PianetaTV
SCEGLI squadra

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2018/2019

PIANETA NEWS GENERICA :scopri le informazioni sui calciatori, recuperi ed indicazioni di formazione ogni giorno!
MEGLIO TARDI CHE MAI, SARRI è IL NUOVO ALLENATORE DELLA JUVENTUS!
JUVENTUS SARRI NUOVO ALLENATORE UFFICIALE

Scopriamo come può cambiare adesso la Vecchia Signora tra possibili arrivi e partenze probabili

Scritto da

Meglio tardi che mai, Sarri è il nuovo allenatore della Juventus!

Dopo aver sollevato il suo primo trofeo continentale (Europa League con il Chelsea), adesso Maurizio Sarri ritorna in Italia, dove ha allenato per tutta la sua carriera, fatta eccezione, appunto, per l’esperienza inglese appena terminata. E da oggi, e per i prossimi tre anni (fino al 30 giugno 2022), guiderà la Juventus. Nel 2012  il tecnico toscano inizia la storia con l’Empoli: Sarri sfiora la promozione nella massima serie già alla prima stagione (nella finale playoff vince il Livorno) e la raggiunge un anno dopo, concludendo il campionato al secondo posto. L’Empoli si conferma una splendida realtà calcistica anche nella stagione successiva, in cui conquista con anticipo la salvezza matematica. Il 2015, per il tecnico, è l’anno dell’approdo al Napoli, e anche qui Sarri lascia il segno. Con lui infatti la squadra partenopea raggiunge quota 82, 86 e 91 punti, dal 2015 al 2018: tutte le volte si tratta del record in Serie A per il club targato De Laurentis.

Come sarà la Juve di Sarri? Intanto cambierà modulo di gioco rispetto al 4-2-3-1 che ha a lungo caratterizzato l'esperienza di Allegri e del 3-5-2 che spesso ha rappresentato l'alternativa. Possiamo prendere come base il 4-3-3, soluzione tattica che si adatta bene a una rosa piena di esterni di valore.  I punti fermi sono Szczesny in porta (Reina potrebbe prendere il posto di Perin come riserva e uomo fedele nello spogliatoio), Bonucci e Chiellini centrali titolari.  In tema di esterni,  Cancelo è in uscita, Alex Sandro potrebbe partire: piace Emerson Palmieri del Chelsea che è diventato titolare nella seconda parte della stagione. A centrocampo già preso Ramsey, Paratici sogna un big tra Pogba e Milinkovic Savic, Pjanic sarà il faro del gioco un po' come lo è stato Jorginho nelle ultime annate.

Davanti Ronaldo intoccabile e si cercherà di affiancargli un vero numero nove che potrebbe essere Higuain ma al momento il suo futuro appare lontano da Torino o Icardi, sempre pronto a cambiare aria dopo l'annata difficilissima con Spalletti e la società,.

Si cerca un esterno di grande corsa e imprevediblità: il profilo ideale risponde al nome di Chiesa che è l'obiettivo principale ma l'arrivo di Comisso a Firenze cambia lo scenario. In uscita Mandzukic e Douglas Costa oltre a Cuadrado, crescenti le quotazioni di Bernardeschi che è sempre piaciuto a Sarri e che potrebbe essere uno dei pilastri della sua nuova Juve.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

EUSEBIO DI FRANCESCO SPOSA IL PROGETTO SAMP: COSA CAMBIA AL FANTACALCIO?
SAMPDORIA DI FRANCESCO E. ALLENATORE CALCIOMERCATO FANTACALCIO

L'ex tecnico della Roma, riparte da Genova, sostituendo Giampaolo che andrà al Milan

Scritto da

Eusebio Di Francesco sposa il progetto Samp: cosa cambia al fantacalcio?

Giampaolo al Milan è solo questione di ore, il patron Ferrero si è già tutelato con l'arrivo di un nuovo giovane ambizioso allenatore, Eusebio Di Francesco.

