Scalvini, personalità e gol da vetta, titolarità in aumento?

Inizio di campionato da urlo per l'Atalanta di Gian Piero Gasperini. La compagine nerazzurra è attualmente al secondo posto con 17 punti, gli stessi del Napoli capolista. Nessuna sconfitta e solamente tre gol subiti nelle prime sette, andamento da prima della classe nonostante alcuni calciatori fatichino ancora ad ingranare.

Medie voto difensori, le peggiori delusioni dell'avvio di stagione

Con il caso Palomino, palesatosi a inizio campionato, nel trio difensivo orobico ha ormai preso posto fisso il giovane Giorgio Scalvini. Classe 2003 e cresciuto nel settore giovalini dell'Atalanta, il duttile difensore centrale ha fatto passi da gigante nel giro di un anno. Esordio tra i professionisti il 24 ottobre 2021 a 17 anni, nella gara contro l'Udinese. Poi ad aprile arriva il debutto in Europa League, una settimana più tardi arriva la prima rete in Serie A contro il Verona. Centrale difensivo naturale, il tecnico orobico spesso lo ha adattato da centrocampista nelle classiche rotazioni, ruolo che finora Scalvini ha ricoperto al meglio.

4 presenze questa stagione, di cui solo una titolare in cui ha però segnato il gol decisivo per la vittoria dell'Atalanta contro la Roma. Pian piano il giovane nativo di Chieri sta scalando le gerarchie, dimostrandosi più sicuro gara dopo gara. Al fantacalcio rappresenta sicuramente un potenziale titolare in vista delle prossime aste, soprattutto se il rendimento dell'Atalanta continuerà su questa linea.