Sulle orme di Stephan Lichtsteiner, chi è il terzino svizzero Silvan Hefti

Il Genoa dopo una salvezza tranquilla conseguita nel campionato scorso, ha svolto una prima parte di stagione sulle montagne russe, dapprima con il cambiodi proprietà, con l'era Preziosi terminata dopo 18 anni di attività, successivamente proseguita con l'esonero di Davide Ballardini e dall'arrivo dell'ex tecnico della nazionale ucraina e pallone d'oro 2004 Andrij Shevchenko che fino ad ora non è riuscito a dare un'impronta tangibile al Grifone:  
1 pareggio e 4 sconfitte nelle ultime 5 partite di campionato con la sola vittoria in Coppa italia inflitta alla Salernitana.

 

Se vuole dare una spallata decisa alle altre concorrenti per la lotta salvezza e allontanarsi dalla posizione che la vede attualmente come terz'ultima forza del torneo, deve intervenire sul mercato attraverso innesti di valore; lo fa piazzando il primo acquisto della nuova proprietà: Silvan Hefti.

 

Dal miracolo Lille all'avventura viola, conosciamo Jonathan Ikoné

 

Terzino destro di nazionalità svizzera classe 97, prelevato per 5 milioni di euro a titolo definitivo dallo Young Boys. Qualità e quantità alla corte di Shevchenko, infatti lo svizzero ha già collezionato 29 presenze in questa stagione con 4 assist e 2 goal, se lo ricorderanno bene i tifosi dell'Atalanta, suo ilgoal del momentaneo 3-2 nella sfida contro la squadra bergamasca nei gironi di Champions League. Nato nel Goldach, maturato nel San Gallo, esordisce nel 2015 nei professionisti e fa il vero e proprio salto di qualità nel Settembre del 2020 quando sbarca allo Young boys per un milione e e mezzo di euro, rivelandosi da subito fondamentale, 72 partite giocate con 5 assist e 2 goal.

 

Al fantacalcio può essere un colpo low cost. La sua grinta e la sua duttilità tattica, che ricordano le doti diun altro terzino svizzero diventato molto famoso in Italia, Stephan Lichsteiner, torneranno molto utili alla causa genoana. Utilizzabile come vero e proprio terzino destro in un 4-3-3, quello che vorrebbe utilizzare il tecnico ucraino, oppure giocare largo in un 3-5-2, che consentirebbe un maggior spinta sulla fascia e una maggiore propensione ad occupare la zona alta di campo, che al fantacalcio si traduce come buona probabilità di bonus. Una scommessa piccante, soprattutto in un reparto dove i difensori top non stanno rendendo a dovere.