Da Lanciano a Lecce, arrivando in serie A con il Sassuolo, dove per 5 anni conduce la squadra tra le ferree realtà del campionato maggiore, sfornando talenti e dando del filo da torcere ad ogni squadra. Poi la chiamata dalla sua amata Roma, dove giocò per 5 lunghi anni vincendo anche un campionato. Sfortunata la sua avventura però da allenatore, complice una squadra smembrata e inesperta, riuscendo però ad arrivare al traguardo storico della semifinale di Champions League.

Esonerato questo inverno dopo la sconfitta in Champions contro il Porto, arriva a Genova sponda blucerchiata con la voglia di ripartire e di riscatto. Il tecnico di Pescara ha fondato il suo successo con le sue squadre sul 4-3-3, anche se l'ultimo anno confusionario a Roma ha adottato vari moduli sperimentando anche la difesa a tre (tutti con scarso successo). 

Quindi il 4-3-3 al momento è il modulo da cui ripartire, che però non coincide offensivamente con il precedente credo di Giampaolo, che utilizzava il trequartista a sostegno di due punte. I cambiamenti più radicali quindi dovrebbero essere in avanti.

Defrel rientra a Roma, ma potrebbe subito tornare a Genova per ritrovare il tecnico pescarese con cui si è trovato benissimo, mentre Caprari non è sicuro della permanenza, forte il pressing dell'Atalanta. Chi quasi certamente troveremo ancora a guidare l'attacco blucerchiato è l'intramontabile Quagliarella, mentre completeranno il reparto Gabbiadini, Sau e si attende almeno un altro acquisto. I trequartisti penalizzati, Saponara richiesto da tante medio-piccole in serie A, mentre Ramirez dovrà adattarsi per poter ritagliarsi spazio.

Arriverà Maroni, centrocampista offensivo classe 1999 dal Boca Juniors, da verificare ambientamento e collocazione tattica. Chi potrebbe seguire Giampaolo a Milano sono Praet e Andersen, mentre Tonelli è in sicura partenza, fiducia a Colley.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

GIOVENTù AL POTERE, QUANTO SPAZIO PUò TROVARE TRAORè IN QUESTA JUVE?
EMPOLI TRAORE' H. CENTROCAMPISTA JUVENTUS PRESTITO FANTACALCIO

Il talentino ex Empoli ha ricevuto la chiamata dei bianconeri, dopo una stagione in crescendo

Scritto da

Gioventù al potere, quanto spazio può trovare Traorè in questa Juve?

Secondo colpo in dirittura d'arrivo per la Vecchia Signora, che dopo aver ingaggiato per il presente il maturo campione Aaron Ramsey dall'Arsenal, ha pensato anche al futuro. E' fatta per l'ormai ex talentino dell'Empoli, classe 2000, Hamed Jr. Traorè, centrocampista duttile con personalità da veterano.

Annata da ricordare per il giovane ragazzo ivoriano, che in sordina ha saputo conquistare la fiducia dell'ambiente e degli allenatori, scalando le gerarchie e inanellando prestazioni più che convincenti, culminate anche con 2 gol nelle ultime 6 giornate, uno proprio a San Siro nella sfida che poteva valere la salvezza per i toscani. Per lui 33 presenze e fantamedia voto del 6,52, numeri importanti se pensiamo alla giovane età.

Già a gennaio la Fiorentina sembrava che l'avesse opzionato, ma burocraticamente qualcosa andò storto, e la Juventus, sempre lungimirante, non si è lasciata sfuggire l'affare: accordo totale con il presidente Corsi per una cifra che, bonus compresi, si aggira intorno ai 15 milioni di euro.

Intelligenza tattica, giocata mai banale, personalità e rapidità di pensiero: questo è Traorè, che pare essere un predestinato. Quanto spazio può trovare in questa Juventus? Domanda provocatoria anche nel titolo, perchè sì, se giocasse ai livelli dell'anno scorso non sfigurerebbe assolutamente nella mediana bianconera, ma è altamente probabile, come è giusto che sia, che non venga bruciato. 

