Pianeta Market : Scopri I NUOVI ARRIVATI NELLA SERIE A

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2019/2020

PianetaTV
PianetaLeague - Fantacalcio gratis
SCEGLI squadra
Gioca a PianetaBet - pianetafanta.it
PIANETA MARKET : SCOPRI I NUOVI TALENTI DELLA SERIE A
C'è THEO HERNANDEZ PER GIAMPAOLO, è LA FINE DELL'ERA RODRIGUEZ A SINISTRA?
MILAN HERNANDEZ T. RODRIGUEZ R. DIFENSORE CALCIOMERCATO

Arrivato dal Real Madrid, potrebbe sostituire il titolare ex Wolfsburg

Scritto da

C'è Theo Hernandez per Giampaolo, è la fine dell'era Rodriguez a sinistra?

Il Milan è molto attivo sul mercato, e se fino ad ora non ha annunciato acquisti top almeno sulla carta (solamente due arrivi dal retrocesso Empoli), il nome ufficializzato nel weekend sa di euro-colpo: il giovane francese Theo Hernandez è un nuovo calciatore rossonero.

Quinquennale per il terzino, per un'operazione che si aggira sui 20 milioni di euro, un'investimento importante per il classe 1997, che si è confermato nella Liga come certezza difensiva. Nato a Marsiglia con evidenti origini spagnole, muove i primi passi calcistici nelle giovanili dell'Atletico Madrid fino ad esordire in squadra B. Poi nel 2016 il prestito nel neopromosso Alaves in Liga, e qui si imporrà come piacevole rivelazione: 31 presenze ed un gol in campionato a neanche 20 anni.

Clausola da 30 milioni nel 2017 pagata dal Real Madrid, e Theo si ritrova ad appena ventuno anni a vestire la maglia pesantissima dei blancos: la stagione non è fallimentare, ma il ragazzo trova poco spazio (appena 13 presenze in campionato), ma nel curriculum può inserire una Supercoppa Europea e una Champions League. Il prestito al Real Sociedad lo scorso anno, dove anche qui gioca regolarmente (infortuni e squalifiche permettendo) e si conferma come uno dei giovanissimi più promettenti del panorama calcistico internazionale (24 presenze e 1 gol). Ora la nuova avventura al Milan, ormai chiuso a Madrid da Marcelo e il nuovo acquisto Mendy.

Collocazione tattica: Hernandez è un difensore completo, ottimo in copertura quanto in spinta offensiva, dotato di una potenza fisica non indifferente. Mancino naturale, chiaramente preferisce la corsia sinistra nello scacchiere tattico di Giampaolo. Perfetto per la difesa a 4 del tecnico, la sua tecnica unita alla velocità lo rende uno dei giovani terzini più interessanti del panorama mondiale.

Valutazione: importante investimento della dirigenza rossonera, sicuramente non dovrà essere necessaria pazienza per questo giocatore, abituato a giocare con regolarità in uno dei campionati più importanti al mondo. Trova la concorrenza di Rodriguez, terzino svizzero che da due anni difende senza pressione alcuna la corsia mancina. Arrivato con la fama di assistman, rigorista e tiratore di punizioni, ha pienamente deluso l'investimento dei fantallenatori (fantamedia del 5,76 e 5,90 nei due anni precedenti): la sensazione è che Theo Hernandez sarà il nuovo titolare nella difesa a 4 di Giampaolo, e siamo anche sicuri possa essere un acquisto sottovalutato in molte leghe.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Lazio, ufficiale Vavro: tutto quello che c'è da sapere sul difensore goleador slovacco

Prima volta nella storia del club laziale per un calciatore slovacco, Denis Vavro è il nuovo colpo di Tare per la società capitolina. Il “gemello” di Milan Skriniar, insieme formano il muro difensivo della Nazionale, sbarca in Serie A a titolo definitivo per la cifra di 10,5 mln di € più eventuali bonus che vanno dritti dritti nelle casse del FC Copenhagen.

Il possente difensore centrale (193 cm), classe 96’ (23 anni), è cresciuto calcisticamente nel MSK Zilina (club slovacco) per poi sbarcare nel campionato danese con il Copenaghen che nell’agosto del 2017 lo pagò appena 1,4 mln.

