Il Lecce pesca dal Sudamerica, il primo acquisto è il terzino Brayan Vera: caratteristiche e appeal fantacalcistico

 

Il neopromosso Lecce mette a segno il primo colpo per la A, si tratta del giovanissimo Brayan Vera, colombiano di San Luis classe 1999 (20 anni) e punto fermo della Nazionale sudamericana al Mondiale U20, nel quale ha collezionato 5 presenze nel ruolo di terzino sinistro. L’affidabilità dell’ormai ex Leones, in realtà si era potuta apprezzare già ad inizio anno in occasione del Campionato Sudamericano U20, dove è sceso in campo da titolare per tutte e 8 le partite giocate dai Cafeteros.

Praticamente nulla la sua esperienza a livello di club, Brayan Vera è stato seguito attentamente dal ds Mauro Meluso che già dopo la prima partita mondiale in Polonia voleva portarlo in giallorosso, anche perché a suo dire il giovane colombiano sembra avere “caratteristiche simili a Calderoni” ossia il fidato soldatino della fascia sinistra di Fabio Liverani che nel campionato cadetto appena concluso ha raccolto 30 presenze tutte da TS.

L’operazione che ha portato il giovane difensore in Salento si aggira su un totale complessivo di 1 mln di € tra prestito e spese per il riscatto, relativamente poco visto che il calciatore era seguito da squadre del calibro del Rennes (FRA) e del Fenerbahçe (TUR).

Nel 4-3-1-2 a rombo di Liverani non c’è dubbio che l’unica posizione che può occupare Brayan è quella del terzino sinistro, di certo non sarà il titolare di inizio stagione, ma l’alternativa di Marco Calderoni che farà da chioccia a Vera durante il suo periodo di adattamento in un campionato duro come la Serie A. Occorre, poi, sottolineare un altro aspetto importante, Vera per caratteristiche è più un terzino di posizione che di spinta, tant’è vero che all’occorrenza può essere utilizzato da difensore centrale.

Al fanta, per quanto detto, Bryan Vera non ha al momento le carte in regola per far parte delle nostre rose: alla prima esperienza europea non si può pretendere molto da questo giovane ragazzo. Il consiglio è quello di osservare come si comporterà nelle prime uscite con i giallorossi e da lì poi fare le dovute valutazioni per un eventuale acquisto.