Parola alla difesa: le migliori strategie per alternare centrali e terzini in rosa per tutta la stagione

Due giornate di campionato e la serie A ha già mostrato che i “nostri” difensori sanno segnare. Calabria, Milenkovic, Castagne, Manolas, De Vrij, Florenzi, Hateboer, Tomovic… ed è solo l’inizio! Oltre ai gol, i difensori nel nostro fantacalcio sono anche fonte di +1, ovvero assist per i giocatori offensivi, che possono spostare gli equilibri delle nostre sfide fantacalcistiche!

I difensori si possono distinguere sostanzialmente in due tipologie: i difensori centrali e i terzini.

I primi sono portatori spesso di ottimi voti, con bonus meno frequenti, ma pesanti: probabilmente sarà rarissimo vedere De Vrij (top di reparto) sciabolare assist a profusione, ma i suoi inserimenti su calcio piazzato, proprio come contro il Torino, possono generare graditissimi +3. D’altro canto i centrali difensivi sono più soggetti a malus, con cartellini spesi per fermare i bomber che si trovano di fronte, pericolo -0,5 e -1 incombenti.

Discorso inverso per i terzini, che giocano molto più lontani dalla porta, non andando a saltare su corner o punizioni laterali (che probabilmente potrebbero battere), ma con  le loro fughe sulla fascia e con i loro cross possono regalare +1 ogni giornata. Mentre i centrali difensivi rischiano cartellini, i terzini sono meno propensi al malus, ma il loro voto in genere, se non sono in giornata, può calare più vistosamente, in quanto solitamente da un terzino ci si aspetta sia la fase difensiva che quella offensiva.

Analizziamo la composizione di un reparto difensivo tipo, uno schema da seguire in relazione alla strategia scelta, facendovi degli esempi di 8 giocatori da comprare:

  • Puntare sulla solidità dei centrali, anche in ottica modificatore : 3 TOP CENTRALI (ad esempio KOULIBALY, SKRINIAR, BONUCCI) per i quali spenderemo abbastanza, 1 TERZINO FORTE (ad esempio DE SILVESTRI del Torino ), 2 TERZINI MEDI ( ad esempio BIRAGHI della Fiorentina e S. LARSEN dell’Udinese) per alternare a seconda delle avversarie, 2 SCOMMESSE (ad esempio ROGERIO terzino del Sassuolo e RASMUSSEN giovane centrale dell’Empoli, impiegato anche in mediana)
     
  • Puntare sull’estro e gli assist dei terzini di spinta: 3 TOP TERZINI ( ad esempio KOLAROV, CANCELO, MARUSIC) per garantirsi almeno un +1 a partita, 1 CENTRALE FORTE (ad esempio N’KOULOU del Torino) da schierare nelle partite facili in casa o con squadre di bassa classifica, 3 DIFENSORI MEDI indistintamente terzini o centrali ( ad esempio VITOR HUGO della Fiorentina, HYSAJ del Napoli, MATTIELLO del Bologna) e 1 TERZINO SCOMMESSA ( ad esempio DI LORENZO dell’Empoli)
     
  • Attuare il gioco delle coppie”, puntando su poca diversificazione di squadre, coprendosi con i panchinari: 2 TOP CENTRALI E 1 RISERVA (ad esempio MANOLAS, DE VRIJ e la sua riserva MIRANDA, che talvolta può addirittura giocare insieme nella difesa a 3 o al posto di Skriniar), 2 TOP TERZINI E 1 RISERVA (ad esempio ALEX SANDRO, FLORENZI e la sua riserva KARSDORP), 1 DIFENSORE MEDIO-BASSO ( ad esempio l’ottimo CIONEK della Spal) e 1 SCOMMESSA ( ad esempio BASTONI del Parma, arrivato dall’Inter sul gong di mercato e al momento non titolare)
     
  • Cercare di fare una difesa equilibrata, dove garantiamo titolarità a discapito di qualche bonus (almeno sulla carta): 2 TOP CENTRALI ( ad esempio CALDARA e CHIELLINI, che andranno via a meno di DeVrij, Koulibaly ecc) 2 TERZINI FORTI  (ad esempio CRISCITO del Genoa e VRSALJKO dell’Inter) e 4 TITOLARI, di cui 2 TERZINI e 2 CENTRALI ( ad esempio come terzini SRNA del Cagliari e DIJKS del Bologna, mentre come centrali VICARI della Spal e GAGLIOLO del Parma).