Caratteristiche tecniche. Complessivamente nelle 196 presenze ottenute tra campionato slovacco e danese ha realizzato ben 16 gol anche se nella stagione appena conclusa è rimasto a secco. Vavro rientra nella categoria “DC con il vizio del gol”; la sua importante stazza gli permette di svettare ad alta quota, sovrastando letteralmente gli avversari sia in marcatura che in fase offensiva, dove può essere un’arma da corner.

Non è finita qui, Denis possiede anche un gran bel tiro dalla distanza e non si fa certo supplicare, quando ne ha l’occasione scarica il suo terrificante destro. La personalità non manca di certo a questo giocatore che più di una volta si è presentato dal dischetto: il quinto rigore, quello decisivo, della sfida tra i danesi e l’Atalanta per l’accesso alla scorsa EL è stato realizzato proprio dallo slovacco. Il fatto di essere un rigorista può essere cruciale durante la stagione anche se nella Lazio ci sono già delle gerarchie (Immobile, Luis Alberto…).

Inquadramento tattico. Premesso che Vavro ha sempre giocato in una difesa a quattro come centrale destro, nel 3-5-2 di Simone Inzaghi lo slovacco potrebbe agire da centrale o come terzo di destra (intoccabile Acerbi, presumibilmente a sinistra vista l’imminente partenza di Radu), dipenderà molto anche dal rendimento del brasiliano Luiz Felipe che di fatto occupa le stesse posizioni in campo; Denis non dovrebbe avere problemi a superare la concorrenza di Wallace e Bastos, centrali dal rendimento troppo incostante.

Al fanta Vavro è più di una scommessa, sarà titolare o comunque giocherà un numero considerevole di partite. L’idea è quello di acquistarlo senza spendere troppo, qualche golletto lo farà di sicuro per cui lo possiamo benissimo inserire in rosa dietro ai nostri titolari (6° slot in una lega da 10) o in coppia con Acerbi.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

CORSA ED ESPERIENZA IN FASCIA PER LIVERANI, SCOPRIAMO LA FRECCIA RUMENA BENZAR
BENZAR R. DIFENSORE LECCE FANTACALCIO

Due stagioni alla Steaua Bucarest, sbarca in serie A portando esperienza europea

Scritto da

Corsa ed esperienza in fascia per Liverani, scopriamo la freccia rumena Benzar

Il Lecce, reduce da un doppio balzo dalla serie C alla serie A, non si vuole fare trovare impreparato al primo appuntamento stagionale. La squadra di Liverani, dopo l'acquisto del giovane colombiano Bryan Vera, puntella la difesa con un acquisto di spessore, un giocatore che darà esperienza ad una retroguardia in via di definizione: ecco Romario Benzar, nuovo terzino rumeno proveniente dalla Steaua Bucarest.

Benzar nasce nel 1992 in Romania, dove cresce calcisticamente; la sua prima squadra professionistica è il Viitorul Costanza, che nel 2010 militava in serie B rumena. Al secondo anno la squadra centra una storica promozione in serie A, e Benzar ne diventa un leader e perno fondamentale, nonostante la giovane età. In 7 stagioni 211 presenze e 10 gol, fino alla incredibile vittoria del campionato, per poi passare nel 2017 ai più conosciuti "nemici" della Steaua Bucarest, squadra che da anni si qualifica per competizioni europee.

Qui dopo una prima stagione di assestamento, si conferma ad alti livelli e si divide tra club e Nazionale, dove ormai è nel giro dal 2016 ed ha raccolto 15 presenze. Alla Steaua Bucarest, tra campionato ed Europa League, raccoglie 60 presenze e 1 gol, attirando le attenzioni anche oltre i confini nazionali. Ne ha approfittato il neopromosso Lecce, che ha chiuso l'affare per circa un milione e mezzo di euro

Collocazione tattica: Romario Benzar è un laterale di difesa che si sposa bene con il concetto tattico di Mister Liverani, posizione preferita terzino destro, discreta duttilità anche ad accentrarsi. La sua arma migliore è sicuramente la corsa, notevole anche l'abilità nel servire i palloni invitanti in area ai compagni, sintomo di propensione a ruoli anche più offensivi. Attenzione anche ai calci piazzati sempre insidiosi.

Valutazione: il difensore rumeno vanta già un discreto curriculum, l'esperienza anche internazionale non manca. Il campionato italiano però è diverso da altri europei, la tattica la fa da padrone, e Benzar dovrà subito allinearsi e lavorare duramente in ritiro per assimilare i concetti del Mister. Potrebbe essere uno di quegli acquisti di cui vantarti per anni con gli amici, ma anche uno dei flop più clamorosi: al momento l'unica certezza è che dovrebbe avere una maglia da titolare, più verosimilmente nelle nostre fanta-rose possiamo classificarlo come "tappabuchi".

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Il Bologna pesca nel Sol Levante, l'identikit del centrale difensivo Tomiyasu

 

Sabatini ed il Bologna pescano in Juliper Pro League (massimo campionato belga) il giovane difensore nipponico Takehiro Tomiyasu, classe 1998 (20 anni) e già punto fermo del VV Sint-Truiden e della Nazionale con la quale ha ben figurato in Coppa America. Il talentino giapponese arriva in Emilia a titolo definitivo: ci son voluti circa 7 mln di € per convincere la società belga a lasciarlo partire.

Tomiyasu è principalmente un difensore centrale, ma gioca molto bene anche a centrocampo con compiti difensivi come spesso accedeva nella squadra della sua città, l’Avispa Fukuoka. In Belgio ha giocato come centrale sia nella difesa a tre che nella difesa a quattro con eccellenti risultati: nell’ultima stagione ha raccolto 40 presenze e segnato pure 1 gol.

Caratteristiche tecniche. Tomiyasu è abbastanza rapido, caratteristica non facile da trovare in un difensore centrale e anche motivo per il quale può essere impiegato come mediano. L’intercetto è il suo pezzo forte oltre ad essere un osso duro nell’uno contro uno in pieno asian style (non si ferma mai!); i piedi buoni fanno sì che da lui parta spesso l’azione offensiva.

Poco solido fisicamente nonostante un’altezza di 1,88 cm, neo questo che in Serie A potrebbe pagare caro; Mihajlovic lavorerà molto su questo aspetto e di certo non avrà paura a buttarlo nella mischia (Donnarumma docet). Certamente ci sarà un periodo di adattamento più o meno lungo per il nipponico, ma le qualità e la personalità sembrano esserci tutte: si giocherà il posto lasciato vuoto dal brasiliano Lyanco con l’altro nuovo acquisto in difesa, l’olandese Stefano Denswill.

Al fanta non ci possiamo aspettare granché dato che rimane pur sempre un classe 98’ alle prese con un campionato che ti può bruciare da un momento all’altro come la Serie A, per cui il suo acquisto è da prendere con le pinze: in una lega da 10, per gli amanti delle scommesse, si può accomodare nell’ultimo slot.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

RABIOT ALLE FIRME CON LA JUVE: SARà STAFFETTA COSTANTE CON RAMSEY NEL 4-3-3 DI SARRI?
JUVENTUS RABIOT A. CENTROCAMPISTA FANTACALCIO CALCIOMERCATO

L'ex PSG è pronto per una nuova sfida, ma al fantacalcio saprà imporsi?

Scritto da

Rabiot alle firme con la Juve: sarà staffetta costante con Ramsey nel 4-3-3 di Sarri?

Ormai manca solo la formalità del passaggio di Adrien Rabiot alla Juventus: il francese infatti sta sostenendo le ultime visite mediche e la società sta preparando le ultime "carte" per affinare l'aspetto burocratico. Il passaggio a parametro zero è praticamente cosa fatta.

Storia difficile quella del ragazzo classe 1995, un ragazzo dal cuore d'oro, ma sensibile alle ingiustizie della vita. La sua storia personale sicuramente lo ha formato e ha condizionato la sua crescita. Il padre gravemente malato con cui aveva un legame speciale, la madre tanto e a volte troppo presente nella vita del ragazzo (funge anche da procuratrice), e la sua forte personalità e autostima che spesso lo hanno portato a scontrarsi per nodi contrattuali e scelte tecniche.

Dopo 6 mesi di Accademia Manchester City, torna in Francia a Pau, dove lo nota il PSG, praticamente l'unica squadra della sua carriera da professionista. Dal 2012 al 2019 infatti (escludendo una parentesi a Tolosa dove raccolse 13 presenze e un gol) milita per la squadra della Capitale francese, raccogliendo in totale 227 presenze e 24 gol, conquistandosi il posto e lottando tra campioni già affermati e nostre conoscenze come Thiago Motta e Verratti. 6 presenze anche in Nazionale, pre-convocato come riserva ai Mondiali vincenti del 2018, rifiutò la chiamata di Deschamps indispettito.

La madre Veronique, che gestisce gli affari del figlio, dopo settimane di trattative, ha trovato l'accordo con la dirigenza bianconera, portando il figlio oltre i confini nazionali. Il padre purtroppo è recentemente venuto a mancare, e probabilmente anche il legame con il proprio paese d'origine è iniziato a "creparsi", e ora, dopo essere stato vicino in passato a Roma e Milan, sbarca a Torino con tanta voglia di mettersi in mostra, dopo un'ultima stagione da separato in casa causa problemi con il rinnovo contrattuale (e già nel passato ce n'erano stati, con conseguente status di fuori rosa temporaneo).

Collocazione tattica: giocatore a tutto campo, veloce, tecnicamente valido, dribbling seccotenacia e abilità nel difendere, è un petalo di spessore nella rosa bianconera. Ha spesso giocato in un centrocampo a 2, adattabile a mezz'ala in una mediana a 3. Tanti margini di miglioramento vista la giovane età, e la scuola di Mister Sarri potrebbe solamente che giovargli.

Valutazione: ecco qui il vero dilemma. Il valore del giocatore non si discute assolutamente, ma sicuramente arriva in una mediana stracolma di campioni. Nel 4-3-3 sarriano dovrà giocarsi il posto: escludendo Pjanic, che al momento sembra padrone della cabina di regia, troviamo Bentancur, sempre più protagonista, anche con la maglia della Nazionale, il neoarrivato Ramsey, Emre Can, Matuidi e Khedira. Questi ultimi due sono sulla lista dei partenti, però la concorrenza resta folta, e Sarri dall'esperienza di Napoli, sappiamo stabilisca gerarchie ben definite. Consigliamo di osservare il ritiro pre-campionato, ma stravolgimenti permettendo, sembra possa ritornare una situazione Hamsik-Zielinski, con il ballottaggio sempre aperto e un'alternanza scontata, con il francese che parte un gradino sotto.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

NUOVO COLPO SAMP, ECCO IL JOLLY MARONI CHE SI ISPIRA A DYBALA
SAMPDORIA GIOVANE SERIE A 2019/20 FANTACALCIO

Il nuovo "10" a disposizione di Di Francesco

Scritto da

Nuovo colpo Samp, ecco il jolly Maroni che si ispira a Dybala

Colpo ad effetto per Ferrero e la sua Sampdoria, arriva dal Boca Junior el diez Gonzalo Maroni, 177 cm di pura tecnica e già protagonista nel sudamericano U20 con la Nazionale Argentina. Quando si parla di numeri dieci sudamericani si crea sempre un’atmosfera particolare, quasi “magic”, perché da loro ci sia aspetta sempre la gioca imprevedibile, impensabile. Gonzalo Maroni sembra avere tutte le carte in regola per stupire in Serie A con la maglia blucerchiata.

Il fantasista argentino è stato prelevato in prestito per 5 mln di € con opzione per il riscatto fissata a 15 mln €, cifre importanti per un classe 99’ a dimostrazione che la società ligure punta molto sull’estro di questo giocatore.

Nell’ultimo anno Gonzalo ha giocato in prestito al Club Atletico Talleres (Primera Division), dove ha spesso giocato come vertice alto nel rombo di centrocampo, realizzando 2 reti ed 1 assist in 17 presenze; ovviamente non è un bomber, ma il catalizzatore di tutte le azioni offensive, in grado di cambiare marcia negli ultimi 30 metri e capace di trovare la giocata decisiva con estrema facilità.

Maroni non può essere considerato semplicemente un trequartista, il giovane argentino ha il passo da esterno e se la cava egregiamente sia a destra che a sinistra (come ha pienamente dimostrato con l’Argentina U20), meglio forse come ala sinistra dove può sfruttare le sue abilità in dribbling aprendo varchi nel cuore delle difese avversarie per poi scaricare il suo destro.

Lui dice di ispirarsi a Paulo Dybala, noi lo vediamo più come Riquelme o Pastore , sarà comunque compito di Di Francesco plasmarlo e ritagliare per lui il giusto spazio nel suo 4-3-3. Difficile vederlo da mezzala nei tre di centrocampo almeno ai primi tempi, molto più probabile il suo utilizzo come ala offensiva (destra o sinistra non fa differenza) dove andrà a giocarsi il posto più con il rientrate Caprari che con Gabbiadini.

Una cosa è certa: Maroni non è una semplice riserva! Può essere il crack nascosto al fanta; tuttavia l’entusiasmo potrebbe presto svanire se l’argentino dovesse essere listato come attaccante (perderebbe appeal), al contrario in caso in caso di C, mettere da parte qualche milioncino in sede d’asta per acquistarlo non sembra essere affatto una brutta idea: utile per gli ultimi slot di centrocampo, fuori dalla batteria degli attaccanti in caso di A.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

CERCASI NUOVO MAICON, LAZARO METTERà FINE AL DOMINIO SULLA DESTRA DEL GREGARIO D'AMBROSIO?
INTER LAZARO V. D'AMBROSIO D. FANTACALCIO CALCIOMERCATO

Ormai l'ex Hertha Berlino è pronto ad una nuova avventura, quasi fatta per l'approdo in serie A

Scritto da

Cercasi nuovo Maicon, Lazaro metterà fine al dominio sulla destra del gregario D'Ambrosio?

Sono in arrivo i primi rinforzi per Conte, in casa Inter l'entusiasmo è alle stelle, notizia dell'ultima ora quella del sold out della campagna abbonamenti, ben 40.000 venduti! Dopo l'arrivo a parametro zero dell'esperto Diego Godin, del quale abbiamo largamente parlato in questo articolo, ecco un altro colpo in dirittura d'arrivo: è praticamente fatta per Valentino Lazaro dall'Hertha Berlino.

Lazaro, terzino austriaco, ma proveniente da una famiglia multi-etnica (padre angolano e madre greca), nasce a Graz nel '96. Cresce nel Salisburgo dove inizia a muovere i primi passi da professionista; curiosità, fu vicino al trasferimento in adolescenza all'Inter, ma la famiglia preferì farlo crescere nel proprio paese, rimandando di fatto un destino che si concretizzerà settimana prossima. Dopo circa 5 annate nella squadra austriaca del Salisburgo, raccoglie 87 presenze condite da 11 gol, non male per un terzino. 

L'interesse europeo inizia a farsi sentire, l'ambizioso Hertha Berlino lo preleva prima in prestito, poi lo riscatta: qui avviene la definitiva consacrazione, con 57 presenze e 5 gol in due annate. In particolare nell'ultima stagione si è messo notevolmente in mostra, raccogliendo 7 assist oltre a 3 gol, diventando una spina nel fianco per tutti gli esterni avversari. Protagonista anche in Nazionale austriaca, dove ha già raccolto 23 presenze alla sua giovane età. Le prime cifre dell'affare Inter parlano di un investimento di 21,5 milioni di euro più 3 di bonus, segnale che Conte e la dirigenza ci credono fermamente in Lazaro.

Collocazione tattica: Lazaro, dopo un passato da trequartista, ha modificato il proprio ruolo in terzino/esterno e il proprio modo di giocare sfruttando le sue caratteristiche migliori, ossia la corsa e la tecnica. Dotato di ottimo dribbling e visione di gioco, è un profilo ideale come esterno per il probabile 3-5-2 di Conte.

Valutazione: in cima alla lista degli acquisti richiesti dall'ex CT dell'Italia c'era lui, Valentino Lazaro. La titolarità dovrebbe essere garantita, anche se ricordiamo che la concorrenza di D'Ambrosio è più di un campanello d'allarme: da tempo infatti l'Inter acquista terzini, ma fino ad ora si sono rivelati per vari motivi dei flop, o almeno poco solidi difensivamente (esempio Cancelo), e Danilo D'Ambrosio con la sua solidità ha giocato molto più del previsto, dando sicurezza ad un reparto spesso "ballerino". Ora il nuovo modulo ne favorisce l'immediato inserimento, con D'Ambrosio che se resterà potrebbe essere un'alternativa al terzetto di giganti in difesa Godin-De Vrij-Skriniar, Lazaro potrebbe rivelarsi un difensore quasi top nel prossimo listone. Unico rischio: ambientamento in un nuovo campionato, ma il multi-etnico Lazaro non pensiamo possa avere grandi problemi ad assimilare il "nuovo mondo" di Mister Conte.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

UN MATTONE IMPORTANTE NEL "MURO SALVEZZA", ECCO IL GIGANTE RRAHMANI PER IL VERONA
RRAHMANI A. DIFENSORE FANTACALCIO CALCIOMERCATO

Visite mediche per il difensore classe 1994 proveniente dalla Dinamo Zagabria

Scritto da

Un mattone importante nel "muro salvezza", ecco il gigante Rrahmani per il Verona

"Il livello del campionato croato è diverso, ma il valore del ragazzo è certo". Questo il biglietto da visita di Gianni De Biasi, ex CT dell'Albania, confezionato ad hoc per il nuovo acquisto dell'Hellas Verona Amir Rrahmani. Il Mister lo fece esordire in Nazionale e lo conosce molto bene, ha seguito il campionato croato e non ha dubbi, è un acquisto mirato e importantissimo per i gialloblu.

Amir Rrahmani, classe 1994, è un difensore centrale kosovaro con cittadinanza albanese, che ha militato per entrambe le Nazionali, in quanto il Kosovo è di più recente istituzione. Ha attraversato la trafila delle giovanili albanesi fino a raggiungere 2 presenze con la Nazionale maggiore, e scherzo del destino, in una di esse segnò proprio al suo amato Kosovo. Poi dal 2016 in poi, con il via libera della FIFA, difende regolarmente la maglia kosovara, dove ha già raccolto 23 presenze e 4 reti.

La sua storia nelle squadre di club è divisa tra tre Nazioni balcaniche: inizia nel suo Kosovo, 3 stagioni nel Drenica dove raccoglie giovanissimo già 40 presenze, per passare poi al Partizani Tirana in Albania (59 presenze e 3 gol in 2 stagioni), per poi arrivare in Croazia, passando dall'RNK Spalato, poi dal Lokomotiv Zagabria, per poi raggiungere l'apice della carriera nella Dinamo Zagabria, dove stravince il campionato ed esordisce in Europa League.

Ora l'approdo nel nostro campionato, un'occasione d'oro per mostrare il proprio valore, a difendere la retroguardia di una neopromossa, al servizio di Juric: circa 2 milioni è costato all'Hellas Verona, che con lui aggiunge un tassello importante per blindare la difesa veneta.

Collocazione tattica: il neo allenatore Juric ancora dovrà analizzare la nuova rosa a disposizione, ma viste le esperienze passate al Genoa, probabilmente sceglierà la difesa a 3. Il profilo di Rrahmani si sposa perfettamente con lo schema dell'allenatore croato: piedi educati, grinta, marcatura caparbia e 195 centimetri di altezza, che possono essere utilissimi per sormontare gli attaccanti avversari.

Valutazione: occorrerà valutare ritiro ed altri acquisti da qui a settembre, ma Amir Rrahmani potrebbe essere il classico giocatore per completare il fanta-reparto difensivo. Probabile titolarità, quel pizzico di sfrontatezza mista a solidità (ricordiamo che è un punto fermo della Nazionale kosovara) e pulizia nei contrasti (non viene ammonito spesso). Unici dilemmi legati all'adattamento al campionato italiano, e l'affidabilità della rosa dell'Hellas Verona.

 

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

ALTRO GIOIELLINO DALL'EST PER LA FIORENTINA, ECCO ZURKOWSKI
FIORENTINA ZURKOWSKI S. CENTROCAMPISTA FANTACALCIO POLONIA

Scopriamo caratteristiche tecniche, e soprattutto appetibilità fantacalcistica

Scritto da

Altro gioiellino dall'Est per la Fiorentina, ecco Zurkowski

Tanti investimenti sui giovani ultimamente, sintomo di una serie A che si sta "svecchiando" e dare fiducia a giocatori i rampa di lancio. La Fiorentina già a gennaio si era mossa per l'acquisizione a titolo definitivo di Szymon Zurkowski, talento polacco proveniente dal Gornik Zabrze, squadra militante in prima divisione nazionale.

Classe 1997, nel 2016 passa dalle giovanili del Gornik quasi subito alla prima squadra, mettendosi in mostra per tecnica e personalità, tanto da esordire e aiutare la squadra alla scalata dalla seconda divisione alla massima serie. Tante presenze qui e un discreto bottino di assist e gol. A gennaio le visite mediche con la Fiorentina, che non si è fatta sfuggire il suo talento superando la concorrenza europea: è rimasto al Gornik Zabrze fino ad oggi in prestito, ed ora è pronto per il ritiro viola di luglio.

Non dimentichiamoci poi che è uno dei perni della Nazionale Under21 della Polonia che ha battuto l'Italia nella seconda partita del girone; fu chiamato addirittura nei pre-convocati dei Mondiali di Russia 2018, ma escluso prima della partenza.

Collocazione tattica: Szymon è un giocatore intelligente ed elegante, che può ricoprire ogni ruolo in mediana. Impostazione di gioco, tecnica, tempi di gioco e inaspettatamente tanti palloni recuperati: questo è il curriculum di Zurkowski. In un ipotetico 4-3-3 di Mister Montella, potrebbe ricoprire il ruolo di mediano davanti alla difesa, e con un modulo differente potrebbe avanzare il baricentro sulla trequarti, sfruttando la sua tecnica e i suoi passaggi.

Valutazione: analizziamo più in particolare la situazione in casa viola. Potrebbe essere sostituto naturale di Veretout per caratteristiche, e quest'ultimo è sul piede di partenza, tante richieste e dirigenza pronta a fare cassa, in più l'età di Zurkowski non è così "giovane" paradossalmente, se pensiamo ad esempio a Sensi che è un 1995 ed ha giocato in pianta stabile titolare nel Sassuolo lo scorso anno. Teniamolo d'occhio, il ritiro di campionato potrebbe darci più informazioni al riguardo, potremmo essere davanti ad un potenziale "crack", scommessa.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

La nuova scommessa di Tare si chiama Adekanye: il profilo del giovanissimo attaccante ex Liverpool

Igli Tare e la Lazio non si lasciano sfuggire il colpo a parametro zero per la nuova stagione, assicurandosi la firma del giovane Bobby Adekanye. Da tempo la talentuosa ala destra era finita nel taccuino del ds laziale che aveva strappato un pre-accordo con l’ex Liverpool già ad inizio anno, fulminando, difatti, la concorrenza.

Di origini nigeriane, ma naturalizzato olandese, Bobby (classe 99’, 20 anni) ha iniziato la sua avventura calcistica nelle giovanili dell’Ajax, per poi essere strappato a soli 12 anni dal Barça che però ingaggiandolo violò i termini riguardanti il trasferimento dei minorenni, beccandosi il fermo del mercato per ben due anni. Nel 2014 arriva il prestito al PSV e l’anno successivo il trasferimento al Liverpool, dove gioca prima con l’U18 e poi con l’U23.

Nell’ultima stagione in Premier League 2 raccoglie solo 9 presenze con 1 gol e 2 assist, giocando alto a destra ora nel 4-2-3-1 ora nel 4-3-3, moduli ideali per le sue grandi doti di dribbling in velocità. Mancino naturale, ama tagliare in mezzo rientrando sul piede preferito per cercare la giocata decisiva; può anche ricoprire il ruolo di seconda punta o di trequartista e all’occorrenza anche esterno sinistro, insomma un vero e proprio funambolo offensivo.

Si dice che non sia andato in vacanza per lavorare duramente e cercare di stupire mister Inzaghi durante il ritiro, d’altronde il 3-5-2 dei biancocelesti non è sicuramente il modulo ideale per l’olandese che nelle idee del tecnico laziale può fungere da jolly, stile Correa, da utilizzare a partita in corso sfruttandone gli strappi in velocità.

Poco appetibile al fanta, al momento non ci sono le condizioni minime per entrare a far parte delle vostre rose tanto più se come sembra sarà listato attaccante: eccessivo anche il 6° slot.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

pianeta news
© 2003 - 2019 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati