Ancora panchina per Lazzari, Manolas e Molina, i tre casi 'spinosi' in difesa al fantacalcio

Alcuni giocatori che potevano essere delle certezze in questo campionato, si stanno rivelando dei problemi per i fantallenatori: parliamo di Lazzari; Molina e Manolas.

 

In casa Lazio, Lazzari è sempre stato un giocatore importante, capace di essere decisivo sulla sua fascia di competenza. Un ottimo acquisto per i fantallenatori, viste le sue doti propriamente offensive. Ma nelle ultime giornate sta faticando parecchio, complice qualche fastidio muscolare che lo ha tenuto preventivamente in panchina. Da aggiungere che Sarri sembra preferire Marusic in molte occasioni, forse più adatto al suo modo di giocare. Certo, questo potrebbe rivelarsi un bel problema per i fantallenatori che hanno puntato su Lazzari che non dovrebbe figurare tra i titolari nemmeno per la partita contro l'Inter.
 

Ancora panchina per Lazzari, Manolas e Molina, i tre casi

LE PEGGIORI FANTAMEDIE IN DIFESA

 

Situazione ancora più complicata in casa Napoli, per il caso Manolas. Il greco voleva andar via quest'estate, cessione poi non andata a buon fine. Adesso, Manolas ha perso anche il posto da titolare. Rapporto non idilliaco con Spalletti che sostiene che il greco non si applica nel migliore dei modi in allenamento, motivo per il quale si accomoderà in panchina anche nella prossima giornata di campionato con molta probabilità.

 

Ad Udine si sono ritrovati in questa stagione con Molina che si è rivelato un grande terzino,dotato di grande forza e velocità. I fantallenatori hanno beneficiato spesso delle sue ottime prestazioni che spesso hanno regalato anche notevoli bonus. In questo momento, si trova in un momento di calo e le presenze da titolare stanno scarseggiando. Si sa, i periodi meno brillanti ci sono sempre e nel caso di Molina potrebbe essere la situazione meno preoccupante, in quanto le capacità del ragazzo sono notevoli e le possibilità di rivederlo tra i titolari sono alte.

Come sempre, i casi spinosi per i fantellanatori sono tanti, ma alcuni di più facile risoluzione, altri forse non più risolvibili.