La soluzione migliore e quella che sicuramente intraprenderà la dirigenza bianconera è quella del prestito ad un'altra squadra di serie A. La squadra ideale e più probabile è il Sassuolo di De Zerbi, grazie anche all'ottimo rapporto tra le due società. Squadra rivelazione con un gioco fluido e organizzato, quella neroverde emiliana è una macchina ben oliata, e De Zerbi, che al 99% rimarrà a Sassuolo, saprà sicuramente valorizzare il talento dell'ivoriano.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Conte riflette su Perisic e Nainggolan, al momento chi è favorito per rimanere?

 

Assodato l’addio di Mauro Icardi, almeno per la società neroazzurra e per Antonio Conte l’argentino è fuori dal progetto (in caso di permanenza “...sarà là quinta punta”), restano da sciogliere parecchi dubbi, i più spinosi sono sicuramente quelli del ninja Nainggolan e del croato Ivan Perisic.

Il dictat di Conte è chiaro, motivazione a mille e volontà di migliorarsi sempre, solo così si può cercare di ridurre il gap con la Juventus. Non c’è dubbio che Steven Zhang sia d’accordo con il tecnico pugliese, anche se a farne le spese possano essere i senatori.

Impegnato in questi giorni con la Nazionale croata, Ivan Perisic da tempo ormai sembra essere deciso ad affrontare una nuova sfida, magari in Premier e questo suo malessere lo ha manifestato spesso in campo; con l’ex tecnico del Chelsea, però, non ci saranno mezzi termini, sarà più un out...out, si resta per dare il 100% mettendosi a disposizione della squadra oppure saluti e baci! La permanenza di Perisic dipenderà molto dal faccia a faccia con Conte il 7 luglio, prima della partenza della tournée estiva in Cina giorno 9.

Diverso il discorso per il belga Radja Nainggolan, lui vorrebbe tornare nella Capitale, l’ambientamento nel capoluogo lombardo non è stato un grancchè e neanche la presenza del maestro Spalletti sono bastati a ripetere le grandi prestazioni delle stagioni passate. Altro particolare da non sottovalutare è il fatto che Conte poco apprezza le teste calde e anche se il ninja abbandonasse l’idea giallorossi dovrebbe comunque convincere il nuovo tecnico.

In caso di permanenza i due centrocampisti andrebbero ad imbottire il folto centrocampo a 5 tanto caro al tecnico leccese che vedrebbe come quinto a sinistra Perisic e nella posizione di mezzala Nainggolan.

Il piano generale che sembra delinearsi è che a Zhang & Co. non dispiacerebbe affatto fare un po' di cash con i suoi big, soprattutto se andassero a buon a fine le trattative per il cagliaritano Barella e per il gioiellino austriaco Lazaro classe 96’. Così facendo la società di Corso Vittorio Emanuele II darebbe più respiro al bilancio e ringiovanirebbe la rosa con giovani di talento...non è poco!

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

DALL'AZZURRO...ALL'AZZURRO, INSIGNE SHOW CON LA NAZIONALE
NAPOLI INSIGNE L. NAZIONALE ITALIA ATTACCANTE

Il folletto di Frattamaggiore nello stadio dei rivali juventini riesce a strappare tanti applausi

Scritto da

Dall'azzurro...all'azzurro, Insigne show con la Nazionale

Dopo la cocente sconfitta degli azzurrini Under 20 nel pomeriggio, alle 20.30 di ieri sono scese in campo le Nazionali maggiori per gli incontri validi per la qualificazione ai prossimi Europei 2020. L'Italia a Torino ha vinto 2-1 contro una Bosnia mai doma, autrice di una prestazione grintosa.

La partita inizia con un primo tempo di marca balcanica, con i bosniaci guidati da un Miralem Pjanic in odore di "casa" e un Edin Dzeko in grande spolvero: proprio lui porta in vantaggio la Bosnia, che chiude sopra il primo tempo. Azzurri in grossa difficoltà, con gli spettri dell'Italia venturiana che aleggiavano allo Stadium, una Nazionale talentuosa ma inesperta che non sembra nè trovare varchi offensivamente, nè trovare una quadra difensiva.

Nella ripresa dentro Chiesa, fuori uno stanco Quagliarella, ed è tutta un'altra storia. Passano pochi minuti e Bernardeschi da calcio d'angolo trova lo schema vincente: cross verso il limite dell'area e meraviglioso tiro al volo di Lorenzo Insigne che pareggia subito i conti al 49esimo salendo in cattedra. Di lì in avanti è monologo azzurro, con le occasioni nitide di Chiellini e Insigne, che impegnano severamente di testa il portiere bosniaco.

Dopo la giocata straordinaria del primo gol, il folletto di Frattamaggiore si inventa anche l'assist per l'accorrente Verratti, suo ex compagno a Pescara, che trova il varco giusto per battere finalmente a rete all'86esimo minuto, portando la partita al 2-1 finale che significa un piede e mezzo agli Europei 2020.

Tante critiche per Lorenzo Insigne nell'ultimo anno: stagione in chiaroscuro in campionato (dove comunque ha realizzato 10 gol), poco incisivo in Nazionale, voci di mercato e mancato rinnovo. Palese comunque l'imprescindibilità dell'attaccante, sia negli azzurri partenopei, che negli azzurri nazionali. Abile tecnicamente, ruolo di raccordo, rapidità di esecuzione e piede fatato: il talento di Insigne è indiscutibile, ed è riuscito a farsi amare anche dal tifo dello Stadium, rivale in campionato. 

La permanenza nei partenopei è stata spesso messa in discussione, intanto godiamoci il ragazzo in Nazionale che sta trascinando un gruppo con tanta voglia di riscatto!

 

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

UFFICIALE: FONSECA NUOVO TECNICO DELLA ROMA! COSA CAMBIA AL FANTACALCIO?
ROMA FONSECA P. CALCIOMERCATO ALLENATORE FANTACALCIO

Obiettivi di mercato, possibili cessioni e come giocherà il portoghese

Scritto da

Ufficiale: Fonseca nuovo tecnico della Roma! Cosa cambia al fantacalcio?

Salutato anche Daniele De Rossi, la Roma ha iniziato a programmare il futuro, e il primo nome della svolta è il nuovo allenatore, che sostituirà il "traghettatore" Ranieri, che ha provato inutilmente a portare i giallorossi in Champions League: Sir Claudio, dopo un emozionante addio dei tifosi l'ultima giornata, sapeva di non essere confermato per l'annata successiva, miracoli a parte.

La scelta del sostituto, ufficializzata in mattinata, è risultata molto inaspettata: sulla panchina giallorossa siederà Paulo Fonseca, giovane allenatore emergente reduce da un triennio vincente allo Shakhtar Donetzk in Ucraina. Tanti dubbi e tante aspettative verso questo allenatore, e conoscendo l'impeto e la focosità dei tifosi capitolini, avrà sicuramente tante pressioni addosso.

Ma chi è Paulo Fonseca? Nato in Mozambico (ex colonia portoghese) nel 1973, non ha avuto molta fortuna come calciatore, avendo militato come difensore sempre in Portogallo, raggiungendo l'apice della carriera quando venne acquistato dal Porto, dove però non esordì mai, girato in prestito continuamente tra squadre medio-piccole, lasciando il calcio giocato nel 2005 ad appena 32 anni.

Inizia la sua carriera da allenatore nelle giovanili della Estrela Amadora, per poi scalare nelle serie minori, fino alla chiamata in prima divisione del Pacos De Ferreira, qui inizia a stupire: raggiunge uno storico 3o posto in campionato, valevole per la qualificazione ai playoff di Champions League. Ciò è stato sufficiente per la chiamata del più prestigioso Porto, dove però non avrà molta fortuna, venendo esonerato a metà anno per gli scarsi risultati in campionato.

Ritorna al Pacos de Ferreira per un'altra stagione, poi al Braga dove raggiunge un ottimo 4o posto: è pronto poer la chiamata dell'internazionale Shakhtar Donetzk in Ucraina, dove rimane tre anni vincendo altrettanti campionati e coppe nazionali, disputando costantemente la Champions League. Fino all'odierna opportunità con la Roma, dove dovrà dimostrare di non essere una meteora.

Qual è il modulo preferito di Fonseca? Secondo fonti certe, si partirà dal modulo preferito dal tecnico, il 4-2-3-1 che ha fatto le sue fortune, simile a quello di spallettiana memoria. Difesa non bloccata, ma discretamente alta sfruttando fuorigioco e pressing, mentre predilige gli esterni d'attacco che rientrano centralmente, quindi brevilinei, rapidi e tecnici, piuttosto che corridori laterali. Il possesso palla e l'impostazione da dietro costituiscono il suo credo, e con ciò cercherà di mettere in difficoltà le difese avversarie.

Detto ciò, sicuramente ci saranno cessioni imminenti: sicuramente il duo Manolas-Fazio centrale è in discussione, giocando con difesa alta il tecnico vorrà sicuramente rinforzare un reparto spesso sbadato e macchinoso. Sicuramente Olsen è in discussione, dopo la disastrosa stagione passata. Kolarov è in partenza, diviso tra ritorno alla Stella Rossa e l'offerta di Conte all'Inter. In mediana ancora incerto il futuro di Nzonzi, e dopo l'addio di De Rossi, si cerca un terzo giocatore oltre a Cristante e Pellegrini Lo.. La trequarti è folta, qualcuno potrebbe partire per lasciare spazio a qualche fedelissimo di Fonseca, mentre davanti Dzeko sembra destinato all'Inter, che sta attendendo di piazzare Icardi.

Possibili acquisti: come detto Olsen potrebbe subito lasciare la capitale dopo appena un anno, e Mirante dopo l'ottimo finale, potrebbe però continuare a fare da chioccia ad un nuovo acquisto. Si vociferano i nomi di Perin, chiuso da Sczcesny a Torino, l'esperto Sirigu e il giovane Cragno, entrambi autori di una stagione straordinaria.

In difesa Fonseca chiederà lo sforzo a Pallotta per arrivare al fedelissimo Ismaily, terzino sinistro che rileverebbe Kolarov partente. Nome a sorpresa, dopo una stagione ad alti livelli, Kevin Bonifazi della Spal è il primo nome per rinforzare il centro della difesa. Altro giovane richiesto è Denis Vavro, difensore centrale classe 1996 del Copenhagen.

In mediana occhi su Stepanenko, fulcro del gioco dello Shakhtar che Fonseca vorrebbe con sè, e Van der Beek dell'Ajax, richiestissimo dopo l'exploit in Champions dei lancieri, ma molto utopistico ancora. Davanti i nomi più interessanti: Fred del Manchester Utd non ha giocato molto, potrebbe arrivare in prestito, mentre nel ruolo di trequartista, dove negli ultimi giorni si è ipotizzato un ritorno di Nainggolan; sembra più realistico l'arrivo di Kovalenko, uomo chiave per lo Shakhtar di Fonseca nell'ultima stagione.

Davanti ancora incognite, e ad oggi favorito per il ruolo di punta centrale sembra il talentuoso ma incostante Schick. Per le caratteristiche del giocatore, mobile, fisicamente piazzato, ma rapido, capace di inserirsi e favorire gli inserimenti, sarebbe il centravanti giusto per Fonseca: sarà il suo anno?

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

RONALDO RE DI COPPE, MA IN SERIE A HA RISPETTATO IL RAPPORTO QUALITà-PREZZO?
JUVENTUS RONALDO C. ATTACCANTE PORTOGALLO FANTACALCIO

Altro successo per il "marziano" in campo internazionale, non con la Juve però!

Scritto da

Ronaldo re di coppe, ma in serie A ha rispettato il rapporto qualità-prezzo?

Domenica sera si è conclusa la prima edizione di Nations League, e l'ha alzata il Portogallo di Ronaldo, dopo l'1-0 sull'Olanda con gol di Guedes: altro trofeo in bacheca per il campione di Madeira, che in campo internazionale sta facendo l'emplein di successi. Un unico rammarico per CR7 quest'anno: la prematura uscita dalla Champions con la Juventus.

Ad agosto, dopo l'incredibile bomba di mercato di Ronaldo alla Juve, i meccanismi di ogni fantacalcio mutarono completamente. Noi già nell'articolo al seguente link, ipotizzavamo strategie e possibili scenari alla chiamata del nome del portoghese, e diciamo che la nostra ipotesi si è praticamente verificata.

Ronaldo C. venne valutato iniziamente nel listone ben 60 crediti, praticamente spesa di almeno un quarto della nostra fantarosa. Stesso discorso comunque nelle aste tra amici, dove il suo nome addirittura poteva superare la metà del budget a disposizione. Insomma, l'investimento su CR7 poteva sembrare più un azzardo da all-in che una certezza. I motivi erano palesi: la gestione Allegri del turnover, l'età anagrafica, l'adattamento ad un campionato tosto come quello italiano, tutte incognite da valutare ad inizio stagione.

Diciamo che l'acquisto di Cristiano Ronaldo è stato azzeccatissimo, ma non promosso a pieni voti. Chiaramente la completezza della propria fantarosa e il fattore C sono sempre determinanti, ma l'attaccante portoghese in se', nonostante abbia mostrato colpi di classe e raccolto una discreta quantità di bonus, nella seconda parte di stagione ha paradossalmente "deluso".

Un infortunio di media entità (non è sceso in campo dalla 27esima alla 32esima), turnover per le quattro partite di Champions League (fasi eliminatorie), motivazioni in finale di campionato pressochè nulle causa vittoria già ad aprile dello Scudetto, Ronaldo C. ha raccolto numeri al di sotto delle aspettative nel girone di ritorno. 7 gol e 3 assist, conditi da un rigore sbagliato contro Sorrentino alla prima di ritorno, non hanno aiutato nella volata finale i fantallenatori che avevano investito pesantemente su di lui. 

Totale delle statistiche comunque non da buttare, assolutamente: 8,79 di fantamedia, 21 gol e 7 assist, numeri da top player, se si pensa che poi ha avuto salmente 31 presenze su 38 a disposizione. La sua quotazione è scesa nel finale a 52 crediti, sempre tanti se si pensa che il capocannoniere del campionato Quagliarella, partendo dalla quota di 25 crediti è arrivato a 46, realizzando 26 gol, 7 assist e giocando ben 37 partite su 38!

La permanenza di CR7 non sembra essere in dubbio, l'anno prossimo verrà abbassato il prezzo del campione portoghese? Intanto Ronaldo, dopo l'ultimo trofeo vinto, sembra essere sempre più in forma e ormai è diventato un leader e riferimento nello spogliatoio Juve, permettendosi anche di consigliare a De Ligt dopo averlo sconfitto, di seguirlo a Torino...

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Schick brilla ancora in nazionale, un futuro alla Roma incerto ma col nuovo tecnico...

 

Destino strano quello di Patrick Schick, oggetto misterioso a Roma, fenomeno altrove. Ebbene sì l’attaccante ceco, classe 96’, venerdì scorso con la propria Nazionale ha deciso il match contro la Bulgaria con una doppietta, partita valida per la qualificazione ai prossimi Europei del 2020 in Portogallo.

Il Patrick visto in Nazionale somiglia molto a quello apprezzato in blucerchiato, quando tutto ciò che toccava si trasformava in oro, con realizzazioni di elevata caratura; Genova è stata la sua prima casa in Italia, Praga la sua casa naturale, in mezzo un buco chiamato Roma, dove evidentemente il giovane diamante ceco non è riuscito ad ambientarsi nonostante i due anni nella Capitale.

Chiuso da Edin Dzeko e da un modulo, il 4-3-3 di Di Francesco che hanno penalizzato non poco il numero 14 che ci ha messo comunque del suo, facendosi trovare non propriamente pronto quando è stato chiamato in causa (solo 3 gol). Prove di 4-4-2 con le due punte dal primo minuto sono state fatte con il traghettatore Ranieri, ma niente…impietose le stats:

[IMMAGINE]

Adesso, però, le carte in tavola cambiano. La Roma è in fase di rivoluzione come dimostra anche l’arrivo Paulo Fonseca dallo Shakhtar; il tecnico portoghese ha dominato il campionato ucraino e lo ha fatto utilizzando sempre lo stesso modulo, ossia il 4-2-3-1 e con interpreti molto offensivi e dallo spiccato valore tecnico come Taison, Marlos e Junior Moraes. Non è del tutto improbabile che Fonseca possa ricreare questo terzetto pure a Roma con El Shaarawy, Under e proprio Schick che con la giusta fiducia potrebbe essere il nuovo bomber giallorosso, soprattutto adesso che Dzeko sembra sempre più neroazzurro (il bosniaco è ad un passo dall’Inter).

In attesa dell’ufficialità e delle prime parole di Fonseca da allenatore della Roma, potremo ancora osservare Patrick con la Repubblica Ceca, già stasera l’impegno contro il Montenegro.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

DA NUOVO MAICON AD ESUBERO, GIà FINITA L'AVVENTURA BIANCONERA DI CANCELO?
JUVENTUS CANCELO J. DIFENSORE INTER CESSIONE FANTACALCIO

Limiti tattici e infortuni frequenti, il portoghese vicino alla cessione

Scritto da

Da nuovo Maicon ad esubero, già finita l'avventura bianconera di Cancelo?

La Juventus ha già iniziato una piccola rivoluzione, per dare una scossa ad un ambiente demoralizzato internazionalmente, nonostante i numerosi successi in serie A. Il primo cambio è stato quello di Mister Allegri, che non ha saputo trovare la chiave per vincere in Champions League, nonostante l'arrivo di un campione come Cristiano Ronaldo.

Ancora non è stato trovato l'accordo ufficiale con il prossimo allenatore, ma già sul banco degli imputati, e di conseguenza nella lista dei prossimi partenti, c'è uno degli acquisti della scorsa estate, il terzino portoghese Joao Cancelo.

Il laterale portoghese, dopo un'annata travagliata ma sorprendente con la maglia dell'Inter, che lo ha visto protagonista di un girone di ritorno da top player, ha deluso e non poco: 25 presenze, 1 gol e 2 assist, fantamedia voto del 6,27, dopo aver iniziato molto bene il campionato è stato autore di un girone di ritorno da brividi.

Errori in coperture difensive, sortite offensive poco efficaci e limiti tattici: nella seconda metà di campionato non è mai andato oltre il 6 in pagella, raccogliendo insufficienze su insufficienze. Spesso rimpiazzato da De Sciglio (e talvolta non solo per turnover), potrebbe essere il primo sacrificio della nuova stagione.

Il Manchester City è in pressing per il portoghese, e la Juve ha già fissato il prezzo, circa 60 milioni: i Citizens sembrano intenzionati a metterne sul piatto 50, e per ora la Juventus temporeggia, probabilmente attendendo l'ufficialità del nuovo allenatore. L'avventura di Cancelo in Italia sembra arrivata però ai titoli di coda...

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Da Politano a Kean, tutti gli attaccanti in cerca di conferme e…posto da titolare

 

Il calciomercato estivo e la girandola allenatori stravolgerà come al solito gli schemi tattici che siamo stati abituati a vedere durante l’anno, lasciandoci con la dovuta “suspense” fino ad agosto quando i giochi saranno ormai fatti.

Andiamo a vedere quali sono i casi più delicati, conferme o panchina, restare da protagonisti o cercare fortuna altrove, molte sono le punte in bilico per la stagione 2019/20.

Il rischio più grande è quello di perdere giovani promettenti, troppo spesso chiusi da giocatori di maggior esperienza anche se meriterebbero più di chiunque altro…

I casi più eclatanti sono sicuramente quelli di Moise Kean, centravanti della Juventus e della Nazionale, e di Patrick Cutrone, punta del Milan e dell’U21, entrambi prenderanno parte all’Europeo U21 insieme all’altro gioiellino di scuola Inter Andrea Pinamonti.

L’attaccante della Juventus aspetterà di capire che piani avrà per lui il nuovo allenatore, essere la prima scelta dalla panchina o perché no spalla di CR7 in campo, ovviamente questa seconda opzione prevede l’esclusione di nomi eccellenti come, ad esempio, quello del croato Mandzukic che senza il suo mentore Allegri potrebbe essere sacrificato in estate. Mino Raiola, procuratore di Moise Kean, non starà di certo a guardare e se non ci saranno precise garanzie, un futuro lontano dallo Stadium non sarà poi così impossibile.

Anche il 63 del Milan, Patrick Cutrone, è in attesa di sapere quale sarà il prossimo allenatore rossonero, ma per lui il futuro sembra essere ancora a Milano in ogni caso, possibilmente in coppia con il polacco Piatek, più di un ipotesi questa soprattutto se dovesse arrivare Marco Giampaolo amante del 4-3-1-2 con due punte pure.

Discorso diverso per Andrea Pinamonti, l’attaccante rientrerà dal prestito al Frosinone e sarà a disposizione di Antonio Conte che con ogni probabilità preferirà fargli fare esperienza altrove, magari ancora in Serie A…

Rimanendo in casa Inter, interessante si prospetta la situazione di Matteo Politano, tra i migliori della scorsa annata e che rischia di star fuori nella nuova Inter targata Conte. La Champions porta soldi freschi e nuovi acquisti, non è da escludere un restyling della fascia destra, attualmente spoglia di uomini per il 3-5-2 preferito dal tecnico. Non adattissimo come quinto di centrocampo, Matteo fresco di riscatto dal Sassuolo, potrà essere un’alternativa a partita in corso per i neroazzurri.

Con il rinnovo di Simone Inzaghi la Lazio non andrà molto lontana dall’idea tattica vista quest’anno, qualche uomo cambierà sicuramente, ma di certo non sarà il caso dell’argentino Joaquin Correa per il quale sembrano già essere pronti i 20 mln per il riscatto dal Siviglia. El Tucu, a meno di clamorose vicende stile Lotito, verrà confermato come spalla di Immobile nel 3-5-1-1.

Dubbi invece sulla permanenza dell’equadoregno Felipe Caicedo, spinge forte su di lui il Galatasaray di Fatih Terim, ma Inzaghi lascerà andare così facilmente il suo bomber di scorta?

Ci spostiamo in Liguria, dove dopo la partenza di Piatek si prevede un altro addio, quello di Christian Kouamè: difficile trattenere il giovane attaccante ivoriano che ha stupito alla sua prima esperienza in A. Dopo averlo riscattato dal Cittadella, Preziosi non perderà di certo l’occasione di fare della sana plusvalenza.

Altro giovane, altra grande stagione stavolta a Sassuolo, Jeremie Boga ha stregato con le sue giocate il Mapei Stadium e non solo. De Zerbi lo rivuole per il suo trio d’attacco, bisogna però riscattarlo dal Chelsea, intenzionato a riportarlo a casa: sarebbe un brutto colpo al fanta per una delle più piacevoli sorprese di questa stagione.

Il Bologna ha confermato Mihajlovic per la prossima stagione, non sappiamo però se il tecnico serbo punterà ancora sul Ropero Santander, utilizzato col contagocce da Miha nella parte finale del campionato. La stagione del gigante paraguaiano è stato complessivamente positiva anche se non è la punta ideale per Sinisa, resta comunque una valida alternativa per gli emiliani lì davanti.

Quasi certo dell’addio uno dei protagonisti del concitato rush finale, stiamo parlando di Stefano Okaka che dopo aver trascinato i friulani alla salvezza a suon di gol è pronto a far ritorno al Watford che dal canto suo spera di far cassa dopo la grande stagione del 7.

Approfondimento Pianeta Magazine : FLASH NEWS SERIE A : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

pianeta news
16  Giugno 2019
3  Giugno 2019
2  Giugno 2019
28  Maggio 2019
25  Maggio 2019
24  Maggio 2019
23  Maggio 2019
22  Maggio 2019
16  Giugno 2019
14  Giugno 2019
11  Giugno 2019
9  Giugno 2019
6  Giugno 2019
4  Giugno 2019
3  Giugno 2019
2  Giugno 2019
31  Maggio 2019
diario match
SERIE A PREMATCH - 38^ GIORNATA

Analizza il Bioritmo dei Giocatori
© 2003 - 2019 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati