PianetaTV
SCEGLI squadra

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2018/2019

PIANETA FANTA NEWS: scopri le informazioni sui calciatori, recuperi ed indicazioni di formazione ogni giorno!
E' L'ESTATE DEI DIFENSORI CENTRALI, RIECCO MURILLO CHE FIRMA PER LA SAMP!
SAMPDORIA MURILLO J. DIFENSORE FANTACALCIO SERIE A

L'ex Inter approda alla corte di Di Francesco per sostituire il partente Andersen

Scritto da

E' l'estate dei difensori centrali, riecco Murillo che firma per la Samp!

Tanti i colpi di scena in questa prima parte di calciomercato, tanti nuovi allenatori e quindi nuove richieste specifiche. Joachim Andersen, talento giovanissimo classe 1996, dopo due anni da protagonista nella Sampdoria, anche un po' inaspettatamente, è volato a Lione in Francia, e subito la dirigenza doriana si è mossa per sostituirlo dignitosamente.

Mister Di Francesco ha preteso certezze in quel ruolo, quindi ecco il profilo giusto: Jeison Murillo, centrale colombiano classe 1992, torna in serie A, dopo l'esperienza con l'Inter dal 2015 al 2017. Prestito con obbligo di riscatto a 14 milioni di euro totali per il giocatore proveniente da un'annata travagliata in Spagna.

Murillo venne portato in Europa dalla famiglia Pozzo, e dopo una lunga trafila nelle serie inferiori spagnole si mette in mostra a Granada, prima del passaggio all'Inter. Nei nerazzurri colleziona 69 presenze tra tutte le competizioni, diventando pilastro difensivo della squadra, ed entrando stabilmente nella rosa della Nazionale colombiana. Il passaggio poi al Valencia (20 presenze in un anno e mezzo), fino al prestito semestrale al Barcellona di inizio 2019, dove raccoglie solo 2 presenze. Nostalgia dell'Italia, nostalgia di un ruolo importante nel nostro campionato, dove ha giocato le due migliori stagioni della sua carriera.

Collocazione tattica: colpaccio della Samp, che blinda centralmente la difesa a quattro di Mister Di Francesco. Formerà probabilmente con Colley la coppia di centrali, sfruttando le sue abilità aeree e di marcatura, sulla carta potrebbero essere una delle migliori coppie difensive del nostro campionato.

Valutazione: sicuramente all'asta di agosto sarà uno dei nomi più gettonati nella compravendita dei difensori. Murillo in ottica modificatore può garantire buoni voti, anche se i bonus latitano. Puntateci e vi assicurerete un titolare difensivo, ma non fatevi trasportare da aste spasmodiche e investimenti folli, resta comunque un difensore di seconda fascia e soprattutto viene da due stagioni non esaltanti e discontinue.

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Finalmente Jony, che ruolo può avere l'ex Malaga nella Lazio?

Igli Tare pesca il suo secondo colpo di mercato in Spagna, precisamente in Liga 2 (seconda divisione spagnola) dal club di Abdullah al-Thani il Malaga FC, al quale “strappa” letteralmente l’esterno mancino Jonathan Rodríguez Menéndez, meglio conosciuto come Jony.

L’ala, classe 91’ (28 anni), ancora in attesa del transfer, sbarca nella Capitale biancoceleste per una cifra di poco inferiore ai 6 mln di € (pagata la clausola rescissoria), accettando un contratto di 4 anni da 1,5 mln a stagione. La trattativa con gli spagnoli è stata tutt’altro che semplice, infatti il Malaga non avrebbe voluto privarsi del talentuoso mancino, ma la permanenza della squadra andalusa in seconda divisione ha sbloccato il tutto.

Jony si affaccia al grande palcoscenico solo nel 2014 con il passaggio allo Sporting Gijon, dopo aver fallito (come da lui stesso ammesso) con la Cantera del Barça e girovagato in Liga 2 tra Getafe B, Real Aviliès e Sporting B. Con lo Sporting di Gijon conquista due promozioni in Liga 1, nelle stagioni 2014/15 e 2017/18 (7 reti e 10 gol nella prima stagione in Liga 1), in mezzo la parentesi negativa col Malaga che lo acquista per 3,5 mln e lo ricede in prestito, dopo 2 anni, nuovamente al Gijon e nell’ultima stagione al Deportivo Alavés.

Caratteristiche tecniche. L’esterno asturiano ha raccolto 36 presenze nell’ultimo anno con l’Alavés, mettendo a segno 4 gol e ben 11 assist, giocando prevalentemente da ala sinistra in un 4-4-2 che a tratti diveniva 4-2-4. Più un attaccante di fascia che un vero e proprio esterno, abile nel saltare il primo uomo in dribbling per poi imbucare i compagni in area di rigore avversaria col il suo mancino raffinatissimo.

Jony, però, ha dimostrato di sapersi adattare in più posizioni, ricoprendo praticamente tutti i ruoli della fascia sinistra, ovviamente la fase difensiva non è il suo forte, ma mister Inzaghi sta già lavorando su questo aspetto, provandolo come quinto di sinistra nel 3-5-2. I primi allenamenti fanno ben sperare per colui che arriva come alternativa di fascia a Lulic, ma che potrebbe conquistare i galloni di titolare in pochi mesi.

Al fanta Jony, visto il modulo adottato dai biancocelesti, figurerà tra i centrocampisti; l’esterno spagnolo può essere una scommessa intrigante, di certo non mancheranno +1 in stagione vista la sua particolare abilità nel crossare. Tutto sta nell’ambientamento, ma a 28 anni appena compiuti Jony sembra aver raggiunto la maturità giusta (siamo lontani dal Durmisi bis): nelle vostre rose Jony può essere inserito nel 6°/7° slot in una lega da 10 oppure in coppia con il bosniaco.

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

D'ALESSANDRO è L'EREDE DI LAZZARI ALLA SPAL, PROSPETTIVE FUTURE DI UN TALENTO ANCORA A METà
SPAL D'ALESSANDRO M. FANTACALCIO ATALANTA GOL BONUS

Il giocatore, lo scorso anno all'Udinese, pronto per una nuova avventura

Scritto da

D'Alessandro è l'erede di Lazzari alla Spal, prospettive future di un talento ancora a metà

Con il passaggio di Lazzari- perno fondamentale della squadra e protagonista delle promozioni dalla Lega Pro alla Serie A- alla Lazio, la Spal ha già trovato il sostituto.

Guarda il bioritmo di D'alessandro

Si tratta di Marco D’Alessandro, giocatore di proprietà dell’Atalanta che ha giocato l’ultima stagione con la maglia dell’Udinese.

 

Cresciuto nelle giovanili di Roma e Lazio, il giocatore classe ’91 ha dimostrato in più occasioni di avere delle buone capacità. Esterno d’attacco in grado di giocare sia nel 4-4-2, che nel 4-3-3 o 4-2-3-1, D’Alessandro non è un giocatore dal bonus gol facile al fantacalcio.

 

Abile nel dribbling e nel cross, il giocatore potrà ora mettersi in mostra con la maglia della Spal. In fase d’asta al fantacalcio è bene farci un pensierino, soprattutto considerando la grande voglia di far bene e di mettersi in mostra.

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

MATTIELLO CI RIPROVA AL CAGLIARI, SCOMMESSA LOWCOST IN DIFESA?
CAGLIARI MATTIELLO F. FANTACALCIO GOL

Il giocatore, lo scorso anno al Bologna, si è trasferito in terra sarda

Scritto da

Mattiello ci riprova al Cagliari, scommessa lowcost in difesa?

Cresciuto nelle giovanili della Juventus, Federico Mattiello ha esordito in Serie A proprio con i bianconeri nel 2014.

L'ultimo anno, pur essendo di proprietà dell'Atalanta, il difensore ha giocato con la maglia del Bologna collezionando 17 presenze. Durante l'ultimo campionato ha realizzato un gol e un assist.


Passato al Cagliari con la formula del prestito con diritto di riscatto, il classe '95 potrà mettere in mostra le sue capacità in terra sarda. In vista della prossima asta di fantacalcio, il giocatore può essere un ottimo colpo lowcost dato che la sua quotazione dovrebbe toccare, secondo nostre previsioni, circa 5-6 fantamilioni.


Il Cagliari è una buona piazza per poter fare bene, puntare su Mattiello per la propria lega potrebbe essere una mossa vincente.

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

FARES E LE SIRENE DI MERCATO, ADESSO L'ALGERINO NON è PIù UN OGGETTO MISTERIOSO
SPAL FARES M. CALCIOMERCATO FANTACALCIO

Il giocatore della Spal nel mirino di tante squadre

Scritto da

Fares e le sirene di mercato, adesso l'algerino non è più un oggetto misterioso

Giocatore francese, ma naturalizzato algerino, Mohamed Salim Fares è nel giro del panorama calcistico italiano già da diverso tempo.

Dopo aver cominciato la sua esperienza italiana nelle giovanili dell’Hellas Verona, l’algerino si è prima messo in mostra con la prima squadra, e successivamente si è guadagnato consensi con la maglia della Spal.

Lo scorso anno, infatti, con la maglia biancoazzurra è sceso in campo ben 35 volte, realizzando 3 reti e un assist. Ma a rendere orgogliosi i fantallenatori che hanno creduto in lui, anche le diverse prestazioni ad alto livello.

Quest’anno, data l’opzione di contratto, giocherà nuovamente con la Spal; salvo offerte di mercato.

Il giocatore, infatti, è nel mirino di diverse squadre italiane: dal Torino al Napoli passando per il Sassuolo.

Il calciomercato è appena cominciato e le sorprese non mancheranno di certo, ma durante l’asta di fantacalcio sarà bene puntare su Fares, molto voglioso di far bene.

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

LA ROMA RIPARTE DA PAU LOPEZ TRA I PALI, C'è DA FIDARSI AL FANTACALCIO?
ROMA PAU LOPEZ PORTIERE FANTACALCIO CALCIOMERCATO

Tanti milioni investiti in un nuovo portiere, dopo la stagione da dimenticare di Olsen

Scritto da

La Roma riparte da Pau Lopez tra i pali, c'è da fidarsi al fantacalcio?

29 milioni di euro. Questa la ingente cifra investita dalla Roma in Pau Lopez, venticinquenne portiere nato a Girona in Spagna, proveniente dal Betis Siviglia. E' il nono portiere più costoso nella storia mondiale, alle spalle di un certo Neuer. 

La cocente delusione del sostituto di Alisson subita con l'acquisto di Robin Olsen, portiere svedese proveniente dal Copenaghen, ha spinto i dirigenti della squadra giallorossa a tutelarsi con un estremo difensore di livello, nonostante al tifoso medio il nome non dica nulla. Scopriamo Pau Lopez, nel giro della Nazionale spagnola e artefice di ottimi recenti campionati.

Nato nel 1994, Pau Lopez cresce nelle giovanili dell'Espanyol in Catalogna, fino al debutto in Segunda Division B con la squadra riserve. L'anno successivo passa alla prima squadra, dove gioca da titolare tutte le partite della Coppa del Re fino all'eliminazione in semifinale, per poi diventare il titolare nella stagione successiva, dopo la cessione di Casilla al Real Madrid. Dopo un'annata da titolare si trasferisce un anno in prestito al Tottenham in Inghilterra, dove non scenderà mai in campo.

Rientro in Spagna nell'annata 2017-18, sempre con la maglia biancoblu dell'Espanyol dove in 29 presenze subisce 31 reti. A fine stagione niente riscatto, e il Betis Siviglia ne approfitta a parametro zero: Pau Lopez tra campionato ed Europa League disputa 35 partite subendo 49 gol, mostrando solidità e agilità tra i pali. Dopo l'Under21 spagnola, raccoglie 1 presenza anche in Nazionale maggiore, chiaramente chiuso da un fuoriclasse come De Gea.

Nonostante la giovane età è un portiere carismatico, sicuro tra i pali. I dati mostrati fino ad ora sembrano "normali" per un portiere di una squadra di media classifica, ma analizzando più a fondo capiamo meglio il forte esborso economico dei giallorossi: 46 porte inviolate in 155 partite in carriera (quasi 1 su 3!), in più nell'ultima stagione una media di 2,6 parate decisive a partita. Abile a trasformarsi poi in vero e proprio "regista difensivo", precisione nei passaggi corti quanta nei lanci in profondità.

Valutazione: sicuramente sarà il titolare, nonostante il buon finale di stagione dell'esperto Antonio Mirante. Olsen è sicuramente in uscita, in attesa di offerte congrue, la sua media horror dell'anno precedente (4,43) e la sua incostanza ha convinto gli addetti ai lavori a virare altrove. Fidarsi di Pau Lopez? Diciamo che in rapporto qualità-prezzo può rivelarsi una scommessa vincente, infatti molti in sede d'asta saranno scettici a causa dell'ingente mercato in uscita romanista e dalla rivoluzione tecnica. E può essere uno dei migliori portieri in ottica modificatore...

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

LA GRANDE ESTATE DI PINAMONTI E L’OCCASIONE GENOA, è IL MOMENTO DI ESPLODERE ANCHE AL FANTACALCIO
GENOA PINAMONTI A. BONUS ATTACCANTE FANTACALCIO

Aspettative di bonus in crescita per il giovane attaccante scuola Inter

Scritto da

La grande estate di Pinamonti e l’occasione Genoa, è il momento di esplodere anche al fantacalcio

Se è inconfutabile che il sogno d’una notte di mezza estate non si è alla fine realizzato per l’Under 20 di Nicolato e del suo capitano Pinamonti, è altrettanto inconfutabile che dal punto di vista personale l’estate del ventenne attaccante neo genoano è stata ugualmente da sogno. Ben 4 reti in 6 partite al Mondiale giovanile polacco, giocate di pregevole fattura al servizio della squadra, tecnica, carisma, personalità hanno contraddistinto questo momento d’oro di Andrea Pinamonti, chiamato poi persino da Luigi Di Biagio per l’Europeo Under 21, al quale però ha dovuto rinunciare per un infortunio.

E adesso, dopo la parentesi Frosinone conclusasi con la retrocessione della compagine ciociara, con un buon numero di presenze, ben 27, condite da 5 goal e 3 assist, l’occasione Genoa per tentare di fare il salto di qualità anche dal punto di vista fantacalcistico. Il nuovo tecnico del Genoa, Aurelio Andreazzoli, ha dichiarato che Pinamonti sarà un valore aggiunto, ma ha anche ricordato che oltre al giovane talento nativo di Cles ci sono Kouamé, Favilli, Pandev e qualcos’altro in entrata, per cui considerando che il tecnico ex empolese predilige il 4-3-1-2.

Pinamonti potrebbe avere uno spazio importante ma sa già che la concorrenza non mancherà. Certo, il momento è senza dubbio propizio, e le sue doti lasciano buone speranze per il futuro anche prossimo.Pinamonti è appena approdato dall’Inter, squadra con la quale ha fatto le giovanili fin dal 2013 e vinto due scudetti e una Coppa Italia Primavera ed un Torneo di Viareggio, in prestito al Genoa sulla base di 18 milioni di euro, con obbligo di trasformazione del prestito in cessione definitiva. Una cifra senz’altro consistente che l’Inter dividerà col Chievo, che era il precedente club di Pinamonti. Esisteva infatti un accordo privato siglato nel 2014 che, in caso di cessione definitiva del giocatore, prevedeva un compenso del 50% proprio al club clivense.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, Pinamonti è un centravanti forte fisicamente ed abile sia palla a terra sia nel gioco aereo, che ha dichiarato di ispirarsi a gente come Ibrahimovic ed Icardi, ed al quale abbiamo ben visto al Mondiale Under 20 che non fa difetto la personalità, se consideriamo anche il pregevole rigore a cucchiaio col quale ha battuto il portiere polacco padrone di casa che lo sfidava al momento della battuta, esultando poi come se avesse fatto la cosa più semplice del mondo. Inizia a giocare da bambino nella Bassa Anaunia, ma segnalato per un provino dall’allenatore Bruno Tommasini viene quindi tesserato dall’Inter dopo aver segnato ben 4 goal in una partita. Ma siccome le norme FIGC non consentono di ingaggiare calciatori minori di 14 anni che risiedano in altre regioni, viene lasciato al Chievo (di qui l’accordo sulla divisione del compenso precedentemente menzionato).

Si trasferisce così in nerazzurro solo al raggiungimento dell’età idonea. Pinamonti esordisce da professionista a 17 anni, l’8 dicembre 2016, in occasione della sfida di Europa League contro lo Sparta Praga vinta per 2-1 dall’Inter, mentre fa il suo debutto in Serie A circa due mesi dopo nel 2-0 contro l’Empoli. Prosegue comunque il suo percorso ancora con la squadra Primavera, collezionando così solo 3 presenze in campionato con la maglia nerazzurra. L’estate scorsa appunto il suo prestito al Frosinone, dove realizza il primo goal in Serie A il 28 Ottobre 2018 nella gara vinta 3-0 sul campo della S.P.A.L. e conclude la stagione, come detto, con un bottino di 5 reti. Bottino che i tifosi genoani ed i suoi eventuali futuri fantallenatori sperano possa rimpinguare all’ombra della Lanterna.

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

DA UNDER A DOUGLAS COSTA, DA DI FRANCESCO A VERDI, IL PUNTO SUGLI ESTERNI IN BILICO
UNDER C. COSTA D. DI FRANCESCO F. VERDI S.

Vengono tutti da annata deludente, come cambieranno le gerarchie interne

Scritto da

Da Under a Douglas Costa, da Di Francesco a Verdi, il punto sugli esterni in bilico

Diversi i movimenti di mercato che riempiono le pagine dei quotidiani in questi giorni, tra affari a parametro zero e colpi pre-ritiro estivo. Oggi parliamo di alcuni esterni offensivi che lo scorso anno si sono rivelati "flop" considerate le aspettative di inizio anno. Spesso i centrocampisti offensivi fanno la fortuna dei fantallenatori, soprattutto per quei tornei che non utilizzano le liste con i trequartisti e vengono listati centrocampisti. 

Fu il caso di Cengiz Under, giovane fantasista turco della Roma che due anni fa, da semi-sconosciuto, fu protagonista di un finale di stagione da stropicciarsi gli occhi. Il "Dybala turco" classe 1997, alla prima stagione di serie A, raccolse 19 presenze e ben 7 gol, con una fantamedia super del 7,76. La seconda stagione che sarebbe dovuta essere quella della consacrazione, non è stata pienamente all'altezza: complici le altalenanti prestazioni della squadra, non ha mai trovato continuità di bonus ed è incorso in inverno in un infortunio che lo ha costretto a saltare una decina di giornate, oltre ad altri di piccola entità: per lui 23 presenze, 3 gol e 6 assist, per una fantamedia discreta del 6,67 lontana dalla precedente. Ad oggi la nuova Roma di Fonseca sembra voler puntare su di lui, anche se il mercato sia in entrata che in uscita è sempre attivo (vicina la cessione cinese di El Shaarawy), e il tecnico portoghese ama giocatori tecnici, rapidi e che tendono ad accentrarsi facilmente. Possibile stagione del riscatto per lui.

La nuova Juventus di Sarri sta prendendo forma, e sono rimaste poche incognite, una di queste fino a pochi giorni fa era Douglas Costa: gli atteggiamenti del giocatore (vedi squalifica lunga nella partita contro il Sassuolo) e i continui infortuni, avevano spazientito la dirigenza, che lo aveva messo sul mercato. Il brasiliano, oltre ad aver perso la fiducia dell'ambiente bianconero, si è giocato anche la convocazione in Nazionale, in un Brasile che è in finale di Coppa America. Stagione da dimenticare per lui, 17 presenze, 1 gol e 1 espulsione, numeri horror per uno dei centrocampisti più pagati nel listone. Settimana scorsa la svolta, il nuovo tecnico Sarri si è sbilanciato, indicandolo come potenziale freccia del suo 4-3-3 : Douglas Costa è rientrato dopo ciò a Torino una settimana in anticipo e si è già iniziato ad allenare, vuole stupire subito il nuovo tecnico che stravede per il suo tipo di gioco. Se il buongiorno si vede dal mattino...

[IMMAGINE]

Probabilmente con quello sputo, Douglas Costa ha "attaccato" la jella a Federico Di Francesco, figlio d'arte del Mister ora alla Samp, che dopo gli ottimi propositi di inizio anno, si è via via spento fino a perdere il posto da titolare. 19 presenze (fino alla ventinovesima giornata, dopodichè 0 presenze per lui), 2 gol e 2 assist, troppo poco per un giocatore con il suo potenziale. De Zerbi, Mister del Sassuolo, che solitamente ama lavorare con i giovani, ha deciso di "accantonarlo" anzitempo, ed ora, con la riconferma del tecnico, per Di Francesco è asta di mercato in serie A: alla finestra ci sono Spal e Hellas Verona, che si sono già fatte avanti, ma scommettiamo che non saranno le uniche. Possibile rilancio in un nuovo ambiente.

Situazione analoga quella di Simone Verdi, anche lui ex giocatore del Bologna come il precedente, approdato dopo un anno di corteggiamento a Napoli, e soprattutto dopo l'uscita di scena di Sarri. Il risultato però non è cambiato: se con l'attuale allenatore della Juve preventivò di non trovare spazio sufficiente causa affidabilità dei titolarissimi, con Ancellotti ha sofferto del problema opposto: tanto turnover, poca continuità e come se non bastasse tanti infortuni. 22 presenze, solo 9 da titolare, 3 gol e 3 assist, giocando praticamente da esterno di centrocampo, ruolo non proprio congeniale ad un trequartista come lui. Le richieste in serie A sono tante, su tutte Sampdoria e Torino, potrebbe essere una fanta-occasione per chi se lo accaparrerà, infortuni permettendo.

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

DIAWARA è IL NUOVO REGISTA GIALLOROSSO MA IL MERCATO PUò ANCORA RIBALTARE LE GERARCHIE DI FONSECA
ROMA DIAWARA A. MODULO REGISTA FONSECA

Titolarità ancora incerta alla Roma ma il futuro è certamente dalla sua parte...

Scritto da

Diawara è il nuovo regista giallorosso ma il mercato può ancora ribaltare le gerarchie di Fonseca

Il secondo volto nuovo degli campagna acquisti giallorossa (dopo l’arrivo di Leonardo Spinazzola) è quello del 21enne centrocampista guineano Amadou Diawara, che arriva dal Napoli per 21 milioni di euro e firma con la Roma un contratto quinquennale. Circa 2,2 milioni di euro a stagione con scadenza 2024 per un giocatore che la Roma seguiva da tempo, tanto è vero che già tre stagioni fa Roma e Napoli se lo contesero, ma l’allora giovanissimo Diawara scelse i partenopei. Diawara al Napoli non ha mai superato le 18 presenze stagionali in campionato, totalizzando così in tre anni 49 presenze ed una sola rete peraltro decisiva, l’8 aprile 2018 contro il Chievo al 93’. Si tratta al momento dell’unico goal messo a segno da Diawara in Serie A.

Diawara è il classico mediano che ha per idolo Yaya Touré e che trova la sua posizione ideale davanti alla difesa in un sistema di gioco che può variare dal 4-3-3 al 4-2-3-1 tanto caro a Fonseca, che lo ha esplicitamente richiesto. I due si incrociarono già in Champions League due stagioni fa, quando il neo tecnico giallorosso, all’epoca sulla panchina dello Shakhtar Donetsk, venne favorevolmente impressionato dalle doti di Diawara fatte di qualità e dinamismo. Diawara, oltre ad essere molto abile in fase di interdizione, pur con la sua giovane età si è sempre contraddistinto per il suo approccio alle partite e per la lucidità con la quale interpreta le azioni e le fa ripartire.

C’è però anche da considerare che è attualmente impegnato in Egitto con la maglia della nazionale guineana per la Coppa d’Africa, per cui sarà a disposizione di Fonseca solo per fine luglio. E nel frattempo, per forza di cose, il mercato della Roma resta in continua evoluzione per fornire al tecnico portoghese i profili giusti per il suo credo tattico. C’è da dire che molti tifosi giallorossi si sono infuriati dopo la chiusura della trattativa che ha portato una colonna difensiva come Manolas sulla sponda partenopea per poi veder fare il tragitto inverso a Diawara, che ha dalla sua la giovane età ma che, come segnalato precedentemente, ha giocato da titolare in Serie A solo una stagione, quella d’esordio col Bologna nel 2015-16.

Ma d’altro canto Diawara potrebbe inserirsi perfettamente negli ingranaggi di Fonseca, che pretende un bel gioco offensivo e ordinato e utilizza da sempre un 4-2-3-1 con trequartisti tecnici e abili negli inserimenti, terzini alti (in questo senso potrebbero risultare elementi chiave Florenzi e proprio il sopracitato Spinazzola, soprattutto in caso di partenza di Kolarov) e centrali di impostazione. Se il tecnico portoghese riuscisse a ripetere i lusinghieri risultati ottenuti fin qui in carriera soprattutto quando allenava lo Shakhtar (in 3 anni, 3 titoli nazionali, 3 coppe e una supercoppa), sicuramente i mugugni del popolo giallorosso potrebbero trasformarsi in giubilo. E magari diventerebbe noto più per le sue innegabili qualità che per la ormai celebre maschera di Zorro, con la quale Fonseca si presentò in sala stampa, per tener fede ad una promessa fatta ad un giornalista ucraino, dopo aver battuto il Manchester City per 2-1 il 6 dicembre 2017 ed essere approdato agli ottavi di finale di quella Champions League

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

DAL GOL STORICO AL BARCA ALL'APPRODO IN AZZURRO, CON MANOLAS ORA è UNA SUPER DIFESA A NAPOLI!
ROMA MANOLAS K. CALCIOMERCATO NAPOLI DIFENSORE FANTACALCIO

Il greco formerà con Koulibaly una delle coppie difensive più forti al mondo

Scritto da

Dal gol storico al Barca all'approdo in azzurro, con Manolas ora è una super difesa a Napoli!

Mentre tutti aspettano ancora l'arrivo di James Rodriguez, talento colombiano appena eliminato dalla Coppa America, per il quale la trattativa è in stato avanzato, il Napoli piazza un altro colpo da 90, piazzando la saracinesca davanti a Meret: Kostas Manolas è un nuovo giocatore dei partenopei, lascia la Roma dopo ben 5 anni.

Kostas Manolas (MV del 6,04 nella passata stagione, 1 gol su 27 presenze tutte da titolare) dopo essersi fatto notare nel campionato greco con le maglie di AEK Atene e Olympiakos, è sbarcato in Italia sponda giallorossa, dove ha conquistato piano piano il cuore dei tifosi capitolini. Il giocatore greco nato nel 1991 è il perno della Nazionale biancoblu ed era ormai diventato il leader della Roma, di un reparto che si è rivelato negli anni molto precario, instabile. Difensore molto pulito, cerca sempre l'anticipo e spesso gli riesce, ha guidato la difesa giallorossa per cinque stagioni, sempre in crescendo.

Indimenticabile l'urlo dopo il gol contro il Barcellona ai quarti di Champions League, dopo la sua rete che ha coronato una incredibile rimonta contro i "marziani" spagnoli. Manolas è stato il simbolo della Roma degli ultimi anni, con tanta potenzialità, ma sempre incompleta, fino all'anonimo sesto posto dell'ultima stagione. 

Ora il Napoli, con Albiol praticamente ceduto, ha deciso di blindare la difesa con il greco. Un'operazione da 36 milioni, pari alla clausola che pendeva sul giocatore, e per Manolas saranno circa 4 milioni a stagione per cinque anni. A ventotto anni è nel pieno della maturità, la coppia centrale che formerà con Koulibaly si preannuncia granitica, siamo sicuri che ne vedremo delle belle: Ronaldo, Piatek, Quagliarella e tutti gli altri attaccanti sono avvisati!

Approfondimento Pianeta Magazine : FANTA NEWS : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

pianeta news
17  Luglio 2019
8  Luglio 2019
7  Luglio 2019
30  Giugno 2019
3  Giugno 2019
2  Giugno 2019
28  Maggio 2019
25  Maggio 2019
17  Luglio 2019
15  Luglio 2019
14  Luglio 2019
12  Luglio 2019
10  Luglio 2019
8  Luglio 2019
7  Luglio 2019
5  Luglio 2019
2  Luglio 2019
diario match
SERIE A PREMATCH - 38^ GIORNATA

Analizza il Bioritmo dei Giocatori
© 2003 - 2019 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati