Calhanoglu cambia sponda di Milano: quale ruolo e prospettive di bonus?

Conclusi anzitempo gli Europei con la su Turchia, Hakan Calhanoglu ha da poco annunciato il suo trasferimento all'Inter di Steven Zhang, dopo ben quattro stagione con il Milan, in cui ha collezionato 172 presenze e 32 reti totali, condite da innumerevoli assist, in particolare spiccano i 12 sfornati quest'anno.

Dopo la spinosa situazione legata a Christian Eriksen alle prese con problemi cardiaci manifestati all'esordio della sua Danimarca a Euro2020, la squadra nerazzurra passato lo spavento ha dovuto far fronte a come sostituire il fantasista danese. La scelta di Marotta e Zhang è ricaduta proprio sul turco Calhanoglu in scandenza di contratto con la società del fondo Elliot, offrendogli un triennale da 5 milioni più bonus, più o meno la stessa cifra spesa per Eriksen.

Con Simone Inzaghi alla guida dell'Inter, il modulo usato sarà probabilmente il 3-5-2, con il turco che può occupare il posto di mezzala o trequartista in caso di passaggio al più offensivo 3-4-2-1, più centrale rispetto alla zona del campo presidiata con il Milan, in cui Calhanoglu giocava prevalentemente esterno dell'attacco a tre, a destra o a sinistra. Occhio al fattore piazzati, calci d'angolo e punizioni pericolose potranno infatti essere prerogativa dell'ex Bayer Leverkusen. 

Al fantacalcio secondo noi cresce l'appeal per l'asta, con la nuova posizione più al centro del gioco potrà vedere meglio la porta e tentare di più la giocata vincente, aumentando il proprio score non solo di assist ma anche di gol, quest'anno ne ha realizzati infatti solamente 4 in 33 presenze. Concludiamo quindi con un'analisi statistica di Hakan Calhanoglu direttamente dal nostro archivio: Hakan Calhanoglu