Nuovo colpo Samp, ecco il jolly Maroni che si ispira a Dybala

Colpo ad effetto per Ferrero e la sua Sampdoria, arriva dal Boca Junior el diez Gonzalo Maroni, 177 cm di pura tecnica e già protagonista nel sudamericano U20 con la Nazionale Argentina. Quando si parla di numeri dieci sudamericani si crea sempre un’atmosfera particolare, quasi “magic”, perché da loro ci sia aspetta sempre la gioca imprevedibile, impensabile. Gonzalo Maroni sembra avere tutte le carte in regola per stupire in Serie A con la maglia blucerchiata.

Il fantasista argentino è stato prelevato in prestito per 5 mln di € con opzione per il riscatto fissata a 15 mln €, cifre importanti per un classe 99’ a dimostrazione che la società ligure punta molto sull’estro di questo giocatore.

Nell’ultimo anno Gonzalo ha giocato in prestito al Club Atletico Talleres (Primera Division), dove ha spesso giocato come vertice alto nel rombo di centrocampo, realizzando 2 reti ed 1 assist in 17 presenze; ovviamente non è un bomber, ma il catalizzatore di tutte le azioni offensive, in grado di cambiare marcia negli ultimi 30 metri e capace di trovare la giocata decisiva con estrema facilità.

Maroni non può essere considerato semplicemente un trequartista, il giovane argentino ha il passo da esterno e se la cava egregiamente sia a destra che a sinistra (come ha pienamente dimostrato con l’Argentina U20), meglio forse come ala sinistra dove può sfruttare le sue abilità in dribbling aprendo varchi nel cuore delle difese avversarie per poi scaricare il suo destro.

Lui dice di ispirarsi a Paulo Dybala, noi lo vediamo più come Riquelme o Pastore , sarà comunque compito di Di Francesco plasmarlo e ritagliare per lui il giusto spazio nel suo 4-3-3. Difficile vederlo da mezzala nei tre di centrocampo almeno ai primi tempi, molto più probabile il suo utilizzo come ala offensiva (destra o sinistra non fa differenza) dove andrà a giocarsi il posto più con il rientrate Caprari che con Gabbiadini.

Una cosa è certa: Maroni non è una semplice riserva! Può essere il crack nascosto al fanta; tuttavia l’entusiasmo potrebbe presto svanire se l’argentino dovesse essere listato come attaccante (perderebbe appeal), al contrario in caso in caso di C, mettere da parte qualche milioncino in sede d’asta per acquistarlo non sembra essere affatto una brutta idea: utile per gli ultimi slot di centrocampo, fuori dalla batteria degli attaccanti in caso di A.