Fantacalcio, i 5 giocatori in hype di cui non fidarsi troppo

Ad inizio anno è difficile inquadrare le scommesse che ti possono svoltare il fantacalcio, ma è molto facile incappare in amori estivi che si "sbloccano" a ridosso di soste ed aste di riparazione. Oggi vi mostriamo 5 nomi che sono in hype, autori di prestazioni eccezionali ma probabilmente potenziali "fuochi di paglia", che per motivi diversi vi mettiamo in guardia!

Il simbolo di questa rubrica è l'ex Genoa e Anderlecht Kouame', attaccante della Fiorentina che in queste due partite ha rubato il posto come prima punta sia a Jovic che a Cabral.

Nella giornata prima della sosta ottima partita dell'ivoriano, che ha conquistato un rigore e fatto ammattire la difesa del Verona, mentre contro l'Atalanta, alla ripresa, ha deluso e rischiato anche l'espulsione. Noi non ci fidiamo, in Italia ha sempre fatto pochi gol, e i due attaccanti citati prima è improbabile che floppino entrambi!

La Salernitana offensivamente si è molto rinforzata, ma la continua alternanza e il momento no della squadra, con voci insistenti di svolta in panchina, non fanno dormire sonni tranquilli ai possessori di Boulaye Dia. 3 gol nelle prime 5 giornate, poi nelle ultime nulla: tanta concorrenza e una magia che sa di epilogo, l'attaccante ex Villareal potrebbe realmente non ripagare i tanti crediti spesi!

Sassuolo, Alvarez scalpita alle spalle di un opaco Pinamonti

Discorso simile per Piatek, apparso in ritardo di condizione: autore di un unico gol fino ad ora, tra l'altro su rigore contro la Juve, sembra lontanissimo dai tempi in cui "sparava" ogni giornata con le maglie di Genoa e Milan. Lo scorso anno alla Fiorentina spiragli di rinascita, ad oggi tanto fumo e poco arrosto: confidiamo in una sua rinascita, anche se la pazienza sta finendo, certamente non trattatelo come un titolare inamovibile nelle vostre fanta-formazioni!

Proseguiamo con due nomi che per il futuro potrebbero essere ottimi, ma nell'immediato potrebbero deludere e non poco le aspettative. Partiamo da Tommaso Baldanzi, trequartista dell'Empoli di Zanetti: se lo avete preso al prezzo di listone siete stati fortunati e ne vale la pena, ma non avventuratevi in aste agguerritissime: inoltre la concorrenza di Bajrami e Pjaca non è proprio di quelle più semplici...se son rose fioriranno, però non pagatelo come i top player di reparto!

L'altro nome è quello di Rasmuss Hojlund, acquisto sul gong dell'Atalanta che ha fatto molto bene in queste prime partite. Nelle aste di riparazione il prezzo è lievitato, ma ci si è scordati di una cosa fondamentale: Zapata, appena rientra dai continui infortuni, è il titolare, con Muriel primo sostituto che anche domenica ha fatto molto bene. Hojlund è una mina vagante, un potenziale titolare alla lunga, ma se non fate fantacalci continuativi, evitate di rilanciare come se fosse un top player!