SCEGLI squadra

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2019/2020

PIANETA FANTA NEWS: scopri le informazioni sui calciatori, recuperi ed indicazioni di formazione ogni giorno!
Voti fantacalcio Serie A 20.a giornata: resurrection Rebic, subito Borini. Under risponde, follia Super Mario

Primo tempo dai buoni ritmi a San Siro, dove l'Udinese passa in vantaggio contro il Milan. Il gol dello 0-1 nasce da un episodio: Lasagna scatta, con una follia Donnarumma esce molto fuori dalla propria area e lo abbatte violentemente, il guardalinee sbandiera per il fallo, Pairetto aspetta, Larsen in corsa prende palla, resiste alla carica di un difensore e scarica in rete. Ospiti che potrebbero anche raddoppiare, ma sciupano un paio di ripartenze ottime (una clamorosa con Lasagna chiuso da Conti), padroni di casa che invece riescono a impegnare Musso solo un paio di volte, la migliore chance capita a Romagnoli che va vicino al pari di testa sugli sviluppi di corner.

Gara aperta comunque, specie nella ripresa quando il Milan viene fuori e le squadre giocano a viso aperto. Donnarumma sempre protagonista con parte decisive su Lasagna, Okaka, e Mandragora, mentre in attacco è il neo entrato Rebic a raccogliere il cross di Conti e insaccare il pareggio.
Partita davvero bella, Udinese che  continua ad attaccare, ma col passare dei minuti forse cala specie in mezzo dove De Paul si vede sempre meno.

Così al 72′ Theo Hernandez da fuori trova il gol che illude Pioli e San Siro  che rimane di nuovo gelato al minuto 84 quando Lasagna di testa prende il cross di Larsen e pareggia. allo scadere i friulani pagano dazio per una distrazione collettiva con Rebic che in serpentina trova il diagonale del sorpasso punendo oltremodo un'Udinese bella e coraggiosa. Per il Davolo super Rebic e Theo (5 gol finora), Donnarumma si riscatta nella ripresa, bene Conti e a tratti uno scatenato Leao, Bocciato Bonaventura, ancora poco brillante dal punto di vista fisico. Per i friulani brillano Fofana e Larsen, vere spine nel fianco in velocità, Lasagna segna ancora al San Siro in carriera, Okaka spesso dominante in ripartenza, la difesa regge ma le amnesie costano sempre carissimo, De Paul scompare nel'ultima parte del match.

L'Inter viene fermata sull'1-1 dal Lecce di Fabio Liverani, al termine di una giornata decisamente non brillante per i nerazzurri.che faticano per oltre un'ora a trovare il varco per perforare la difesa giallorossa che concede davvero poco e niente resistendo al costante controllo del campo da parte degli avversari. Nel primo tempo il aplo di Brozovic e una costante pressione che non portano frutti. Nella ripresa i nerazzurri fanno centro al 7'esimo sull'imbucata vincente del neo entrato Bastoni che sbuca in area a raccogliere il cross di Biraghi e mettere alle spalle di Gabriel, ma che dopo cinque minuti vengono sorpresi dal'inserimento di Mancosu che da pochi passi infila  Handanovic ristabilendo la parità. Finale con il Lecce arroccato in difesa e Sanchez che sbaglia un cross facile in area per la testa di Lukaku. Nell'Inter sotto tono Sensi e Barella, Brozovic unico a predicare calcio, Lautaro e Lukaku in giornata decisamente negativa. Bene oltre Mancosu nel Lecce, i due centrali sempre attenti, Gabriel in uscita, non è sempre irreprensibile, Donati soffre e rischia un rosso per un fallo durissimo su Barella nel primo tempo.

Il Bologna inizia bene la gara, Sansone si costruisce un paio di situazioni interessanti ma il vantaggio arriva da corner dove Bani si fa trovare pronto sulla corta respinta di Silvestri e insacca al 20′. Bene il Bologna nel primo tempo, ancora Sansone che colpisce il palo, Soriano ci prova da fuori ma Silvestri devia. Il Verona si vede con una zuccata di Rahmani parata da Skorupski e una deviazione di Di Carmine di poco a lato. Nel finale di tempo Dawidowicz ferma Santander in contropiede, per Ayroldi è mano e rigore ma il Var rettifica la decisione.

Nella ripresa l’Hellas inizia a essere pericoloso. Danilo salva un gol già fatto di Di Carmine, poi al 66′ Bani esce alto su Zaccagni, fallo da dietro e secondo giallo. Skorupski salva prima di piede sul neo entrato, poi su Di Carmine e ancora su Borini dopo una botta da fuori. Il pari alla fine arriva: Lazovic scappa per l’ennesima volta a Tomiyasu e pennella proprio per la testa di Borini, 1-1 al 81′. Finale da brividi con Skorupski che salva su conclusione di Lazovic.

Skoruspki grande protagonista, Danilo gioca con sicurezza, Tomiyasu tar i più in difficolta, Sansone sempre pericoloso. Nel Verona Lazovic imprendibile, prove di livello pure per i soliti Rrhamani ne Amrabat.
 

Avvio veemente del Cagliari a Brescia, al 2' Simeone penetra in area e prova la conclusione, prontamente respinta da Joronen. Anche il Brescia è vivo, al 6' Ndoj sbaglia da pochi passi, dopo che Olsen aveva salvato su Torregrossa. Al 20' il Cagliari viene premiato con la rete del vantaggio: discesa sulla destra da parte di Nandez, che scodella alla perfezione per Joao Pedro, che stacca di testa e buca Joronen Al 28' arriva il pari del Brescia: punizione da parte di Tonali ed incornata di Torregrossa. Rossoblù che provano a riportarsi subito in vantaggio, ma Simeone prima e Nainggolan poi, non riescono a superare Joronen.

enlightenedScopri i voti ufficiosi della 20.a giornata di Serie A !

Si apre la ripresa ed arriva subito la doccia fredda per i rossoblu: al 49' ancora Torregrossa sigla la rete del vantaggio delle "Rondinelle" con una gran botta dalla distanza, che vale il 2-1 dei padroni di casa. Il Cagliari si spinge immediatamente alla ricerca del pari, al 53' Nainggolan calcia da fuori, trovando la risposta di Joronen, che respinge come può. Il forcing rossoblu viene premiato al 67': Simeone anticipa Tonali in area, il talento bresciano lo stende ingenuamente. Giua non può far altro che concedere rigore in favore dei rossoblu, sul dischetto si presenta Joao Pedro, che non sbaglia.

Nel finale, Brescia in 10 uomini: Balotelli, appena entrato, viene espulso. Il Cagliari ci prova con Cerri, ma la conclusione del numero 9 rossoblu si spegne tra le braccia di Joronen.

Bene Joao Pedro e Nainggolan in fase offensiva, sfortunato Simeone. Nandez gioca con ritmoe Olsen salva come può. Tonali tra i migliori del Brescia ma pesa il fallo da rigore che costa il pari, evenescente Spalek, Balotelli entra e si fa cacciare, anche Donnarumma insufficiente, Torregrossa gioca in maniera a tratti devastante.

La Roma espugna Marassi e torna alla vittoria dopo due sconfitte consecutive. Gli uomini di Fonseca però giocano meglio nel complesso e passano in vantaggio subito con il secondo gol di Under in campionato, nato da un suo tiro-cross sul quale nessuno tocca. La Roma riesce a controllare il vantaggio e al 44′ raddoppia grazie a una delle tante discese di Spinazzola, oggi tra i migliori in campo, che si conclude con un cross velenoso letto male da Biraschi che mette nella propria porta. Sembra un match in discesa ma giusto qualche istante dopo Pandev approfitta di una disattenzione della difesa giallorossa su un lancio lungo e proprio allo scadere della prima frazione accorcia le distanze.

Il Genoa rientra in campo con maggiore cionvinzione e per 15′ schiaccia la Roma alla ricerca del pareggio. Ci vuole un errore di Perin in impostazione al 75′ per chiudere il match. Pellegrini ringrazia, serve Dzeko e il bosniaco infila in rete per il suo ottavo gol in campionato. Gli ultimi minuti trascorrono con i giallorossi in controllo anche se c’è tempo per un ultima grandissima parata di Pau Lopez.

Tra i rossoblù si salvano solo Goldaniga, Pandev e Schone, spicca la prova di Spinazzola nella Roma, dopo la partenza sfumata all'Inter, Pellegrini sempre prezioso in fase di assistenza (ennesimo assist della stagione), Diawara contiene con bravura, Dzeko salva col gol della sicurezza una prestazione non brillantissima.

La Juventus vince di misura all'Allianz Stadium contro il Parma, ma i ducali escono a testa altissima, tenendo in apprensione fino al 93' la compagine di Sarri. La prima chance degna di nota vede protagonista Cristiano Ronaldo, il quale, dopo essersi liberato di Gagliolo, impegna Sepe, costringendolo a rifugiarsi in calcio d'angolo. I crociati provano pian piano ad alzare il proprio baricentro, ma, proprio nel loro momento migliore, si fa male Inglese, costretto ad abbandonare il campo per lasciar posto a Cornelius. Nel finale di tempo, arriva la beffa per il Parma, con Ronaldo che si accentra da sinistra e supera Sepe grazie anche ad una beffarda deviazione di Darmian. Poco prima del duplice fischio, Ramsey ha l'occasionissima per raddoppiare, ma il suo tentativo si perde di pochissimo fuori.
 

I bianconeri  rientrano in campo col giusto piglio e mettono subito paura agli avversari con Danilo, la cui velenosa conclusione è schiaffeggiata sul palo da Sepe. Scampato il pericolo, il Parma trova inaspettatamente il pari sugli sviluppi di un corner calciato in maniera meravigliosa da Scozzarella: è Cornelius a staccare più in alto di tutti e andara la sfera all'incrocio dei pali. La gioia degli emiliani, però, non dura neanche tre minuti, perché la Juventus ristabilisce subito il vantaggio, ancora una volta con Ronaldo, bravo a infilare Sepe con un preciso diagonale su assist di Dybala. il Parma gioca un ottimo finale di gara, costruendo diverse potenziali occasioni da rete con Kucka che da lontano impegna Szczesny e Sprocato che tira a botta sicura da fuori area ma de Ligt devia in maniera provvidenziale salvando i 3 punti.

Nella Juve brilla la stella del totem CR7 e di Dybala, entra bene anche Danilo. Ramsey crea poco, Rabiot troppo compassato, de Ligt nel finale ci mette più di una pezza ad evitare la beffa. Non si vede moltissimo Kulusevski, Cornelius dalla panchina si conferma risorsa notevole, gara di qualità per Scozzarella e Hernani, Kucka lotta come pochi in mezzo al campo.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Voti anticipi fantacalcio Serie A 20.a giornata: luna park Immobile, Boga siderale, finalmente il vero Chiesa

La Lazio mette la partita subito nel verso giusto contro la Sampdoria, dopo 20 minuti la testa è già alla prossima partita in quanto i biancocelesti chiudono la pratica con un freddo 3-0. È Caicedo ad aprire le marcature con un tap-in vincente, poi è Ciro Immobile a raddoppiare con un calcio di rigore e poi con una rete da centravanti completo: su lancio dalla difesa di Acerbi aggancia, brucia Chabot, dribbla Audero e con freddezza deposita in rete.

Il secondo tempo è una pura formalità per entrambe le squadre: la Lazio è già forte del successo e la Sampdoria è già con la testa alla prossima partita.  Prima il neo entrato Bastos segna e partecipa alla festa, su assist di Leiva e poi ancora Immobile (su rigore procurato da Luis Alberto), firma il pokerissimo che vale l'undicesima vittoria di fila e certifica il periodo d'oro della banda Inzaghi.
 

Tra i biancocelesti ormai non ci sono pù parole per il bomber implacabile Ciro Immobile e per la qualità di Luis Alberto che spiccano insieme all'usato sicuro di nome Caicedo, tra i doriani Linetty conferma la sua ripresa in una giornata amarissima, Chabot in particolare paga più di tutti l'inesperienza contro avversari di rango, la mediana di Ranieri naufraga nemmeno il tempo di iniziare il match.

Dopo una prima fase di difficoltà, è il Torino a passare in vantaggio contro il Sassuolo grazie a uno sfortunato intervento di Locatelli che devia in rete una conclusione da fuori di Rincon. Il gol del vantaggio dà coraggio alla squadra di Mazzarri che sfiora il 0-2 in un paio di occasioni. Prima al 26′, con Belotti che se la porta con il tacco sul sinistro e calcia a lato per questione ci centimetri, e poi al 45′ con Verdi che sbaglia clamorosamente davanti a Consigli. Nella ripresa è il Sassuolo a riprendere in mano l’inerzia del match. E dopo un paio di occasioni a firma di Berardi, la squadra di De Zerbi trova il gol del pari al 61′ grazie a una prodezza Boga che fa tunnel a Rincon e lascia partire un destro a giro dai 35 metri che finisce sotto l’incrocio dei pali. Nel finale granata che abbassano il baricentro e il Sassuolo allora ne approfitta e al 73′ ribalta il risultato con Berardi, che raccoglie il cross di Boga e batte Sirigu con il sinistro. Nel finale Mazzarri inserisce il giovane Millico ed è proprio l'ex Primavera ad andare vicinissimo al 2-2 all’82’: conclusione a giro dalla sinistra, che colpisce l’incrocio dei pali e termina fuori, decretando la prima sconfitta del 2020 per Belotti e compagni.

Nel Sassuolo bella prova di Toljan in fascia, Locatelli non si abbatte dopo l'autogol e regala passaggi percisi, Boga si sveglia ed è letale, Berardi ringrazia lo sconto sulla squalifica e si rilancia. Nel Toro Verdi reagisce alla polemiche recenti con una prova sufficiente, Belotti trascina ma è troppo solo nella ripresa, male De Silvestri che non affonda mai il colpo, altra prova importante di Sirigu.

enlightenedScopri i voti ufficiosi degli anticipi della 20.a giornata di Serie A !

Al San Paolo passa anche la Fiorentina e per gli azzurri di Gattuso si tratta della quarta sconfitta consecutiva. La vittoria della squadra di Iachini è netta e meritata. I viola dominano per tutti i 90 minuti contro un avversario senza idee e senza gioco.

Gli ospiti trovano meritatamente il gol del vantaggio al 25’ con Chiesa. Castrovilli da sinistra indirizza il pallone dalla parte opposta dove si è liberato Benassi il quale serve Chiesa al centro dell'area di rigore. Stop di sinistro e tiro di punta con il destro dell'attaccante che mette fuori causa Ospina.

Lo stesso Chiesa dopo qualche minuto sfiora il raddoppio con un colpo di testa che il portiere del Napoli ricaccia fuori dalla porta quando sta per superare la linea, poi Callejon di testa da due passi manda clamorosamente a lato.

La ripresa si apre con un palo colpito da Insigne con un tiro dalla distanza, ma è un fuoco di paglia. È infatti sempre la Fiorentina la squadra che detta legge. Chiesa, servito da Castrovilli, solo davanti alla porta si fa respingere la conclusione da Ospina. Al 29’ ci pensa Vlahovic con una splendida conclusione a giro a chiudere la gara. Iachini vede la luce dopo l'impresa di Coppa Italia con l'Atalanta, per Gattuso e i suoi è sempre più notte fonda.

Nella Fiorentina giocano tutti ad altissimo livello ma il contributo di Chiesa a Castrovilli è imprssionante. I centrocampisti e i difensori del Napoli non riescono mai a fare filtro e a tratti finiscono per essere ridicolizzati, Lirola dopo il gol vittoria di Coppa Italia, firma un pregevole assist per Vlahovic, ancora bravo a farsi trovare pronto da subentrante, al posto di un sempre più convincente Cutrone. Callejon tra i peggiori in fase offensiva tra gli azzurri.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PROBABILI FORMAZIONI LIVE: Correa e Gervinho alzano bandiera bianca, c'è Orsolini. Fonseca con la difesa

Inzaghi, oltre allo squalificato Lulic, non avrà Correa e Cataldi. Il ‘Tucu’ non ha smaltito il problema al polpaccio e giovedì non si è allenato, per il centrocampista lesione confermata e stop possibile di 20 giorni. Caicedo con Immobile, a sinistra chance per Jony. Tra i doriani al centro della difesa Colley, di rientro dalla squalifica. A lasciargli il posto sarà Regini. In mediana Jankto al momento è in leggero vantaggio su Ekdal.

Berardi rientra dalla squalifica dopo il ricorso vinto dal Sassuolo, in difesa invece Kyriakopoulos al posto di Rogerio è una scleta probabile di De Zerbi. Out anche Ferrari per una distorsione alla caviglia, gioca Peluso, resta in dubbio la presenza tra i convocati di Duncan. Il rientro di Lyanco può far sorridere Mazzarri, Ansaldi ancora a parte mentre ci sarà nuovamente Rincon dal 1'. Djidji deve smaltire un lieve affaticamento, rientrato il 'caso' Verdi dopo il chiarimento tra lui e Mazzarri in settimana.

Gattuso ancora senza Mertens e probabilmente Koulibaly. In difesa Di Lorenzo torna in fascia, in porta ancora Ospina. In panchina i due nuovi acquisti Lobotka e Demme. Lozano proverà fino all’ultimo a contendere il posto a Insigne. Tra i viola Cutrone, protagonista in Coppa Italia, vuole subito anche la promozione in campionato ma ci sarà da battere la concorrenza sia di Vlahovic che di Boateng. Badelj ancora sfavorito nel ballottaggio con Benassi.

Nel Milan Gigio Donnarumma non ha ancora perfettamente smaltito una contrattura. In caso di forfait ecco proto Begovic A sinistra Castillejo cerca conferme così come Leao come spalla di Ibrahimovic. Solito duello Becao-De Maio in difesa per l'Udinese, Lasagna in pole su Nestorovski.

Orsolini, recuperato dopo i problemi alla spalla nel Bologna, a sinistra ancora Mbaye per l'acciaccato Denswil. Dominguez vuole la prima da titolare ma al momento Dzemaili è davanti per sostituire l'infortunato Medel.Juric pensa ancora ad un attacco senza punte con Di Carmine e Pazzini in panca e Verre falso nove assistito da Zaccagni e Pessina.

cool AGGIORNATI IN TEMPO REALE CON LE NOSTRE PROBABILI FORMAZIONI!

Cistana nel Brescia tornerà titolare al posto di Magraviti. Sarà assente per squalifica Bisoli con Ndoj indiziato numero uno per sostituirlo.Occhio al neo acquisto Skrabb che insidia Spalel sulla trequarti. A sinistra nel Cagliari è duello tra Lykogiannis e Pellegrini. Per il resto Faragò dovrebbe essere confermato a destra, in attesa del rientro di Cacciatore.

Calderoni out nel Lecce non avendo  smaltito il fastidio alla caviglia., è pronto Dell’Orco. In mediana poche chances per Majer e Shakhov, tutta la settimana in differenziato, Babacar confermato centravanti, Nell'Inter solo D'Ambrosio ai box, Barella e Skriniar ritornano dal 1' al posto di Godin e Gagliardini.

Con Criscito squalificato e Zapata non ancora recuperato, chance per Goldaniga nel Genoa, Ghiglione è sul mercato e resta fuori, Favilli e Sanabria per una maglia in attacco con Pandev. Fonseca senza Kolarov e Florenzi squalificati, possibile la conferma della linea a tre iin difesa. In attesa del mercato sarà Under a fare le veci di Zaniolo (stagione finita per lui).

Sarri ha fatto intendere che il trio Higuain-Dybala-Ronaldo potrebbe partire dall'inizio contro il Parma, senza lo squalificato Bentancur (ultima giornata da scontare), spazio al francese Rabiot. Nel Parma verso il forfait Gervinho: al momento Cornelius è favorito su Inglese e Kurtic dovrebbe agire nel tridente con Scozzarella in mezzo al campo.

Hateboer è stato fermato dal Giudice Sportivo. Sulle corsie esterne agiranno Castagne, non al top, e Gosens, Muriel pronto a insidiare Zapata dal 1', De Roon potrebbe riposare per qualche noia fisica, in quel caso si scalda Pasalic. Nella Spal Dabo cerca una nuova maglia dopo l'esordio in Coppa Italia, Felipe recuperato e pronto a rimpiazzare lo squalificato Tomovic.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Chiesa non segna più, i numeri della stagione horror dell'esterno viola

Soggetto delle voci di mercato più insistenti della scorsa estate, Federico Chiesa è tra i maggiori flop di questa stagione di Serie A e al fantacalcio.

Delle prestazioni, quelle di Chiesa, che rispecchiano quelle della Fiorentina, non proprio protagonista di questo girone di andata. Appena 21 punti per la Viola, che occupa attualmente il quattordicesimo posto in classifica. Una posizione che la Fiorentina proverà a migliorare in questo girone di ritorno, che vede Beppe Iachini alla guida della panchina e che ha già collezionato quattro punti in due partite. 


enlightenedGiudice Sportivo - Controllo ammonizioni 19.a giornata


Proprio con il cambio di tecnico si spera che Chiesa, il cui rapporto con Montella non era dei migliori, migliori la sua fantamedia. Sedici presenze, due gol e due assist per un giocatore che ha regalato al fantacalcio prestazioni perlopiù deludenti. Una rete, quella di Chiesa, che manca dall’ottobre scorso, quando andò a segno contro la Lazio. 

 

Un girone d’andata che tuttavia rispecchia quasi totalmente quello dello scorso anno, quando Chiesa scese in campo per tutta la prima metà di stagione e collezionò 3 gol 2 assist.

Si spera che, date le sempre alte aspettative dei fantallenatori, Chiesa ritrovi sé stesso in questa seconda metà di stagione.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

GIUDICE SPORTIVO - CONTROLLO AMMONIZIONI 19.A GIORNATA
FANTACALCIO SERIE A GIUDICE SPORTIVO AMMONIZIONI

Verifica sanzioni col comunicato del Giudice Sportivo

Scritto da

Giudice Sportivo - Controllo ammonizioni 19.a giornata

A seguito di verifica delle sanzioni indicate nel comunicato del Giudice Sportivo, nella 19° giornata di campionato non ci sono variazioni rispetto alle ammonizioni dei giocatori indicate nei voti ufficiali.


Qui il riepilogo di giornata.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

PIANETALEAGUE - ASSEGNATI 10 MILIONI PER EFFETTUARE I CAMBI EXTRA
PIANETALEAGUE CAMBI EXTRA BONUS

Scatta oggi fino alla 23 giornata,la possibilit di effettuare 5 cambi extra con un bonus di 10 mld.

Scritto da

PianetaLeague - Assegnati 10 Milioni per effettuare i cambi extra

Scatta oggi fino alla 23 giornata, la possibilità di effettuare il mercato di riparazione con ben 5 cambi extra oltre la possibilità di sfruttare ben 10 Milioni come incentivo e aiuto a sistemare il proprio team.

Ricordiamo che dalla prossima giornata scatterà la speciale classifica Ritorno, dove verranno conteggiati tutti i punteggi realizzati dalla 20 alla 38 giornata.

[IMMAGINE]

Un'altra possibilità per vincere gratuitamente con il portale Pianetafanta.it.

Per registrare una squadra nuova potete usare questo riferimento Registrati

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

Voti fantacalcio posticipo 19.a giornata Parma-Lecce: Kulusevski si impone, Cornelius sfonda, Babacar, altra

Tra Parma e Lecce un primo tempo mal giocato da entrambe le squadre e con poche occasioni: la chance più ghiotta della prima parte di gara capita sulla testa di Kucka, bravo a farsi trovare pronto su un preciso cross dalla sinistra di Gagliolo, ma non altrettanto fortunato nel trovare lo specchio. Poco dopo arriva la risposta da parte di Falco, che in ben due occasioni tenta la fortuna da fuori area, non impensierendo però più di tanto Sepe.

yes Scopri i voti ufficiosi del posticipo del lunedì tra Parma e Lecce !

Il Parma rientra in campo con tutt'altro piglio nella ripresa: al 52' Kucka vavicino al gol, Gabriel però è attento e si rifugia in corner. Dopo un sussulto giallorosso firmato da Mancosu, è la squadra di D'Aversa a sbloccare il risultato con Iacoponi, abile nell'infilare di testa il portiere brasiliano sugli sviluppi di un corner calciato magnificamente da Hernani. L'1-0 galvanizza i ducali, che un quarto d'ora più tardi trovano il raddoppio col neo entrato Cornelius, il quale raccoglie una corta respinta di Gabriel e sfonda la porta con una violenta conclusione. Il Lecce non demorde e poco dopo rischia di riaprire immediatamente l'incontro: Lapadula è bravo a girarsi in un fazzoletto e a concludere rapidamente, ma il suo tentativo scheggia la traversa della porta difesa da Sepe. Nel finale Kulusevski e il neo entrato Gervinho trovano praterie in contropiede ma il 3-0 non arriva.

Kulusevski e Kucka dominanti sul piano atletico, Iacoponi si conferma ottimo incursore. Delude Babacar nel Lecce, Lucioni soffre più di tutti la velocità di Kulusevski. Falco tra i pochi a salvarsi tragli uomini di Liverani.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

IBRA SHOW A CAGLIARI, PIOLI HA FINALMENTE IL SUO LEADER TECNICO IN SQUADRA
MILAN IBRAHIMOVIC Z. FANTACALCIO SERIE A GOL

Lo svedese decisivo contro la squadra di Maran

Scritto da

Ibra show a Cagliari, Pioli ha finalmente il suo leader tecnico in squadra

Uno dei migliori acquisti di questo calciomercato di riparazione di Serie A è senza dubbio quello di Zlatan Ibrahimovic.


Lo svedese, arrivato al Milan qualche settimana fa, torna in Italia dopo diversi anni giocati nelle leghe estere.
Un ritorno di fiamma sia per i milanisti che per i fantallenatori che adesso hanno a disposizione un giocatore che nonostante l'età è sempre decisivo.


È stato decisivo già alla sua seconda partita giocata contro il Cagliari dove ha realizzato la rete del definitivo 0-2 dei rossoneri sulla squadra di Maran. A contribuire alla prima rete di Ibra nella nuova avventura rossonera, anche il cambio di modulo (4-3-3 a 4-4-2) che vede Ibra con Leao in avanti. Una vittoria fondamentale per Pioli, che non vinceva dalla sfida contro il Bologna dello scorso 8 dicembre.

Proprio il tecnico Pioli trova il suo leader tecnico in squadra, dopo che Piatek prima e Suso dopo hanno deluso le aspettative di tifosi rossoneri e fantallenatori.


Ibra non ha bisogno di presentazioni, la sua capacità di essere decisivo in zona gol è una cosa risaputa. Al fantacalcio è certamente una garanzia per bonus e fantamedia importanti.

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

DOPO ZANIOLO, DRAMMA DEMIRAL: INFORTUNIO GRAVE, ENTITà E TEMPI DI RECUPERO!
JUVENTUS DEMIRAL M. DIFENSORE ROMA CROCIATO INFORTUNIO

Nella maledetta serata di Roma, anche il difensore turco finisce KO

Scritto da

Dopo Zaniolo, dramma Demiral: infortunio grave, entità e tempi di recupero!

Dopo la bruttissima notizia in tarda serata sulle condizioni di Nicolò Zaniolo, erano attese per oggi quelle invece su un altro protagonista della sfida di ieri sera, colui che ha aperto le danze dopo neanche tre minuti: Merih Demiral.

Ahi Zaniolo! Da Villa Stuart il bollettino medico post-infortunio è impietoso!

Tutto in un quarto d'ora circa: su assist di Dybala da calcio piazzato, il turco si inserisce tra Smalling e Kolarov cogliendo di sorpresa Pau Lopez, realizzando la sua prima rete con la maglia bianconera in serie A. Appena dopo il raddoppio su rigore di Ronaldo, punizione della trequarti che arriva in area, Demiral sovrasta Kolarov cercando di colpire la palla verso la porta. Atterrando, appoggia male la gamba sinistra, rimane a terra tenendosi il ginocchio sinistro.

Nel post-partita, la notizia fulminante del crack di Zaniolo ha oscurato momentaneamente le condizioni del difensore, che erano apparse comunque preoccupanti. Difatti oggi il responso che tutti non avrebbero voluto mai leggere: lesione del legamento crociato anteriore e lesione meniscale del ginocchio sinistro, stagione praticamente conclusa per lui.

Una tegola enorme per la Juventus, la quale stravolgerà ora tutti i piani di mercato nel reparto arretrato. In attesa del rientro di Chiellini previsto in primavera, De Ligt ritorna titolare dopo le ultime panchine e Rugani dato per certo partente al momento è bloccato. Probabilmente la Juve tornerà poi sul mercato, con la mossa più semplice che sembra l'approdo (richiamo dal prestito annuale) in bianconero del genoano Romero, acquistato in estate ma lasciato maturare in Liguria.

Rammarico per i fantallenatori che si erano accaparrati per pochi crediti un giocatore che aveva negli ultimi tempi trovato titolarità e proprio ieri il bonus.

 

 

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

L'INVERNO RISCOPRE IL TALENTO DI DE PAUL, AL TERZO GOL IN ALTRETTANTE PARTITE!
UDINESE DE PAUL R. CENTROCAMPISTA SASSUOLO TREQUARTISTA FANTACALCIO

Il fantasista dell'Udinese ha trascinato i suoi ad una vittoria schiacciante sul Sassuolo

Scritto da

L'inverno riscopre il talento di De Paul, al terzo gol in altrettante partite!

Terza vittoria consecutiva per l'Udinese di Mister Gotti, traghettatore che ormai ha i piedi ben saldi sulla panchina friulana, tanti sorrisi e una posizione in classifica che tranquillizza l'ambiente.

Come abbiamo sottolineato, i bianconeri arrivano da tre hurrà in altrettante domeniche, che coincidono con tre squilli consecutivi di Rodrigo De Paul: sì perchè il talentuoso trequartista argentino classe 1994 ha segnato sia con il Cagliari prima di Natale, sia contro Lecce alla ripresa, che ieri nella vittoria per 3-0 ai danni del Sassuolo.

Una partita sbloccata da uno schema su calcio piazzato: De Paul da calcio d'angolo appoggia corto per Mandragora, cross verso la testa di Okaka che sovrastando Obiang trafigge Consigli. Partita in discesa con il Sassuolo che attacca spasmodicamente alla ricerca del pareggio, scoprendosi e soffrendo le ripartenze bianconere. E qui De Paul su tutti è riuscito a giostrare le azioni offensive nel miglior modo: il 2-0 arriva da un'azione costruita da Fofana e conclusa da Ken Sema mentre, sempre in contropiede, sempre su assist di Fofana, l'argentino trova il 3-0 finale con un diagonale preciso.

Magie e continuità per De Paul, tutto ciò che chiedevano i fantallenatori al pupillo argentino, che dopo una "falsa" partenza iniziale (in 16 giornate un solo gol, un assist, due gialli e un espulsione) hanno finalmente gioito in questo inverno!

Tante le voci di mercato che si sono susseguite in queste ultime settimane, il fantasista è stato bravo a chiudersi a chioccia e a pensare solamente al campo e all'Udinese. Se rimarrà all'Udinese in questa finestra di mercato? Non lo sappiamo, intanto i fantallenatori si godono i +3 e le magie del fantasista bianconero!

Pianeta Fanta NEWS: ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCIO

pianeta news
© 2003 - 2020 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati