campionato diverso, vuoi per le pressioni di mercato (nel mirino di alcune big) non riesce a rendere come dovrebbe.

 

Caso molto simile quello di Perisic. Macchina da bonus lo scorso anno, appena 2 gol e 2 assist in 14 partite quest'anno. Davvero poco per un giocatore che si è messo in mostra anche durante il Mondiale. Ancor più paradossale è pensare come l’Inter di fatto non stia facendo per niente male, ma Perisic continua a non rendere e ad essere discontinuo.

 

Si spera che dato l'obiettivo salvezza dell'Empoli e l'obiettivo Champions dell'Inter, i giocatori tornino a dare una mano alla squadra.

 

I fantallenatori sperano di ritrovare le loro macchine da bonus.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Pellissier emblema di bonus e sacrificio per provare nel miracolo salvezza, occasione da ultimi slot?

È implacabile e l'età non sembra pesargli.

 

Sergio Pellissier, nonostante i suoi 39 anni, continua a dimostrarsi una macchina da bonus.

 

Anche contro la Lazio nell'ultima di campionato il capitano del Chievo ha messo a segno il suo secondo gol in campionato. Altro che panchina, lui è uno di quei giocatori che merita di stare in campo.

 

Appena 10 partite, solo tre da titolare, e due bonus che gli hanno permesso di far salire la sua quota da 7 a 10. Niente male direi.

 

Proprio per le poche partite fatte, ma decisive, la sua fantamedia è quasi discreta (6,53)

 

Considerando che, purtroppo, non potrà giocarle tutte, è comunque consigliabile prenderlo al fantacalcio per coprire gli ultimi slot d'attacco. Male che vada potrebbe regalarvi quei gol necessari per vincere le fantaleghe.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

GIUDICE SPORTIVO - CONTROLLO AMMONIZIONI 14 GIORNATA
#FANTACALCIO #SERIE A #GIUDICE SPORTIVO #AMMONIZIONI

Verifica sanzioni col comunicato del Giudice Sportivo

Scritto da

Giudice Sportivo - Controllo ammonizioni 14 giornata

A seguito di verifica delle sanzioni indicate nel comunicato del Giudice Sportivo nella 14° giornata di campionato non ci sono variazioni.
Qui il riepilogo di giornata.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

VOTI FANTACALCIO UFFICIALI CON ASSIST 14 TURNO SERIE A
#VOTI UFFICIALI #SERIE A #FANTACALCIO #ASSIST

Calcola il tuo punteggio di giornata!

Scritto da

Voti Fantacalcio Ufficiali con Assist 14 Turno Serie A

Online voti ufficiali con assist della 14° giornata di campionato.

Juventus passa agevolmente a Firenze e mantiene gli 8 punti di vantaggio sul Napoli che nel posticipo di ieri sera batte l'ostica Atalanta. Rallenta invece l'Inter che divide la posta con la Roma. Milan che guadagna il 4° posto battendo il Parma e scavalcando la Lazio fermata dal pareggio a Chievo. Risalgono anche il Torino, che supera il Genoa, e la Sampdoria che rifila un poker al Bologna fermo al terz'ultimo. Smuovono lentamente la loro classifica deficitaria Chievo, Frosinone, Empoli, Udinese e Spal.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

pianeta news
© 2003 - 2018 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati