L'Hellas sceglie in casa, ecco l'ex Bocchetti: idee tattiche e i nomi da fantacalcio

L'Hellas Verona, in trend molto negativo, riparte dal "Mister in casa": l'ex Salvatore Bocchetti, esordiente in serie A, è stato posto alla guida degli scaligeri per tentare la rincorsa alla salvezza. Già domenica sera l'esordio in campionato contro la corazzata Milan, dove i punti sono svaniti solo a causa del "Fatal Tonali" che ha segnato il definitivo 1-2 solo all'84esimo.

La squadra è apparsa viva e a lunghi tratti ha messo alle corde il Milan, che però con i suoi campioni ha saputo gestire e pungere al momento giusto. Vediamo cosa è cambiato e cosa potrebbe cambiare con il nuovo Mister Bocchetti.

Sostanzialmente nel match contro i campioni d'Italia, Bocchetti ha mantenuto la linea Cioffi, proponendo un identico 3-4-2-1 nel segno della continuità; essendo della scuola di Gasperini, Bocchetti probabilmente non stravolgerà tatticamente questo Verona, probabilmente modificherà solamente a partita in corso o dall'inizio l'inserimento di una punta a discapito di un trequartista.

Focus Indisponibili: ricaduta Berardi, le condizioni di Arnautovic e Immobile, Maignan al rientro

Davanti a Montipò conferma per Hien, Gunter e Ceccherini (domenica ha giocato Magnani causa squalifica del primo), in mediana Veloso, Hongla, Tameze e Ilic si giocheranno due maglie, con il primo apparso tanto revitalizzato quanto disattento, e gli ultimi due a contendersi il posto accanto a lui. 

Sulle fasce nuova vita per Faraoni, sottotono in questo inizio di stagione, mentre a sinistra Doig. Jolly saranno Depaoli, anche domenica in assist, e Lazovic, esperto tuttocampista che può giocare anche sulla trequarti.

Sulla trequarti e in attacco c'è un discreto affollamento, dove Henry appare l'unico certo del posto, anche se sta vivendo un periodo di "magra" dal punto di vista realizzativo. Per due posti tra trequarti e attacco abbiamo l'ultimo arrivato Simone Verdi favorito, poi Hrustic, Piccoli, Lasagna, Kallon e Djuric (prima riserva di Henry).

Ancora tutto da decifrare il Verona di Bocchetti, ma fantacalcisticamente sulla carta cambierà poco: resta solo da vedere se l'effetto cambio panchina possa giovare a tanti calciatori da cui attendiamo un netto cambio di marcia.