Centrocampisti flop, chi ha portato più malus in stagione? Ecco la Top 5!

Siamo già arrivati all’analisi dedicata ai centrocampisti che hanno rimediato più malus in questa prima fase della stagione. Nessun nome illustre in questa speciale classifica, senza ombra di dubbio cinque nomi più che pronosticabili.


QUINTO POSTO – CASSATA (Genoa) Si parte con il giovane centrocampista uscito dal vivaio della Juventus. Francesco Cassata, infatti, apre le danze con ben sette ammonizioni rimediate e un’espulsione. Uno score davvero indecoroso, se non fosse che il giocatore di proprietà del Sassuolo ha messo a segno anche due reti, entrambe nelle ultime due partite. Salvato in extremis.


QUARTO POSTO –VIEIRA (Sampdoria) Il centrocampista blucerchiato non ha mai fatto impazzire in ambito fantacalcistico, né per i suoi bonus (pochissimi), né per la sua titolarità. Oltre questi fattori più che pesanti, aggiungiamo anche otto ammonizioni e un’espulsione, che fanno del giocatore naturalizzato inglese uno dei più martoriati di queste 26 giornate di campionato.


TERZO POSTO – NANDEZ (Cagliari) In molti, già a inizio stagione, pensavano che il faraonico acquisto del Cagliari Nandez avrebbe dominato la classifica di ammonizioni della Serie A… e invece no. Il centrocampista rossoblù ha rimediato “appena” dieci ammonizioni, poca roba in confronto di un suo collega di reparto militante in una compagine meneghina.


SECONDO POSTO –OBIANG (Sassuolo) Secondo gradino del podio per Pedro Obiang. Il centrocampista del Sassuolo non sta brillando in quest’ultima fase della stagione, infatti la sua titolarità sembra vacillare in favore dello storico capitano Magnanelli. Lo score di malus di Obiang recita nove ammonizioni condite da un superbo autogol. Non la stagione ideale per puntarci su!


PRIMO POSTO – BENNACER (Milan) Dulcis in fundo, ecco il centrocampista con più malus di questa Serie A! Stiamo parlando di Ismael Bennacer, centrocampista del Milan e della Nazionale algerina. L’ex giocatore di Arsenal ed Empoli ha rimediato ben dodici ammonizioni su appena venti gare disputate. Uno score che ha dell’incredibile!