Pianeta Market : Scopri I NUOVI ARRIVATI NELLA SERIE A

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2018/2019

PianetaTV
SCEGLI squadra
PIANETA MARKET : SCOPRI I NUOVI TALENTI DELLA SERIE A
La nuova scommessa di Tare si chiama Adekanye: il profilo del giovanissimo attaccante ex Liverpool

Igli Tare e la Lazio non si lasciano sfuggire il colpo a parametro zero per la nuova stagione, assicurandosi la firma del giovane Bobby Adekanye. Da tempo la talentuosa ala destra era finita nel taccuino del ds laziale che aveva strappato un pre-accordo con l’ex Liverpool già ad inizio anno, fulminando, difatti, la concorrenza.

Di origini nigeriane, ma naturalizzato olandese, Bobby (classe 99’, 20 anni) ha iniziato la sua avventura calcistica nelle giovanili dell’Ajax, per poi essere strappato a soli 12 anni dal Barça che però ingaggiandolo violò i termini riguardanti il trasferimento dei minorenni, beccandosi il fermo del mercato per ben due anni. Nel 2014 arriva il prestito al PSV e l’anno successivo il trasferimento al Liverpool, dove gioca prima con l’U18 e poi con l’U23.

Nell’ultima stagione in Premier League 2 raccoglie solo 9 presenze con 1 gol e 2 assist, giocando alto a destra ora nel 4-2-3-1 ora nel 4-3-3, moduli ideali per le sue grandi doti di dribbling in velocità. Mancino naturale, ama tagliare in mezzo rientrando sul piede preferito per cercare la giocata decisiva; può anche ricoprire il ruolo di seconda punta o di trequartista e all’occorrenza anche esterno sinistro, insomma un vero e proprio funambolo offensivo.

Si dice che non sia andato in vacanza per lavorare duramente e cercare di stupire mister Inzaghi durante il ritiro, d’altronde il 3-5-2 dei biancocelesti non è sicuramente il modulo ideale per l’olandese che nelle idee del tecnico laziale può fungere da jolly, stile Correa, da utilizzare a partita in corso sfruttandone gli strappi in velocità.

Poco appetibile al fanta, al momento non ci sono le condizioni minime per entrare a far parte delle vostre rose tanto più se come sembra sarà listato attaccante: eccessivo anche il 6° slot.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Il Brescia nella mani di Joronen, il portiere che chiuse le porte dell'Europa all'Atalanta

Massimo Cellino, presidente del Brescia, si prepara nuovamente alla sfida Serie A dopo l’esperienza da Patron del Cagliari ed il processo di restyling della sua squadra inizia con l’acquisto dell’estremo difensore Jesse Joronen, classe 93’ (26 anni) proveniente dal FC Copenhagen.

Il portierone finlandese approda in Italia dopo aver vagabondato per anni tra Inghilterra e Danimarca, sempre prestato dal Fulham, società in cui è cresciuto calcisticamente, fino a consacrarsi al Copenhagen (preso dopo la partenza di Olsen), con il quale ha assaporato l’Europa League passando per i preliminari, lo ricorderanno bene i tifosi atalantini perché proprio il portiere finlandese parò il rigore decisivo a Cornelius scrivendo la parola fine all’avventura orobica in Europa.

L’esborso economico per assicurarsi le prestazione del gigante scandinavo (1,97 cm) è stato di circa 5 mln di €, non pochissimo per una neopromossa come le Rondinelle, anzi è uno degli acquisti più costosi della società (Luca Toni il più caro).

A fargli spazio nello schieramento tattico di Eugenio Corini sarà Enrico Alfonso, 31enne portiere di scuola Inter che ben ha figurato nella serie cadetta (30 presenze e 3 rigori parati in stagione), ma che evidentemente non convince del tutto Cellino.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

AAA CERCASI SOSTITUTO DI ANDERSEN, ECCO IL TEDESCO CHABOT PER LA SAMP
SAMPDORIA CHABOT J. ANDERSEN J. DIFENSORE FANTACALCIO

Classe 1998, ha stupito in Eredivise ed è pronto per la serie A

Scritto da

AAA cercasi sostituto di Andersen, ecco il tedesco Chabot per la Samp

E' partita l'asta per Andersen, difensore centrale che con la sua sicurezza e personalità, nonostante la giovane età anagrafica, è sui taccuini dei più grandi club europei. La Sampdoria del nuovo tecnico Di Francesco non si vuole fare trovare impreparata (probabile addio anche di Tonelli), e si è già mossa sul mercato.

Il profilo scelto è quello di Julian Chabot, difensore tedesco classe 1998 che ha tanto fatto bene in Eredivise, la prima divisione olandese. Cresce calcisticamente nelle giovanili a Francoforte e a Lipsia, prima di approdare nel 2017 in Olanda, nello Sparta Rotterdam. Dopo una prima stagione da rivelazione, il Groningen lo acquisisce e gli da fiducia, fino all'attuale chiamata del più ambito campionato di serie A.

Strappato alla concorrenza di Torino e Atalanta su tutte, il centrale tedesco ha sicuramente dalla sua un fisico imponente, ben 195 centimetri di altezza, un gigante con il piede però educato, tutt'altro che macchinoso.

Collocazione tattica: sicuramente nella difesa a 4 di Di Francesco vedremo Chabot nella coppia di centrali difensivi, indifferentemente centro-destra o centro-sinistra. La sua stazza però non lo limita, e talvolta è stato impiegato anche da mediano, ruolo dove occorre velocità di pensiero e discrete doti tecniche.

Valutazione: vista la giovane età, l'aspettativa de "il nuovo Andersen" peserà e non poco. L'ambiente genovese sponda blucerchiata è stato spesso favorevole alla scoperta di talenti difensivi, una squadra che ha relativamente poche pressioni di classifica dove Chabot può crescere pazientemente. Puntiamoci ma con moderazione, provenendo da un campionato diverso e vista la rivoluzione in casa Samp, nonostante ciò si potrebbe rivelare un profilo interessante.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

LA SPAL BATTE UN COLPO, è FATTA PER IGOR DAL SALISBURGO
SPAL IGOR DIFENSORE FANTACALCIO CALCIOMERCATO

La difesa biancoazzurra si rinforza con il brasiliano classe 1998

Scritto da

La Spal batte un colpo, è fatta per Igor dal Salisburgo

Con Bonifazi in uscita, la Spal si è voluta subito tutelare con un nuovo acquisto, che risponde al nome di Igor Julio dos Santos de Paulo, rinominato semplicemente Igor.

La rocciosa difesa di Mister Semplici, fondamentale per le due salvezze consecutive senza affanni, si arricchisce di un tassello importante, con già esperienza in un campionato europeo di serie A, nonostante la giovane età. Si parla di lui come erede di Felipe, altro brasiliano (ormai 34enne) che può aiutarlo in ambientamento e trucchi del mestiere.

Igor nasce nel 1998 in Brasile, e dopo aver militato nelle giovanili del Red Bull Brasil, emigra in Europa nella squadra satellite austriaca del Liefering, vincendo la Youth League, prima di trasferirsi al Salisburgo, squadra che nel detiene ancora il cartellino.

 Esperienza in prestito all'Austria Vienna, dove raccoglie ben 30 presenze, qui attira le attenzioni di tutta Europa (anche la Roma aveva sondato il terreno). Marco Rose, tecnico del Red Bull Salisburgo, non lo conisdera nei piani tattici futuri e autorizza la cessione, e la Spal ne approfitta: la società ferrarese lo acquisisce in prestito con diritto di riscatto fissato a 3 milioni.

Collocazione tattica: Igor è un difensore centrale ben piazzato fisicamente (185 cm di altezza) che può giocare sia in una difesa a tre che a quattro, sia come centrale che come terzino. Nello scacchiere di Mister Semplici sicuramente può trovare spazio nei tre difensori centrali, prediligendo il centro-sinistra ricordando che di piede è mancino.

Valutazione: i nomi esotici spesso si rivelano flop, soprattutto alla prima stagione in Italia, in quanto necessitano di ambientamento e scuola tattica diversa dalle esperienze passate. Ha già assaporato il campo di una prima squadra europea, quindi potrebbe essere facilitato l'adattamento. Lo consigliamo in leghe con alto numero di partecipanti, da abbinare all'acquisto di Felipe in particolare, oppure come scommessa da ultimo slot. Semplici potrebbe stupirci ed utilizzarlo più del previsto, anche se non sembra essere un difensore da bonus. 

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

NON è UN GIOCO DI PAROLE, TERZIC NUOVO TERZINO DELLA FIORENTINA DI MONTELLA
FIORENTINA TERZIC A. DIFENSORE FANTACALCIO CALCIOMERCATO

Classe 1999, arriva dalla Stella Rossa Belgrado un nuovo acquisto giovanissimo

Scritto da

Non è un gioco di parole, Terzic nuovo terzino della Fiorentina di Montella

Mister Montella, appena confermato dopo il passaggio di proprietà della Fiorentina, avrà una pedina in più nella suo parco difensori, strappando il giocatore ad altri club interessati tra cui il Milan.

Aleksa Terzic è un nuovo giocatore della Viola: classe 1999, nasce e cresce in Serbia, patria di tanti talenti da cui le società italiane spesso pescano. Operazione conclusa dalla Fiorentina per circa 1,7 milioni, per il giocatore che si è messo in luce con tutte le maglie delle giovanili serbe, incantando a suon di assist.

Di proprietà della Stella Rossa, esordisce in massima serie per poi essere girato in prestito al Graficar Belgrado, prima di passare alla squadra viola. Ora sarà protagonista nell'Europeo Under21 in Italia, poi si aggregherà al gruppo di Montella. Velocità, progressione e discreta tecnica per il terzino serbo, che in patria accostano seriamente a Kolarov per caratteristiche.

Collocazione tattica: Terzic è un terzino di spinta, pronto a sfornare assist col suo sinistro, nel 4-3-3 di Montella non potremmo che vederlo sulla corsia difensiva mancina. Non disdegna neanche il ruolo di esterno alto, ma crediamo che difficilmente, se il modulo rimane quello, possa giocare nel tridente.

Valutazione: come quasi tutti i giovani, può essere inizialmente preso in considerazione solamente come scommessa, in quanto dovrebbe partire almeno inizialmente come riserva del Nazionale Biraghi, ormai inamovibile negli undici viola. Prenderlo in coppia quindi con quest'ultimo, oppure aspettare tempi più maturi per azzardare l'acquisto.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

Il Lecce pesca dal Sudamerica, il primo acquisto è il terzino Brayan Vera: caratteristiche e appeal fant

 

Il neopromosso Lecce mette a segno il primo colpo per la A, si tratta del giovanissimo Brayan Vera, colombiano di San Luis classe 1999 (20 anni) e punto fermo della Nazionale sudamericana al Mondiale U20, nel quale ha collezionato 5 presenze nel ruolo di terzino sinistro. L’affidabilità dell’ormai ex Leones, in realtà si era potuta apprezzare già ad inizio anno in occasione del Campionato Sudamericano U20, dove è sceso in campo da titolare per tutte e 8 le partite giocate dai Cafeteros.

Praticamente nulla la sua esperienza a livello di club, Brayan Vera è stato seguito attentamente dal ds Mauro Meluso che già dopo la prima partita mondiale in Polonia voleva portarlo in giallorosso, anche perché a suo dire il giovane colombiano sembra avere “caratteristiche simili a Calderoni” ossia il fidato soldatino della fascia sinistra di Fabio Liverani che nel campionato cadetto appena concluso ha raccolto 30 presenze tutte da TS.

L’operazione che ha portato il giovane difensore in Salento si aggira su un totale complessivo di 1 mln di € tra prestito e spese per il riscatto, relativamente poco visto che il calciatore era seguito da squadre del calibro del Rennes (FRA) e del Fenerbahçe (TUR).

Nel 4-3-1-2 a rombo di Liverani non c’è dubbio che l’unica posizione che può occupare Brayan è quella del terzino sinistro, di certo non sarà il titolare di inizio stagione, ma l’alternativa di Marco Calderoni che farà da chioccia a Vera durante il suo periodo di adattamento in un campionato duro come la Serie A. Occorre, poi, sottolineare un altro aspetto importante, Vera per caratteristiche è più un terzino di posizione che di spinta, tant’è vero che all’occorrenza può essere utilizzato da difensore centrale.

Al fanta, per quanto detto, Bryan Vera non ha al momento le carte in regola per far parte delle nostre rose: alla prima esperienza europea non si può pretendere molto da questo giovane ragazzo. Il consiglio è quello di osservare come si comporterà nelle prime uscite con i giallorossi e da lì poi fare le dovute valutazioni per un eventuale acquisto.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

COLPO IN PROSPETTIVA, L'INTER SI ASSICURA IL GIOVANE AGOUMè
INTER AGOUME' L. CENTROCAMPISTA FANTACALCIO CALCIOMERCATO

Classe 2002, il centrocampista in patria è stato paragonato a Pogba

Scritto da

Colpo in prospettiva, l'Inter si assicura il giovane Agoumè

Non ha ancora 18 anni, ma le voci che circolano sul ragazzo lasciano pochi dubbi: Lucien Agoumè è un predestinato. Il nome del franco-camerunense non è passato inosservato agli addetti ai lavori di tutta Europa, la più lesta e con l'offerta più allettante è stata l'Inter, che si è aggiudicata le prestazioni del giovane talento con un'operazione da 4,5 milioni di euro più eventuali bonus. 

Chi è Lucien Agoumè: il ragazzo classe 2002 cresce nelle giovanili del Clémenceau e del Besançon, prima di ricevere la chiamata del più rinomato Sochaux, squadra che per anni ha militato in Ligue 1, che da qualche stagione si ritrova "impantanata" nella seconda divisione. Dopo 4 anni nelle squadre di pari età giovanili, esordisce tra i professionisti, appena sedicenne, raccogliendo addirittura 16 presenze in campionato.

Personalità, visione di gioco, buon dribbling e agilità, calcio secco e tiro potente: questo è Lucien, e con queste caratteristiche, la chiamata di un top club europeo non è tardata ad arrivare. Un'altra vetrina che ha sfruttato è quella della Nazionale Francese Under17, di cui è diventato capitano e leader.

Collocazione tattica: Agoumè è un centrocampista centrale, che può giocare sia come mediano che mezz'ala in un centrocampo a tre, o talvolta anche come trequartista in schemi differenti, sfruttando la sua imprevedibilità e la sua rapidità. 

Valutazione: Conte porterà il baby centrocampista sicuramente in ritiro, ma le possibilità di vederlo all'opera ed essere utile per il nostro fantacalcio sono minime. Crescerà nella squadra Primavera e in emergenza potrebbe essere convocato durante l'anno. Attenzione però, soprannominato "nuovo Pogba", chissà che l'ex juventino Conte non valorizzi un altro giovane centrocampista in stile "Polpo"... Scommessa per i più coraggiosi, appetibilità all'asta pressochè nulla.

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

IL MILAN BATTE IL PRIMO COLPO, ECCO KRUNIC PER RINFORZARE LA MEDIANA!
EMPOLI KRUNIC R. CENTROCAMPISTA MILAN CALCIOMERCATO FANTACALCIO

Il bosniaco saluta l'Empoli retrocesso per approdare all'ambizioso Milan

Scritto da

Il Milan batte il primo colpo, ecco Krunic per rinforzare la mediana!

Tra le rivelazioni in mediana, reparto dove ci sono stati più flop che sorprese, troviamo un giocatore sottovalutato in sede d'asta, ma che ha avuto un rendimento superlativo, nonostante l'amara retrocessione all'ultima giornata.

Parliamo di Rade Krunic, interno di centrocampo con uno spiccato senso offensivo, che lo ha portato ad essere uno dei centrocampisti più pericolosi di tutto il campionato dalla trequarti in su: per lui una fantamedia voto del 6,71, con 5 gol all'attivo e 6 assist. Il suo Empoli è retrocesso, e logicamente con i numeri appena citati, le squadre di serie A hanno subito iniziato a mostrare forte interesse per riportare il bosniaco in massima serie.

Inaspettatamente, dopo accostamenti e offerte al rialzo provenienti da Genoa, Atalanta e Torino, ha raggiunto un accordo lampo con il Milan: nelle casse dell'Empoli vanno 8 milioni di euro, più bonus al raggiungimento di obiettivi. Sicuramente l'appeal storico della società rossonera ha influito e non poco nel trasferimento di Krunic; inoltre dovrebbe ritrovare Mister Giampaolo, con cui i rossoneri sembrano aver praticamente chiuso, che lo ha già allenato ad Empoli nel 2015/16.

Collocazione tattica: il bosniaco può ricoprire qualsiasi ruolo in mediana, dando il meglio nel ruolo di mezz'ala in un centrocampo a tre, proprio il modulo adottato fino ad oggi dal Milan di Gattuso, che a centrocampo non dovrebbe mutare con l'arrivo di Giampaolo. Si può adattare anche sulla trequarti, ad Empoli ha giocato spesso più avanzato.

Valutazione: sicuramente è una certezza di rendimento, in quanto ormai maturo (25 anni) e già navigato in serie A. In una big come il Milan la sua carriera è ad un bivio, come la nostra valutazione al fantacalcio: ci potremmo trovare di fronte ad un "rincalzo", che partirebbe dietro nelle gerarchie ad un futuro acquisto e Kessiè (Bakayoko non dovrebbe essere riscattato), oppure diventare un "crack" in stile Nocerino 2011/2012, che grazie ai suoi inserimenti divenne un valore aggiunto per tutti i fantallenatori.

 

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

ESPERIENZA, FISICO E "GARRA": PER CONTE è PRONTO UN ALTRO PILASTRO IN DIFESA, ECCO GODIN!
INTER GODIN D. DIFENSORE FANTACALCIO SERIE A

Dopo quasi dieci anni a Madrid, l'uruguaiano accetta la nuova sfida italiana.

Scritto da

Esperienza, fisico e "garra": per Conte è pronto un altro pilastro in difesa, ecco Godin!

Manca solo l'ufficialità, ma è già tutto accordato da qualche mese: Diego Godin, difensore centrale uruguaiano ha deciso di lasciare l'Atletico Madrid e di intrapredere l'avventura nel Bel Paese, sponda milanese nerazzurra.

Curriculum di tutto rispetto per il roccioso centrale classe 1986, che ha giocato per dodici anni in Liga spagnola, porta un bagaglio di esperienza notevole alla truppa del neoallenatore Conte, simbolo di quella freddezza e quella malizia che è mancata all'Inter nei gironi della scorsa Champions League.

Inizia la sua lunga carriera in prima squadra nel Cerro, in prima divisione del suo paese natale, dove inizia a farsi conoscere non ancora maggiorenne. Anno di transizione al Nacional e poi la migrazione verso il Continente più prestigioso, l'Europa, sponda "sottomarino giallo" Villarreal: in tre anni 91 presenze in campionato e 4 gol, dimostrandosi sicuro e affidabile, fino alla chiamata dell'Atletico Madrid.

Qui diventa leader indiscusso e simbolo della mentalità dei "meno famosi" madrileni: l'Atletico Madrid, da sempre surclassato dal prestigio e dalla forza dei cugini del Real Madrid, inizia a "dare fastidio" ai due acerrimi rivali per il trono Real e Barcellona, tanto da vincere il campionato spagnolo nel 2013/2014 dopo più di 20 anni in un finale thrilling, dove proprio Godin con un gol al Barcellona, diventa protagonista.

Da ricordare anche le due Europa League nel suo palmares, una Supercoppa di Spagna, una Coppa di Spagna e tre Supercoppe Uefa; oltre ad essere leader della difesa dell'Atletico Madrid e del "cholismo" che tutti ben conoscete, anche in Nazionale Diego Godin diventa perno fondamentale della selezione di Tabarez, difendendo i colori albicelesti in tutto il mondo, contribuendo a rendere l'Uruguay una Nazionale ostica, solida e vincente.

Collocazione tattica: Godin arriva all'Inter e contemporaneamente Conte rileva Spalletti. Una coincidenza? Non lo sappiamo, ma Mister Conte è diventato uno degli allenatori più validi al mondo grazie al 3-5-2, creando la famosa BBC (Bonucci-Barzagli-Chiellini), fondamentale per le sue vittorie.

La nostra sensazione è che con Skriniar e De Vrij, due giovani colossi in crescita continua, può creare una cerniera difensiva impenetrabile. All'occorrenza anche in una difesa a due può dire la sua, anzi è molto più abituato in quanto l'Atletico si disponeva in quel modo.

Valutazione: esperienza internazionale, solidità difensiva, e quei 3-4 gol stagionali nelle corde, grazie ai suoi imperiosi stacchi di testa da calcio piazzato, statistica da non sottovalutare in un campionato tattico come quello italiano. Il nostro consiglio è quello assolutamente di puntare forte sul difensore uruguaiano, come l'Inter, blindiamo anche noi la nostra difesa al fantacalcio!

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

UN TUTTOCAMPISTA PER LA VECCHIA SIGNORA, IL GALLESE RAMSEY RINFORZA LA MEDIANA BIANCONERA
JUVENTUS RAMSEY A. CENTROCAMPISTA FANTACALCIO SERIE A

Parametro zero di spessore per la Juventus, è pronto a conquistare ambiente e fantallenatori

Scritto da

Un tuttocampista per la Vecchia Signora, il gallese Ramsey rinforza la mediana bianconera

Iniziamo già da ora a scoprire i nuovi acquisti per il fantacalcio 2019/2020. La prima ufficialità arriva dalla Juventus, regina del campionato e mattatrice di mercato, dopo il colpo CR7 l'anno precedente, inizia a deliziare i propri tifosi con un giocatore di indiscusso talento: Aaron Ramsey, che saluta l'Arsenal a parametro zero dopo 9 anni consecutivi.

Nato in Galles nel 1990, inizia la sua carriera nel Cardiff City, squadra che partecipa ai campionati inglesi nonostante abbia sede in Galles. Qui completa la trafila delle giovanili esordendo a 16 anni e mezzo contro l'Hull City all'ultima giornata di campionato. L'anno successivo raccoglie ben 15 presenze, segnando anche una rete, attirando l'attenzione dei grandi club di Premier: fu subito feeling con l'Arsenal, club londinese dal glorioso passato, con il quale firma un lungo contratto. 

In due anni 27 presenze e 3 gol: già ottimi colpi, personalità e abilità negli inserimenti, viene comunque mandato a maturare in prestito al Nottingham Forest e al Cardiff City, dopo il grave infortunio subito l'anno precedente (frattura di tibia e perone) che lo ha tenuto fuori dal rettangolo verde per circa 9 mesi. 

Da lì in avanti Ramsey reciterà un ruolo da protagonista nei Gunners, raccogliendo presenze e responsabilità, diventa punto fermo anche in Nazionale maggiore, formando con Gareth Bale una coppia di talenti che ha trascinato il "piccolo" Galles tra i grandi d'Europa nel 2016, fermandosi solo in semifinale contro i campioni del Portogallo. In scadenza di contratto, Aaron a febbraio 2019 si accorda con la Juventus, voglioso di intraprendere una nuova sfida.

Centrocampista duttile, dotato di buona tecnica, dribbling secco e agonismo notevole, è una pedina che manca in questa Juventus. Matuidi, Bentancur, Pjanic, sono tutti giocatori con poca flessibilità di posizione e con caratteristiche molto simili. Abile negli inserimenti e con un senso del gol sopra la media (in nove stagioni con l'Arsenal ha siglato 64 gol e servito 67 assist!), è il giocatore giusto per dare quel tocco di imprevedibilità alla manovra in mediana.

Collocazione tattica: il pregio di Ramsey è che sembra possa giocare in ogni posizione, dalla mezz'ala in un centrocampo a tre, al ruolo di trequartista, fino ad esterno offensivo. Dipenderà poi molto da chi si siederà sulla panchina bianconera e dal modulo che vorrà intraprendere il nuovo allenatore.

Arriva in una Juventus appagata di successi in Italia, arrabbiata per le sconfitte europee. Viene da sè pensare che, pur essendo un potenziale titolare fisso, possa soffrire di turnover come è avvenuto quest'anno per i campioni bianconeri. Sicuramente se dovesse arrivare Sarri, che come abbiamo visto a Napoli, utilizza spesso e volentieri quei 14-15 giocatori tutto l'anno, il suo valore fantacalcistico crescerebbe notevolmente. 

Valutazione: sicuramente, all'alba dei suoi 30 anni, è un centrocampista maturo e con l'esperienza giusta per rivelarsi una certezza nei bianconeri e nei nostri fantacampionati, ultra-consigliato!

Approfondimento Pianeta Magazine : PIANETA MARKET : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | pianetafanta.it | Pianeta Sos

pianeta news
24  Giugno 2019
3  Giugno 2019
2  Giugno 2019
28  Maggio 2019
25  Maggio 2019
24  Maggio 2019
23  Maggio 2019
22  Maggio 2019
24  Giugno 2019
23  Giugno 2019
20  Giugno 2019
19  Giugno 2019
17  Giugno 2019
16  Giugno 2019
14  Giugno 2019
11  Giugno 2019
9  Giugno 2019
diario match
SERIE A PREMATCH - 38^ GIORNATA

Analizza il Bioritmo dei Giocatori
© 2003 - 2019 PianetaFanta.it - Tutti i diritti riservati